Coinsbit Exchange, recensione completa: se conviene e alternative

Se avete deciso di investire in criptovalute, avete tre alternative: minarle, tramite Broker o comprandole e vendendole tramite Exchange. In questo articolo, vi proponiamo una recensione completa su Coinsbit.

In effetti, le tre opzioni comportano ciascuna pro e contro. Per esempio, se decidete di minarle, ciò comporta onerosi costi di tempo e di energia. In quanto dovrete risolvere calcoli matematici, investire negli hardware adatti e consumare molta corrente elettrica.

Tanto che ormai sono nati i Pool mining, colossi che minano criptovalute in massicce quantità, con sede nei Paesi dove la corrente elettrica si paga di meno.

La seconda alternativa prevede investire tramite Broker, ma qui dovrete stare attenti a scegliere quelli con regolare licenza per operare, da parte di una Commissione di vigilanza sui mercati finanziari. Come la nostra Consob o la cipriota CySEC.

Inoltre, dovete scegliere Broker che non prevedono commissioni sul trading ma solo spread. Un costo praticamente inevitabile e per loro irrinunciabile.

Infine, dovete stare attenti a non incappare in quelle piattaforme che vi promettono facili guadagni senza alcuna preparazione in materia. Dicendo che hanno un sistema di trading super-tecnologico esclusivo, basato su algoritmi automatici, i quali sono capaci di prevedere anzitempo l’andamento dei mercati. Il che è una balla colossale. Perderete solo tempo e, soprattutto, soldi.

Veniamo alla terza via: quella degli Exchange, piattaforme per cambiare criptovalute con altre criptovalute. O queste ultime con valute FIAT. Per intenderci, quelle che hanno corso legale ufficiale dei singoli Stati.

Anche gli Exchange hanno però i loro contro. Per esempio, non sono obbligati ad avere una licenza per operare. Hanno sede in paradisi fiscali in genere asiatici (Hong Kong o Singapore). Sovente sono vittima di attacchi Hacker che portano via criptosoldi dai wallet, come si trattasse di una rapina in Banca.

Per quanto riguarda le prime due criticità, in pratica significa che non c’è un organo di controllo a monte sul loro operato. Che li obbliga su questo o quello. Quanto al terzo punto critico, significa che è meglio non detenere per troppo tempo soldi sul conto. Ma trasferirli su wallet cosiddetti freddi, in quanto non hanno bisogno di funzionare online. Il che può aggirare gli attacchi Hacker.

I wallet freddi migliori sono quelli cartacei (aventi codice QR e la forma di uno scontrino); i software per Pc; le S-Pen (simili alle Pen drive che usate per trasportare dati o per ascoltare musica in formato digitale).

Se vi interessa comunque la strada degli Exchange, di seguito vi parliamo di Coinsbit. Quindi risponderemo a domande frequenti come Cos’è Coinsbit, come funziona Coinsbit, quali sono le opinioni e le recensioni su Coinsbit, se usare Coinsbit conviene, quali sono le migliori alternative a Coinsbit.

La soluzione migliore per operare sulle criptovalute rimane quella dei CFD. Ricordiamo che le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo delle criptovalute. Ad esempio ForexTB (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Coinsbit Exchange cos’è

Cos’è l’Exchange Coinsbit? Si tratta di una piattaforma che consente di cambiare criptovalute con criptovalute. Ma anche criptovalute con valute Fiat quali Dollaro ed Euro. Il che è un grande vantaggio, in quanto sono pochi gli Exchange che consentono di farlo.

E’ nato nel 2018 in Estonia, con sede legale nella capitale Tallin. Anche questa è una novità, dato che generalmente questo tipo di servizio ha sede nei paesi asiatici come Hong Kong, Singapore e Corea del sud (non a caso, i Paesi che maggiormente usano criptovalute), o negli Usa.

Per quanto concerne i volumi di scambi, si piazza 24mo al mondo per volumi di scambi e 29mo a livello mondiale come piattaforma in generale. Non proprio il Top quindi e si può trovare sicuramente molto di meglio.

Coinsbit Exchange come funziona

Come funziona Coinsbit Exchange? Sul proprio sito, dichiara di fornire assistenza clienti H24 e 7×7.

Riguardo le lingue disponibili, ne ha ben 13. Diverse asiatiche, mentre le europee sono Inglese, Tedesco, Portoghese, Spagnolo e Russo.

Siamo quindi alla solita mancanza della lingua italiana, giustificabile forse col fatto che di italiani che usano gli Exchange sono davvero ancora pochissimi.

Tuttavia, a quei pochi sconsigliamo di usare questo sito se non conoscete bene le lingue previste. Meglio evitare pure Google Translate, spesso non impeccabile. Ne va dei vostri soldi che potreste perdere con scelte sbagliate indotte da cattiva traduzione.

L’Exchange Coinsbit lascia comunque intendere che vuole accaparrarsi il mercato asiatico, molto avvezzo di criptovalute. E non solo per le tante lingue asiatiche previste, ma anche perché entro il 2020 renderà disponibile effettuare transazioni in Yuan e prevede di irrompere contestualmente sul mercato cinese.

Dal punto di vista tecnico, questa piattaforma si mostra altamente efficiente. Dato che supporta fino a 10mila transazioni al secondo.

Coinsbit Exchange commissioni

Quali sono le commissioni previste dall’Exchange Coinsbit? Prevede una commissione fissa dello 0,2%. Anche in questo, questa piattaforma si distingue, dato che in genere gli Exchange prediligono imporre commissioni a tassi variabili in rapporto al volume di transazioni effettuato dall’utente o dalla criptovalute.

Se non prevede, un po’ come tutti e ci mancherebbe, commissioni sui depositi, Coinsbit ne prevede sui prelievi:

  • In Bitcoin (BTC): 0.0012 BTC e un importo minimo prelevabile di 0.002 BTC
  • In Etherum (ETH): 0.01 ETH e un importo minimo prelevabile di 0.02 ETH
  • In Litecoin (LTC): 0.01 LTC e un importo minimo prelevabile di 0.02 LTC

Previste poi altre criptovalute minori oltre a queste tre più note.

Migliori piattaforme per investire in Criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
fxtbCFD su Bitcoin e CriptovaluteSegnali gratuitiISCRIVITI
etoroSocial trading
*75% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovaluteISCRIVITI
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Coinsbit Exchange opinioni e recensioni

Usare l’Exchange Coinsbit conviene? Quali sono le opinioni e le recensioni sull’Exchange Coinsbit?

Tra i punti forti dell’Exchange Coinsbit occorre annoverare:

  • la piattaforma user-friendly
  • il fatto che preveda valute Fiat come Euro e Dollaro (e presto, a quanto pare, pure lo Yen)
  • commissioni chiare e trasparenti in quanto fisse
  • una assistenza clienti che, almeno stando a quanto dichiara, copre tutto il giorno e tutta la settimana

Veniamo ora alle dolenti note:

  • manca l’italiano tra le lingue previste e l’inglese sul sito è pure grossolano
  • totale assenza di riferimenti sulla società che lo gestisce (vediamo solo la città dove ha sede)
  • si registrano lamentele riguardo ritardi dei prelievi
  • lamentele dei clienti anche sulla qualità dell’assistenza clienti, probabilmente lenta e poco esaustiva

Dunque, come per tutti gli Exchange, ci sono pro e contro. Se non vi ha convinto, di seguito vi suggeriamo alcune valide alternative. Ossia, Broker che consentono di poter investire sulle criptovalute senza commissioni, con regolare licenza CySEC e con servizi davvero interessanti.

Investire nelle criptovalute con eToro

Chiudiamo infine con il Broker eToro (clicca qui per saperne di più), che vanta tre servizi su tutti:

  • Social trading, che funziona come i Social network più popolari
  • Copy Trading , consente di copiare i trader più rinomati, per guadagnare quando si è ancora neofiti
  • Copy Portfolios, panieri di asset gestiti da algoritmi automatici supervisionati però sempre da tecnici “in carne ed ossa”

eToro offre il trading sulle seguenti criptovalute:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Ripple
  • Bitcoin Cash
  • Dash
  • Litecoin
  • Ethereum Classic
  • ADA Cardano
  • MIOTA
  • XLM
  • EOS
  • NEO
  • Tron
  • ZCash
  • Binance Coin
  • Tezos
  • GRAM

Per aprire il tuo account gratuito su eToro clicca qui.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Investire nelle criptovalute con Plus500

Il primo Broker che vi segnaliamo è Plus500 (clicca qui per saperne di più). Queste le sue caratteristiche principali:

  • piattaforma di trading semplice e intuitiva
  • spread competitivi
  • facile prelievo dei propri fondi
  • alto numero di strumenti negoziabili
  • basso deposito minimo richiesto per aprire un conto

Plus500 risulterà noto a quanti seguono il calcio europeo. Infatti da alcuni anni è sponsor dell’Atletico Madrid.

Per aprire il tuo account gratuito su Plus500 clicca qui.

Investire nelle criptovalute con Investous

Il secondo Broker è Investous (clicca qui per visitare il sito ufficiale), nato nel luglio 2018.

Tra i servizi interessanti che offre, ricordiamo i segnali di trading molto raffinati, inviati da una società leader nel settore come Trading central. Società colosso del settore, tanto da aver ricevuto per tanti anni di seguito il Technical Analyst Awards.

Per ricevere i segnali gratuiti di Investous clicca qui.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.