Comprare Tron in modo sicuro e senza commissioni

Cos’è Tron? Come funziona Tron? Come comprare Tron in modo sicuro?

Se ti stai ponendo queste domande, avrai sicuramente sentito parlare della criptovaluta Tron. Il cui nome rievoca un avveniristico film americano anni ‘80, che in fondo rispecchia bene la natura di questa criptovaluta.

La criptovaluta Tron si basa su una Blockchain molto particolare. Inoltre, dà anche delle ottime prestazioni quanto asset, visto che è andata molto bene nel 2017 e nel 2018. Mentre nel 2019, in un solo mese, è salita del 12mila percento.

Riepiloghiamo dunque le caratteristiche di Tron e vediamo qual è il modo migliore per investirci e comprarla. Ad esempio si possono sfruttare piattaforme regolamentate e sicure come 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) che grazie agli strumenti come segnali sono il massimo per chi vuole iniziare.

Tron cos’è

Cos’è Tron? E’ molto di più di una semplice criptovaluta. Tron è una blockchain avente come scopo quello di creare un sistema di intrattenimento digitale gratuito e globale. Il tutto, mediante una raffinata e futuristica tecnologia di storage distribuita. Inoltre, che permette una condivisione semplice ed economica di contenuti digitali.

Fondata nel settembre 2017 da un’organizzazione no-profit con sede a Singapore (uno dei paesi che maggiormente investe su Blockchain, anche a livello istituzionale): la Tron Foundation. Quest’ultima è diretta dal CEO Justin Sun, il quale può contare su di un team di sviluppo interno che vanta grandi esperti di tecnologia. Justin Sun viene considerato il pupillo di Jack Ma, il fondatore del colosso Alibaba. Lo sfidante cinese di Amazon.

Tron come funziona

Come funziona Tron? La Blockchain alla base di Tron utilizza la tecnologia di rete peer-to-peer (P2P), con lo scopo di colmare il divario che vige tra creatori di contenuti e i fruitori degli stessi. Pensiamo al grande vantaggio per questi ultimi: un abbattimento dei costi complessivi. Ma anche il creatore avrà i suoi vantaggi, come una migliore raccolta tramite ricevute dirette. In questo modo, si avrà un rapporto alla pari.

Insomma, Tron vuole eliminare gli intermediari. Coloro che, offrendosi come canale per la fruizione dei contenuti, diventano un aggravo di costi per chi li produce e chi li consuma.

Un esempio concreto di intermediario è Netflix, piattaforma sempre più popolare e potente (che ormai non è più una semplice intermediaria, ma produce essa stessa film e serie Tv). Un’unica organizzazione controlla i servizi in modo centralizzato. Potrebbe essere necessario abbonarsi e pagare Netflix per guardare un determinato film on-demand, anche nel caso in cui esso sia stato prodotto da un gruppo di appassionati in erba.

Dalla tariffa addebitata al sottoscrittore, Netflix prende la sua parte per ospitare il film sulla sua piattaforma e paga il resto ai produttori. Spesso, la parte del leone viene presa dall’intermediario.

Tron, da parte sua, replica questo modello di business su una rete pubblica di blockchain e agisce come una struttura di storage decentralizzata e distribuita che la rende più efficiente ed economica.

Ha l’obiettivo di eliminare l’intermediario, come Netflix nell’esempio precedente, consentendo a chiunque di ospitare contenuti di intrattenimento digitale sulla sua rete basata su blockchain. Il pubblico globale può pagare direttamente i creatori di contenuti per accedere al contenuto.

Nel processo, la piattaforma aperta e decentralizzata di Tron e la tecnologia di storage distribuito tentano anche di affrontare un problema significativo: la sfida di poche e potenti società che controllano Internet e il suo contenuto. Facendo così venire a creare una parità di condizioni.

Tron, cos’è Tronix

Cos’è Tronix? La rete Tron utilizza la sua criptovaluta chiamata Tronix (TRX). È possibile acquistare Tronix su piattaforme come Liqui e Binance, scambiandole con altre criptovalute come ETH o BTC. Al momento non è possibile scambiare Tronix con monete fiat (intendendo per esse Euro, Dollaro, Yen, Rublo, ecc.).

Può essere memorizzato su wallet che supportano la blockchain di Ethereum come MyEtherWallet. Tronix può essere utilizzato dai consumatori di contenuti per pagare il contenuto a cui vogliono accedere.

Queste criptomonete andrebbero quindi ai conti dei produttori di contenuti, dove possono essere scambiate con altre criptovalute o possono essere utilizzate per pagare i servizi di blockchain. Nel febbraio 2018, TRX si è classificata al quindicesimo posto nella lista delle maggiori criptovalute per capitalizzazione di mercato.

Conviene investire in Tron?

Conviene investire in Tron? Da quanto detto fino ad ora, si dovrebbe facilmente intuire che si tratta di un progetto molto futuristico, che punta a liberalizzare il mercato della fruizione culturale digitale. Una sorta di controrivoluzione rispetto a piattaforme già considerate rivoluzionarie come Netflix.

Quindi, va da sé che si tratti di un investimento a lungo termine.

Comunque, da quando esiste, Tron ha già dato belle soddisfazioni a chi ha deciso di investirci. Nel dicembre 2017, ad esempio, il suo valore passò dai $ 0,0020 di inizio mese ai $ 0,05 per token Tronix alla fine del mese.

Così, alla fine del dicembre 2017, il periodo nel quale Bitcoin sfiorò i 20mila dollari, TRX ha raggiunto il 17° posto nella classifica della capitalizzazione di mercato con circa 2,2 miliardi di dollari.

Complice anche il fatto che l’esperto digitale John McAfee (l’inventore del famoso antivirus free) ha raccomandato la criptovaluta TRON in un tweet come “investimento” a lungo termine, essa è arrivata al decimo posto per capitalizzazione di mercato su coinmarketcap.com (considerato il sito più affidabile su questi dati) durante gennaio 2018. Con una capitalizzazione di mercato che ha superato quota 10 miliardi di dollari.

Mentre le altre criptovalute, con Bitcoin in testa, hanno vissuto un brutto 2018, Tron è riuscita comunque “a galleggiare”, con vari buoni momenti. Al momento della scrittura, ha un prezzo di 0,02 USD, un ROI del 1400% e una capitalizzazione di mercato di 1.916.208.746 USD. Posizionandosi così all’undicesimo posto secondo la classifica marketcap di Coingecko.

Tron è un’iniziativa ambiziosa che ha allineato molte pietre miliari potenziali negli anni a venire. La sua attuale offerta si chiama Exodus, la piattaforma gratuita adatta alla distribuzione peer-to-peer e all’archiviazione dei contenuti.

Exodus non utilizza attualmente la tecnologia blockchain ma utilizza uno speciale protocollo di file system basato sul web che supporta un file system distribuito. Questa fase dovrebbe rimanere fino a dicembre 2018.

La fase successiva, chiamata Odyssey, è programmata per andare in diretta verso gennaio 2019. L’Odyssey, che sfrutterà il potere della blockchain, implicherà incentivi monetari per promuovere la creazione e l’hosting di contenuti su Tron.

Invece di seguire i metodi tradizionali di tracciamento dei clic e delle visualizzazioni dei contenuti a cui si accede, Odyssey prevede di basare i produttori di incentivi su un metodo che dipenderà dall’interazione dell’utente e dall’impegno con il contenuto. Potrebbe essere collegato a un piano di “mance”, ossia qualcosa come una ricompensa basata su quanto l’utente percepisse il contenuto.

Immagina di ascoltare un chitarrista con licenza che si esibisce all’angolo di una strada. Ti piace la melodia iniziale e ti avvicini per ascoltare la performance completa. Una volta che il suo atto è terminato, la mancia al musicista di strada si basa su quanto ti è piaciuta la sua esibizione o lo pagherai di più per continuare a sentire il suo prossimo brano.

Lo schema di incentivi di Tron potrebbe essere simile, dove si può accedere ai rimorchi iniziali più piccoli gratuitamente o con una piccola tassa, e quindi optare per le versioni a pagamento se le anteprime ti sono piaciute.

Le prossime due fasi, chiamate Great Voyage (metà del 2020) ) e Apollo (metà 2021), dovrebbero consentire ai creatori di contenuti di costruire i loro marchi, ottenere la possibilità di emettere singole offerte di monete iniziali (ICO) e persino emettere token personali. Queste fasi successive di Tron saranno simili alle piattaforme per applicazioni basate su blockchain in stile Ethereum.

Tron prevede inoltre altre due fasi successive, denominate Star Trek (metà 2023) ed Eternity (fine del 2025), in cui i partecipanti potranno creare piattaforme di gioco e predittive decentralizzate e sarà anche in grado di raccogliere fondi.

Quindi, il suo futuro è ancora tutto da scrivere, essendo come detto avveniristico e ambizioso. Averlo nel proprio wallet per una strategia cassettista potrebbe essere una mossa vincente.

Comprare Tron con eToro

Utilizzare il Broker eToro per investire in Tron può rivelarsi una scelta vincente. In quanto consente di farlo mediante i Contract for difference – strumenti finanziari portatori già da soli di molti vantaggi – e di sfruttare alcuni servizi molto utili per gli utenti.

Su tutti, vale la pena citare il Copy trading, sul Broker chiamato con tanto di copyright CopyTrader. Quest’ultimo dà la possibilità di iniziare a guadagnare quando si è ancora neofiti del settore, copiando ciò che fanno gli utenti più esperti. Chiamati non a caso Guru.

Basta cercarli mediante criteri di riferimento come l’asset di interesse (in questo caso Tron), il profilo di rischio, il Paese di provenienza, il periodo di attività e soprattutto il numero di follower di cui gode.

Il motore di ricerca, che permette di accedere alle schede dei singoli investitori con tutti i dettagli sulla loro attività, può essere utilizzato anche dagli utenti che hanno un conto demo. Ossia un conto virtuale mediante il quale è possibile esercitarsi senza mettere a rischio i propri soldi reali.

eToro mette a disposizione anche il Social trading, un autentico Social network interno al Broker dove è possibile scambiarsi opinioni e suggerimenti.

eToro vanta oltre 10 milioni di utenti, proprio perché offre una pluralità di servizi sempre nuovi e non si culla sugli allori. Gode altresì tanto della licenza Consob quanto di quella CySEC.

Clicca qui per iniziare ad investire su Tron con eToro.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Comprare Tron con IQ Option

Come comprare Tron con IQ Option? Altro Broker molto interessante è IQ Option. Altra piattaforma sicura per le sue licenze. Questi i principali vantaggi che offre questo Broker:

  • Non prevede commissioni
  • E’ possibile guadagnare sia al rialzo che al ribasso
  • Vanta una interfaccia user friendly
  • Offre il succitato Conto demo
  • Consente un deposito minimo incredibilmente basso: 10 euro
  • Consente di avviare un trade con solo 1 euro
  • Permette di utilizzare la popolare piattaforma per le transazioni Paypal

Clicca qui per investire su Tron con IQ Option.

Comprare Tron con PayPal

Come comprare Tron con PayPal? Come noto, PayPal è una piattaforma che consente di inviare o ricevere denaro in tutta sicurezza. Visto che alleghiamo al conto una carta, ma alla controparte daremo solo la mail con cui ci siamo registrati alla piattaforma.

PayPal comunque prevede anche una carta prepagata con tanto di IBAN, quindi può fungere da vero e proprio conto corrente. Molto adatto per i giovani o per chi ha prestazioni di lavoro di occasionali e non vuole aprire un conto bancario.

Inoltre, PayPal dà anche diritto a rimborsi nel caso in cui un prodotto non arrivi o ci siano stati problemi in una compravendita. Si apre una disputa e si attende la sua conclusione. Quindi è molto utile anche in caso di acquisti online su piattaforme che non prevedono protezione per gli utenti (si pensi a Subito.it o ai gruppi su Facebook).

Acquistare direttamente Tron tramite Paypal non è possibile. Tuttavia, è possibile farlo proprio tramite i Broker succitati come Iq Option ed eToro, che prevedono anche PayPal tra le modalità di deposito o prelievo.

In questo modo, si potrà acquistare questa criptovaluta col doppio vantaggio di farlo mediante due piattaforme affidabili.

Il vantaggio principale offerto da Paypal consiste nel fatto che il prelievo è immediato, mentre con una prepagata ci possono volere anche un paio di giorni dovuti ai tempi tecnici.

Altri broker per investire in Criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY