Come ricaricare la postepay con paypal? Trasferire denaro su carta

Come ricaricare la postepay con paypal

Dopo il black friday hai capito che fare acquisti online può essere veramente molto conveniente. Non ti fidi di usare la tua carta di credito e decidi farti una postepay oppure possiede già la carta gialla più nota del sistema poste italiane e vuoi utilizzarla, ma in questo momento è priva di fondi. Per tutta una serie di motivi non puoi scendere a ricaricarla, ma poi ti viene da chiederti: come posso ricaricare la postepay con paypal? E’ possibile fare una ricarica online e spostare i soldi dal conto tendenzialmente più sicuro della rete per effettuare transazioni e spostare liquidità direttamente sulla carta? Assolutamente sì! Vediamo insieme come ricaricare la postepay con paypal.

Come ricaricare la postepay con paypal: saper navigare sul portale di transazioni online

La prima cosa da fare è aprire il browser e andare sul sito ufficiale di paypal, quindi o semplicemente digitandolo nella ricerca di google e andandolo poi a selezionare o dalla barra degli indirizzi, cercando www.paypal.com e una volta aperto effettuare il login. Potrà succedere che per effettuare l’accesso, anche dopo aver correttamente inserito il vostro username e la vostra password, vi venga richiesto di inserire un codice che vi sarà inviato nel giro di pochi secondi sul numero di cellulare che avete registrato per Paypal. Nessunaa paura e nessun problema, è solo un’ulteriore misura di sicurezza che può essere attuata se l’ultimo accesso è stato effettuato ad esempio da mobile o da un altro pc diverso da quello con cui avevate effettuato l’accesso l’ultima volta.  Come ricaricare la postepay con paypal

Come ricaricare la postepay con paypal: collegamento carta

A questo punto bisogna vedere se la carta postepay che vuoi ricaricare è già collegata o no al tuo conto. Se lo è nessun problema, altrimenti devi selezionare in alto nel menù la voce “portafoglio”, successivamente cliccare “collega una carta” col simboletto + e proseguire inserendo i vari dati.

Una volta collegata la carta, ritornate nella stessa sezione “portafoglio” e selezionate la voce in basso a sinistra, nella nuova pagina che vi si aprirà, dove troverete scritto “trasferisci denaro”. Vi si aprirà un’altra schermata completamente bianca con due opzioni da selezionare: nella prima ci sarà la carta che avrete o avevate collegate precedentemente, nella seconda dovrete andare ad inserire l’importo esatto che volete trasferire dal vostro conto paypal alla postepay. Confermate il tutto e attendete. Ricordatevi che c’è una fee proporzionale alla somma che invierete, una sorta di imposta che si prende paypal stessa per effettuare la transazione.

A questo punto non pensate che sia tutto pronto per fare acquisti e di essere riusciti a ricaricare la postepay con paypal perché il denaro verrà trasferito in 5-7 giorni lavorativi, per cui ci sarà da attendere.

Come ricaricare la postepay con paypal utilizzando l’app

Fin ora abbiamo visto la procedura per ricaricare la postepay con paypal utilizzando un computer. Tuttavia, è possibile riuscire nel procedimento anche dal nostro telefono, da mobile, grazie all’app di paypal disponibile per tutti i dispositivi, iOS e Android. Per scaricarla potete seguire le procedure standard per scaricare applicazioni, ossia collegarvi all’app store o google play store, digitare “paypal”, scaricare l’app e installarla. Fatto ciò, apriamola e inseriamo tutti i nostri dati personali. Anche qui poi troveremo la sezione nel menù, denominata “portafoglio” dove andremo ad associare la carta visa gialla, la postepay e successivamente selezioneremo il “campo A” per trasferirci i fondi. Digitiamo l’importo, confermiamo e anche in questo caso il gioco è fatto. Anche qui, come tramite computer, bisognerà attendere all’incirca una settimana (tra i 5 e i 7 giorni lavorativi) per vedere i soldi comparire nel nostro conto postepay.

Per chi dovesse riscontrare dei problemi può contattare l’assistenza tecnica nel sito ufficiale postepay dove c’è anche un numero verde a cui rivolgervi.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY