Comprare azioni Caterpillar: come fare e se conviene

Come comprare le azioni Caterpillar? Conviene comprare le azioni Caterpillar? Passando dinanzi ad un cantiere, a quanti di noi almeno una volta nella vita, è capitato di vedere una grossa escavatrice con su scritto Caterpillar.

Del resto, stiamo parlando dell’azienda americana di produzione di macchinari da costruzione più grande al mondo. E che si occupa di sviluppare, ingegnerizzare, costruire, commercializzare e vendere macchinari edili, motori a combustione interna. Nonché di fornire servizi finanziari e assicurativi in tutto il Mondo.

Nel 2018, Caterpillar è risultata al 65mo posto nella classifica Fortune 500 e 238ma nell’elenco Global Fortune 500.

Oltre a ciò, Caterpillar è anche quotata in Borsa e fa parte dell’Indice azionario Dow Jones.

Ed è proprio di questo che ci occuperemo. Delle azioni di questa società, su come investire, se conviene e i Broker più affidabili.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Caterpillar cos’è

Cos’è Caterpillar? Denominata anche con l’acronimo CAT, è una multinazionale americana accreditata presso il prestigioso elenco Fortune 100.

Come detto, si occupa di progettare, sviluppare, ingegnerizzare, produrre, commercializzare e vendere macchinari, motori, prodotti finanziari e assicurativi in tutto il Mondo.

Nel corso degli anni, è diventato il maggiore produttore di macchinari per il “movimento terra”.

Come già anticipato, risulta essere 65ma nell’elenco Fortune e 238ma nella lista Global Fortune 500. Fa parte dell’Indice Dow Jones.

Caterpillar produce con tanto di licenza anche accessori da lavoro, come stivali e tute. Il marchio è facilmente riconoscibile, dato che presenta le prime tre lettere del nome – CAT – con un triangolo sotto la A. oppure l’intero nome Caterpillar. I colori sono il giallo e il nero.

Come comprare azioni Caterpillar

Il modo migliore per comprare le azioni della società Caterpillar è farlo tramite CFD. Acronimo di Contract for difference e traducibile proprio in Contratto per differenza, uno strumento finanziario definito derivato in quanto incarna il valore di un asset sottostante.

I CFD consentono di investire su molti tipi di asset senza possederli in modo diretto. Dunque, materie prime, metalli preziosi, valute Forex, criptovalute, indici azionari come il Dow Jones di cui Caterpillar fa parte e appunto le sue azioni.

I Contract for difference consentono di utilizzare la Leva finanziaria, che permette di moltiplicare le proprie risorse disponibili. Tuttavia, la leva finanziaria viene definita arma a doppio taglio in quanto come moltiplica i profitti così moltiplica le perdite. Non a caso, con le nuove disposizioni MiFid II è stato limitato a 1:30 per i trader retails.

Infine, i CFD consentono di ottenere profitti sia quando il mercato è in rialzo, sia quando è in calo. Operando long (buy) o short (sell).

I Cfd sono sottoscrivibili su Broker, che abbiano regolare licenza per operare da parte di organi di controllo come la CySEC o la Consob.

Investire sul titolo Caterpillar con Investous

Vediamo ora dove comprare azioni Caterpillar. Il primo Broker è Investous (clicca qui per saperne di più), con sede a Limassol, capitale di Cipro. E in quanto tale legittimato ad operare tramite licenza CySEC.

Nato in tempi recenti, luglio 2018, sta avanzando nel mercato. Offre i segnali di trading elaborati da Trading central, e vanta sedi a Londra, Parigi e Hong Kong. Ha vinto per molti anni i prestigiosi Tecnical Analitycs Awards.

Per ricevere i segnali gratis di Investous clicca qui.

Investire sul titolo Caterpillar con eToro

eToro (clicca qui per il sito ufficiale) è un Broker nato nel 2009, anche esso con sede a Limassol. Vanta quasi undici milioni di trader iscritti.

eToro si distingue per servizi come il Social trading, dove gli utenti possono scambiarsi opinioni e suggerimenti tra loro, proprio come un Social network tra quelli più famosi.

Poi abbiamo il CopyTrader, il quale consente ai trader alle prime armi di poter copiare quelli più esperti chiamati non a caso Popular trader. Che traggono un profitto con commissioni per ogni trader che li segue.

Infine, vale la pena segnalare i Copyportfolios. I quali raccolgono asset di varia natura gestiti da algoritmi automatici supervisionati però sempre da tecnici “in carne ed ossa”.

Per aprire un account gratuito con eToro clicca qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Caterpillar origini

Tutto è partito dall’esigenza di utilizzare, tra fine ‘800 ed inizio ‘900, macchinari edili più leggeri, dato che pesavano fino a 450 kg. Si tentò di alleggerirli facendo leva sulle dimensioni, ma ciò ha finito per rendere i mezzi più complessi, costosi e difficili da mantenere.

Benjamin Holt, uno dei fondatori di Caterpillar, decise di sostituire i grossi cingolati con una serie di cingoli di legno imbullonati alle catene. Il Giorno del Ringraziamento, il 24 novembre 1904, testò con successo la macchina aggiornata che arava la terra delta fradicia dell’isola di Roberts.

Nello stesso periodo, Richard Hornsby & Sons a Grantham, nel Lincolnshire, in Inghilterra, svilupparono un veicolo cingolato in lamiera d’acciaio che brevettarono nel 1904.

Su questo modello, furono prodotti molti trattori destinati allo Yukon, utilizzati fino al 1927. I due però, vedendo che lo sbocco di mercato scarseggiava, decisero di vendere il loro brevetto a Holt nel 1911, lo stesso anno con il marchio “Caterpillar” di Holt.

Il nome Caterpillar deriva dal fatto che un fotografo disse che il trattore strisciava come un bruco, mentre altre fonti ritengono che a dire questa cosa fossero stati i soldati britannici.

Holt ricevette il primo brevetto per un pratico binario continuo da utilizzare con un trattore il 7 dicembre 1907, per il suo “motore di trazione” migliorato.

I mezzi Caterpillar sono stati usati per la prima Guerra Mondiale, poi negli anni ‘20 le banche e i banchieri che possedevano il grande debito della società hanno costretto il consiglio di amministrazione di Holt ad accettare il loro candidato, Thomas A. Baxter, per succedergli.

Baxter inizialmente tagliò i grandi trattori dalla linea di prodotti dell’azienda e introdusse modelli più piccoli focalizzati sul mercato agricolo.

Quando il Federal Aid Highway Act del 1921 finanziò un programma di costruzione di autostrade federali da 1 miliardo di dollari, Baxter iniziò a concentrare nuovamente la società sulla costruzione di attrezzature per costruzioni stradali. 66 Entrambe le società dovettero affrontare anche una forte concorrenza della società Fordson.

Tra il 1907 e il 1918, Best e Holt avevano speso circa 1,5 milioni di dollari in spese legali combattendosi a vicenda in una serie di cause legali per violazione dei contratti, marchi e brevetti.

Harry H. Fair della società di intermediazione obbligazionaria di Pierce, Fair & Company di San Francisco aveva contribuito a finanziare il debito di C. L. Best e gli azionisti di Holt gli si sono avvicinati in merito alla difficoltà finanziaria della loro società.

Fair ha raccomandato che le due società si fondessero. Nell’aprile e nel maggio 1925, il C. L. Best, finanziariamente più forte, si unì al leader di mercato Holt Caterpillar per formare la Caterpillar Tractor Co.

La nuova società aveva sede a San Leandro fino al 1930, quando ai sensi della fusione fu trasferita a Peoria. Baxter era stato rimosso come CEO all’inizio del 1925, e Clarence Leo Best assunse il titolo di CEO, e rimase in quel ruolo fino all’ottobre 1951.

La società Caterpillar ha consolidato le sue linee di prodotti, offrendo solo cinque trattori cingolati: 2 Ton, 5 Ton e 10 Ton della vecchia linea di prodotti della Holt Manufacturing Company e Caterpillar 30 e Caterpillar 60 dei CL Best Tractor Co. ex linea di prodotti.

I modelli da 10 Ton e 5 Ton furono abbandonati nel 1926. Nel 1928, i 2 Ton furono abbandonati. Le vendite del primo anno sono state di $ 13 milioni. Nel 1929, le vendite salirono a 52,8 milioni di dollari e Caterpillar continuò a crescere durante la Grande Depressione degli anni ’30.

Caterpillar ha adottato il motore diesel per sostituire i motori a benzina. Durante la seconda guerra mondiale, i prodotti Caterpillar ottennero fama con i Seabees, Construction Battalions della Marina degli Stati Uniti, che costruirono campi di aviazione e altre strutture nel Pacific Theatre of Operations.

Caterpillar si è classificato al 44° posto tra le società statunitensi per il valore dei contratti di produzione militare in tempo di guerra.

Durante il boom edilizio postbellico, la società crebbe rapidamente e lanciò la sua prima avventura fuori dagli Stati Uniti nel 1950, segnando l’inizio dello sviluppo di Caterpillar in una multinazionale. Negli anni successivi, ha così aperto sedi in Cina, Russia, India e Brasile.

Piattaforme per investire in Caterpillar

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social trading
Social trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500
Servizio CFDDemoISCRIVITI
fxtb
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Trade.com
Forex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Caterpillar controversie

Nel marzo 2017, Caterpillar fu oggetto di una controversia fiscale. Nella sua sede di Peoria, in Inghilterra, alcuni agenti fiscali fecero irruzione per accertare che la società aveva aggirato dei costi fiscali.

Dall’aprile 2014, infatti, le politiche fiscali della società sono state esaminate da una sottocommissione del senato guidata dal senatore Carl Levin. Tali indagini hanno rivelato cambiamenti significativi nella strategia fiscale offshore di Caterpillar, culminata nella creazione della nuova filiale svizzera Caterpillar SARL (CSARL) a Ginevra.

Nel 1999, un ex dirigente – Daniel Schlicksup – la accusò di appropriarsi dei guadagni provenienti da componenti di ricambio in Svizzera, dove però la slocietà non risultava avesse magazzini o fabbriche.

Ancora, l’Internal Revenue Service ha accertato che la società fosse responsabile di un miliardo di dollari di tasse non pagate, per il lasso di tempo che va dal 2007 al 2009.

Sotto osservazione è stato posto anche la società PricewaterhouseCoopers (PWC), complice un conflitto di interessi, ricoprendo la carica di consulente fiscale di Caterpillar. E’ stato poi accertato che la PWC agiva per aggirare le tasse americane.

Nel 2004 l’Ufficio dell’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha inviato una lettera di avvertimento alla società sulle vendite di bulldozer all’esercito di Israele, in parte adoperate per distruggere le fattorie palestinesi.

Conviene comprare azioni Caterpillar?

Alla luce di quanto detto, possiamo rispondere di sì a questa domanda. Dato che stiamo parlando di un colosso del settore edile. Una multinazionale che ad oggi sembra non avere rivali.

Ad oggi la società vanta 110 stabilimenti in tutto il mondo, di cui quasi la metà solo negli Usa. Mentre i restanti 59 si trovano in ben 21 Paesi situati in tutti i continenti del Mondo.

Abbiamo poi detto che le sue azioni sono inserite nell’Indice Dow Jones, uno dei più noti indici americani dato che raccoglie i 30 più importanti titoli americani. Tuttavia, dato l’ormai ritenuto esiguo numero di azioni in esso contenuti, non viene più ritenuto particolarmente interessante e specchio fedele dell’andamento dell’economia americana.

Ancora, Caterpillar viene ben quotato dalla prestigiosa classifica Fortune 500 e Global Fortune 500.

Riguardo l’andamento delle azioni Caterpillar, riferendoci agli ultimi 5 anni, il titolo è partito da quasi 60 dollari nel gennaio 2016, dopo 2 anni è quasi triplicato a 170 dollari. Poi alti e bassi nel corso di tutto il 2018, chiudendo intorno ai 120 dollari di quotazione l’anno.

Dal 2019 una nuova ripresa, fatta anche di nuove cadute ma mai scendendo sotto i 114 dollari. Poi un inizio 2020 sfiorando toccando i 147 dollari.

Dunque, non si può dire che il titolo Caterpillar non viva di rialzi e nuove cadute, ma il titolo non tocca i 115 dollari di minimo da ottobre 2018. Tuttavia, c’è anche da dire che da un po’ non riesca a sfondare il tetto dei 150 dollari.

Resta comunque un titolo solido, che vale la pena detenere nel proprio portafoglio titoli. Pur limitandosi ad un 4% del totale come suggeriscono gli esperti.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.