Coinbase: rubate criptovalute da 6mila account

Uno dei più importanti Exchange del Mondo, Coinbase, ha subito una nuova violazione della sicurezza. Gli hackers sono stati infatti in grado di aggirare l’autenticazione a più fattori dell’azienda – chiamata anche MFA – presente in una campagna coordinata all’inizio di quest’anno.

Gli Hacker hanno rubato criptovalute da ben 6.000 account, anche se il valore monetario del furto non è stato divulgato.

La notizia è arrivata in questi giorni, ma in realtà il furto è avvenuto nei mesi tra marzo e maggio scorsi.

Per poter violare gli account, gli hacker devono conoscere l’indirizzo e-mail, la password e il numero di telefono degli utenti interessati. Non è chiaro come gli aggressori abbiano ottenuto queste informazioni, anche se le truffe di phishing che prendono di mira gli utenti dello scambio non sono rare.

Tuttavia, Coinbase ha identificato una vulnerabilità nel processo di recupero dell’account che gli aggressori hanno sfruttato per accedere agli account. Questo il report dell’Exchange:

“In questo incidente, per i clienti che utilizzano i messaggi SMS per l’autenticazione a due fattori, la terza parte ha approfittato di un difetto nel processo di recupero dell’account SMS di Coinbase per ricevere un token di autenticazione a due fattori SMS e ottenere l’accesso al tuo account.”

Coinbase ha ricevuto severe critiche per il suo scarso servizio clienti. Infatti, stando a quanto riferisce un report di Cointelegraph, gli interessati all’attacco hacker non sono stati in grado di accedere al servizio clienti. Il che ha comportato migliaia di reclami.

A quanto pare, al debutto in Borsa di Coinbase non ha fatto seguito un rafforzamento del proprio servizio clienti. Sebbene alcune migliorie erano state annunciate lo scorso agosto. Forse proprio dopo questo accaduto reso pubblico solo ora.

Se ti interessa fare trading in modo sicuro puoi utilizzare le piattaforme regolamentate come ad esempio quella del broker eToro.

  1. Registrati su eToro
  2. Fai pratica con il conto demo
  3. Deposita denaro sul tuo account
  4. Prova il copy trading

Cinque criptovalute da tenere d’occhio in questo fine 2021

Le altcoin hanno rubato i riflettori sul mercato delle criptovalute nel 2021, ispirando acquisti e vendite frenetici. Spingendo anche la cosiddetta DeFi, la finanza decentralizzata.

Quelli che hanno ottenuto i risultati migliori sono riusciti ad aumentare il loro valore di migliaia di punti e hanno fatto guadagnare milioni di investitori che hanno creduto in essi.

Non è andata ovviamente bene per tute le criptovalute definibili altcoin, ovvero alternative al Bitcoin. Tuttavia questi 5 hanno performato più di tutte e sembrano ancora poter seguire quell’andamento.

Vediamo quali sono.

Solana

Sebbene non sia così noto come alcuni altri nella lista, Solana è stato uno dei migliori attori del mercato delle criptovalute.

I dati relativi ai prezzi tra gennaio e dicembre hanno rilevato che Solana è aumentata del 9.087 percento.

Il movimento lo ha portato da circa $ 1,50 (£ 1,11) alla fine del 2020 a $ 91,04 (£ 141) ad agosto e $ 154,11 (£ 113,75) oggi.

Dogecoin (DOGE)

DOGE è diventato uno degli altcoin più conosciuti quest’anno, grazie, almeno in parte, a Elon Musk.

L’eccentrico CEO di Tesla ha reso popolare all’infinito la moneta, portando a picchi e talvolta a bassi in diverse occasioni.

Gli investitori potrebbero acquistarne uno per $ 0,0052 (£ 0,0038) a gennaio e venderlo a $ 0,68 (£ 0,50) a luglio.

La moneta ora ha meno valore, sul mercato per $ 0,2132 (£ 0,16), il 3,867 percento in più rispetto all’inizio del 2021.

Cardano

Cardano è uno dei token più esclusivi sul mercato e utilizza una funzione di prova della posta nelle transazioni.

Gli ultimi nove mesi si sono rivelati particolarmente fruttuosi per la moneta.

A gennaio valeva circa $ 0,17 (£ 0,13) e le persone possono attualmente acquistarne uno per $ 2,07 (£ 1,53), con un aumento del 1.127 percento.

Binance Coin

La società di cambio valuta Binance ha rilasciato la propria moneta quest’anno.

Finora, non ha eguagliato molti dei suoi concorrenti, ma è cresciuto in modo esponenziale.

Le statistiche mostrano che quest’anno Binance Coin ha aumentato con successo il suo valore dell’812% a circa $ 411 (£ 303,35).

Ethereum

Ethereum è un altro token che ha sfidato un tumultuoso 2021 ma è riuscito ad attutire la sua posizione rispetto ad altri.

L’Hard Fork di Londra, che ha semplificato la sua procedura di negoziazione, ha generato ulteriore interesse che è rimasto stabile dall’estate.

In quanto tale, ha goduto di un aumento del 322% e le persone possono acquistarne uno oggi per circa $ 3.107 (£ 2.293,23).

Soffermiamoci un attimo su Ethereum. Il token nativo di Ethereum, Ether (ETH), ha tutte le caratteristiche per vedere raddoppiata la sua valutazione di mercato nei prossimi mesi, grazie a una confluenza di indicatori tecnici e fondamentali di supporto.

Il prezzo di Ether è aumentato di oltre il 9% il 1° ottobre, raggiungendo quasi i 3.300 dollari per la prima volta in 10 giorni. Il tutto è avvenuto sulla scia di un rimbalzo dei prezzi in tutte le principali criptovalute. Compreso proprio il Bitcoin (BTC), che ha guadagnato un +9,5%, arrivando a $ 48.000. Il guadagno più alto in 10 giorni.

Oltretutto, la correlazione media di 30 giorni di Ether con Bitcoin si avvicina a 0,89, secondo i dati di CryptoWatch, il che ha portato ETH a muoversi quasi di pari passo con BTC.

Un ruolo fondamentale è stato ricoperto dall’inflazione. Sebbene il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, per mesi aveva descritto l’aumento dell’inflazione come “transitorio”, ha poi finito per ammettere durante una recente audizione al Senato che i prezzi al consumo più elevati potrebbero rimanere intatti almeno fino al prossimo anno.

Il che significa grandi occasioni per le criptovalute. Infatti, le pressioni inflazionistiche di questo ultimo periodo hanno già dato ai tori delle criptovalute un motivo per proporre Bitcoin come copertura definitiva.

E a conferma di ciò c’è il fatto che il CEO di MicroStrategy, Michael Saylor, abbia suggerito alle società di convertire i loro titoli di stato in BTC.

Basti pensare che MicroStrategy detiene circa lo 0,5% della fornitura totale di Bitcoin in circolazione, che attualmente vale oltre $ 6 miliardi.

Ethereum ha subito un importante aggiornamento della rete il 5 agosto, che ha ulteriormente aumentato le prospettive rialziste per Ether, per mezzo della classica legge della domanda e dell’offerta.

Soprannominato l’hard fork di Londra, l’aggiornamento ha introdotto un protocollo di miglioramento: EIP-1559. Il quale ha avviato la distruzione di una parte della tariffa di rete di Ethereum, chiamata tariffa di base.

L’introduzione di EIP-1559 ha rimosso in modo permanente 410.404 ETH (circa $ 1,32 miliardi) dalla fornitura attiva.

Ma c’è un altro cambiamento importante in vista. La criptovaluta fondata da Vitalik Buterin si sta anche preparando a cambiare il suo meccanismo di consenso. Passando da proof-of-work (PoW) a proof-of-stake (PoS), quest’ultimo sempre più utilizzato dalle nuove criptovalute.

Di conseguenza, ha lanciato uno staking pool che consentirà agli utenti di guadagnare premi e far crescere le proprie partecipazioni in ETH se bloccano 32 ETH nello smart contract PoS ufficiale per un certo periodo.

Ad oggi, il quantitativo di ETH depositato nel contratto di staking di Ethereum 2.0 è passato da circa 11.500 a novembre 2020 a 7,82 milioni di ETH oggi. Con la conseguenza rimozione temporanea dalla circolazione di 7,82 milioni di ETH.

Coinbase alternative: conclusioni

Continueremo ad occuparci di tutti gli aggiornamenti sulla questione Coinbase.

Se volete fare trading sulle principali criptovalute vi consigliamo il broker eToro che consente anche di copiare dai migliori investitori.

Apri subito il tuo account demo su eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro