Azioni NVIDIA, come comprare e se conviene [2019]

Conviene comprare azioni NVIDIA? Come comprare azioni NVIDIA? Dove comprare azioni NVIDIA? Cos’è NVIDIA?

Quando si sceglie di fare trading online sulle azioni di una società, è giusto innanzitutto saperne di più su di essa. In quanto sul suo andamento affidiamo i nostri cari e sudati risparmi. Ma occorre anche saperne di più sul canale che utilizziamo per i nostri investimenti, in quanto le truffe sono sempre dietro l’angolo.

Del resto, con l’arrivo delle app per i device mobili da un lato e l’esplosione del prezzo delle criptovalute, sempre più persone un tempo ritenute impensabili, si sono avvicinate al trading online. A ciò aggiungiamoci pure la crisi finanziaria partita nel 2008 che ha travolto l’economia mondiale e sconvolto la vita di molti. Quindi in tanti si sono illusi che il trading online fosse una scorciatoia per guadagnare.

Ciò ovviamente ha aumentato le truffe, da parte di chi ha messo in piedi piattaforme fasulle promettendo guadagni facili, lauti ed immediati. Avendo però la propria sede fiscale nei cosiddetti Paradisi fiscali e depositare le somme dei malcapitati al sicuro da rogatorie e pressione fiscale.

Quindi, di seguito offriamo una breve guida sulle azioni NVIDIA, così da fare la scelta giusta prima di comprarle.

Vedremo anche un accenno alla migliore soluzione (attualmente) per investire sul titolo NVIDIA che è quella di utilizzare il broker 24option. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

NVIDIA cos’è

Cos’è la società NVIDIA? Nvidia Corporation, più comunemente nota come Nvidia, è una società tecnologica americana costituita nel Delaware e con sede a Santa Clara, California.

Progetta unità di elaborazione grafica (GPU) per i mercati di gioco e professionali, nonché sistemi su unità di chip (SoC) per il mercato dell’informatica mobile e automobilistica. La sua linea di prodotti GPU primaria, denominata “GeForce”, è in diretta concorrenza con i prodotti “Radeon” di Advanced Micro Devices (AMD).

Nvidia ha ampliato la sua presenza nel settore dei giochi con il suo portatile Shield Portable, Shield Tablet e Shield Android TV. Dal 2014, Nvidia è diventata una società piattaforma focalizzata su quattro mercati: giochi, visualizzazione professionale, data center e auto. Nvidia ora si concentra anche sull’intelligenza artificiale.

Oltre alla produzione di GPU, Nvidia offre capacità di elaborazione parallela a ricercatori e scienziati che consentono loro di eseguire in modo efficiente applicazioni ad alte prestazioni. Sono distribuiti in siti di supercomputer in tutto il mondo.

Più recentemente, è entrato nel mercato dell’informatica mobile, dove produce processori mobili Tegra per smartphone e tablet, nonché sistemi di navigazione e intrattenimento per veicoli. Oltre ad AMD, i suoi concorrenti includono Intel, Qualcomm e Arm (ad esempio, a causa di Denver, mentre Nvidia concede in licenza anche i progetti di Arm).

Nvidia e la rottura con Apple

Nel maggio 2018, sul forum degli utenti di Nvidia, è stato avviato un thread che chiedeva alla società di aggiornare gli utenti quando avrebbero rilasciato i driver Web per le loro schede installate su macchine “cheesegrater” di Mac Pro legacy fino a metà 2012 5,1 che eseguono il sistema operativo macOS Mojave 10.14.

I driver Web sono necessari per abilitare l’accelerazione grafica e le funzionalità di monitoraggio di più display della GPU. Sul suo sito Web di informazioni sull’aggiornamento Mojave, Apple ha dichiarato che macOS Mojave sarebbe stato eseguito su macchine legacy con schede grafiche “compatibili con il Metal” e GPU compatibili con i Metal elencati, tra cui alcuni prodotti da Nvidia.

Tuttavia, questo elenco non includeva schede compatibili con il Metal che attualmente funzionano in macOS High Sierra utilizzando i driver Web sviluppati da Nvidia. A settembre, Nvidia ha risposto: “Apple controlla completamente i driver per Mac OS. Ma se Apple lo consente, i nostri ingegneri sono pronti e desiderosi di aiutare Apple a fornire ottimi driver per Mac OS 10.14 (Mojave).”

A ottobre, Nvidia ha seguito questo con un altro annuncio pubblico, “Apple controlla completamente i driver per Mac OS. Sfortunatamente, Nvidia attualmente non può rilasciare un driver a meno che non sia approvato da Apple” suggerendo una possibile frattura tra le due società.

A gennaio 2019, senza ancora traccia dei driver Web abilitanti, Apple Insider ha pesato sulla controversia affermando che il management di Apple “non vuole il supporto di Nvidia in macOS”.

Il mese seguente, Apple Insider ha seguito questo con un’altra affermazione che il supporto di Nvidia è stato abbandonato a causa di “problemi relazionali in passato” e che Apple stava sviluppando la propria tecnologia GPU. Senza i driver web Nvidia approvati da Apple, gli utenti Apple devono affrontare la sostituzione delle loro schede Nvidia con un marchio supportato concorrente, come AMD Radeon dall’elenco raccomandato da Apple.

Conviene comprare Azioni NVIDIA?

Come detto, NVIDIA è un’azienda operante nel settore tecnologico. In particolare, è specializzata nel campo dei processori. Come ogni azienda tecnologica, vive dei momenti del mercato. Così come vive di quanto fa la concorrenza: se emerge una nuova società che sbaraglia il mercato o se una di esse lancia un nuovo prodotto di grande successo.

Il mercato dei processori sta vivendo un ottimo momento da quando le criptovalute sono diventate un asset mainstream. In quanto per minarle occorre avere dei processori potenti e tanti Pc accesi. Dunque la domanda per questi prodotti è aumentata esponenzialmente.

Per quanto concerne NVIDIA, nel momento della scrittura, il titolo prezza 174,82 USD, con un calo di −0,25 (0,14%). riguardo l’andamento storico delle azioni NVIDIA, invece, il trend è esploso da fine 2016, raggiungendo quota 281,02 USD il 28 settembre 2018. Poi il crollo, arrivando a 133,65 USD a fine anno. Poi una ripresa raggiungendo i 190,01 USD il 12 aprile 2019 e poi un nuovo crollo e una risalita.

A pesare sull’andamento del titolo, quanto raccontato prima riguardo lo scontro con Apple. Che ha interrotto l’ottimo momento delle azioni NVIDIA.

Per l’anno fiscale 2018, Nvidia ha registrato utili per 3,047 miliardi di dollari, con un fatturato annuo di 9,714 miliardi di dollari, con un incremento del 40,6% rispetto al precedente anno fiscale. La sua capitalizzazione di mercato è stata valutata a oltre $ 120,6 miliardi a settembre 2018. Poi, come detto, il calo.

Alla luce di ciò, per rispondere alla domanda iniziale, suggeriamo di utilizzare questo asset per diversificare il proprio portafoglio. Rimanendo sempre nella regola del 4% massimo sul totale.

Parliamo di una società solida, certo, ma che è soggetta a imprevisti per il settore in cui opera.

Comprare azioni NVIDIA con 24option

24option si pone come una strada sicura per comprare azioni NVIDIA. Non a caso, da qualche anno è sponsor della Juventus. Club italiano prestigioso che non stringe partnership di certo a caso.

24option è un Broker che opera dal 2010 e ha ottenuto la prestigiosa licenza per operare da parte della CySEC. Considerata la commissione di vigilanza sui mercati finanziari con sede a Cipro più prestigiosa d’Europa. Ciò significa che i clienti 24option sono al riparo da truffe.

Cosa offre 24option? Tutti i servizi di cui un trader ha bisogno per poter operare con la massima tranquillità e agio. Tantissimi sono gli asset qui selezionabili, tra cui appunto le azioni NVIDIA. Tramite i CFD.

24option si lascia preferire però per 2 servizi in particolare: i segnali di trading e gli ebook interattivi.

I segnali di trading sono offerti da una società specializzata in materia, qual è Trading Central. Questa società ha sede a Parigi, New York e Hong Kong.

I segnali di trading, lo ricordiamo, sono suggerimenti sulle migliori occasioni di trading da parte di esperti, offerti agli utenti che ne fanno richiesta. Il tutto gratuitamente.

Clicca qui per saperne di più sui segnali di trading.

Altro servizio molto gradito da utenti ed esperti del settore sono gli ebooks interattivi, in quanto, rispetto a quelli scaricabili (quindi in versione tradizionale) sono fruibili tramite il sito stesso.

Per scaricare l’ebook gratuito di eToro clicca qui.

Comprare azioni NVIDIA con eToro

eToro è un Broker che non ha bisogno di presentazioni. Per lui parlano i numeri e quei quasi 11 milioni di utenti sparsi per il mondo che utilizzano i suoi servizi. Numero destinato ad aumentare, visto che eToro lancia sempre nuovi servizi.

Oltre a quelli diciamo standard, anche eToro si distingue per alcuni servizi peculiari. Come:

a) Social trading

Si tratta di una Community che riunisce gli utenti di eToro per ottenere consigli e scambiarsi opinioni e consigli tra utenti.

b) Copy trading

Permette al trader neofita di copiare quanto fanno, in maniera automatica, i trader miglior.

I trader più esperti sono definiti sulla piattaforma Popular investor e il Broker mostra la loro foto, le loro statistiche, il Paese di provenienza, ecc. Così da rendere agevole e trasparente la scelta.

c) CopyPortfolio

Come lascia presagire il nome stesso, rispetto al precedente consente di copiare interi panieri di asset. I quali sono selezionati in automatico da algoritmi supervisionati da un team di esperti.

Per saperne di più su eToro vi invito a dare un’occhiata sul sito ufficiale.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

 

 

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY