Comprare azioni Beyond Meat (e vendere): come fare e se conviene [2020]

Conviene comprare le azioni Beyond Meat? Come fare?

Sempre più persone stanno abbracciando uno stile di vita vegetariano, se non addirittura vegano. Alcuni lo fanno come vera filosofia esistenziale, nel rispetto della Natura. Altri come credo medico, ritenendo che la carne e i prodotti di origine animale in generale siano dannosi per la salute. Altri ancora per curiosità. Infine, non manca chi lo fa per Moda, per sentirsi cool e a passo con i tempi.

Al di là di come la si pensi e di quali siano le vere ragioni dietro una scelta alimentare del genere, stanno sorgendo molte società che puntano a soddisfare questo mercato che avanza. Con alcuni marchi che stanno immettendo sul mercato prodotti che simulano la carne, ma di fatto sono vegetariani.

Si iscrive a questo sempre più lungo elenco la multinazionale americana Beyond Meat. Non proprio novizia, in realtà. Dato che è stata fondata in quel di Los Angeles nel 2009. Espandendo in tutti gli Usa la propria vendita di prodotti nel 2013.

Mentre tre anni dopo ha messo in commercio il primo hamburger a base di verdure. Destinato alla sezione dedicata a quelli tradizionali sita nei supermercati.

Di fatto, Beyon Meat produce alimenti che vanno a sostituire proprio salsicce di maiale, carne di pollo e carne di manzo.

L’azienda è anche quotata in Borsa, quindi, è possibile puntare sull’acquisto e sulla vendita delle sue azioni comodamente tramite i CFD. I Contract for difference, stipulabili tramite i Broker con regolare licenza che vedremo alla fine di questa guida sulle azioni Beyon Meat.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Beyon Meat azioni storia

Prima di investire su un asset, dobbiamo conoscerlo prima a fondo. Per capire se vale davvero la pena puntare i nostri soldi.

E per fare ciò, non possiamo prescindere dalla sua storia.

Beyond Meat è una società americana fondata nel 2009 in quel di California, da Ethan Brown. Ma inizialmente sotto il nome di Savage River Inc.

Per realizzare il suo ambizioso progetto, Ethan Brown contattò 2 professori dell’Università del Missouri: Fu-hung Hsieh e Harold Huff. Scelta non casuale: questi due docenti, infatti, stavano studiando provando su se stessi la possibilità di apportare proteine al proprio organismo senza ingerire carni.

Uno studio lungo quasi un decennio, allo scopo di ottenere una miscela di proteine di soia e piselli quanto più possibili prossimi per aspetto e tatto al pollo reale”.

Ci sono poi voluti altri cinque anni per arrivare a realizzare una ricetta per il primo prodotto di Beyond Meat: il “Chicken-Free Strips”. Rilasciato inizialmente in via sperimentale in poche località nel 2012.

La start up ha però presto trovato l’interesse di vari finanziatori importanti. Come GreatPoint Ventures, Kleiner Perkins, Obvious Corporation, Bill Gates, Biz Stone, Humane Society e Tyson Foods.

Nel 2013, il pollo a base vegetale è arrivato in tutti i supermercati collegati alla catena Whole Foods negli Stati Uniti.

Dato il crescente successo, Beyond Meat ha creato il primo prodotto a base di finta carne di bovino.

Nello stesso anno, ha ampliato la sua presenza da 1.500 a 6.000 negozi negli Stati Uniti.

Tyson Foods ha acquistato una partecipazione del 5% in Beyond Meat nell’ottobre 2016. Per poi cederla tre anni dopo. Anno in cui è stata quotata in Borsa.

Nel giugno 2018, è stato aperto un secondo stabilimento di produzione a Columbia, Missouri. Triplicando così lo spazio di produzione dell’azienda.

Sempre quel mese, ha avviato un laboratorio di ricerca e sviluppo di 26mila piedi quadrati a El Segundo, sempre in California, dove tutto è iniziato. Contando 100 dipendenti.

L’anno seguente, Dunkin ‘Donuts ha annunciato una partnership con Beyond Meat, vendendo il Meatless Sausage prima negli store di Manhattan e poi su tutto l’intero territorio nazionale statunitense.

Nel 2020, Beyond Meat è approdata sul web. In un anno di forte crescita dell’e-commerce dovuta alla Pandemia di Covid-19.

Ma non solo. Ha anche annunciato di aprire presto uno stabilimento di produzione a Shanghai. Aprendosi così alla grande opportunità del mercato cinese, che conta quasi 1 miliardo e mezzo di persone.

Beyond Meat è quotata alla borsa NASDAQ degli Stati Uniti con il simbolo BYND.

Piattaforme per investire in Beyond Meat

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social trading
Social trading, copy trading
*75% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500
Servizio CFDDemoISCRIVITI
fxtb
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Trade.com
Forex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Beyond Meat di cosa si occupa

L’azienda statunitense produce prodotti destinati a quanti non vogliono consumare prodotti di origine animale, quindi vegetali, non disdegnando comunque la parvenza di farlo.

Quindi, Beyon Meat produce hamburger di manzo o di pollo, nonché salsicce di maiale e quant’altro, che hanno il loro sapore e la loro forma. Ma, di fatto, non il loro contenuto.

Ciò, in fondo, rende anche più facile abbracciare lo stile di vita vegetariano e vegano. Uno stile di vita che sta sempre più crescendo, come detto nell’incipit, per più ragioni.

Ecco alcuni prodotti di punta di Beyond Meat:

Chicken Strips

Il primo prodotto dell’azienda lanciato nel 2012 è stato progettato per emulare il pollo e venduto congelato. Frutto della ricerca di Harold Huff e Fu-Hung Hsieh presso l’Università del Missouri.

Questi gli ingredienti: “polvere di soia, farina senza glutine, fibra di carota, ecc.” Messi insieme attraverso vapore, pressione e acqua fredda, al fine di dargli una compatezza che fosse simile al pollo.

Il prodotto però è stato stroncato da molti recensori, tanto da essere soppresso nel 2019. L’accusa era che il sapore non somigliasse affatto al pollo.

Aveva invece ricevuto il beneplacito di diversi Vip, ma forse più per fargli pubblicità.

Beyond Burger

Nel febbraio 2015 è stato lanciato sul mercato il primo burger completamente vegetale, fatto da piselli, proteine del riso e del fagiolo verde, olio di canola, olio di cocco, fecola di patate, estratto di mela, lecitina di girasole e polvere di melograno. Alcuni ingredienti sono cambiati nel tempo.

Si è pensato anche di simulare il sangue, mediante succo di barbabietola rossa.

Anche qui non mancano critiche. Come il fatto che costasse il doppio di un hamburger classico, mentre contenuto di sale fosse “molto più alto”.

E’ stato però riconosciuto che il contenuto di proteine e grassi fosse equiparabile a quello di un tortino di manzo di eguale peso.

Beyond Sausage

Nel dicembre 2017, l’azienda ha annunciato un’alternativa vegana alla salsiccia di maiale chiamata “Beyond Sausage”. Le tre varietà di “salsiccia” erano chiamate Bratwurst, Hot Italian e Sweet Italian.

Beyond Meat numeri

Ecco alcuni numeri che riguardano Beyon Meat. Anche essi importanti se si vuole investire su una società.

A luglio 2019, vantava un valore di mercato di 11,7 miliardi di dollari. Per comprendere la sua crescita, basta solo dire che al momento della sua Ipo solo 2 mesi prima, aveva un valore di 3,8 miliardi di dollari.

Ancora, conta ben 27.000 diversi punti di distribuzione sparsi negli Stati Uniti, estendendosi a livello internazionale verso 50 mercati. Vantando collaborazioni con altri colossi della distribuzione quali la britannica Tesco o le canadesi Tim Hortonse e A&W.

Beyond Meat azioni controversie

Come ogni grande azienda, anche Beyond Meat non manca di avere controversie giudiziarie.

Nel marzo 2019, una causa civile è stata intentata dal suo ex partner commerciale: Don Lee Farms. Il quale recriminava il fatto che l’azienda utilizzasse diversi fornitori condividendo con loro i dettagli del processo di produzione.

Don Lee Farms ha fatto dunque appello ad una presunta violazione di contratto, esprimendo “preoccupazioni significative” riguardo i protocolli di sicurezza alimentari degli stabilimenti di Beyond Meat.

Beyond Meat riconoscimenti

Non solo controversie giudiziarie, per fortuna. Beyond Meat ha anche ottenuto un importante riconoscimento: nel settembre 2018, il Champions of the Earth da parte Nazioni Unite. Riconoscendo così di fatto gli sforzi dell’azienda in tema di sostenibilità al di là del prodotto che offre (il che già rappresenta uno sforzo, visto che la produzione di carne bovina provoca non poco inquinamento da Co2 nonché consumo di suolo).

Per esempio, l’utilizzo in luogo di vassoi di plastica per imballaggi con vassoi compostabili per l’uso nella loro salsiccia.

Conviene comprare azioni Beyond Meat?

Vista la storia di Beyond Meat e di cosa si occupa, vediamo se conviene comprare le sue azioni.

Lo storico delle azioni Beyond Meat è alquanto breve, essendo stata lanciata in Borsa nel maggio 2019.

Tuttavia, è già possibile elaborare una interessante analisi tecnica.

Il titolo è partito a 66,79 USD, facendo registrare nei due mesi successivi una straordinaria crescita. Toccando, il 26 luglio 2019, quota 324,90 dollari. Quindi, aumentando di circa 5 volte il valore iniziale.

Tuttavia, successivamente, si è verificato un costante tracollo. Toccando verso fine gennaio 2020 quota 75,41 USD. Poi una nuova crescita, non senza cadute, giungendo a quota 125,82 USD ad inizio settembre 2020.

Di qui una repentina impennata, arrivando a quota 194,95 USD il 9 ottobre 2020. Successivamente una leggera flessione.

Dunque, siamo dinanzi ad un titolo che vive di importanti accelerate e che già viaggia su tre cifre. Sebbene sia troppo presto per dare un giudizio più preciso. Potremmo, per esempio, essere dinanzi ad un entusiasmo tipico dei titoli novizi. Soprattutto quelli alle cui spalle troviamo progetti innovativi.

Ecco la quotazione attuale delle azioni Beyond Meat:

Veniamo all’analisi fondamentale. I numeri societari, come visto in precedenza, sono comunque già di tutto rispetto. E Beyond Meat punta ad un mercato in potenziale crescita: quello dei vegani e dei vegetariani. Trovandosi ad essere tra le aziende potenziali leader di domani, occupandosi di ciò già dal 2009.

Certo, le criticità non mancano. Come il ritiro dal mercato del suo pollo simulato o il finto hambuerger che costa troppo e contiene troppo sale. Tuttavia, una volta corretto il tiro a suon di ricerche di mercato ed espansione della propria clientela che fornirà un prezioso feedback sempre maggiore, sicuramente Beyond Meat può dire la sua.

Il fatto che sia approdata sull’ecommerce nel 2020, hanno che a causa del Covid-19 ha visto una grande espanzione di questa modalità virtuale di fare shopping, sicuramente è un ulteriore vantaggio.

Quindi, tornando alla domanda iniziale, se conviene investire in azioni Beyond Meat, la risposta è: Sì, ma farlo con prudenza. Giacché siamo dinanzi ad una società dalle grandi prospettive future, ma lanciata da poco sul mercato azionario.

Si potrebbe quindi andare short per approfittare dei suoi repentini cambi di prezzo – al rialzo o al ribasso – ma anche long per puntare su un titolo che alla distanza farà parlare probabilmente bene di sé.

Investire sul titolo Beyond Meat con ForexTB

ForexTB (clicca qui per maggiori informazioni) può essere il broker giusto per investire sulle azioni Beyond Meat.

Ha licenza CySEC, offre la possibilità di scegliere tra 4 account diversi, in base alle proprie possibilità ed esigenze. Offre una importante proposta formativa oltre che un Conto demo.

Tra i servizi più interessanti, troviamo i segnali di trading di Trading Central.

Per aprire un conto gratis su ForexTB clicca qui

Investire sul titolo Beyond Meat con eToro

Il Broker eToro (clicca qui per maggiori informazioni), oltre alla licenza CySEC, ha anche licenza FCA e ASIC.

Offre la possibilità di copiare cosa fanno i trader più bravi col servizio copy trading, ma anche di confrontarsi con gli altri trader tramite il Social trading.

Il broker eToro prevede un solo account, con 200 euro di deposito minimo iniziale.

Per aprire un conto di trading su eToro clicca qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading sul titolo Beyond Meat con Plus500

Il Broker Plus500 (clicca qui per maggiori informazioni), oltre alle licenze prestigiose rilasciate dalla CySEC e da FCA, è anche sponsor di diverse squadre di calcio italiane. Tra le quali l’Atletico Madrid e l’italiana Atalanta.

Plus500 prevede la possibilità di scegliere tra 32 lingue diverse e su oltre 2500 titoli. Così da poter diversificare il proprio portafoglio oltre le azioni Beyond meat.

Per chi cerca assistenza da parte del Broker, c’è la possibilità di contattarla mediante Live chat.

Per saperne di più sui servizi di Plus500 clicca qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Investire sul titolo Beyond Meat con Trade.com

Il broker Trade.com offre, oltre alle licenze dette fino ad ora, anche quella per operare in Sud Africa.

Trade.com offre i segnali di trading di Trading central, così come la possibilità di fare pratica con un Conto demo che si ricarica quando arriva a zero.

Non mancano poi ben 21 video on demand divisi in 3 categorie di argomenti diversi e fino a ben 5 account tra cui scegliere.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.