Come calcolare codice fiscale online e verifica codice inverso

Come calcolare il codice fiscale online? Come verificare il codice inverso? Cos’è il Codice fiscale? Lo vedremo in questo articolo. In effetti, spesso ci capita di dover compilare un documento e dover inserire il codice fiscale. Ma non ce l’abbiamo a portata di mano e non lo ricordiamo tutto. Del resto, come noto, è composto da un codice alfanumerico abbastanza lungo. Pertanto, se non lo si usa spesso, potrebbe essere difficile da ricordare.

In questo articolo ti aiutiamo a vedere come calcolare il codice fiscale online e verificare il corrispettivo codice inverso.

Come calcolare codice fiscale online

Come calcolare codice fiscale online? Tranquillo, non devi sforzarti di ricordare il tuo codice fiscale per intero. Internet aiuta anche in questo. Noi vi suggeriamo i siti specializzati. Su questi siti tipicamente apparirà sulla schermata un grafico che simula proprio il codice fiscale, col tipico colore verde. Sebbene, con l’arrivo della tessera sanitaria, tale colore sia stato sostituito da un blu chiaro e un altro format. Comunque, il vecchio codice fiscale plastificato vale ancora. Così come quello ancora precedente in formato libretto cartaceo.

Calcolare il proprio codice fiscale è dunque facile: ci viene chiesto Nome, Cognome, Sesso, Luogo di nascita, Provincia e data di nascita.

Compilati i campi e cliccando su Calcola il codice fiscale, ci verrà appunto fornito il nostro tanto agognato Codice fiscale

Come è composto Codice fiscale

Lo stesso portale ci ricorda come è composto un Codice fiscale:

  • le prime tre lettere del codice fiscale sono prese dal cognome (solitamente prima, seconda e terza consonante. Ove assenti si passa alle vocali sempre andando per ordine)
  • le seconde tre lettere del codice fiscale sono prese dal nome (solitamente prima, terza e quarta consonante. Ove assenti si passa alle vocali sempre andando per ordine)
  • le ultime due cifre dell’anno di nascita
  • una lettera per il mese (Gennaio: A; Febbraio: B; Marzo: C; Aprile: D; Maggio: E; Giugno: H; Luglio: L; Agosto:M; Settembre: P; Ottobre: R; Novembre: S; Dicembre: T.)
  • il giorno di nascita: in caso di sesso femminile si aggiunge 40 per cui è chiaro che se si trova scritto, ad esempio, 52, non può che trattarsi di una donna nata il 12 del mese
  • Codice del comune (quattro caratteri)
  • Carattere di controllo, per verificare la correttezza del codice fiscale.

Due persone con stesso Codice fiscale cosa fare

 

Può succedere che due persone abbiano stesso Codice fiscale? Certo. Ma, in questo caso, l’Agenzia delle Entrate provvede a sostituire alcuni caratteri per risolvere l’ambiguità. Il presente calcolo online del codice fiscale segue le regole del DM del 12/03/1974, trascurando i rarissimi casi di omocodie e relative correzioni note solo all’Agenzia delle Entrate.

Codice fiscale storia

Qual è la storia del Codice fiscale? Il codice fiscale è stato introdotto con il Decreto del presidente della Repubblica n. 605 del 29 settembre 1973 al fine di efficientare l’amministrazione finanziaria con la creazione dell’Anagrafe tributaria, fortemente voluta dall’allora ministro delle finanze Bruno Visentini. Esso viene attribuito e rilasciato a ciascun cittadino italiano dall’Agenzia delle entrate e può essere attribuito anche ai cittadini stranieri.

Sin dalla riforma a ciascuna persona veniva consegnato un tesserino prima cartaceo poi di plastica con banda magnetica, riportante oltre al codice fiscale anche cognome, nome, sesso, luogo di nascita, provincia di nascita, data di nascita e anno di emissione.

Codice fiscale, cosa fare in caso di cambio nome

Cosa fare con il codice fiscale in caso di cambio di nome? I contribuenti che cambiano il proprio cognome e/o nome, devono anche aggiornare anche il proprio codice fiscale. Il problema, che era in origine occasionale, sta diventando sempre più frequente con l’aumento del numero degli immigrati: molti, nell’ottenere la cittadinanza italiana, sono costretti a cambiare il cognome in quanto le regole di attribuzione del cognome italiano sono diverse rispetto al loro paese d’origine.

Occorre dunque recarsi presso l’Agenzia delle Entrate di competenza nel proprio territorio e chiedere il cambio dei dati.

Codice fiscale inverso come si fa

Come si calcola il codice fiscale inverso? Innanzitutto, occorre dire cosa significa Codice fiscale inverso. Si ha quando dal codice fiscale vogliamo estrarre dei dati. Come:

  • prime tre lettere consonanti del cognome
  • prime tre lettere consonanti del nome
  • data di nascita
  • comune di nascita
  • sesso

Non sarà possibile invece avere il nome e cognome della persona, ma si potrà invece verificare la validità dei dati. Difatti inserendo il codice di 16 cifre della persona si potranno vedere se i dati forniti corrispondono alla verità e se sono verificati dal sistema.

Per poterlo fare, possiamo recarci sul sito http://www.codicefiscaleonline.com/codice_inverso.php, arrivandoci dal fondo della Home page. Una volta inserito il Codice fiscale in questione, cliccheremo su “Verifica codice fiscale”.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY