Comprare Azioni Finmeccanica: come fare e se conviene

Come comprare azioni Finmeccanica? Conviene comprare azioni Finmeccanica? Cos’è Finmeccanica?

In questo articolo ci occupiamo del modo migliore per investire in azioni Finmeccanica, azienda che dal 2016 ha cambiato nome in Leonardo S.p.A.

Si tratta di una azienda italiana attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza. Il suo maggiore azionista resta il Ministero dell’economia e delle finanze, il quale possiede il 30%.

Le opportunità di investire in azioni Finmeccanica non sono trascurabili, in quanto parliamo di una azienda tredicesima più grande nel comparto difesa e la terza più grande in Europa con entrate dal settore difesa. Il quale sfiora il 70 percento del fatturato totale dell’azienda.

Inoltre, è possibile investire in azioni Finmeccanica mediante i comodissimi Contratti per differenza, meglio noti con l’acronimo CFD. I quali consentono di investire su una pluralità di asset di varia natura, tra i quali appunto le azioni. Col vantaggio di non dover essere per forza azionisti di una Società per azioni.

Si pensi poi al vantaggio di investire in asset come materie prime o metalli preziosi, scomodissimi e costosissimi da gestire direttamente.

Attualmente la soluzione migliore per investire sui titoli azionari è quella di utilizzare il broker 24option. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Detto questo, vediamo come comprare azioni Finmeccanica e se conviene.

Cos’è Finmeccanica

Finmeccanica (oggi Leonardo S.p.A. ed ancora prima Leonardo-Finmeccanica), è una multinazionale italiana specializzata nei settori aerospaziale, difesa e sicurezza.

Ha la propria sede ufficiale a Roma, ma ne vanta altre 180 in tutto il mondo. È il nono più grande appaltatore di difesa al mondo in base alle entrate del 2016. La società è parzialmente di proprietà del governo italiano attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che detiene il 30,2% delle azioni.

Il 1 ° gennaio 2016, Leonardo-Finmeccanica è diventata un’unica società industriale integrando le attività della sua filiali AgustaWestland, Alenia Aermacchi, DRS Technologies, Selex ES, Oto Melara e WASS.

La società è organizzata in cinque divisioni (elicotteri, aeromobili, aerostrutture, elettronica, sicurezza informatica) ed è anche la società madre e il centro aziendale per le filiali e le joint venture: Telespazio, Thales Alenia Space, MBDA e ATR.

Leonardo è quotato alla Borsa Italiana ed è un componente degli indici di sostenibilità FTSE MIB e Dow Jones. L’attuale nome Leonardo è dedicato al grande inventore toscano Leonardo Da Vinci.

Storia di Finmeccanica

La società è stata fondata nel 1948 come subholding di ingegneria meccanica dell’IRI di proprietà statale. Finmeccanica detiene da anni alcune storiche imprese italiane, come Alfa Romeo (automobili), Aeritalia (aerospaziale) e Ansaldo (ingegneria).

Dagli anni ’60 agli anni ’80 l’industria della difesa e aerospaziale italiana fu divisa in entità statali: EFIM possedeva il produttore di elicotteri Agusta, la società di difesa Oto Melara e l’impresa elettronica Officine Galileo, mentre STET (un’altra filiale dell’IRI) deteneva Selenia, Elsag e SGS Thomson, tutte le imprese elettroniche con specializzazioni in sicurezza e difesa.

Nel 1989 un processo di riorganizzazione interna dell’IRI portò le imprese elettroniche STET a Finmeccanica e la fusione tra Aeritalia e Selenia, nella sua controllata aerospaziale Alenia.

Nel 1992 l’EFIM fu liquidata a causa della sua situazione finanziaria travagliata; e Agusta, Oto Melara, Officine Galileo e Breda passarono a Finmeccanica, che divenne uno dei principali gruppi industriali italiani. Finmeccanica, che in precedenza era interamente di proprietà statale dell’IRI, è stata parzialmente privatizzata nel 1993, quando era quotata alla borsa di Milano Borsa Italiana.

Nel 1992, Agusta di Finmeccanica è diventata un partner del 32% in NHIndustries, l’appaltatore principale dell’elicottero NH90, insieme a Eurocopter (62,5%) e Fokker (5,5%).

Nel luglio 2000 Finmeccanica e la British GKN hanno deciso di unire le rispettive filiali di elicotteri (Agusta e GKN-Westland Helicopters) per formare la AgustaWestland. Nel dicembre 2001 l’attività missilistica di Alenia Marconi Systems (AMS), una società congiunta Finmeccanica / BAE Systems, è stata fusa con altri produttori europei di missili per formare MBDA che divenne così il secondo più grande produttore mondiale di missili.

Nel luglio 2003 Finmeccanica e BAE Systems hanno annunciato la loro intenzione di costituire tre società a capitale misto, che saranno conosciute collettivamente come Eurosystems. Queste società avrebbero unito le attività avioniche, C4ISTAR e di comunicazione delle due società.

Nel marzo 2007 BAE Systems ha venduto la sua quota del 25% a Finmeccanica per € 400 milioni. Nel gennaio 2013 la società si è fusa con le altre società di elettronica di difesa Finmeccanica, SELEX Elsag e SELEX Sistemi Integrati, per diventare Selex ES. Nel maggio 2008 Finmeccanica ha annunciato l’intenzione di acquistare l’appaltatore di difesa statunitense DRS Technologies per circa $ 5,2 miliardi.

Il 22 ottobre 2008 è stata finalizzata la vendita di DRS Technologies.

Finmeccanica e Leonardo differenze

Quali sono le differenze tra Leonardo e Finmeccanica? In pratica, il primo non è altro che il nuovo nome della seconda azienda.

Infatti, dopo una serie di acquisti e cessioni nel corso degli anni 2000, nonché di riforma del settore, nel marzo 2016 è iniziata un’operazione di rebranding aziendale guidata da Mauro Moretti, con una proposta di modifica del nome dell’azienda.

Dal 1 ° gennaio 2017 Finmeccanica è diventata ufficialmente Leonardo, un nome ispirato come detto al geniale Leonardo da Vinci.

Il 18 marzo 2017 il Ministero del Tesoro italiano ha proposto che il veterano banchiere Alessandro Profumo sostituisca Mauro Moretti come CEO di Leonardo, e il 16 maggio il Consiglio ha nominato Alessandro Profumo per questo ruolo.

Azioni Finmeccanica quotazione in tempo reale

Al momento della scrittura, le azioni Finmeccanica quotano 9,96 EUR, −0,12 (1,21%). Dunque, ha chiuso in negativo, visto che ad inizio giornata quotava 10,04 EUR, arrivando a toccare quota 10,21 EUR. Per poi leggermente calare di nuovo.

Conviene investire in azioni Finmeccanica?

Per rispondere a questa domanda, occorre valutare, come per ogni azienda, il passato, il presente e il futuro di Finmeccanica, ora Leonardo.

Per quanto riguarda il passato, come detto, stiamo parlando in un leader nel settore della Difesa. Che oggi raggruppa altre importanti aziende. Oggi le azioni Finmeccanica sono quotate 9,93 euro, in calo di 0,15%, ossia 1,45%.

Per quanto riguarda lo storico delle azioni Finmeccanica, da quando è quotata in borsa, ovvero il 24 marzo 1995, hanno vissuto alti e bassi fino a fine secolo, quando hanno registrato una impennata fino a toccare quota 37,30 euro. Quota che a tutt’oggi rappresenta il record delle azioni Finmeccanica.

Poi un lento declino, toccando quota 9 euro nel gennaio 2003 e poi una lenta e costante risalita fino a luglio 2007, quando ha toccato i 23 euro. Poi un nuovo calo, abbattendo il muro dei 3 euro nel giugno 2012. ed infine una nuova lenta ripresa, sebbene neppure il cambio in Leonardo del 2017 abbia scaldato più di tanto il cuore dei tori. Dato che non ha raggiunto quota 16 euro. Anzi, l’effetto novità è durato poco, fino a dimezzare il valore delle sue quote.

Ma abbiamo detto che una S.P.A va valutata anche per il suo futuro. A tal proposito, il 30 gennaio 2018, Leonardo ha presentato il piano industriale 2018-2022 con l’obiettivo di intraprendere le azioni necessarie per tornare alla crescita sostenibile nel periodo di cinque anni.

Le prospettive nei mercati di riferimento sono positive, in particolare nei mercati di esportazione internazionali, consentendo a Leonardo di concentrarsi sulle opportunità esistenti per le sue attività principali.

Dopo aver preso diversi provvedimenti per costruire il modello operativo “One Company”, Leonardo ora considera un’accelerazione necessaria per garantire la sostenibilità del business nel medio-lungo periodo, rafforzando il struttura aziendale e valorizzazione dell’approccio commerciale.

Il Piano industriale 2018-2022 si basa quindi su un processo di trasformazione che verrà implementato nelle aree di ottimizzazione del modello operativo, un approccio più efficace per il cliente, investimenti mirati a supporto della crescita, attenzione al controllo dei costi e portafoglio prodotti “rimodellamento”.

Quindi, ricapitolando, conviene comprare azioni Finmeccanica? Tutto sommato sì, ma se si vuole tenere nel portafogli titoli un asset stabile. Che subisce lenti declini o graduali rialzi. Senza scossoni particolari. Un asset scarsamente volatile, che può controbilanciare asset estremamente volatili come le criptovalute.

Come suggeriscono gli esperti, un asset non deve superare il 4% del totale di un portafoglio titoli. E ciò vale anche per le azioni Finmeccanica, ora Leonardo.

Comprare azioni Finmeccanica con eToro

eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si distingue per 3 in particolare.

Il Social trading è una vera e propria Community dove i trader possono confrontarsi per darsi consigli e suggerimenti.

Il Copy trading consente di copiare i trader più esperti. I quali a loro volta ci guadagnano tramite una commissione. Questi ultimi sono chiamati Popular traders.

I Copyportfolios si distinguono dal precedente in quanto si investe su panieri di asset interi, gestiti da algoritmi automatici supervisionati da tecnici “in carne ed ossa”.

Clicca qui per aprire un account gratuito con eToro.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Comprare azioni Finmeccanica con 24option

24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si distingue invece per i segnali di trading e gli eBook interattivi.

I segnali gratuiti (clicca qui per riceverli) infatti sono inviati dalla società leader nel settore Trade Central. Che per l’accuratezza dei suoi segnali ha ricevuto per 9 anni di seguito il Technical Analyst Awards. Vanta tre sedi in 3 continenti: in Europa a Parigi, in Asia a Hong Kong e nelle Americhe a New York.

Gli ebook interattivi sono utilizzati direttamente sulla piattaforma in maniera interattiva. Forniscono una ottima formazione relativa ovviamente al trading online e ai succitati Contract for difference.

Per aprire un account gratuito su 24option fai click qui.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY