Comprare Azioni Brembo (BRE): investire, previsioni target price

Brembo è una importante realtà industriale italiana, leader del settore nello sviluppo e nella produzione di impianti frenanti per veicoli. È quotata dal 1995 alla Borsa di Milano e presente nell’indice FTSE Italia Mid Cap.

Quindi, potrebbe essere un asset interessante da tenere presente nel proprio portafoglio. E lo scopo di questo articolo è quello di fornire una guida completa sulle azioni Brembo.

Nel corso del quale conosceremo meglio l’azienda Brembo, il suo business model, su quali broker conviene comprare le sue azioni, se conviene comprare le azioni Brembo.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale .

Brembo: chi è

Brembo S.p.A. nasce l’11 gennaio 1961 a Sombreno, in provincia di Bergamo. Inizialmente come piccola officina a carattere familiare col nome di OMdS (acronimo di Officine Meccaniche di Sombreno) creata da Emilio Bombassei e Italo Breda.

La sede iniziale fu un umile cascinale ristrutturato, con le macchine utensili inizialmente sistemate nei vani di una stalla nel centro storico di Sombreno.

Il nome Brembo sarà poi scelto una decina di anni dopo, frutto di un gioco di parole dai nomi dei fondatori Breda Emilio Bombassei. Ispirandosi però anche al fiume Brembo, che scorre a pochi chilometri dalla sede. Ad inizio anni ‘80 diventa poi una società per azioni.

La svolta per l’azienda si ha nel 1964, quando Brembo inizia a produrre i primi dischi freno diretti al mercato del ricambio. I quali fino ad allora provenivano dalla Gran Bretagna. Alla produzione di dischi si affianca successivamente quella di altri componenti del sistema frenante.

Azioni Brembo

La crescita di domanda porta Brembo ad espandersi, tanto che l’anno dopo già conta 28 dipendenti.

Nel 1972, con una fornitura per Moto Guzzi e Laverda, iniziano a comparire le prime pinze di serie della Brembo. Mentre tre anni successivi la Ferrari affida all’azienda bergamasca la fornitura di sistemi frenanti per la propria vettura di Formula 1. E l’inizio di un crescendo per la società, i cui prodotti sono sempre più richiesti dalle società che contano.

Se negli anni ‘80 arrivano alcuni decisivi progressi tecnologici e negli anni ‘90 arriva la quotazione in Borsa, negli anni 2000 Brembo inizia ad espandersi nel mondo mediante acquisizioni o Join Venture.

Nel 2000, per esempio, Brembo ha acquistato al 100% la società brasiliana Alfa Real Minas, per la lavorazione di dischi freno per auto e l’assemblaggio di volani. Nonché la società AP Racing Limited, con sede in Inghilterra, specializzata nella produzione di impianti frenanti e sistemi di frizione per vetture e motocicli.

Acquisisce inoltre il 70% della società Marchesini, produttrice di ruote per motocicli. Sempre ad inizio 2000 avvia una partnership con la cinese Yuejin Motor Group, costituendo una società: la Nanjing Yuejin Automotice Brake System, per la produzione di sistemi frenanti per auto e veicoli commerciali.

Nel 2003 nasce Brembo Ceramic Brake Systems SpA, joint venture tra Brembo e il gruppo motoristico Daimler per lo sviluppo di dischi freno in carbonio ceramico. Che nel 2009 ha cambiato nome in Brembo SGL Carbon Ceramic Brakes.

Con ulteriori espansioni negli anni, specie in Usa e Cina, Brembo è oggi presente in 14 Paesi.

❓Dati societariBrembo è una importante realtà industriale italiana, leader del settore nello sviluppo e nella produzione di impianti frenanti per veicoli
⚙️ SettoreMeccanica
🏢 SedeItalia
📊 QuotazioneBorsa di Milano
👍 TickerBRE
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per azioniCapital.com

Broker per comprare azioni Brembo

Qui si seguito vi presentiamo alcuni broker per investire in azioni, utilizzati in Italia:

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Smart Portfolio

79% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

broker premiato
demo gratuita
Migliori spread del mercato
CFD su azioni
Conto demo gratis
Servizi di intelligenza artificiale
Forex, azioni, criptovaluteSocial trading
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
DeGiro
Valutazione
Migliore per ETFCommissioni Zero
Demo gratuitaCommissioni basse su Azioni
Deposito minimoConti Zero spread!
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

si tratta di piattaforme affidabili e con le commissioni più basse in assoluto.

Azioni Brembo: dati societari

Numero dipendenti

L’azienda conta oltre 10 634 dipendenti così distribuiti geograficamente:

  • Italia (3 223)
  • Polonia (1 672)
  • Cina (1 235)
  • Repubblica Ceca (891)
  • Stati Uniti (666)
  • Messico (500)
  • India (262)
  • Brasile (242)
  • Regno Unito (134)
  • Spagna (75)
  • Giappone (17)
  • Resto del Mondo (10)

Dati di contatto

  • Indirizzo: Parco Scientifico Tech Kilometro Rosso Viale Europa, 2 Stezzano, 24040, Italy
  • Telefono: 39 03 56 05 21 11
  • Sito internet: www.brembo.com

Management

  • Matteo Tiraboschi, dal 2002 Executive Deputy Chairman, Executive VP & CFO
  • Elisabetta Magistretti, dal 2020 Independent Director
  • Elizabeth Marie Robinson, dal 2020 Independent Director
  • Paola Tagliavini, dal 2020 Effective Auditor
  • Daniele Schillaci, dal 2019 CEO, MD & Director
  • Cristina Bombassei, dal 1997 Chief CSR Officer & Executive Director
  • Valerio Battista, età 64, dal 2017 Lead Independent Director
  • Umberto Nicodano, dal 2000 Non-Executive Director
  • Alberto Bombassei, età 81, dal 1993 Chairman & President
  • Laura Cioli, età 58, Independent & Non-Executive Director
  • Gianfelice Mario Rocca, età 73, dal 2011 Independent & Non-Executive Director
  • Raffaella Annamaria Pagani, dal 2014 President of Board of Statutory Auditors
  • Nicoletta Giadrossi, dal 2017 Independent & Non-Executive Director
  • Mario Tagliaferri, Acting Auditor

Società controllate

  • AP
  • AP
  • Racing
  • Marchesini
  • ByBre
  • Breco

Azionariato

  • Nuova Fourb srl (famiglia Bombassei) 53,52%
  • Brembo s.p.a. 2,62%
  • Columbia Acorn International (Usa) 2,01%
  • Caceis Bank France 1,47%

Dove comprare azioni Brembo: le migliori piattaforme

Se sei interessato al trading CFD sulle azioni Brembo, di seguito ti consigliamo qualche buon broker da utilizzare.

eToro

Vediamo alcune delle principali caratteristiche del broker eToro:

  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Licenze: CySEC, FCA, ASIC
  • Deposito minimo: 50 euro
  • Servizi principali: copy trading, social trading, copyportfolios, eToroX

Vediamo un esempio di acquisto di azioni Brembo su eToro:

Comprare azioni Brembo su eToro

Capital.com

Ecco invece le principali caratteristiche del broker Capital.com:

• Conto demo: 1.000 euro virtuali

• Licenze: CySEC, FCA, ASIC

• Deposito minimo: 20 euro

• Servizi principali: IA, +70 indicatori di trading, app Investmate

Puoi aprire il tuo account gratuito su Capital.com cliccando qui.
83.45% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Grafico andamento azioni Brembo

Vediamo il grafico dell’andamento dei prezzi delle azioni Brembo.

Modello di Business Brembo

Brembo basa il suo business model sulla fornitura di prodotti per auto, moto, veicoli commerciali e auto e moto da corsa. In particolare, prodotti quali: dischi freno, pastiglie, moduli, pinze, cilindri oleodinamici e sistemi frenanti completi.

I paesi in cui opera, oltre l’Italia sono: Spagna, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Germania, Messico, Brasile, Argentina, Cina, India, Stati Uniti d‘America, Svezia, Cina e Giappone.

La società ha numerose società controllate, anche all’estero, quali AP Racing Ltd, Brembo Deutschland GmbH, Brembo Nanjing Foundry Co Ltd, Brembo North America Inc e Qingdao Brembo Trading Co Ltd, tra le altre.

Il business model aziendale guarda con attenzione alla sostenibilità. A tal fine, a gennaio 2021, Brembo ha completato l’acquisizione di SBS Friction, azienda danese che sviluppa e produce pastiglie freno in materiali sinterizzati e organici per motociclette, particolarmente innovativi ed eco-friendly.

Una inclinazione green che viene dal ventennio precedente, avendo come obiettivo quello di diventare un’azienda carbon neutral entro il 2040.

Nel 2018 ha aderito all’Agenda 2030 dell’Oni e ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, avviando progetti per ridurre il consumo di acqua e plastica, aumentare l’efficienza energetica e l’uso di energia proveniente da fonti rinnovabili.

Negli ultimi 5 anni ha ridotto, come ha fatto sapere in una intervista Cristina Bombassei, chief csr officer di Brembo, di quasi il 45% le nostre emissioni totali, mediante progetti di efficienza energetica e a un costante incremento nell’uso di energia rinnovabile, che in alcuni stabilimenti raggiunge il 100% delle fonti utilizzate.

Promuove altresì la riduzione dei consumi idrici nei processi produttivi e lo sviluppo di soluzioni per il riutilizzo delle acque. Riciclando i materiali di scarto, mirando a massimizzarne il recupero, e riducendo il più possibile la produzione di rifiuti ed il consumo di risorse naturali e di energia.

Previsioni azioni Brembo 2021-2025

Le azioni Brembo hanno subito un severo crollo con l’arrivo della Pandemia Covid-19, vedendo dimezzare il titolo da 10 a 5 euro ad inizio aprile 2020. Ciò in quanto il nuovo coronavirus ha colpito pesantemente l’automotive, e quindi ha trascinato con sé tutto il comparto.

Le azioni Brembo hanno ritrovato il valore pre-covid nel mese di marzo dello stesso anno. Nei mesi successivi e fino al momento della scrittura si sono tenute in un range tra i 10 e i 12 euro. Non riuscendo mai a “vedere” il massimo storico toccato il 5 maggio 2017 di 14 euro.

Storicamente, questo titolo è molto stabile e si muove in uno stretto range valoriale. Pertanto, è ideale per chi cerca asset più stabili per il proprio portafoglio. Da controbilanciare a quelli più volatili.

Il titolo sembra comunque essersi definitivamente ripreso e più si ritornerà alla normalità, più dovrebbe raggiungere nuovi traguardi al rialzo. Potendo contare su una clientela molto importante e solide partnership.

Proviamo quindi ad ipotizzare il target price delle azioni Brembo per i prossimi anni:

  • 2022: 10-13 euro
  • 2023: 12-15 euro
  • 2024: 13-16 euro
  • 2025: 15-17 euro

Comprare azioni Brembo: le domande frequenti

Cos’è Brembo?

Brembo è un’azienda bergamasca fondata nel 1961 e quotata alla Borsa di Milano, dedita alla fornitura di prodotti per auto, moto, veicoli commerciali e auto e moto da corsa. In particolare, prodotti quali: dischi freno, pastiglie, moduli, pinze, cilindri oleodinamici e sistemi frenanti completi.

A partire dagli anni 2000 la società si è espansa a livello mondiale, tra join venture e società controllate. Ed oggi può contare una presenza in 14 paesi, con solide radici negli States e in Cina. Mentre in Europa particolarmente importante è la presenza in Polonia.

Conviene investire sulle azioni Brembo?

Brembo è un tipo di asset stabile, che storicamente si muove in range di prezzo molto ristretto. Si è ripresa dal contraccolpo della Pandemia e fa ben sperare per il futuro.

Dove comprare le azioni Brembo?

Puoi investire sulle azioni Brembo affidandoti a Broker come eToro e Capital.com.

Azioni Brembo - Riepilogo

Conclusioni

Abbiamo visto come e dove comprare le azioni Brembo partendo da un po’ di storia. Brembo, piccola officina avviata con pochi mezzi ad inizio anni ‘60 e oggi diventata una società che fornisce parti di auto a grandi nomi dell’automotive.

In particolare, prodotti quali: dischi freno, pastiglie, moduli, pinze, cilindri oleodinamici e sistemi frenanti completi.

A partire dagli anni 2000 la società si è espansa a livello mondiale, tra join venture e società controllate. Ed oggi può contare una presenza in 14 paesi, con solide radici negli States e in Cina. Mentre in Europa particolarmente importante è la presenza in Polonia.

Storicamente, questo titolo è molto stabile e si muove in uno stretto range valoriale. Pertanto, è ideale per chi cerca asset più stabili per il proprio portafoglio. Da controbilanciare a quelli più volatili.

Puoi investire sulle azioni Brembo affidandoti a Broker che offrono i conti demo gratuiti.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.