Comprare azioni Nio: come fare trading e se conviene [Previsioni 2021]

Le auto elettriche sono sicuramente il futuro. E le sfide imposte dal nuovo Coronavirus Covid-19 ne hanno accelerato l’arrivo. Nio è un marchio cinese nato nel 2014, dedicato completamente alla produzione di auto elettriche. Ha sede a Shangai.

Le case storiche stanno cercando di adeguarsi alle nuove sfide ed alcune sono più avanti delle altre. E alcuni marchi sono già nati per dedicarsi solo su questo settore. Anche se non mancano scetticismi e critiche riguardo le auto elettriche. Per esempio, che siano anche esse una minaccia per la nostra privacy. Oppure, che inquinino comunque molto in fase di produzione e per lo smaltimento delle batterie.

Ma tant’è. Vediamo come investire sulle azioni Nio, dove farlo e se conviene.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale .

67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Nio: cos’è

NIO è una casa automobilistica originaria della Cina, nata nel 2014 con sede ufficiale a Shanghai. Si occupa interamente di progettare e sviluppare come detto veicoli elettrici. Inoltre, è anche presente come auto gareggiante nella FORMULA E. Ed è quotata in Borsa a New York.

Azioni Nio: storia

Come detto, Nio è una società cinese di auto elettriche nata nel novembre del 2014. E’ stata fondata da William Li, già presidente di Bitauto e NextEV.

Azioni Nio

Ha beneficiato poco dopo dei finanziamenti di altre società che credono nel progetto. Come Tencent, Temasek, Baidu, Sequoia, Lenovo e TPG.

A due anni dalla nascita, è arrivato il primo modello: la NIO EP9. Auto sportiva destinata solo alle gare, con 1 300 CV, un sistema per sganciare e sostituire le batterie. Senza la necessità di ricaricarle.

Nel novembre 2017 è arrivato il primo modello per uso comune: la NIO ES8. Trattasi di un SUV a 7 posti sempre manco a dirlo completamente elettrico.

Nel maggio 2018 è arrivata la prima stazione per sostituire le batterie destinati ai veicoli elettrici nel distretto di Nanshan. Sempre nella madre patria Cina, dal nome inequivocabile: “Power Swap Station”.

Nello stesso anno, qualche mese dopo, a settembre, è arrivata la quotazione in borsa. A New York (NYSE), lanciando un capitale iniziale di 1,8 miliardi di dollari.

Nel dicembre 2018 arriva il terzo modello stradale: la NIO ES6. Un altro SUV ma di dimensioni più ridotte (5 posti) e sempre elettrico.

Fin dalla nascita, NIO partecipa alla Formula E con un proprio team. Nella prima stagione ha già vinto il campionato piloti.

Comprare azioni Nio: le domande frequenti

Vediamo ora di rispondere alle domande più frequenti su Nio:

Che cos’è NIO?

E’ una azienda cinese che produce auto elettriche ed è quotata in Borsa proprio come il gigante Tesla.

Conviene comprare azioni Nio?

Conviene investire sulle azioni di questa azienda a lungo termine per ottenere rendimenti più stabili e diversificare. Ad oggi si attende un Target Price di 40$ per azione.

Dove investire in azioni Nio?

E’ possibile fare trading senza commissioni sulle azioni Nio sfruttando i broker CFD regolamentati come eToro o ForexTb.

Piattaforme per fare trading sulle azioni Nio

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Come comprare azioni Nio

Il modo migliore per comprare azioni NIO è farlo tramite il trading online CFD. Acronimo di Contract for difference – traducibile in contratto per differenza – deve il suo nome al fatto che il profitto o la perdita scaturiscano dalla differenza di prezzo del titolo tra la quotazione quando abbiamo sottoscritto il contratto e quando esso è giunto a scadenza.

I CFD hanno il grande vantaggio di investire sulle azioni Nio in modo indiretto, senza dover diventare azionisti della società. Con tutti gli oneri, diritti e doveri che ciò comporta. Soprattutto, il dover sperare che le azioni in borsa vadano bene, mentre con i CFD puoi anche guadagnare nel caso in cui le azioni Nio vadano male. Ti basterà aprire una posizione short puntando sul loro ribasso.

Ancora, con il trading CFD beneficerai di commissioni basse, condizioni trasparenti e chiare del contratto (peraltro anche facilmente sottoscrivibile e gestibile tramite i Broker che ti diremo a breve), potrai sfruttare tutti i vantaggi della Leva finanziaria (pur stando attendo perché viene chiamata “arma a doppio taglio” e molti dimenticano che come moltiplica i profitti moltiplica anche le perdite).

Dove comprare azioni Nio

Nei prossimi paragrafi vediamo dove comprare azioni NIO. E quindi fare trading CFD e riuscire a beneficiare di tutti i suoi vantaggi.

Comprare azioni Nio con eToro

Il broker eToro vanta 3 licenze per operare: la cipriota CySEC, la britannica FCA e l’australiana ASIC. Oltre al consenso Consob per operare in Italia.

Il broker eToro offre diversi servizi. Su tutti, si distingue per il copy trading, tramite il quale è possibile copiare cosa fanno i trader migliori.

Ottime le condizioni spread sull’eseguito e le commissioni sui servizi sono basse.

Etoro prevede un solo account con deposito minimo di 200 euro.

Puoi iniziare a investire in azioni con eToro cliccando qui.

67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare azioni Nio con Plus500

Il broker Plus500 vanta due licenze: CySEC e FCA. Oltre al permesso da parte della Consob per operare in Italia.

Il broker Plus500 conta oltre 2.500 asset su cui fare investimenti e una piattaforma estremamente user friendly.

Interessante il servizio alert via email, una sorta di segnali di trading.

Anche Plus500 prevede un solo account con deposito minimo di 100 euro.

Puoi iniziare a fare trading CFD sulle azioni con Plus500 cliccando qui.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Comprare azioni Nio con ForexTB

Le azioni Nio possono essere comprate in totale sicurezza anche sul broker ForexTB.

Un broker con licenza CySEC, un pacchetto formativo davvero unico e un Conto demo con 100mila euro.

Spazio anche all’Intelligenza artificiale col servizio Buzz. Interessanti sono poi i segnali di trading di Trading Central.

ForexTB consente di scegliere tra 4 account diversi, con deposito minimo di 250 euro.

Puoi iniziare a fare trading sulle azioni con ForexTB cliccando qui.

Competitors di Nio

Vediamo ora quali sono i principali competitors con cui Nio deve fare i conti.

Del resto, se vuoi investire su una azienda, devi anche conoscere la situazione della concorrenza. Per capire a che punto sta.

Faraday Future

Faraday Future è una start-up tecnologica americana impegnata nello sviluppo di veicoli elettrici. Fondata anche essa nel 2014 da con sede a Los Angeles, California. Nel giro di due anni ha superato i mille dipendenti impiegati.

L’azienda prende il nome dalla legge di induzione elettromaghetica di Faraday, ideata da Michael Faraday..

Faraday Future ha annunciato l’anno seguente che avrebbe investito fino a $ 1 miliardo per realizzare il suo primo impianto di produzione. Realizzato di fatto a North Las Vegas ma per metà di quella cifra.

Nell’agosto 2017, ha realizzato una seconda sede in un ex stabilimento di pneumatici Pirelli a Hanford, sempre in California. Con l’obiettivo di impiegare lì 1.300 persone e costruire fino a 10.000 auto all’anno.

Faraday Future ha realizzato il suo primo veicolo completamente elettrico nel 2017: una crossover FF 91 130 kWh. Poi presentato al Consumer Electronics Show di gennaio 2017. Il successo è stato discreto. Faraday Future ha in programma diverse auto basate sulla piattaforma variabile.

Nell’aprile 2019, ha annunciato una collaborazione con la società produttrice di videogiochi The9. Al fine di sviluppare un minivan chiamato V9. Ma destinato solo alla Cina.

Lucid Motors

Lucid Motors è un’altra casa di produzione di auto elettriche statunitense, ma fondata molto prima: nel 2007 in California.

Inizialmente si chiamava Atieva e produceva batterie e propulsori elettrici rifornendo altre case.

E’ poi riuscita a crescere grazie agli investimenti ottenuti da parte di società come Tsing Capital, Mitsui, Venrock, JAFCO. Le ultime tre ancora attive nella società. Che di fatto ha assunto il nome attuale nell’ottobre 2016, quando ha deciso di sviluppare un veicolo di lusso che fosse del tutto elettrico.

Nel novembre 2016 è stata annunciata la realizzazione di un impianto da 700 milioni di dollari a Casa Grande, in Arizona, per impiegare 2mila lavoratori entro il 2025. Per produrre oltre 30mila auto l’anno.

Nel 2019 Lucid Motors ha ottenuto finanziamenti dal Fondo di investimento pubblico dell’Arabia Saudita di oltre 1 miliardo di dollari. Soldi che serviranno per vari progetti futuri.

Tesla

Probabilmente, la società più nota tra queste, anche per gli hype che fa registrare in borsa e per il suo pittoresco Ceo: Elon Musk. Capace di superare anche Jeff Bezos, seppur non stabilmente, quanto a paperone del mondo per eccellenza.

Tesla, Inc. (precedentemente Tesla Motors) è anche essa dedita alla produzione di auto elettriche, pannelli fotovoltaici e sistemi di stoccaggio energetico. Il nome deriva da Nikola Tesla.

Nata nel 2003, col tempo ha assunto esperti mondiali di informatica e sistemi di calcolo, nel campo elettrico e dell’ingegneria elettrica ed elettronica. I quali gli hanno consentito di crescere costantemente, fino ad arrivare dov’è oggi.

L’obiettivo di Tesla, nella testa di Elon Musk, personaggio che sforna invenzioni continuamente, è quella di realizzare auto elettriche ma che siano alla portata di tutti. Almeno del consumatore medio.

Il 9 marzo 2020 Tesla ha superato quota 1 milione di auto elettriche prodotte. Sbaragliando la concorrenza.

Per approfondimenti: Come comprare azioni Tesla.

Quotazione Nio e previsioni

Ecco la quotazione in tempo reale delle azioni Nio

Le azioni Nio non hanno subito un particolare tracollo durante il Covid-19, complice anche la quotazione tutto sommato modesta, passando così dai 4 dollari di inizio anno ai 2 dollari di inizio Pandemia.

Tuttavia, il titolo ha iniziato a crescere da maggio in poi, raggiungendo anche i 54 dollari a novembre e chiudendo l’anno con una quotazione di 48 dollari. A fine gennaio 2021 ha superato i 60 dollari.

Dunque stiamo parlando di azioni Nio che fanno registrare ottimi rally, che potrebbero avere un importante supporto dal fatto che la Cina sta investendo massicciamente nella mobilità elettrica ed ecosostenibile. Anche per contrastare le critiche che la vogliono il paese più inquinante del mondo.

Certo, la Cina sta investendo molto anche in una azienda concorrente: la succitata Tesla. Tuttavia, è notorio quanto i cinesi prediligano favorire aziende nostrane ed amino superare gli occidentali su quanti più fronti possibili.

Oltretutto, in casa Nio è molto apprezzata tra i consumatori. E potrebbe beneficiare della svolta green del dragone. Quindi meglio fare più di un pensierino nell’avere le azioni Nio nel proprio portafogli.

Conclusioni

Conviene comprare azioni Nio? Alla luce di quanto detto in questa guida completa sulle azioni Nio, possiamo rispondere di sì. Soprattutto se fatto con i comodi e convenienti CFD.

Comprare azioni Nio

Sia perché a livello mondiale sta crescendo la richiesta e l’imposizione verso le auto elettriche, sia perché la Cina sta puntando molto in casa propria su questo settore. Nio proviene da lì e gode già di ottimo credito sul mercato cinese.