Come comprare Bitcoin con carta di credito e di debito: migliori alternative

Come acquistare Bitcoin tramite carta di credito? E di debito? Se fino a qualche anno fa il Bitcoin sembrava solo roba per Nerd, soprattutto dal 2017 sta attirando sempre più l’attenzione di trader e non. Alla luce della cavalcata incredibile cui ha raggiunto il prezzo. Non c’è neanche il tempo di parlare dei nuovi record stabiliti, che già si è passati al prossimo. Mille dollari, poi duemila, tremila, seimila, ottomila, undicimila, diciottomila. Certo, molti sono ancora gli scettici nei confronti del Bitcoin, sospettando che si tratti solo di una bolla speculativa. Come capitato a fine secolo scorso con i titoli dot-com. Per altri, invece, il suo valore crescerà ancora e arriverà anche a 500mila dollari. Quindi c’è da un lato la suggestione di acquistarli per farci lauti guadagni e dall’altro la paura di spendere molto ma poi incassare una ingente perdita.

Ma torniamo alla domanda di partenza: come acquistare Bitcoin con una carta di credito? E come acquistare Bitcoin con una carta di debito? Fino a poco tempo fa era una pratica non fattibile. Oggi, invece, molte società accettano pagamenti con carta di credito per Bitcoin. Acquistare Bitcoin con una carta di credito è una valida alternativa se si ha bisogno di una piccola quantità di Bitcoin o se servono rapidamente. Ma bisogna anche doverosamente premettere che acquistare Bitcoin con carta di credito è una pratica soggetta a commissioni più alte complice l’alto rischio di frode e le commissioni più elevate per l’elaborazione.

Vediamo di seguito le migliori alternative che consentono l’acquisto di Bitcoin tramite carta di credito o di debito.

Sommario

Come comprare Bitcoin con carta di credito e di debito: cosa è cambiato

Prima di vedere come acquistare Bitcoin con carta di credito e di debito, occorre specificare che i pagamenti con carta di credito sono reversibili. Infatti, i commercianti non ricevono il denaro degli acquisti tramite carta di credito fino a 60 giorni da quando la carta è stata strisciata. Ciò quindi comportava in passato il fatto che, essendo le transazioni di Bitcoin di tipo irreversibile, diventava pericoloso per un commerciante vendere bitcoin con pagamenti in carta di credito. Oggi le società dedite a questo servizio hanno trovato metodi alternativi per evitare le frodi e ciò ha reso l’acquisto con carta di credito molto più semplice, come vedremo dalle opzioni di seguito.

Come acquistare Bitcoin con carta di credito e di debito: i migliori Exchange

Coinbase

Coinbase è il principale Exchange di Bitcoin a livello mondiale. Qui è possibile acquistare fino a 100 euro di Bitcoin al giorno istantaneamente con una carta di credito o di debito, sia in Europa che nel Regno Unito. Coinbase applica una commissione fissa del 3% su tutti gli acquisti effettuati tramite carta di credito o di debito. Possiamo però dire che tale commissione sia la più bassa tra gli Exchange di Bitcoin, almeno per i clienti del vecchio continente.

Coinbase opera in 32 Paesi, tra cui l’Italia. Ed oltre al Bitcoin, consente la gestione di altre 2 criptovalute: Ethereum e Litecoin. Ma anche di fare trading, sebbene lo sconsigliamo, in quanto non è un sito regolamentato dalle autorità preposte alla vigilanza sui mercati finanziari (come la CONSOB per l’Italia, il CySEC per l’Europa e la FDA per la Gran Bretagna).

La piattaforma di Coinbase si divide in 3 parti:

• quella dedicata ai venditori, nella quale è possibile accettare e ricevere le transazioni di pagamenti in criptomonete

• quella dedicata agli operatori finanziari, che vogliono speculare con il trading

• quella dedicata agli sviluppatori informatici, che devono integrare Coinbase nelle loro piattaforme

Su Coinbase le operazioni vengono gestite offline e quindi sono al sicuro da furti digitali. Richiedono una doppia verifica, oltre che un numero di telefono cellulare dove inviano un sms per poter verificare l’identità del nuovo iscritto. Le transazioni sono crittografate come anche il wallet (portafoglio elettronico). Una ulteriore indice di sicurezza è il fatto che l’Agenzia delle Entrate americana ha vinto la causa intentata contro questo Exchange, che quindi deve inviare ad essa una buona parte dei nominativi dei titolari di conti sulla piattaforma.

Sicurezza e semplicità che hanno fatto sì che Coinbase diventasse il primo Exchange di Bitcoin al Mondo, con 11.5 milioni di utenti dislocati in oltre 32 paesi. Tra cui come detto l’Italia. Non manca poi una app per svolgere le proprie operazioni tramite smartphone o tablet, sia su sistema operativo Android che iOS. Infine, altro vantaggio è che Coinbase offre il cambio in tempo reale. Una pecca è che, almeno al momento in cui scriviamo, su Coinbase non è possibile Bitcoin ad esempio tramite i popolari servizi PayPal o Skrill. Ancora, ciò che purtroppo manca ancora per i clienti Europei è una regolamentazione che metta al sicuro in caso di default della piattaforma. La chiave criptata fornita dal sito non va persa altrimenti non si potrà accedere al proprio wallet per un po’. Dato che l’assistenza clienti risponde con un po’ di lentezza. Infine, molti criticano i suoi disguidi tecnici, fatti di lentezza e inaccessibilità ogni qualvolta (guarda caso) il prezzo del Bitcoin schizza.

Coinmama

Coinmana è un altro Exchange di Bitcoin specializzato nell’acquisto di Bitcoin mediante carta di credito o carta di debito. Verrà applicata una commissione del 6% per i rischi e per le commissioni connesse ai pagamenti con carta di credito. È possibile acquistare fino a un valore di 5mila dollari di Bitcoin al giorno. Dopo la verifica dell’account e l’esecuzione di un acquisto, si riceveranno Bitcoin nel giro di poche ore. Coinmama non è però disponibile per coloro che risiedono negli Stati Uniti.

BitPanda

BitPanda è un Exchange di Bitcoin con sede in Austria. È possibile acquistare Bitcoin con una carta di credito in maniera indiretta tramite NETELLER con una commissione del 4%. BitPanda è disponibile esclusivamente per coloro che risiedono nei Paesi membri dell’Unione europea. Quindi anche per noi italiani.

CEX.io

CEX.io permette di acquistare Bitcoin con una carta di credito o di debito, e i Bitcoin saranno disponibili immediatamente. CEX.io funziona negli Stati Uniti, in Europa e in alcuni paesi dell’America latina.

Circle

Circle consente di acquistare all’istante bitcoin online con carta di credito o bancomat. Nel caso di utilizzo di carta di credito, è prevista una commissione del 3%, mentre gli acquisti con bancomat non prevedono alcuna commissione. Sia gli acquisti con carta di credito che quelli con bancomat vengono immediatamente inviati al proprio wallet elettronico su Circle. Circle è per ora disponibile solo negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Ma data la crescente popolarità del Bitcoin anche in Europa, non si esclude che presto lo sarà anche nel nostro Paese.

Acquistare tramite Circle è l’unico modo per ottenere bitcoin con bancomat senza pagare tasse. Il limite d’acquisto iniziale è di 300 dollari di bitcoin a settimana, anche se questo limite può essere aumentato su richiesta.

Ricapitolando, ecco quali sono i vantaggi e gli svantaggi di usare Circle:

a) Vantaggi:

  • Basse commissioni previste per gli acquisti con bancomat
  • Importo immediato per gli acquisti con carta di credito e bancomat

b) Svantaggi:

  • Limiti molto bassi, solo 300 dollari a settimana

CoinHouse

Tramite CoinHouse, i residenti del Vecchio continente possono comprare bitcoin con un 3D secure per carta di credito o bancomat. Le tasse vanno dal 6-10% in base alla quantità d’acquisto. Coinhouse è un’opzione molto utilizzata complice i limiti alti, che consentono l’acquisto di grandi quantità di Bitcoin in maniera veloce. Il grosso svantaggio è che CoinHouse prevede tasse molto alte al cospetto di altri mezzi per acquistare Bitcoin con carte di credito e di debito.

ChangeTip cos’è e come funziona

Per acquistare Bitcoin con carta di credito e di debito c’è un’altra opzione interessante: ChangeTip. Cos’è ChangeTip? Come funziona ChangeTip? Si tratta di una ottima opzione per acquistare bitcoin in maniera istantanea negli Stati Uniti con carta di credito. ChangeTip è un servizio di social tipping che permette alle persone di inviare piccole quantità di denaro ad altre persone sul web. Una modalità che di recente ha anche previsto Facebook e dovrebbe arrivare su WhatsApp. Su ChangeTip è possibile acquistare fino a 40 dollari di bitcoin istantaneamente con carta di credito o bancomat.

Come funziona ChangeTip?

a) Crea account

E’ possibile effettuare il login tramite Facebook, Twitter, o Reddit. Una volta creato un account, eseguire il login.

b) Versamento

In alto nella pagina, cliccare su “Versamento” e poi su “Bitcoin”.

c) Aggiungi Carta

Cliccare su “Aggiungi nuova carta”.

d) Aggiungi i dettagli sulla Carta

Compilare le informazioni riguardanti la propria carta di credito/bancomat (il codice, la scadenza, il codice di sicurezza posto sul retro).

e) Compra Bitcoin

Una volta che la propria carta sia stata verificata, sarà possibile selezionare tutti i bitcoin che si vuole.

Ora si è pronti per utilizzare ChangeTip, ricordando però che questo servizio addebita una tassa dell’8.3% su ogni acquisto. Resta comunque una valida alternativa, e anche molto semplice, se si necessita di bitcoin in maniera veloce.

Acquistare Bitcoin con carte di debito e credito rischi

Quali sono i rischi di acquistare carte di credito e di debito? Innanzitutto, occorre assicurarsi che l’Exchange o il wallet elettronico a cui ci si sta affidando abbia una discreta reputazione sul web. Non è difficile, purtroppo, incorrere in truffe da parte di piattaforme che fingono di offrire un buon servizio, ma che hanno come unico scopo quello di appropriarsi dei nostri soldi e, ancora peggio, dei nostri dati sensibili. Vale a dire i dati anagrafici e soprattutto, i dati della nostra carta di debito e di credito. Inoltre, anche qualora siano funzionanti, ci sono piattaforme che hanno prelevato con indebito anticipo tasse e commissioni. Leggere quindi bene come funzionano, i regolamenti interni e non tralasciare alcun passaggio.

Poi c’è il rischio Hacker. Se è vero che possiamo tutelarci dall’abuso della nostra carta di debito e di credito per acquistare Bitcoin, è anche vero che i nostri dati possano essere rubati da un attacco Hacker. Certo, i siti che abbiamo elencato sono abbastanza sicuri da attacchi Hacker. Ma non dimentichiamo che tanti portali sono stati già violati. Anche Ethereum nel 2016. Clamoroso fu poi il caso di Yahoo! Violato per ben due volte negli ultimi anni, con le informazioni di 400 milioni di account rubate. Il che ha portato ad un terremoto interno ai suoi vertici. Per non parlare poi dei siti istituzionali. Purtroppo sul web nessuno è al sicuro ed un margine di rischio c’è sempre. Certo, se poi ci si affida a siti truffaldini, allora se la si è proprio cercata.

Acquistare Bitcoin con carte di debito e credito vantaggi

Quali sono i vantaggi di acquistare Bitcoin tramite carte di debito e di credito? Sicuramente la semplicità di ottenere bitcoin rapidamente acquistando con carta di credito/bancomat. Dato che la maggior parte delle persone sa come comprare online utilizzando carte di credito e bancomat (l’e-commerce è ormai alla portata di tutti), risulta più semplice agli utilizzatori meno esperti utilizzare la carta di credito per acquistare bitcoin.

Acquistare Bitcoin con carte di debito e credito svantaggi

Quali sono gli svantaggi di utilizzare carta di credito o debito per acquistare Bitcoin? Il primo, senza dubbio, è la difficoltà di acquistare grandi quantità di bitcoin tramite questa modalità. Poi c’è la questione tasse più alte, complice l’alto rischio di frodi e raggiri. Un modo per superare questo limite è ad esempio utilizzare contemporaneamente due Wallet diversi. Ad esempio, posso acquistare 300 dollari di bitcoin su Circle (quello è il suo limite a settimana) e allo stesso tempo aprire un account Coinbase per comprare ulteriori 150 dollari.

Acquistare Bitcoin con carta di credito e di debito: cos’è il KYC

Essendo i bitcoin uno strumento finanziario, sono soggetti alle normative finanziarie in buona parte delle giurisdizioni. Le disposizioni antiriciclaggio sono applicate a quasi tutte le piattaforme che vendono i bitcoin o che consentono agli utenti di comprare e vendere bitcoin. Molte di queste piattaforme devono quindi attenersi alla norma del “Know Your Customer” (conosciuta megio con l’acronimo KYC) per verificare l’identità dei clienti. D’altronde, visto che le transazioni di bitcoin vengono salvate sulla blockchain in modo visibile al pubblico e possono essere ricollegate, la quantità di informazioni private che inseriamo quando acquistiamo bitcoin può avere serie ripercussioni sulla nostra privacy (dati anagrafici, mail, numero di telefono, carta di identità, codice fiscale, numero carta).

Sono previsti vari livelli di KYC, in base alla quantità di info private che si è costretti a divulgare. Vediamoli di seguito:

1. No KYC

‘No KYC’ significa che la piattaforma o il venditore di bitcoin non vuole i nostri dati. Pertanto, in tal caso, non saremo obbligati a mostrare un documento d’identità e potremo pagare con strumenti di pagamento privati come contanti, Moneygram, Paysafecard o Western-Union. Acquistare bitcoin senza KYC è possibile in alcune giurisdizioni – ad esempio i marketplace P2P come LocalBitcoins, i bancomat o le gift card – tuttavia resta un processo più costoso rispetto ad altre opzioni. Del resto, paghiamo la nostra riservatezza.

2. Light KYC

Questo livello di KYC identifica l’utente mediante il suo canale di pagamento e/o il suo numero di telefono. Se pagate tramite conto corrente, PayPal, carta di credito o altri strumenti di pagamento, la società che fornisce i servizi di pagamento conoscerà la nostra identità. Su molte piattaforme – mercati diretti, piattaforme di scambio o marketplace – è possibile comprare un numero limitato di bitcoin con questo livello KYC Light.

3. Full KYC

Le piattaforme che prevedono il livello di identificazione Full KYC, pretendono, oltre a numero di telefono e conto corrente, anche l’invio di documenti. Passaporto, Carta d’identità, Patente, una bolletta, o anche più di essi. Alcune piattaforme prevedono perfino di fornire una verifica dei vostri documenti d’identità tramite un notaio o la banca presso cui abbiamo un conto corrente. E c’è chi va anche oltre: alcuni siti per acquistare Bitcoin con carta di credito o di debito richiedono l’invio di una foto che ci ritrae mentre mostriamo la nostra carta d’identità. O di inviare un video. Comunque, il FULL Kyc diventa necessario per chi vuole translare grossi quantitativi di Bitcoin.

Comprare Bitcoin: alternativa a carta di credito o di debito

Quali sono le alternative per acquistare Bitcoin senza carta di credito o carta di debito? Esistono e sono le seguenti.

1. Bonifico bancario

Con i servizi bancari online, potete inviare soldi a un venditore di bitcoin e ottenere i bitcoin una volta completato il pagamento. In genere questo procedimento richiede da 1 a 3 giorni lavorativi. Non sempre però l’addebito diretto viene accettato. Comunque, buona parte degli Exchange accetta solo bonifici bancari.

2. PayPal

PayPal è ormai diventato un punto di riferimento per chi acquista e vende online. Oltre ad essere un wallet e uno strumento per inviare e ricevere denaro, infatti, si pone anche come mediatore e garante tra chi acquista e chi vende. Non a caso, anche i soldi che abbiamo su PayPal sono finiti sotto la severa lente di ingrandimento dell’Agenzia delle Entrate. Tuttavia, sebbene alcune piattaforme accettino PayPal, molte lo rifiutano: le transazioni di PayPal possono venire facilmente annullate e quando accade ciò, dopo che il venditore ha trasferito i bitcoin acquistati in un altro portafoglio, il venditore potrebbe subire una perdita. Infatti, anche per questo motivo, eBay non viene considerato un buon mezzo per negoziare Bitcoin.

3. Altri canali di pagamento: Sofort, iDeal, Skrill

Oggi come oggi esistono una miriade di fornitori di servizi di pagamento. Solo nell’UE se ne contano una dozzina. Se utilizzeremo un fornitore comune (si pensi a Sofort per la Germania, iDeal per i Paesi Bassi, ecc.), avremo buone chance che il mercato italiano li accetti

4. Canali di pagamento privati (Cash, Western Union, Paysafecard)

Purtroppo, occorre dire che sono pochissime le piattaforme di scambio che accettano questi mezzi di pagamento privati. Tuttavia, è possibile trovare un venditore sui marketplace P2P che accetterà pagamenti in contanti o altri mezzi di pagamento privati. Una valida opzione potrebbe anche essere un bancomat, dove poter comprare bitcoin in contanti.

Come comprare Bitcoin: alternative a Exchange

Quali sono le alternative agli Exchange per comprare Bitcoin? Vediamo le valide alternative.

1. Atm Bitcoin

Si tratta probabilmente del metodo più semplice e riservato per acquisire bitcoin. Gli Atm per Bitcoin sono uguali a quelli che usiamo normalmente. Ci sono società come Lamassu specializzate nella produzione di sportelli bancomat per bitcoin. A seconda dell’operatore di queste macchine, ci troveremo davanti a livelli diversi del succitato KYC: dalla verifica del numero di telefono fino a metodi biometrici. Su Coin-ATM-Radar.com è possibile trovare una mappa globale dove trovare questi Atm. Occorre purtroppo dire che in Italia ce ne sono molto pochi e al Sud sono in pratica inesistenti. Un altro tipo di bancomat consiste nell’usare una rete esistente di bancomat, come quella delle banche o delle stazioni ferroviarie, per vendere bitcoin. Questa modalità è molto utilizzata in Paesi come Svizzera, Ucraina o Spagna. Purtroppo però gli Atm hanno commissioni molto elevate, pari al 3-6% o superiore.

2. Gift card/voucher

Si tratta di un altro metodo semplice per acquistare bitcoin. Si acquista una gift card o un voucher, si visita il sito e si usa il codice presente sulla carta per ottenere i propri bitcoin. Questo metodo è molto diffuso in Austria, Messico e Corea del Sud. Purtroppo anche le gift card prevedono commissioni abbastanza alte

3. Mercati P2P

Nei mercati P2P, i compratori e i venditori di bitcoin si incontrano e commerciano tra loro. Le commissioni in questi mercati sono relativamente basse, dallo 0 all’1%. Il differenziale dipende dalla liquidità del mercato e dal canale di pagamento. Rispetto al metodo diretto, non solo è possibile acquistare, ma pure presentare una offerta: basta stabilire un prezzo e aspettare che qualcuno venda bitcoin. Questo permette di comprare quantità alquanto elevate di bitcoin a prezzi abbastanza bassi. Il mercato P2P più famoso è LocalBitcoins. Trattasi di una piattaforma mondiale che supporta molte valute e permette a venditori e a compratori di decidere quali metodi di pagamento utilizzare. Viene sovente usata per facilitare gli scambi anonimi, a volte per prezzi straordinariamente alti. Il tedesco Bitcoin.de è invece il più grande mercato P2P dell’Eurozona ed offre una buona liquidità ed è una buona opzione per cambiare facilmente euro in bitcoin. Il terzo mercato P2P più famoso è bitsquare, un mercato completamente decentralizzato che non è altro che un software che collega le persone.

4. Piattaforme di scambio

Se invece desideriamo acquistare con regolarità grosse quantità di bitcoin a buon prezzo o negoziare con bitcoin, allora dovremo utilizzare una piattaforma di scambio. Queste fungono da deposito e conservano bitcoin e moneta FIAT per conto dei loro clienti. Qui sarà possibile offrire i nostri ordini per acquistare o la vendere bitcoin. Il loro motore di negoziazione accumula questi ordini e offerte da parte dei compratori e dei venditori ed elabora le negoziazioni. In genere, le piattaforme di scambio possiedono più opzioni per negoziare, come la negoziazione a margine. Inoltre, di solito commissioni e Spread previsti sono bassi. Occorre però anche dire che il procedimento per aprire un conto del genere è alquanto complesso, e richiede di dare informazioni riservate e affidarvi il nostro denaro.

Acquistare Bitcoin con carta credito tramite VirWox

Come acquistare Bitcoin con carta di credito tramite VirWox? Cos’è VirWox? Trattasi di un sito per lo scambio di Valute Virtuali Mondiali che è nato inizialmente per lo scambio di Lindens di Second Life (valuta virtuale conosciuta anche come SLL). VirWox si rivela anche un buon intermediario per comprare Bitcoin usando una carta di credito.

Innanzitutto, occorre aprire un nuovo account . C’è il link in alto a sinistra “non ancora registrato”. Dopo si dovrà inserire i propri dati personali, mentre quando richiede il nome dell’avatar occorre lasciare questo passaggio mettendo “no avatar”. Del resto, l’avatar è quello del gioco Second Life e a noi in questa sede non ci interessa. Una volta fatto dobbiamo cliccare su “Registrati”e riceveremo una mail con la nostra password temporanea. E’ opportuno cambiare la password prima di iniziare a trasferire soldi da questo sito.

Una volta ricevuta la mail con username e password, si dovrà depositare qualche soldo nel tuo account. Per fare ciò, cliccare su “Deposita”nel lato sinistro e andare sull’opzione “Paypal Express Checkout”e si potrà scegliere quanti soldi vogliamo depositare. È importante sapere che c’è un limite massimo di denaro che si può depositare su VirWox (sul sito sono comunque rese note tutte le soglie). Il quale comunque aumenterà con il tempo

Una volta inserita la quantità da depositare cliccare sul bottone “Paypal”. Si verrà spostati sulla pagina di pagamento di Paypal (quindi se non si ha PayPal occorre provvedere a registrarsi, ma ci vorrà poco). Una volta cliccato si entrerà nelle informazioni della carta di credito e si potrà depositare monete su VirWox con la propria carta di credito. Una volta depositato il denaro si vedrà come in alto a sinistra su VirWox appaia il saldo del proprio conto in Dollari Statunitensi (USD).

Ora siamo pronti per comprare Bitcoin! Il primo passo da fare è comprare SLL: andare quindi su SLL/USD e selezionare quanti SLL vogliamo acquistare secondo il tasso di cambio corrente euro/dollari. Una volta che avremo acquistato gli SLL appariranno nel nostro saldo (in alto a destra nell’immagine), e sarà possibile scambiare SLL con Bitcoin. Per fare ciò occorre andare sullo scambio SLL/BTC e cambiare così quanti SLL si desidera

Un’ultima nota: talvolta VirWox effettua controlli manuali dopo questi passaggi, così potrebbero volerci 48 ore, ma normalmente ne bastano sei, affinché si possa spostare i propri Bitcoin nel nostro wallet elettronico. In questo caso cliccare su “preleva” ed inserire un indirizzo Bitcoin valido sui cui mandare i nostri Bitcoin acquistati.

Dopo che la transazione sarà approvata (possono volerci dalle 2 alle 48 ore) sarà possibile vedere i Bitocoin nel proprio portafogli. Ecco quindi che abbiamo acquistato i nostri agognati Bitcoin con Carta di Credito.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY