Chainlink (LINK): come comprare e vendere 2022

Cos’è Chainlink (LINK)? Conviene comprare Chainlink (LINK)?

Quando il Bitcoin impazza con i suoi rialzi incredibili di prezzo, trascina con sé anche l’interesse verso altre criptovalute e progetti legali alla Finanza decentralizzata (meglio nota con l’acronimo DeFi).

Purtroppo, dato che non è proprio tutto oro quello che luccica, dobbiamo anche valutare bene se questo o quel crypto-progetto sia valido e se conviene crederci. Investendo il proprio tempo ed i propri soldi.

Lo scopo di questa guida completa su Chainlink è proprio quello di cercare di capirci di più, se conviene investire e come fare.

Al momento della scrittura, del resto, il token che è alla base della blockchain Chainlink, Link, sta facendo registrare rialzi molto interessanti.

Chainlink del resto, è un progetto molto particolare, giacché si tratta di un’enorme rete di oracles decentralizzati che viene gestita mediante rete Ethereum (ETH) e Token ERC-20. Il quale consente di realizzare un’infrastruttura operativa di tipo autosufficiente, sicura e decentralizzata.

Se volete investire sulle criptovalute, la soluzione più conveniente è quella dei contratti CFD. Con i broker regolamentati si può, infatti, negoziare sull'andamento del prezzo. Il broker Capital.com (trovi qui il sito ufficiale) permette di fare trading sulle principali criptovalute con commissioni molto basse.

Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Chainlink: cos’è

Cos’è Chainlink? Si tratta di uno dei progetti più utili nel settore crypto, una rete di oracles decentralizzati che viene gestita mediante rete Ethereum (ETH). Il token di riferimento è LINK, ed è quello che si può definire un protocollo di prestito, poiché fornisce un servizio vitale per altre piattaforme: un oracle come dicevamo nell’incipit, di tipo decentralizzato, sicuro e al contempo affidabile. Oltre che in grado di essere autosufficiente.

Comprare Chainlink

Gli oracles blockchain sono strumenti utili per far interagire la blockchain con il mondo fisico. Vale a dire, permettono di portare le informazioni del mondo reale alla blockchain. E dunque, gli smart contract diventano in grado di eseguire azioni sulla base di queste informazioni ricevute.

Possiamo dunque definire progetti come Chainlink una sorta di ponte tra il mondo decentralizzato della blockchain e quello tradizionale.

Chainlink è una rete di oracoli decentralizzati gestita mediante Ethereum (ETH) e Token ERC-20.

👍 Cosa èRete di oracles decentralizzati che viene gestita mediante rete Ethereum (ETH)
✅ CaratteristicheDecentralizzazione / Oracoli decentralizzati / Sicurezza
💰TokenLINK
🥇Migliore piattaforma per fare trading su ChainlinkeToro
🥇Miglior exchange per comprare e vendere LINKBinance

Migliori piattaforme per comprare Chainlink (e vendere)

Qui sotto vi segnaliamo un elenco di piattaforme di trading in cui poter comprare criptovalute (o venderle) tramite CFD:

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
Valutazione
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Trading Bitcoin, criptovalute

68% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

Valutazione
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificiale
Valutazione
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
Valutazione
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualità

Chainlink: come funziona

Tutto è iniziato nel settembre 2014, quando tre esperti del settore – Steve Ellis, Ari Juels e Sergey Nazarov – hanno avviato il progetto SmartContract.com. Con lo scopo di creare una serie di infrastrutture decentralizzate per mettere in contatto tra loro e quindi consentirgli di comunicare, eventi del mondo reale con blockchain pubblici.

Dopo un triennio di tentativi e costante lavoro, nel settembre 2017 è arrivato il White paper di Chainlink. Si tratta di un protocollo Oracle decentralizzato eseguito sulla blockchain di Ethereum.

Chainlink è subito piaciuto agli investitori, al punto da attirare ben 32 milioni di dollari di finanziamenti. E pensare che si trattava solo di un white paper, e come tale, un progetto solo su carta senza alcuna garanzia di riuscita.

I soldi però sono stati ben spesi: infatti, Chainlink non si è mostrato uno dei tanti scatoloni vuoti per attirare denaro, ma ha visto progredire costantemente il progetto.

I primi test di Chainlink hanno del resto subito diradato le nubi su questo protocollo e il primo giugno 2019 è stata lanciata la mainnet di Chainlink. La quale ha dato il via concretamente agli odierni protocolli di finanza decentralizzata (DeFi).

Chainlink: il token LINK

Il token LINK è una parte fondamentale del progetto. Si tratta di un token ERC-20, che funziona sulla blockchain Ethereum. Funziona da incentivo per gli operatori del nodo affinché lavorino bene. Ciò è molto importante, poiché ad ogni nodo installato deve anche accompagnarsi la gestione corretta delle richieste di informazioni. Gli operatori su ChainLink accumulano token di collegamento come ricompensa per il lavoro che svolgono.

Dunque, il token Link di Chainlink va visto come il token che circola su altre Blockchain. Ricompense appunto per il lavoro che gli operatori svolgono. Si pensi ad Ether su Ethereum per esempio.

Ma non ha solo una funzione interna. I Link possono essere spesi sugli Exchange e scambiati con altre criptovalute o altre valute FIAT se gli Exchange li prevedono.

Ciò significa anche che gli operatori possono speculare sui cambi di prezzo di Link e quindi guadagnarci quando il loro prezzo sale. E ciò avviene anche quando Chainlink segna altri passi importanti nel suo progetto. Per esempio, implementazioni oppure l’utilizzo in altri progetti importanti.

Chainlink: la gestione della privacy

La privacy è sempre un aspetto molto importante per i progetti online. E anche nel caso degli oracles non può essere da meno.

Ci sono 2 aspetti di cui tenere conto:

  • il problema è che non si vuole che oracle abbia un accesso molto elevato alle informazioni degli utenti che hanno a che fare con esso e ai suoi servizi
  • viene dato per scontato che le sessioni e le informazioni inviate e ricevute da un oracle non consentono la rintracciabilità dei dati degli utenti che lo utilizzano, altrimenti si finirebbe per identificare l’identità degli stessi

Se un utente decide di accedere ad una DApp consentita solo agli over 18, DApp usa un oracle in grado dal suo database di cercare se davvero si tratti di un maggiorenne. Le informazioni che si trovano nella blockchain, passano per il mondo reale e vengono associate ai dati di quella persona per constatare se effettivamente è maggiorenne.

Per verificare l’età si richiede di fornire username e password (o un altro genere di autenticazione). Inoltre, la comunicazione tra oracle e database avviene mediante canali che non possiamo controllare. Infine, chi è preposto ad analizzare quel database analizza anche il traffico delle richieste di ricerca e la loro provenienza per comprendere cosa fanno realmente tali utenti e lo scopo per il quale stanno richiedendo determinati servizi.

Quindi, tutto questo per dire che comunque alla fine si finisce per risalire ai dati finali dell’utente e la privacy resta sempre a rischio. Quindi, malgrado il fatto che nella blockchain tutto possa restare anonimo, ciò non accade ugualmente al di fuori di questo ecosistema.

Ogni volta che entriamo sul web, lasciamo traccia della nostra identità.

Nel white paper di Chainlink si affronta in fondo questo problema, e si dice che nella sezione “Riservatezza” si sta cercando di risolverlo. Tuttavia, ad oggi, ciò non è ancora avvenuto.

Comprare e Vendere Chainlink vantaggi

Vediamo quali sono i vantaggi di acquistare Chainlink:

  • Si tratta di un oracle decentralizzato con una grande capacità di estensione, mediante la sua infrastruttura di tipo estensibile
  • Sistema del tutto decentralizzato, rincentrato sulla sicurezza e alla correttezza dei dati forniti
  • Chainlink si installa facilmente, e ciò è un aspetto cardine per la sua diffusione futura
  • Il protocollo, così come è creato, permette a ciascuno con un nodo interno alla rete di ottenere buoni profitti mediante i servizi richiesti
  • Il software alla sua base è del tutto gratuito e può essere verificato in tutte le fasi del funzionamento

La bontà del suo progetto, può portare alla lunga il prezzo del suo token Link a livelli molto interessanti.

Ecco gli svantaggi di acquistare Chailink:

  • La questione privacy resta ancora aperta e irrisolta per Chainlink. Ma del resto questa è la pecca patita da tutti gli Oracle decentralizzati
  • Resta costante il rischio che gli hacker possano eseguire un attacco, introducendo dati falsi e manipolando le informazioni fornite dalla rete. Il team di sviluppatori di Chainlink sta cercando di risolverli

Questi limiti ancora insuperati ad oggi, possono costituire un freno al suo rialzo definitivo.

Chainlink: l’infrastruttura on chain

Chainlink si basa su una rete di nodi chiamata Chainlink Nodes (CN), con il fine ultimo di eseguire un programma in grado di monitorare i dati di un evento nel mondo reale per poi fornirgli agli smart contract che girano sulla blockchain Ethereum.

Chainlink ottiene le informazioni da molti nodi diversi e in modo casuale.

Per gli operatori del nodo è importante fornire risposte corrette in cambio di una ricompensa. Che sono commisurate all’accuratezza e la certezza dei dati. Di contro, la manipolazione dei dati comporta una specie di sanzione e si abbassa il livello di fiducia nei confronti del nodo.

Nella blockchain Chainlink sono molto importanti gli smart contract, che sono di tre tipi:

  1. contratto di reputazione: assegna una reputazione a ciascun nodo della blockchain, considerando la qualità delle informazioni da esso offerte
  2. contratto di abbinamento degli ordini: accumula informazioni sui nodi, i servizi, le informazioni richieste, i parametri di query e le fonti di dati
  3. contratto di aggregazione: raccoglie tutte le risposte dai nodi, analizza i dati e offre la risposta finale al richiedente

Oltre agli smart contract, molto importanti sono gli operatori dei nodi Chainlink, i quali consentono di ottenere dati esterni in modo sicuro e affidabile.

Chainlink grafico e quotazione

Ecco la quotazione in tempo reale del prezzo di Chainlink:

Comprare Chainlink con i CFD ( o vendere)

I Contract for difference sono una valida alternativa per acquistare e vendere Link, soprattutto perché consentono di investirci senza possederle direttamente. Infatti, ciò che comprerai sarà un contratto derivato che replica un sottostante.

Tramite il trading CFD puoi andare sia long che short, quindi posizionarti su comprare quando ritieni che il suo prezzo aumenti, e posizionarti su vendere quando dalle tue analisi ritieni che il prezzo diminuirà.

I CFD permettono anche di sfruttare la Leva finanziaria, per moltiplicare il proprio profitto investendo capitali ridotti. Pur tenendo sempre a mente che, in caso di previsione sbagliata, hanno l’effetto contrario di far conseguire delle perdite. Un particolare che purtroppo i trader alle prime armi troppo spesso dimenticano.

Dove comprare Chainlink (e vendere)

Vediamo ora dove comprare Chailink tramite CFD, ossia i migliori broker per farlo.

eToro

Il broker eToro vanta 3 licenze per operare, e il permesso della Consob per farlo in Italia. Ottime le condizioni spread e commissioni proposte.

Puoi valutare cosa fanno gli altri trader su Chainlink leggendo i loro post con il Social trading, oppure copiando cosa fanno i trader migliori con il copy trading.

Ecco un esempio di acquisto di ChainLink su eToro:

Comprare chainlink su eToro

Il broker eToro ti permette di fare pratica su Link e tutti gli altri asset acquistabili sulla piattaforma con un Conto demo di 100mila euro virtuali.

Per iniziare a investire in criptovalute con eToro clicca qui.

Capital.com

Il broker Capital.com ha delle caratteristiche che lo rendono molto interessante:

  • Deposito minimo: 20 euro
  • Commissioni e spread: ridotti
  • Conto demo: Mille euro virtuali
  • Servizi principali: IA, +70 indicatori ed oscillatori di trading, app Investmate, ampio Glossario,
Apri ora il tuo account per iniziare a negoziare sulle criptovalute con Capital.com
83.45% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare Chainlink tramite Exchange

E’ possibile approfittare della volatilità del token Link tramite gli Exchange. Le piattaforme che consentono di scambiare criptovalute con criptovalute e criptovalute con valute FIAT.

EXCHANGE
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Più grande exchangeNumerose criptovaluteISCRIVITI
Il più sicuro
App facile da usareCarta VISAISCRIVITI
Criptovalute principaliFacile da usareISCRIVITI

Nel caso di Link, alcuni degli Exchange più importanti che lo prevedono sono:

Meglio sempre confrontare le commissioni, come curano l’aspetto legato alla privacy e alla gestione dei dati personali, come si pongono rispetto agli attacchi hacker. Meglio sempre scegliere Exchange popolari e molto utilizzati ed esistenti da anni.

Previsioni Chainlink

Come detto, al momento della scrittura Chailink sta dando vita a rialzi molto importanti, anche se già qualche settimana prima aveva poi registrato dei cali.

Sul lungo periodo, il prezzo di Chainlink viene previsto al rialzo, poiché si prospetta una diffusa utilizzazione della sua infrastruttura molto interessante. Inoltre, il vantaggio rispetto ad altre blockchain, è che essa non sia in competizione con Ethereum (come per esempio accade per EOS) ma sia parallela con essa.

Nel breve periodo, meglio osservare attentamente cosa dicono i grafici, poiché le criptovalute tendono ad avere sempre movimenti in stile montagne russe. Registrando crolli o rally incredibili da un giorno all’altro.

In questo modo, possiamo posizionarci long o short a seconda dei casi.

Compare Chainlink: le FAQ

Cos’è Chainlink?

Si tratta di una blockchain che si presta per il funzionamento di altre blockchain, ponendosi da ponte tra le criptovalute e il mondo reale.

Come comprare e vendere Chainlink (Link)?

E’ possibile comprare Chainlink (o vendere) o utilizzando gli Exchange che lo prevedono, oppure facendo trading CFD su eToro o Capital.

Conviene comprare e vendere Chainlink (Link)?

Il progetto ha ottime prospettive future, quindi si prevede che il prezzo dovrebbe salire alla distanza. Nel breve, meglio valutare di volta in volta se posizionarsi long o short.

Chainlink Riepilogo

Conclusioni

Chainlink è una enorme rete di oracles decentralizzati gestita tramite rete Ethereum (ETH) e Token ERC-20. Si propone quindi come un’infrastruttura operativa di tipo autosufficiente, sicura e decentralizzata.

Molto importanti per il suo funzionanento sono i Nodi, gli smart contracts e i token link con cui sono ricompensati.

Il token sta facendo parlare di sé per la sua utilità che riveste nel mondo blockchain.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.