Come investire in Ethereum: guida completa

Cos’è Ethereum? Come investire in Ethereum? Conviene investire in Ethereum?

Se ti stai ponendo queste domande, probabilmente hai sentito parlare di Ethereum, la Regina degli Altcoin. Ricordiamo che gli Altcoin sono le criptomonete alternative al Bitcoin. Infatti, Ethereum dalla sua nascita si è ben presto posizionata al secondo posto per capitalizzazione di mercato.

Inoltre, non è una semplice criptovaluta, bensì ha lanciato un sistema economico alternativo a quello tradizionale, basato sugli smart contract. Chiamati in italiano contratti intelligenti in quanto si adattano ad ogni settore di utilizzo.

Sebbene c’è chi confuta questa traduzione nostrana in quanto non sarebbero poi così intelligenti, visto che mantengono dei parametri rigidi stabiliti inizialmente senza possibilità di modifica dovuta agli imprevisti.

A creare Ethereum è stato un giovanissimo russo naturalizzato canadese, Vitalik Buterin, il quale ha iniziato ad interessarsi di Bitcoin all’età di 17 anni realizzando un magazine con un amico di origini albanesi. A soli 19 ha creato Ethereum, andando oltre lo stesso Bitcoin per le ragioni suddette. Coadiuvato da Mihai Alisie, Anthony Di Iorio and Charles Hoskinson.

Ethereum è stata lanciata definitivamente nel 2015 grazie ad una ICO (Initial Coin Offering, simile alle IPO per le quotazioni in Borsa delle società). In realtà inizialmente Ethereum ha anche dato vita ad un aspro dibattito tra chi voleva mantenerne la gratuità e l’open sourcing e chi, invece, voleva creare un servizio a pagamento. Alla fine ha prevalso la prima fazione.

Ad ogni modo molti continuano a investire pesantemente sulle criptovalute sfruttando Le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo di Ethereum. Ad esempio 24option (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Comunque, fatta una breve presentazione su Etheruem, vediamo quali sono le migliori strade per investire.

Ethereum cos’è

Nella sua semplicità, Ethereum è una piattaforma software aperta basata sulla tecnologia blockchain che consente agli sviluppatori di creare e distribuire applicazioni decentralizzate.

Ethereum consente agli sviluppatori di creare e distribuire applicazioni decentralizzate. Un’applicazione decentralizzata o Dapp hanno uno scopo particolare per i suoi utenti. Bitcoin, ad esempio, è un Dapp che fornisce ai suoi utenti un sistema di cassa elettronico peer to peer che consente pagamenti online di Bitcoin.

Poiché le applicazioni decentralizzate sono costituite da codice che viene eseguito su una rete blockchain, non sono controllate da alcuna entità individuale o centrale.

Qualsiasi servizio centralizzato può essere decentralizzato tramite Ethereum. Pensa a tutti i servizi di intermediazione esistenti in centinaia di settori diversi. Dai servizi ovvi come i prestiti forniti dalle banche ai servizi di intermediazione raramente pensati dalla maggior parte delle persone come i registri dei titoli, i sistemi di voto, la conformità normativa e molto altro.

Ethereum può anche essere utilizzato per costruire organizzazioni autonome decentralizzate (DAO). Un DAO è un’organizzazione completamente autonoma e decentralizzata senza un singolo leader.

I DAO sono gestiti dal codice di programmazione, su una raccolta di contratti intelligenti scritti sulla blockchain di Ethereum. Il codice è progettato per sostituire le regole e la struttura di un’organizzazione tradizionale, eliminando la necessità di un controllo umano e centralizzato. Un DAO è di proprietà di tutti coloro che acquistano token, ma invece di ogni token equivalente a quote azionarie

Ethereum come funziona

Ethereum è una rete di blockchain pubblica distribuita. Sebbene ci siano alcune differenze tecniche significative col Bitcoin, la distinzione più importante da notare è che Bitcoin ed Ethereum differiscono sostanzialmente per scopo e capacità.

Bitcoin offre una particolare applicazione della tecnologia blockchain, un sistema di cassa elettronico peer to peer che consente pagamenti online di Bitcoin. Mentre la blockchain Bitcoin viene utilizzata per tracciare la proprietà della valuta digitale (bitcoin), la blockchain Ethereum si concentra sull’esecuzione del codice di programmazione di qualsiasi applicazione decentralizzata.

Nella blockchain Ethereum, invece di estrarre bitcoin, i minatori lavorano per guadagnare Ether, un tipo di token crittografico che alimenta la rete. Oltre a una criptovaluta negoziabile, Ether viene anche utilizzato dagli sviluppatori di applicazioni per pagare commissioni e servizi di transazione sulla rete Ethereum.

Esiste un secondo tipo di token che viene utilizzato per pagare le commissioni dei minatori per l’inclusione delle transazioni nel loro blocco, si chiama gas, e ogni esecuzione di contratto intelligente richiede l’invio di una certa quantità di gas per invogliare i minatori a inserirla la blockchain.

Ethereum storia

Queste le fasi principali nella storia di Ethereum:

  • Novembre 2013: Vitalik Buterin pubblica il white paper di Ethereum
  • Gennaio 2014: lo sviluppo della piattaforma Ethereum è stato annunciato pubblicamente. Il team di sviluppo originale di Ethereum era composto da Vitalik Buterin, Mihai Alisie, Anthony Di Iorio e Charles Hoskinson
  • Agosto 2014: Ethereum termina il proprio ICO e raccoglie $ 18,4 milioni.
  • Maggio 2015: “Olympic” rilascia le testnet di Ethereum
  • 30 luglio 2015: è stata rilasciata la prima fase dello sviluppo di Ethereum, “Frontier”
  • 14 marzo 2016: Homestead, la prima versione “stabile” di Ethereum, è uscita sul blocco 1.150.000.
  • Giugno 2016: si verifica l’hacking DAO e il valore di Ether pari a $ 50 milioni, che all’epoca era il 15% del totale Ether in circolazione
  • 25 ottobre 2016: forcelle Ethereum Classic lontano dal protocollo originale Ethereum
  • 16 ottobre 2017: si verifica l’aggiornamento metropolitano di Bisanzio.
  • 28 febbraio 2019: si verifica l’aggiornamento dell’hardfork di Metropolis Constantinople

Smart contract cosa sono

Lo smart contract è un modo per identificare un codice informatico che può facilitare lo scambio di denaro, contenuti, proprietà, azioni o qualsiasi cosa di valore.

Quando si esegue sulla blockchain un contratto intelligente diventa come un programma per computer autonomo che si esegue automaticamente quando vengono soddisfatte determinate condizioni. Poiché i contratti intelligenti vengono eseguiti sulla blockchain, vengono eseguiti esattamente come programmato senza alcuna possibilità di censura, tempi di inattività, frodi o interferenze di terze parti.

Mentre tutte le blockchain hanno la capacità di elaborare il codice, la maggior parte sono severamente limitate. Ethereum è diverso. Anziché fornire una serie di operazioni limitate, Ethereum consente agli sviluppatori di creare qualsiasi operazione desiderino. Ciò significa che gli sviluppatori possono creare migliaia di applicazioni diverse che vanno ben oltre tutto ciò che abbiamo visto prima.

Ethereum quotazione in tempo reale

Al momento della scrittura, Ethereum (ETH) prezza 197,79 USD con un volume di scambi di 8.386.444.295 USD nell’arco delle 24 ore. Prezzo in aumento di 1.8% nelle ultime 24 ore. La quantità di monete circolanti è pari a 108 Milioni. Il mercato più attivo nello scambio di Ethereum è Binance.

Ethereum, conviene investire?

Rispondere a questa domanda non è mai facile, in quanto i mercati finanziari sono sempre in fermento e molto imprevedibili. Soprattutto da quando hanno fatto irruzione le nuove tecnologie che li hanno aperti alla massa.

Nel caso di Ethereum, ormai questa criptovaluta si è stabilizzata e ha il vantaggio di basarsi su una tecnologia considerata di alto livello: gli smart contracts.

Tuttavia, come accade per tutte le altre criptovalute, anche il prezzo di Ethereum è strettamente correlato a quello del Bitcoin. E ciò ha il vantaggio di consentire anche previsioni sull’andamento dei prezzi. Sebbene occorra dire che negli ultimi tempi questa correlazione è venuta un po’ meno.

La principale differenza col Bitcoin riguarda la natura delle due blockchain. Nel caso di Bitcoin, questa tecnologia viene utilizzata con lo scopo di monitorare la proprietà della valuta. Mentre nel caso di Ethereum, la blockchain viene usata solo per eseguire il codice di programmazione degli Smart Contracts.

Questi software intelligenti non hanno alcuna interferenza esterna e sono in grado sia di elaborare input, sia di fornire output. Si pensi ai Digital Rights Management, smart contracts molto simili a quelli per le licenze del copyright.

Quindi, tornando alla domanda di partenza, il futuro di Ethereum può dirsi roseo e dalle buone prospettive. Sebbene il prezzo raramente abbia dato vita a rialzi entusiasmanti. Può dunque rientrare molto utile per cercare un asset stabile per il proprio portafoglio titoli. Ricordando altresì però di non investire oltre il 4 percento sul totale, come tanti esperti consigliano sempre.

Detto ciò, vediamo come investire su Ethereum con tre Broker sicuri, avendo tutti regolare licenza Consob per poter operare. Ed offrendo tutti tanti servizi molto utili per i trader iscritti.

Investire su Ethereum con eToro

Il primo Broker che vi suggeriamo è eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale), giunto ormai a quasi 11 milioni di iscritti. Il motivo è presto detto: questo Broker si rinnova quotidianamente, riuscendo sempre a lanciare nuovi servizi accattivanti appannaggio dei clienti. L’ultimo in ordine di tempo al momento della scrittura, riguarda il fatto che è possibile investire su ETF e azioni senza pagare commissioni, solo però se si è cittadini di un paese dell’Unione europea.

Per citare alcuni servizi molto interessanti offerti da Ethereum – oltre a quelli standard come Conto demo, assistenza clienti, eBook, ecc. – ne troviamo tre in particolare.

Il primo è il cosiddetto Social trading, uno spazio dove gli utenti possono confrontarsi, darsi delle dritte e dei consigli. Una sorta di Forum, che però rispetto a quelli tradizionali non trova la frequentazione di utenti fake che danno suggerimenti solo per un proprio tornaconto (affiliazione). Oppure sono trader falliti e vorrebbero far andare male pure gli altri. O, ancora, danno consigli in buona fede credendosi dei Warren Buffet provetti, ma nei fatti inducono solo ad errore.

Altro servizio che è il cavallo di battaglia (anche se sarebbe meglio dire il Toro di battaglia) di questa piattaforma è il Copy trading e che qualcuno confonde col succitato Social trading.

Grazie al Copy trading è possibile copiare cosa fanno gli utenti più esperti, chiamati Popular trader. I quali possono essere selezionati grazie alle statistiche messe in evidenza, nonché alla foto del profilo (anche se l’apparenza inganna).

Ultimo servizio molto utile messo a disposizione da eToro sono i Copyportfolios, mediante i quali non si copia un singolo trader ma un intero paniere di asset. In questo modo, gli asset si riequilibrano tra loro. I panieri sono selezionati da algoritmi ben dettagliati, ma sempre con una supervisione “umana”.

Per saperne di più su eToro visita il sito ufficiale.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Investire su eToro con Plus500

Il secondo Broker che vi suggeriamo è Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale), che i tifosi di calcio forse riconosceranno per il fatto che sia sponsor di una squadra europea molto prestigiosa: Plus500.

Plus500 offre due servizi molto interessanti in particolare. Il primo, riguarda le domande che pone a chi intende iscriversi.

Prevede infatti il Centro formazione e conoscenza, dove vengono poste agli utenti alcune domande sul trading in generale. Nonché sulla negoziazione con i CFD, acronimo di Contract for Difference. C’è anche una sezione sulle Avvertenze sui Rischi.

Per visitare il sito ufficiale di Plus500 clicca qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Investire su Ethereum con 24option

Infine, ci sentiamo di suggerirvi anche il Broker 24option. Questo Broker pure risulta familiare per i tifosi di calcio italiani, essendo sponsor della squadra più amata ed odiata: la Juventus.

A sua volta, 24option si distingue per 2 servizi: i segnali di trading e gli ebook interattivi.

I segnali di trading (che trovi a questa pagina) altro non sono che suggerimenti che gli esperti a cui si è affidato il Broker in questione, inviano ai trader su quando entrare nel mercato. Possono essere inviati tramite mail o sms.

Orbene, quelli di 24option si distinguono in quanto sono inviati dalla società pluripremiata in materia: Trading Central. Che ha tre sedi a New York, Hong Kong e Parigi. Trading Central vanta la collaborazione di esperti del settore e offre a sua volta molti servizi sulla piattaforma.

L’altro servizio è quello degli ebook interattivi, che si distingue da quelli tradizionali scaricabili, in quanto si possono utilizzare tramite lo stesso sito. Risultando così più accattivanti e coinvolgenti della semplice lettura. Per avere accesso all’ebook gratuito clicca qui.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY