La classifica dei club più ricchi d’Europa: domina il Real, risalgono le italiane

Il Real Madrid, si sa, è il club più titolato del mondo. E’ riuscito perfino nell’impresa di vincere tre Champions league consecutive, quando è già difficile vincerne due di fila. Bisognerà vedere se anche quest’anno sarà protagonista del torneo europeo più prestigioso, dopo la cessione del fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo. Ritenuto dai più il calciatore più forte in circolazione.

Queste vittorie, oltre a rimpinguare il palmares, hanno portato il Real Madrid di nuovo sul primo posto quale club più ricco del Mondo. I ricavi sono dunque di 750,9 milioni di euro nella stagione 2017/18, rispetto a quelli pari a 674,6 della stagione precedente.

Segue a ruota un altro club spagnolo, che pure sta dominando da un po’ il panorama europeo grazie ai colpi di un altro pluri-pallone d’oro: Lionel Messi. La distanza è comunque importante: 690,4 milioni di euro, rispetto ai 648,3 della stagione precedente.

Chiude il podio un altro club europeo prestigioso, anche se da un po’ di anni è un po’ in sordina (sebbene occorra ricordare che abbia vinto l’Europa league due anni fa). Parliamo del Manchester United, che ha fatto registrare una flessione rispetto alla stagione precedente: 666 contro i 676,3 milioni di euro della stagione precedente.

Top 10, dominano le inglesi ma italiane in rialzo

In generale, guardando la Top 10, dominano comunque i club inglesi. Occupando sei posti du 10. purtroppo non figura nessuna italiana, con l’unica, la Juventus, che è uscita. Tuttavia, possiamo consolarci col fatto che le squadre italiane stanno guadagnando terreno. Specie Inter e Roma, mentre il Milan – dopo un anno di assenza – torna a far parte dei 20 club europei con i maggiori ricavi in Europa.

A snocciolare questi dati è la società di consulenza Deloitte, con la sua classifica chiamata Deloitte Football Money League, giunta alla sua 22.a edizione. Essa si basa sui fatturati dei club, depurati delle voci che cambiando da paese a paese, in quanto potrebbero generare differenze significative. Si pensi, ad esempio, alle commissioni per il trasferimento dei giocatori, l’Iva e altre tasse legate alle vendite.

Il successo del Real Madrid lo si deve soprattutto alla crescita dei ricavi commerciali: grazie ai nuovi sponsor e ai canali di merchandising, sono saliti di 54 milioni in un anno. Il marchio Real risulta essere il più grande al Mondo, potendo vantare da sempre dei migliori giocatori in circolazione. Con l’uscita di Ronaldo, la stella rimane il centrocampista Modric, eletto Pallone d’oro lo scorso dicembre. A lungo corteggiato dall’Inter, grazie anche al folto numero di croati vantanti dalla Beneamata.

Ricchi sempre più ricchi, anche nel calcio

Il fatto che i ricchi si stiano sempre più arricchendo e stia aumentando il gap con gli altri club, è confermato anche nel calcio.

I primi 20 club della classifica, infatti, hanno generato nella stagione 2017-2018 un giro d’affari complessivo pari a 8,3 miliardi di euro, con una crescita di un ulteriore 6 per cento rispetto alla classifica precedente. I prime tre in graduatoria hanno visto raddoppiare i ricavi negli ultimi dieci anni.

Il tutto lo si deve ai diritti tv, capaci di coprire il 43 per cento del totale delle entrate. Mentre i ricavi commerciali pesano per il 40% sugli introiti totali. La restante mentre il “match day” (biglietti e introiti da bar, ristoranti, negozi, museo all’interno dello stadio) copre solo il 17 per cento.

Club più ricchi d’Europa, domina la Premier League

Prima accennavamo al fatto che nella classifica dei club più ricchi d’Europa, dominasse la Premier. Se è vero che troviamo un solo club nei primi cinque, è anche vero che la seconda metà della Top ten parla inglese.

Manchester United e Manchester City, Chelsea, Arsenal, Liverpool e Tottenham dominano la classifica di Deloitte: anche in questo caso si tratta di un record, perché finora nessun campionato in Europa era riuscito a piazzare tra le prime dieci così tante squadre.

Se poi si guarda alla Top 20, i club arrivano a quasi la metà. Visto che dobbiamo aggiungerci dall’undicesimo al ventesimo posto Everton, Newcastle e West Ham. Anche in questo caso, buona parte del merito va alle entrate da diritti tv.

E tutto lascia presagire che il gap si allargherà in futuro. Infatti, in questi mesi si discuterà di diritti televisivi per la stagione 2019-2020, con una più che probabile nuova asta al rialzo. Senza contare l’esplosione sui nuovi mercati asiatici, dove il campionato inglese è in assoluto il più seguito. L’Italia fa comunque capolino, grazie al fatto che i due club milanesi siano di proprietà dei cinesi.

Club più ricchi d’Europa, come stanno le italiane

Nonostante l’ingaggio di Cristiano Ronaldo, la Juventus ha perso una posizione, superata dai londinesi del Tottenham. Uscendo così dalla Top 10. E pensare che proprio i bianconeri hanno eliminato gli Spurs nell’ultima edizione di Champions e, soprattutto, gli introiti siano pure aumentati da una stagione all’altra: da 349 a 394 milioni.

Comunque, dicevamo che il calcio italiano mostra i primi segnali di recupero. La Roma, grazie al cammino in Champions dove è arrivata fino alle semifinali, fa un balzo in avanti ed entra nelle prime 20 della classifica, insediandosi in 15.a posizione con 250 milioni di ricavi (rispetto ai precedenti 221).

Ciò conferma che la Champions league è fondamentale per i club di calcio. Più si va avanti nel torneo, e più aumentano i profitti derivanti da diritti Tv, sponsor commerciali, vendite biglietti, merchandising, vendite al bar, ecc.

Se la Roma è 15ma, l’Inter è 14ma. Con un bel balzo in avanti degli introiti: da 248 a 280 milioni il giro d’affari. Alza la testa anche l’altro club meneghino, il Milan, che sale al diciottesimo posto con 200 milioni di fatturato (184 milioni la stagione precedente).

In questi due casi, come dicevamo, importante è stato il passaggio in mani cinesi. In quanto si aprono importanti mercati provenienti dall’Asia, in primis, ovviamente, proprio dal paese del Dragone. Ormai considerato la prima potenza economica mondiale.

Real Madrid, un club di successo

Real Madrid Club de Fútbol, comunemente noto come Real Madrid, è un club di calcio professionista di Madrid, capitale della Spagna.

Fondato il 6 marzo 1902 come Madrid Football Club, il club ha tradizionalmente indossato un kit per la casa bianca sin dall’inizio. La parola reale è lo spagnolo per “reale” ed è stato conferito al club dal re Alfonso XIII nel 1920 insieme con la corona reale nell’emblema.

La squadra ha giocato le partite casalinghe nello stadio Santiago Bernabéu di 81.044 posti nel centro di Madrid dal 1947. A differenza della maggior parte delle società sportive europee, i membri del Real Madrid (socios) hanno posseduto e gestito il club nel corso della sua storia. 3,47 miliardi di euro (4,1 miliardi di dollari) nel 2018, e nella stagione 2016-17 è stata la seconda squadra di calcio con il punteggio più alto al mondo, con un fatturato annuo di 674,6 milioni di euro.

Il club è una delle squadre più supportate al mondo. Il Real Madrid è uno dei tre membri fondatori della Liga che non sono mai stati retrocessi dalla massima divisione sin dal suo inizio nel 1929, insieme ad Athletic Bilbao e Barcellona. Il club ha molte rivalità di vecchia data, in particolare El Clásico con Barcellona e El Derbi con l’Atlético Madrid.

Real Madrid si è affermata come una forza importante nel calcio spagnolo ed europeo negli anni ’50, vincendo cinque coppe europee consecutive e raggiungendo sette finali. Questo successo è stato replicato in campionato, dove il club ha vinto cinque volte nello spazio di sette anni.

Questa squadra, composta da giocatori come Alfredo Di Stéfano, Ferenc Puskás, Francisco Gento e Raymond Kopa, è considerata da alcuni nello sport come la più grande squadra di tutti i tempi. Nel calcio domestico, il club ha vinto 64 trofei; un record di 33 titoli della Liga, 19 Copa del Rey, 10 Supercopa de España, una Copa Eva Duarte e una Copa de la Liga.

Nelle competizioni europee e mondiali, il club ha vinto 26 trofei; un record di 13 titoli di Coppa Europa / UEFA Champions League, due di Coppa UEFA e quattro Supercoppe UEFA. Nel calcio internazionale, hanno raggiunto un record di sette campionati mondiali di club. Il Real Madrid è stato riconosciuto come il Club FIFA del 20 ° secolo l’11 dicembre 2000 e ha ricevuto il Centennial Order of Merit FIFA il 20 maggio 2004.

Il club è stato anche premiato come miglior club europeo del 20 ° secolo dall’IFFHS l’11 maggio 2010. Nel giugno 2017, il team è riuscito a diventare il primo club a riconquistare Champions League, per poi diventare tre di fila nel maggio 2018 , estendendo il loro vantaggio in cima alla classifica dei club UEFA.

Barcellona, il secondo dalla storia gloriosa

Futbol Club Barcelona, conosciuto semplicemente come Barcellona e colloquialmente come Barça, è un club di calcio professionista con sede a Barcellona, nella Catalogna, regione spagnola.

Fondato nel 1899 da un gruppo di calciatori svizzeri, inglesi e catalani guidati da Joan Gamper, il club è diventato un simbolo della cultura catalana e del catalano, da qui il motto “Més que un club” (“Più di un club”). A differenza di molti altri club di calcio, i sostenitori possiedono e gestiscono Barcellona. È la terza squadra sportiva più preziosa del mondo, con un valore di $ 4,07 miliardi, e la terza più grande squadra di calcio al mondo in termini di entrate, con un fatturato annuale di 648,3 milioni di euro.

L’inno ufficiale di Barcellona è il “Cant del Barça”, scritto da Jaume Picas e Josep Maria Espinàs. A livello nazionale, il Barcellona ha vinto 25 La Liga, 30 Copa del Rey, 13 Supercopa de España, 3 Copa Eva Duarte e 2 Trofei della Copa de la Liga, oltre ad essere il detentore del record per le ultime quattro competizioni. Nel club calcistico internazionale, il Barcellona ha vinto 20 titoli europei e mondiali: 5 titoli di UEFA Champions League, una Coppa delle Coppe UEFA da record 4, una Coppa UEFA da record 5, una 3 ° Coppa delle Fiere e un record congiunto 3 Coppa del mondo per club FIFA.

Barcellona è stata classificata al primo posto nella Federazione internazionale della storia del calcio Classifica Club World per il 1997, 2009, 2011, 2012 e 2015 e occupa attualmente la seconda posizione nella classifica dei club UEFA. Il club ha una rivalità di vecchia data con il Real Madrid; le partite tra le due squadre sono indicate come El Clásico.Barcelona è una delle squadre più supportate al mondo e il club ha uno dei più grandi social media al mondo tra le squadre sportive.

I giocatori del Barcellona hanno vinto un numero record di premi Ballon d’Or (11), con vincitori tra cui Johan Cruyff, e un numero record di premi FIFA World Player of the Year (7), con vincitori tra cui Ronaldo, Romário, Ronaldinho, e Rivaldo. Nel 2010, tre giocatori che hanno attraversato l’accademia giovanile del club (Lionel Messi, Andrés Iniesta e Xavi) sono stati scelti come i tre migliori giocatori al mondo nel FIFA Ballon d’Or, un’impresa senza precedenti per giocatori dello stesso calcio scuola.

Barcelona è uno dei tre membri fondatori della Primera División che non sono mai stati retrocessi dalla massima divisione sin dal suo inizio nel 1929, insieme a Athletic Bilbao e Real Madrid. Nel 2009, Barcellona è diventata la prima società spagnola a vincere la tripletta continentale composta da La Liga, Copa del Rey e la UEFA Champions League, ed è anche diventata la prima squadra spagnola a vincere sei delle sei gare in un solo anno, vincendo anche la Supercoppa spagnola, la Supercoppa UEFA e la Coppa del mondo per club FIFA.

Nel 2011, il club è diventato nuovamente campione d’Europa e ha vinto cinque trofei. Questa squadra di Barcellona, che ha vinto 14 trofei in soli 4 anni sotto Pep Guardiola, è considerata da alcuni nello sport come la più grande squadra di tutti i tempi.

Vincendo il loro quinto trofeo della Champions League il 6 giugno 2015, Barcellona è diventata la prima squadra europea nella storia a raggiungere le treble continentali due volte. La squadra sportiva più pagata al mondo, nel novembre 2018 Barcellona è diventata la prima squadra sportiva con una retribuzione media della prima squadra superiore a £ 10 milioni ($ 13,8 milioni) all’anno.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY