Come controllare saldo Postepay: tutte le modalità

Si tratta di un servizio di pagamento comodissimo che a costi estremamente ridotti

Nel circuito Visa Electron utilizzato in Italia, senza dubbio la carta che ha riscontrato maggiore successo è la Postepay, prepagata emessa da Poste italiane molto utilizzata dai giovani, specie per gli acquisti effettuati online. Le statistiche dicono infatti che un quarto degli acquisti su siti ecommerce, specie Amazon, sono effettuati tramite Postepay. Il motivo del suo successo negli anni sono vari. Su tutti: l’accredito immediato di una ricarica (che dal 2008 può essere effettuata anche tramite un punto SISAL al costo di 2 euro, esibendo il codice fiscale delll’intestatario); il suo costo d’acquisto limitato (5 euro, che peraltro vengono anche accreditati inizialmente sulla carta); la semplicità di utilizzo; i suoi costi esigui (1 euro ad operazione, 1 euro di ricarica tramite sportello postale, zero canone annuale); la facilità di rinnovarla senza alcun costo. In questa sede vi diciamo invece come controllare saldo Postepay.

come controllare saldo postepay
Alcune carte Postepay: è importante conoscere il saldo, sempre!

Come controllare saldo Postepay: le tante modalità

Come verificare un saldo Postepay? Le modalità sono varie e tutte semplici. Innanzitutto occorre dire che Poste italiane ha riservato per questa carta prepagata un sistema di rendicontazione simile a quello di un estratto conto bancario. Riportando così entrate, ricariche, e uscite, prelievi e spese. Il tutto per agevolare il controllo di tutte le voci. Ciò risulta molto utile anche quando si decide di aprire una carta Postepay a un proprio figlio, al fine di effettuare un controllo su tutte le loro spese e notare eventuali storture.

Ora entriamo nel dettaglio per vedere come controllare il saldo di una PostePay. Il modo più tradizionale è ovviamente quello di recarsi presso un ufficio postale ed esibire la propria carta e i propri documenti (carta d’identità e codice fiscale). L’operatore vi stamperà un resoconto cartaceo riportante le ultime operazioni in entrata e in uscita e il saldo della carta, diviso in saldo disponibile e saldo contabile. Il primo sarebbe l’importo di cui disponiamo effettivamente sulla nostra carta, mentre il secondo potrebbe non riportare delle operazioni effettuate da poche ore o da qualche giorno, e che sono in attesa di conferma (si pensi a un acquisto effettuato online che attende di essere processato). Oppure, il saldo Postepay può essere verificato mediante il sito che Poste italiane ha specificamente dedicato a questo servizio: http://www.postepay.it/ 

C’è anche un terzo modo, il servizio Simply Banco Posta, la cui attivazione va richiesta presso un ufficio postale. Tramite esso, il saldo può essere controllato agevolmente tramite Sms. Vale la pena infine ricordare che Poste negli anni ha aggiunto altri servizi accattivanti, come quello di poter modificare a proprio piacimento esteticamente la carta.