Citigroup, prezzo azioni potrebbero triplicare nei prossimi anni

Citigroup potrebbe raddoppiare il prezzo delle azioni nei prossimi tre o quattro anni. A riferirlo è stato l’analista Mike Mayo di Wells Fargo alla CNBC. Non è certo una garanzia, ha detto Mayo, ma se la terza banca più grande della nazione americana riesce a raddrizzare alcune cose, è possibile.

“Finché Citi avanza nella giusta direzione, ottiene i rendimenti più elevati che ci aspettiamo, ottiene l’efficienza migliorata che ci aspettiamo, riteniamo che il titolo potrebbe migliorare fino al doppio nei prossimi 3-4 anni”, ha affermato Mayo su Closing Bell.

Citigroup è stato scambiato intorno a $ 73 venerdì, quando ha segnato un nuovo massimo di 52 settimane di $ 73,42. È stato scambiato intorno ai $ 70 per gran parte di luglio. Mentre è da inizio 2018 che le azioni del gruppo bancario non supera quota $ 80. “Citi sta facendo alcune cose bene, altre cose no”, ha detto Mayo, sottolineando il fatto che Citi ha aumentato i ricavi più velocemente delle spese nel terzo trimestre, nonostante tagli ai tassi di interesse che, in generale , esercita una pressione marginale sul settore bancario. “È fantastico” commenta entusiasta l’analista di Wells Fargo.

Poi ci sono gli aspetti negativi. “Hanno ancora l’efficienza, i rendimenti e la valutazione del mercato azionario peggiori della categoria”. “Ma questa è un’opportunità. Pensiamo che Citi stia remando nella giusta direzione, ma forse hanno bisogno di prendere un motoscafo per arrivare dove vogliono arrivare un po ‘più velocemente” ha concluso Mike Mayo.

I commenti di Mayo sono arrivati venerdì dopo che Citigroup ha nominato una nuova presidente, Jane Fraser, che anche lui sostituisce Stephen Bird come responsabile del consumer banking globale. Bird lascia Citi dopo 20 anni.

Se i cambiamenti di leadership non producono il tipo di miglioramento che Mayo ritiene necessario, ha detto l’analista bancario veterano, esiste una seconda strada per il miglioramento: l’investitore attivista ValueAct. Possiede circa $ 1 miliardo di azioni Citi.

Il sentore è che Corbat manterrà il suo ruolo per i prossimi 3-5 anni, a quel punto Jane Fraser potrebbe essere la prima donna come CEO di una grande banca. Ma tutti devono dimostrare il loro lavoro ogni giorno e questo vale anche per Mike Corbat.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker 24option. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Citigroup programma di sbarcare in Cina

Citigroup Inc. (CN) ha in programma di avviare un’attività in titoli interamente posseduta in Cina, hanno riferito persone ben informate sulla questione. Approfittando della mossa di Pechino di aprire completamente alcuni dei suoi settori finanziari agli stranieri il prossimo anno.

Citi è attualmente in procinto di completare l’uscita da una joint venture di proprietà di minoranza in Cina, un processo che secondo una delle fonti dichiarate dovrebbe essere completato entro la fine di quest’anno. L’uscita, che è stata annunciata per la prima volta alla fine dell’anno scorso, è stata vista come spianare la strada alla banca americana per avviare un proprio broker nella seconda economia più grande del mondo.

I piani di Citi di avviare un’attività in titoli interamente posseduta in Cina sono nelle prime fasi, affermano le fonti, che hanno rifiutato di essere identificate a causa della delicatezza della questione.

Bloomberg ha riferito per la prima volta dello sviluppo: “Citi continua a valutare le opportunità di supportare ulteriormente i propri clienti in Cina”, ha dichiarato un portavoce della banca in un comunicato via e-mail, rifiutando di fornire dettagli. Le banche di investimento globali sono attualmente in grado di possedere fino al 51% delle loro operazioni in Cina. Ciò richiede una joint venture con partner cinesi locali. Pechino si è impegnata ad allentare i limiti della proprietà straniera nel settore finanziario per un certo periodo di tempo.

La settimana scorsa, la Cina ha annunciato un calendario fisso per l’apertura dei suoi settori di futures, intermediazione e fondi comuni d’investimento agli investitori stranieri l’anno prossimo. L’ultimo passo per liberalizzare l’industria finanziaria del paese per un valore di migliaia di miliardi di dollari. I limiti sulla proprietà estera delle società di valori mobiliari saranno rimossi il 1° dicembre 2020.

La Commissione di regolamentazione dei titoli cinesi inizierà ad accogliere le domande nel secondo trimestre del 2020 e prevede di fornire almeno un paio di le licenze per le attività in titoli interamente possedute entro la fine dell’anno, ha affermato una fonte con conoscenza dei piani.

Citigroup, che ha una grande presenza bancaria al dettaglio e corporate in Cina, diventerà una delle prime banche estere a costituire una società interamente di titoli di proprietà in Cina, se i piani andranno in porto.

Il Q3 2019 di Citigroup si chiude in positivo

Citigroup Inc. ha dichiarato che il suo profitto del terzo trimestre è aumentato del 6% sugli utili derivanti dalle sue attività di investment banking e dalle tasse più basse. I ricavi da negoziazione sono aumentati del 6% mentre i ricavi da investimenti bancari sono aumentati del 4%.

Ciò ha contribuito a generare ricavi durante il trimestre in quanto la sua unità bancaria di consumo è rimasta invariata rispetto allo scorso anno, quando ha venduto un’attività di gestione patrimoniale in Messico.

La banca ha guadagnato $ 4,91 miliardi ($ 2,07 per azione), con ricavi in aumento dell’1% a $ 18,57 miliardi . Escludendo un beneficio fiscale, la società ha guadagnato $ 1,97 per azione. Questi risultati hanno superato le previsioni di Wall Street con un profitto di $ 1,95 per azione e un fatturato di $ 18,54 miliardi.

La società ha registrato un aumento del 6% dei costi di prestito durante il trimestre.

Citigroup in breve

Ricordiamo che Citigroup Inc., abbreviato in Citi, è una banca di investimento multinazionale americana e una società di servizi finanziari con sede a New York City.

La società è stata costituita dalla fusione tra il colosso bancario Citicorp e il conglomerato finanziario Travelers Group nel 1998. Poi di nuovo scorporata dalla società nel 2002.

Citigroup possiede Citicorp, la holding di Citibank, nonché diverse filiali internazionali. Citigroup è al 3° posto nella lista delle maggiori banche degli Stati Uniti e, insieme a JPMorgan Chase, Bank of America e Wells Fargo, è una delle quattro grandi banche degli Stati Uniti. È un istituto finanziario di rilevanza sistemica. Ciò vuol dire che è troppo grande per poter fallire.

È una delle nove banche di investimento globali nella Bulge Bracket, mentre è al 30° posto nella classifica Fortune 500 dal 2019. Citigroup ha oltre 200 milioni di account clienti e opera in oltre 160 paesi.

Ha 214.000 dipendenti, anche se aveva 357.000 impiegati prima della crisi finanziaria del 2007-2008, quando fu salvato tramite un massiccio pacchetto di stimoli dal governo degli Stati Uniti.

Migliori piattaforme per investire in Citigroup

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY