Come scegliere una banca sicura e affidabile? Una guida

Come scegliere la banca giusta? Come capire se una banca è affidabile? Come capire se una banca non sia una truffa? Quali sono i consigli utili per scegliere una banca? Quali caratteristiche deve avere la banca giusta?

Queste ed altre sono domande giuste, che ci poniamo ogni qualvolta dobbiamo selezionare una banca. Già perché ad una banca noi affidiamo il nostro stipendio, i nostri risparmi, i nostri titoli, depositiamo i nostri preziosi. E quindi, la scelta è delicata e deve essere ponderata.

Ancor di più alla luce dei tanti scandali bancari che ultimamente hanno colpito il sistema creditizio italiano. Riguardanti non solo piccole banche popolari che operano sul territorio (si pensi al Banca popolare di Vicenza o a Banca Etruria) ma anche a banche storiche. Perfino la prima d’Europa, come Monte dei Paschi di Siena.

Per capire quali siano le banche in difficoltà finanziaria, prima che accada l’irreparabile, l’Unione europea ha ideato uno stress test. Spesso neanche superato brillantemente da colossi bancari tedeschi, come accaduto nel 2018 da Deutsch Bank.

Poi c’è la questione costi. Un altro fondamentale fattore da prendere in considerazione, oltre alla solvenza. Il mercato concorrenziale tra le banche ha fatto sì che molti costi siano stati abbattuti. E il più delle volte si paghino solo i costi imposti dallo Stato, come il bollo annuo sopra una determinata giacenza.

Infine, altro aspetto fondamentale di una Banca deve essere l’Home banking. Ovvero, la possibilità di gestire il conto e tutte le operazioni comodamente dal proprio computer o tramite smartphone e tablet.

Detto ciò vediamo quali caratteristiche occorre tener presente per scegliere la banca giusta che fa per noi.

Come scegliere una banca, considerare le proprie abitudini

In primo luogo, determina le tue abitudini col denaro. Prima di fare scegliere una banca, decidi cosa preferisci, in modo che tu sappia quale banca è giusta per te. Le cose buone da considerare sono l’uso di Automated Teller Machine (ATM), saldi contabili ridotti, conti di investimento, servizi bancari online, pagamento di fatture, carte di credito e depositi.

Scegliere una banca, la posizione della sede fisica

Decidi se la posizione è importante per te. Se fai depositi settimanali, allora potresti voler restringere le potenziali scelte a quelle banche che sono vicine a casa o al lavoro. Molte persone fanno una buona parte del loro tramite il succitato banking online, che potrebbe anche essere considerato un luogo. Dipende sempre dal tipo di operazioni che svolgi. Se solo finanziarie o anche di deposito di preziosi, lingotti o monete d’oro, ecc.

Come capire quale banca scegliere, l’importanza degli ATM

Considera il tuo utilizzo di ATM. Molte banche hanno commissioni associate all’uso di sportelli bancomat da un’altra banca. Decidi quali banche dispongono di sportelli automatici che sarebbero convenienti per te, in modo che tu possa evitare le tasse.

L’utilizzo dell’ATAT dovrebbe essere misurato non solo sull’utilizzo locale, ma anche sul tuo viaggio. Se non si viaggia spesso fuori dal proprio stato, quindi scegliere una banca statale popolare con molte filiali locali. Se viaggi spesso, potresti scegliere una banca nazionale.

Come scegliere banca migliore, il servizio clienti

Decidi l’importanza del servizio clienti. Molte cooperative di credito hanno modi in cui puoi parlare rapidamente a una figura locale, se hai un problema bancario. Le banche nazionali usano spesso i call centre, una frustrazione per alcuni clienti delle banche. In quanto sovente non rispondono subito o per telefono sono poco risolutivi.

Selezionare una banca, valutare il sito web

Decidi se l’e-banking è una priorità. Sebbene la maggior parte delle banche offrano una sorta di banca online, la sofisticazione dei loro siti web bancari sarà diversa. Alcune cooperative di credito o banche più piccole potrebbero non disporre di tutte le opzioni online che una banca nazionale può fornire.

Banca migliore, valuta commissioni e tassi d’interesse

Confronta le commissioni e i tassi di interesse associati a ciascuna banca. Vai online o vai alle filiali e raccogli i programmi delle tasse. Confronta le tasse bancomat, le commissioni di scoperto e le basse spese di equilibrio. Cerca le banche che forniscono conti di controllo di pagamento gratuiti o molto bassi, commissioni bancarie basse o assenti.

Confronta i tassi di interesse di risparmio, controllando i tassi di interesse e i tassi di interesse di investimento. Inoltre, vedere se c’è un costo aggiuntivo per assegni o servizi bancari online. Spesso si hanno brutte sorprese a posteriori, a contratto firmato.

Consigli per scegliere la banca, la stabilità finanziaria

Ricerca sulla stabilità finanziaria della banca. La Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) fornisce una relazione sulle prospettive finanziarie di molte banche. Cerca nella directory dell’istituto per scoprire le tue possibili scelte.

Consigli su come selezionare la banca giusta, la questione etica

Ricerca l’etica finanziaria della banca. Molte persone stanno prendendo i loro soldi dalle grandi banche che sono state coinvolte con lo scandalo dei mutui subprime e li hanno messi nelle banche locali o nelle cooperative di credito. Potrebbe essere comodo sapere che la tua unione di credito usa i tuoi soldi per aiutare le persone locali a finanziare le loro case o le loro auto.

Le opzioni di investimento per scegliere la banca giusta

Decidi in base alle opzioni di investimento. Sebbene non sia necessario mantenere un conto di vecchiaia, un certificato di deposito o un fondo comune attraverso la stessa banca, può rendere i trasferimenti estremamente convenienti. Molte delle opzioni di investimento richiedono un elevato saldo del conto.

Consigli su scelta banca, una ispezione in sede o telefonica

Visita le filiali bancarie locali o chiama una banca Internet prima di iscriverti. Vuoi assicurarti di essere sicuro delle tariffe e degli orari. Entrare in una banca ti aiuterà anche a farti un’idea del servizio clienti.

Scegliere la banca giusta, prendi in considerazione la diversificazione

Alcune persone preferiscono mantenere tutti i loro conti – controllo, risparmi, mercato monetario, certificati di deposito, carte di credito, prestiti e altri prodotti – in un’unica banca. Altri distribuiscono i loro soldi per ottenere l’offerta migliore su tariffe e commissioni.

Non c’è limite al numero di account che puoi avere presso diverse banche o cooperative di credito, quindi sentiti libero di personalizzare le tue finanze in base alle tue esigenze.

In effetti è un po’ il discorso della diversificazione del portafoglio titoli. Puntare tutto su un titolo è rischioso, così come avere tutti i propri soldi su un’unica banca.

Scegliere la banca giusta: le dimensioni contano?

La maggior parte delle persone che vogliono aprire un conto in un istituto tradizionale vogliono utilizzare una banca con una succursale vicina a dove vivono e / o lavorano, in modo che sia conveniente visitare un cassiere e effettuare depositi e prelievi. Se non viaggi spesso, potrebbe trattarsi di una grande banca nazionale o di una piccola banca regionale o comunitaria.

Se viaggi spesso, ti consigliamo di fare qualche ricerca per vedere quali banche hanno posizioni in cui ti trovi più spesso. Avrai un facile accesso ai tuoi soldi quando sei fuori città, una persona reale con cui parlare faccia a faccia se hai problemi e nessun costo di servizio per l’utilizzo di sportelli bancari fuori dalla rete.

L’altro considerazione importante quando si parla di dimensioni è che alcune persone possono scoprire che il servizio clienti è migliore per le banche più piccole e che queste banche si interessano maggiormente delle comunità locali in cui operano.

Non c’è una regola universale, qui, però, quindi se questi fattori sono importanti per te, la soluzione migliore è visitare la banca di persona e vedere che tipo di esperienza hai. Se scegli una banca solo online, di solito avere accesso a una rete di sportelli bancomat gratuiti a livello nazionale.

La tua banca potrebbe inoltre rimborsarti un determinato numero di commissioni ATM fuori rete al mese.

Banche online a zero spese, è tutto vero?

Oggi come oggi sono tante le banche che si dicono a zero spese. Soprattutto quelle online. Ma è davvero così?

Anche le piccole spese possono accumularsi nel tempo e consumare nel saldo del conto, quindi controlla attentamente il tariffario di una banca prima di iscriverti e assicurati di capire cosa devi fare per evitare le tasse. Questo consiglio vale anche se ti iscrivi con una banca che pubblicizza il controllo gratuito; ci sono sempre commissioni da qualche parte.

Potresti dover pagare delle commissioni per lasciare che il tuo saldo scenda al di sotto di una certa soglia, non avere lo stipendio direttamente depositato sul tuo conto, il prelievo sul tuo conto, l’utilizzo di un bancomat, la richiesta di estratti conto, e persino la chiusura del tuo account.

Singole operazioni con singoli piccoli costi. Ma, come si suol dire, è la somma che fa il totale. E a fine anno l’importo totale pagato non sarà così irrilevante.

Un esempio su tutti è dato dallo SMS alert. Ossia, la possibilità di farsi avvisare su ogni novità relativa al proprio conto corrente mediante il classico SMS. Ogni singolo messaggino costa in genere tra i 15 e i 25 centesimi. Un servizio comodo, certo, ma che poi a fine anno rappresenta un costose riceviamo un minimo di 2 sms al mese, sono 50 centesimi al mese (ad esempio, riguardo i prelievi, i bonifici gli accrediti). Che moltiplicato per 12 diventano già 6 euro. Ma abbiamo preso in considerazione solo 2 sms al mese. La media potrebbe essere più alta.

LEAVE A REPLY