Comprare azioni Grifols: analisi, consigli per iniziare e opinioni [2020]

Come comprare azioni Grifols? Conviene comprare azioni Grifols? Quali sono i migliori Broker per comprare azioni Grifols?

In questo articolo, forniamo una guida completa sulle azioni Grifols, una multinazionale spagnola farmaceutica. La terza più grande del mondo per quanto concerne i prodotti destinati al sangue (tra cui le trasfusioni), nonché la prima nel Vecchio continente. Ma non solo. E’ anche leader mondiale per quanto concerne le forniture ospedaliere.

Come tutte le multinazionali, farmaceutiche e non, Grifols è anche quotata in Borsa. Precisamente, alla Borsa di Madrid e alla Borsa di New York, dove figura nell’indice azionario Nasdaq.

Quindi, è possibile investire su Grifols comprando le sue azioni mediante CFD. I contract for difference, contratti derivati grazie ai quali è possibile investire su asset di vario genere. Si chiamano derivati in quanto riflettono il valore di un asset sottostante.

I contratti per differenza assumono questo nome dalla loro caratteristica principale. Ossia, il loro profitto deriva dalla differenza tra il valore che aveva l’asset quando sono stati sottoscritti e quello che aveva quando il contratto è andato a termine. Naturalmente, se il valore è calato, il CFD fa incassare una perdita.

Il Contract for difference consente anche di beneficiare di una Leva finanziaria. Chiamata così in quanto consente di moltiplicare il profitto ben oltre la propria puntata. Ma è anche definito arma a doppio taglio in quanto, in caso di previsione errata, moltiplica la perdita.

Alla fine di questa guida diremo anche quali sono i migliori Broker per investire su Grifols.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker ForexTB. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Grifols di cosa si occupa

Cos’è Grifols? Grifols, S.A. è, come accennato nell’incipit, una multinazionale farmaceutica spagnola.

Produce principalmente prodotti a base di plasma sanguigno, settore nel quale è prima in Europa e terza a livello mondiale. La società fornisce anche dispositivi, strumenti e reagenti per i laboratori di test clinici.

I prodotti per i quali Grifols primeggia sono IVIG, albumina, Factor VIII e altri prodotti derivati dal plasma.

La società vantava già nel 2007 3,6 milioni di litri all’anno di capacità di frazionamento del sangue. Distribuiti tra Barcellona, Los Angeles e Clayton, NC.

Oltreoceano, Gtifols conta 153 centri di plasmaferesi, con una capacità di raccolta del plasma che sfiora i 6 milioni di litri annui.

Grifols è quotata sulla Borsa di Madrid da maggio 2006. E fa parte dell’indice IBEX 35 dopo un paio di anni, indice che racchiude le 35 più importanti società spagnole.

Migliori piattaforme per investire su Grifols

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500Servizio CFDDemoISCRIVITI
fxtbCorso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Trade.comForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Grifols storia

Grifols è un’azienda sanitaria globale operante dal 1909, ormai in oltre 100 Paesi. Come leader riconosciuto nella medicina trasfusionale, offre anche un portafoglio completo di soluzioni progettate per migliorare la sicurezza dalla donazione attraverso la trasfusione.

Ad oggi vanta 24mila dipendenti dislocati in 30 paesi e regioni. Impegnata in un modello di business sostenibile che stabilisce lo standard per innovazione continua, qualità, sicurezza e leadership etica nel settore

La storia di Grifols svolta nel 1940, quando viene creato il laboratorio fondato nel 1940 a Barcellona dal dott. José A. Grifols Roig. Ematologo e scienziato. Sarà poi suo figlio, il dott. José A. Grífols Lucas, a pubblicare per primo la procedura di plasmaferesi nel 1952.

Occorrerà poi aspettare un quarantennio per il lancio del suo prodotto di punta: l’IVIG liquido.

Nel giugno ‘87, è stata creata la srl Probitas Pharma, S.A., per poi cambiare nome 18 anni dopo in Grifols, S.A.

Nel 2003 ha rilevato alcuni rami d’azienda della Alpha Therapeutic, che ha sede a Los Angeles.

Sei anni dopo, ha cercato di acquisire Talecris Biotherapeutics per $ 3,1 miliardi, ma è stata fermata dalla Federal Trade Commission. Tuttavia, il primo giugno 2011, è riuscita nel suo intento. Acquisendo così una società che conta oltre 2mila dipendenti.

La sua posizione oltreoceano si concretizza ulteriormente grazie alla quotazione sulla Borsa di New York nel 2011.

Grifols è riuscita anche ad acquisire l’unità di diagnosi delle trasfusioni di sangue da Novartis nel 2013.

Due anni dopo, invece, ha acquisito il 45% di Alkahest, come progetto di ideare prodotti al plasma che aiutino nella lotta contro i disturbi del sistema nervoso centrale, tra cui l’Alzheimer”.

Come ultima operazione al momento della scrittura, a fine 2016, Grifols ha acquisito Hologics per la parte screening del sangue. Operazione che ammonta a $ 1,85 miliardi.

Azioni Grifolf quotazione in tempo reale

Al momento della scrittura, le azioni Grifols sulla Borsa di Madrid sono quotate ad un prezzo di che potete vedere nel grafico:

Se si guarda all’ultimo quinquennio, quindi un periodo medio-lungo, il titolo ha vissuto sostanzialmente tre fasi.

La prima, da maggio 2015 a dicembre 2016, quando ha aperto e chiuso questo periodo di tempo intorno ai 18 euro. Facendo registrare varie oscillazioni. Ottenendo sui 22 euro il punto di resistenza più alto.

Poi una seconda fare, da dicembre 2016 a maggio 2019, quando il prezzo è stato mediamente di 24 euro, registrando come punti minimi e massimi 21 e 26 euro.

Poi il titolo ha fatto registrare una crescita importante, non senza qualche caduta, arrivando a febbraio 2020 sui 34 euro. Tuttavia, l’esplosione del Coronavirus ha comportato una brusca frenata anche per esso. Con un crollo fino a 26 euro nel marzo 2020.

Poi una nuova ripresa, trovando come resistenza i 30 euro di livello.

Comprare azioni Grifols conviene?

Come visto, Grifols è una multinazionale spagnola che si espansa in modo straordinaria negli Stati Uniti, rilevando diverse realtà importanti oltreoceano.

Specializzatasi soprattutto nella ricerca sul plasma come possibilità curativa, sulla sua distribuzione e sulla produzione di dispositivi in ambito medico, oggi è diventata la più importante a livello europeo e la terza a livello Mondiale.

Riguardo la sua situazione economica, stiamo parlando di una società che vanta un fatturato che sfiora i 4 miliardi di euro, un reddito operativo di 970 milioni di euro e un Patrimonio netto di 3.3 miliardi di euro.

La società vanta 21mila dipendenti in 30 Paesi.

Inoltre, è in prima linea nella lotta al Coronavirus Covid-19. Il che, in caso di successo, potrebbe far lievitare non poco il titolo in Borsa.

Infatti, Grifols è impegnata con l’agenzia FDA Statunitense per raccogliere il plasma sanguigno dei pazienti affetti da coronavirus. Così da analizzarlo ed ottenere l’immunoglobulina.

Riguardo i tempi, molte possibilità vengono date entro luglio 2020. anche in questo settore, però, c’è tanta concorrenza. Infatti, impegnate in questo campo troviamo anche la Pharma Mar e la Gilead con il suo antivirale Remdesivir.

Luglio può sembrare lontano, ma in realtà si tratta di tempi già ravvicinati se si considera che una cura deve essere prima ben testata per poi essere commercializzata.

Tra l’altro, riguardo l’uso del plasma nella lotta al Covid-19, occorre anche segnalare come l’Italia sia all’avanguardia. Con gli ospedali di Mantova e Pavia che già lo stanno usando con ottimi riscontri da alcune settimane.

Quindi, tornando alla domanda di partenza, se conviene comprare azioni Grifols, la risposta è sì. Sempre nell’ottica della diversificazione del proprio portafoglio titoli.

Parliamo di una multinazionale farmaceutica molto solida economicamente. Il cui titolo certo non si caratterizza per chissà quale volatilità, ma è comunque cresciuto, seppur lentamente negli ultimi anni. E mostra una certa solidità.

Investire sul titolo Grifols con Investous

Come detto, ora suggeriamo alcuni Broker mediante i quali investire sulle azioni Grifols.

Il primo è Investous (clicca qui per il sito ufficiale), Broker con licenza CySEC, spread-only (ovvero prevede solo lo spread sui trades) e con commissioni vantaggiose.

Investous offre fino a 4 tipologie di account tra le quali scegliere, la cui prima conta un minimo di ingresso di 250 euro.

Ma sono i segnali di trading elaborati da Trading central la cosa più interessante di questa piattaforma di trading online. Per ricevere gratuitamente i segnali di Investous visitate questa pagina.

Trading central, infatti, è un autentico Guru del settore. Contando 3 sedi dislocate a Ottawa, Parigi e Hong Kong. Insignita per molti anni consecutivi dei prestigiosi Technical Analytics Awards e offerente tanti altri servizi sulla sua piattaforma. Tra cui grafici, una piattaforma per fare trading, formazione, ecc.

I segnali di trading di Investous sono quindi una buona occasione per ottenere validi suggerimenti su quando prendere posizione sui mercati finanziari.

Per aprire invece un conto demo gratis su Investous clicca qui.

Investire sul titolo Grifols con eToro

eToro (clicca qui per saperne di più) è un Broker leader del settore, dall’alto dei suoi oltre 10 milioni di utenti iscritti.

Parliamo sempre di un Broker con regolare licenza CySEC, spread-only e con commissioni molto vantaggiose.

Rispetto ad Investous, però, prevede un solo account. Con un importo minimo per accedere al conto di 200 euro.

Questo Broker vanta tra i suoi servizi principali il CopyTrade, la possibilità di copiare cosa fanno i Popular trader. Nome con cui sono indicati i trader più popolari e vincenti sulla piattaforma.

Il CopyTrade è meglio conosciuto come Copy trading e consente al trader copiante di poter anche personalizzare il trading. Quindi non copiarlo e basta.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui.

Investire sul titolo Grifols con Plus500

Chiudiamo con Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale), Broker sempre con sede a Cipro e vantante la licenza CySEC. Ma anche la licenza da parte della FCA, organo di vigilanza britannico.

Il che significa che su Plus500 vigili forse l’organismo europeo più importante, dato che la FCA controlla le società quotate sulla prestigiosa Borsa di Londra.

Plus500 è sponsor dal 2015 dell’Atletico Madrid, il che gli conferisce un’ulteriore carattere di sicurezza. E si fa notare per il suo sito particolarmente user friendly, grazie al profondo restyling attuato qualche anno fa.

Molto interessante il Conto demo, la formazione e l’assistenza clienti.

Come eToro, anche Plus500 prevede un solo account. Sebbene per iscriversi occorra ancora meno, 100 euro di versamento minimo.

Per aprire un conto demo gratuito su Plus500 clicca qui.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here