Comprare Azioni Honeywell: previsioni e opinioni [2020]

Cos’è Honeywell? Come comprare azioni Honeywell?

Honeywell è una multinazionale americana specializzata in più settori, con una diffusione in molti paesi del mondo, tra cui il nostro (a Monza, dagli anni ‘60).

In totale conta oltre 100mila dipendenti e Fortune l’ha inserita nella sua classifica delle 500 aziende più importanti al Mondo al 77mo posto nel 2018.

Più precisamente, Honeywell è impegnata con successo nel settore Aerospaziale; delle Tecnologie per la casa e l’edilizia; della Performance Materials e Technologies; delle Soluzioni per la sicurezza e la produttività.

Essendo quotata in Borsa, può anche rivelarsi un ottimo investimento. Di seguito la conosciamo meglio e vediamo se effettivamente conviene investire e come fare.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Honeywell cos’è

Cos’è Honeywell? Honeywell International Inc. è una multinazionale americana quotata sulla borsa di Wall Street con il simbolo “HON”, presso il New York Stock Exchange.

Ha sede a Charlotte, nella Carolina del Nord. I settori di cui si occupa sono: aerospaziale, tecnologie per l’edilizia, materiali e tecnologie per le prestazioni (PMT) e soluzioni di sicurezza e produttività (SPS ).

Nel 2018, Fortune 500 l’ha classificata 77ma tra le aziende più influenti al mondo. Vanta circa 110mila dipendenti, di cui circa il 40 percento concentrati negli Stati Uniti.

Honeywell ha fatto parte dell’indice Dow Jones Industrial Average dal 1999 al 2008;.

Honeywell origini

Il nome originario di questa multinazionale era Butz Thermo-Electric Regulator Company, società fondata nel 1885 da Albert Butz. Svizzero che inventò la valvola a serranda, un termostato per forni a carbone. Utile per regolare in modo completamente autonomo i sistemi di riscaldamento.

Tuttavia, tre anni dopo, Butz ebbe un diverbio con gli altri soci. Arrivando a lasciare la società e trasferire i suoi brevetti allo studio legale Paul, Sanford e Merwin.

Così, ha cambiato il nome della società in Consolidated Temperature Controlling Company (CTCC). Per poi ribattezzarla Electric Electric Regulator Company per aggirare i debiti nel 1893, costretto così a vendere altri brevetti.

Cinque anni dopo, acquistò le restanti azioni della società dagli altri azionisti diventandone unico proprietario.

Nel 1906, Mark Honeywell fondò la Honeywell Heating Specialty Company a Wabash, in Indiana. Dedita alla produzione di generatori di sigilli di mercurio.

Negli anni si estese, arrivando a scontrarsi con la prima società, il cui nome era diventato Minneapolis Heat Regulator Company.

Le due società finirono per fondersi nel 1927. Honeywell divenne il primo presidente dell’azienda, insieme a WR Sweatt. Ne nacque un colosso di oltre $ 3,5 milioni, con meno di $ 1 milione di passività pochi mesi prima del Black Monday.

Ne seguì l’acquisizione della Time-O-Stat Controls Company, facendo si che la società diventi il colosso che è oggi. Passata alla storia per una invenzione come il controllo del riscaldamento termostatico.

Migliori piattaforme per investire in Honeywell

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500Servizio CFDDemoISCRIVITI
InvestousCorso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Honeywell prodotti e servizi

Honeywell vanta la gestione di molti marchi facilmente riconoscibili.

Su tutti, ovviamente, la linea di termostati per la casa (in particolare l’iconico tipo rotondo) e i turbocompressori Garrett.

Sempre per la casa, abbiamo poi la produzione di sensori, sistemi di allarme di sicurezza, depuratori d’aria e deumidificatori. Ancora, concede in licenza il proprio marchio per la produzione di condizionatori d’aria, riscaldatori, ventilatori, cassette di sicurezza, generatori domestici e distruggi-documenti.

Honeywell critiche

Come ogni multinazionale che si rispetti, anche Honeywell non è esente da critiche.

Per esempio, nel marzo 2013, il quotidiano finanziario statunitense Wall Street Journal, asserì che la multinazionale rientrava tra le 60 società che nascondevano i profitti annuali al Fisco.

Nel dicembre 2011, Public Campaign ha accusato la multinazionale per aver investito $ 18,3 milioni in attività di lobbying. E di evasione fiscale nel periodo 2008-2010, pur conseguendo $ 34 milioni in sgravi fiscali. Malgrado un profitto conseguito di $ 4,9 miliardi, aver licenziato quasi mille dipendenti nello stesso biennio, e aumentato la retribuzione dei suoi dirigenti del 15%.

Honeywell è stato anche criticato in passato per la sua produzione di armi mortali e mutilanti, come le bombe a grappolo.

Conviene comprare Azioni Honeywell?

Come si evince da quanto detto fino ad ora, stiamo parlando di una multinazionale con oltre un secolo di storia. Con molti brevetti depositati nel corso dei decenni, di cui molti venduti.

Si occupa di vari settori, controllando molte altre aziende. Non a caso vanta oltre 100mila dipendenti (anche in quel di Monza, dal 1964) e l’invenzione del termostato automatico.

Certo, una storia gloriosa da sola non basta e occorre capire quali sono le previsioni future.

Certo è, che da quando questa società è stata quotata, ha sempre dato ottime soddisfazioni. Passando dai 9,59 dollari del 1985 ai 63 dollari del 1999. In un lento e inesorabile crescendo lungo 14 anni.

Poi un graduale calo con l’arrivo del nuovo Millennio, seguendo le difficoltà comuni del mercato azionario, dovute al crollo delle Borse dopo l’11 settembre prima e lo scandalo dei sub prima poi nel 2008.

Dal febbraio 2009 è iniziata una risalita costante, fino a toccare i 165 dollari a fine 2018. Riprendendo la risalita nel 2019.

Al momento della scrittura, il titolo sembra godere di ottima salute quotato sui 166,17 dollari. Dopo aver superato i 180 dollari a febbraio. Motivo? Il fatto che questa multinazionale produca mascherine adatte per il virus che sta falcidiando vite umane in tutto il Mondo e l’economia globale: il Coronavirus.

Pertanto, si prevede che il rally proseguirà ancora per qualche mese, in concomitanza con il picco del contagio. Ma, in generale, il futuro di questa multinazionale resta comunque promettente.

Poi naturalmente il mercato azionario è qualcosa di molto incerto, dove basta poco per far crollare un’azienda. Così come basta uno scandalo, una nuova tecnologia o una multinazionale in ascesa, per frenare un momento positivo.

Quindi, il consiglio è sempre quello di investire un limite del 4% del vostro portafoglio totale su questa multinazionale.

Migliori Broker per investire in azioni Azioni Honeywell

Detto delle azioni Honeywell, vediamo quali sono i migliori Broker per investirci.

Investire su Honeywell con eToro

eToro (clicca qui per saperne di più) è un Broker nato nel 2009 e che ormai è arrivato sui quasi 11 milioni di trader iscritti.

Vanta la licenza CySEC, commissioni molto competitive e solo lo spread sul trading.

eToro offre il Social trading, funziona che somiglia ai più famosi Social in circolazione. Per seguire altri trader e confrontarsi con loro.

Il CopyTrader per copiare i trader migliori e iniziare a guadagnare quando si è ancora alle prime armi. I CopyPortfolios, panieri che includono asset collegati alla stessa categoria merceologica.

Per aprire un conto demo gratis su eToro clicca qui.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Investire su Honeywell con Plus500

Plus500 (clicca qui per saperne di più) è nato nel 2008, che vanta sia la succitata licenza CySEC, che da parte della FCA avendo sede a Londra.

Anche questo broker è spread-only, con commissioni favorevoli. Vanta una piattaforma user friendly e un ben apprezzato Conto demo.

E’ sponsor dell’Atletico Madrid dal 2005.

Per aprire un conto demo gratis su Plus500 clicca qui.

Investire su Honeywell con Investous

Investous (clicca qui per saperne di più) è nato nel luglio 2018. Come i precedenti, ha licenza CySEC ed è spread-only.

Offre i prestigiosi segnali di trading elaborati dal colosso del settore Trading central. Insignito non a caso per 9 anni di seguito dei prestigiosi Technical Analytics Awards.

Suggerimenti su come e quando entrare sul mercato, inviati tramite sms o mail. Offre commissioni estremamente competitive.

Per aprire un conto demo gratis su Investous clicca qui.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY