Come vendere ferro vecchio: quotazione e a chi rivolgersi

Il ferro ormai inutilizzato può essere un'ottima fonte di guadagno

Di tanto in tanto leggiamo o sentiamo notizie che riguardano il furto di ferro. Una scelta non casuale e di certo non un hobby, giacché il ferro può essere rivenduto. Pertanto, può essere utile saperne di più su questo mercato, ovviamente non per mettersi a trafugare il ferro in giro; bensì per poter eventualmente vendere quello che si ha in casa. Dunque, ecco come vendere ferro vecchio.

dove vendere ferro vecchio
Un tipico triciclo per la raccolta del ferro

Come vendere ferro vecchio: la valutazione

Come esistono siti dove poter rivendere i nostri oggetti inutilizzati (si pensi a Subito o Kijiji ad esempio) o mercatini dell’usato, anche il ferro vecchio inutilizzato ha un suo valore di vendita. Innanzitutto occorre capire quanto valga il ferro. Come tutti i metalli, anch’esso ha un valore oscillante e non è facile dare un numero fisso. Diciamo che orientativamente si aggira su un valore medio di 190 euro a tonnellata. Ad incidere sulla sua quotazione sono vari aspetti. Ad esempio, non è detto che tutto sia ferro, ci sono materiali che si avvicinano molto ma in realtà sono altre tipologie di materiale, come acciaio o plastica. Inoltre, più il ferro è puro e più c’è la possibilità di rivenderlo sul mercato.

La quotazione del ferro è sottoposta come tutti i metalli alla borsa più importante del settore: la London Metal Exchange. La quale stabilisce il suo prezzo in base al classico meccanismo economico della domanda e dell’offerta. Il ferro vecchio non viene considerato puro, pertanto il suo valore è più svalutato di quest’ultimo tipo e si avvicina ad altri materiali come il magnesio. I quali sono svalutati proprio perché molto diffusi.

Come vendere ferro vecchio: a chi rivolgersi

come vendere ferro vecchio
Un ammasso di ferro vecchio

Il consiglio è dunque quello di rivolgersi a un esperto prima di venderlo. Ad esempio alle aziende che stanno cercando ferro vecchio per la propria attività, che sono cioè specializzate nella sua lavorazione per rivenderlo alle imprese edili. Queste aziende vi faranno una quotazione del ferro e vi diranno il suo gradi di purezza. Oppure, potrete rivolgervi a privati che acquistano e vendono il ferro, raccogliendolo porta a porta con tricicli, furgoncini o avendo piccoli magazzini. Oltre alla quotazione di mercato, queste attività vi indicano il grado di purezza del ferro che state vendendo. Sempre meglio non affidarsi comunque troppo a questo materiale per facili guadagni. Meglio rivenderlo quando se ne ha in casa e bisogna disfarsene e non come vera e propria attività lavorativa principale.