CES Las Vegas 2019, tutte le principali novità

Quali sono state le principali novità al CES di Las Vegas 2019? Ormai tradizionale appuntamento di inizio anno dove i colossi della tecnologia schierano tutte le novità che intendono immettere sul mercato di lì a poco. Tutte, o quasi. Perché alcune, strategicamente, preferiscono mantenere il segreto. O mostrarle nel corso di un altro importante evento Hi-tech, che però si tiene il mese successivo in Europa.

Più precisamente, a Barcellona, dove si tiene il Mobile World Congress, meglio noto con l’acronimo MWC. Il quale quest’anno si terrà dal 25 al 28 febbraio. Sebbene circoscritto, come si evince dal nome stesso, solo al mondo mobile. In genere questo evento ha come prodotti più attesi quelli della Samsung, in particolare, della linea “Galaxy S”. Quella che attira più delle altre, gli appassionati del mondo tecnologico della multinazionale coreana. Quest’anno sarà la volta del Galaxy S10.

Ma torniamo al CES 2019. Vediamo quali sono le principali novità del CES 2019 di Las Vegas.

CES Las Vegas 2019 principali novità

Tante, anche quest’anno, le novità viste al CES di Las Vegas. Dai display che si piegano alla definizione in 8K, dalle nuove tv con Intelligenza artificiale alle novità tecnologiche nel settore auto. Già perché oltre alle abitazioni, anche le auto stanno diventando sempre più smart.

Il tutto, esposto da oltre 4.500 aziende, tra cui 1.200 start-up. Mentre i visitatori attesi, tra curiosi e giornalisti, sarà di 180mila persone.

Quest’anno, la testa di ariete delle novità sarà la cosiddetta mobilità alternativa. Al Ces debutta Elevate di Hyundai, un mezzo di trasporto dotato di gambe robotiche in grado di circolare su strada e su terreni più impervi, arrampicandosi proprio come farebbe un quadrupede. Ma c’è anche Bosch che a Las Vegas mostrerà uno shuttle a guida autonoma e Kia con la “guida emotiva” basata sull’intelligenza artificiale (AI).

Novità interessanti si sono viste anche da parte di Nissan, Kia e Lexus. Bmw, oltre alle auto self-drive, ha mostrato per la prima volta anche una moto che si guida da sola.

Prima accennavamo a Samsung, che anche al CES di Las Vegas 2019 ha voluto comunque mostrare qualche chicca. Ha infatti mostrato nuovi prodotti legati ad un’altra categoria in cui primeggia, le Tv: in particolare, la Serif TV e The Frame. Esse si contraddistinguono in quanto hanno la cosiddetta tecnologia Qled. Ovvero, sono Tv che oltre a mostrare un video nitido e coinvolgente, riescono anche ad arredare la stanza nella quale vengono piazzate in casa.

Sempre Samsung presenta inoltre otto nuovi progetti relativi all’intelligenza artificiale sviluppati dal Creative Lab. Tra questi c’è aiMO, uno strumento di registrazione che sfrutta una custodia per smartphone a forma di orecchio umano per registrare suoni più realistici.

La sua rivale e connazionale LG non vuole però essere da meno. Anch’essa con le nuove tv, di cui una arrotolabile, dotate di ThinQ AI. In particolare, sono dotate di un algoritmo che migliora le immagini e l’audio analizzando la sorgente dei contenuti e identificando le condizioni ambientali intorno al dispositivo.

Prima parlavamo di Tv arrotolabile da parte di LG. Essa è grande 65 pollici e dovrebbe costare oltre i 10mila dollari. Non è stato invece presentato lo smartphone pieghevole, che forse farà la sua comparsa al MWC di Barcellona. Del resto, gli smartphone pieghevoli dovrebbero essere il prodotto più atteso del 2019. Per il quale i colossi sono già pronti a farsi la guerra.

In tema di definizione immagini farà il suo esordio 8K Association, un consorzio creato per promuovere i prodotti con questo tipo di risoluzione (7680 x 4320 pixel) e tutto il relativo ecosistema (dai contenuti ai canali televisivi che lo utilizzano).

E passiamo ad un altro colosso delle Tv, che però al CES di Las Vegas 2019 farà bella mostra di sé con gli smartphone. Ossia la giapponese Sony. Il produttore nipponico si focalizza sulla presentazione di nuovi dispositivi Android di fascia media e più bassa e non dovrebbe mancare una parte dedicata al 5G, nuovi prodotti legati al settore dell’intrattenimento come – anche in questo caso – un Tv 8K da ben 98 pollici.

E chiudiamo con Lenovo, che quest’anno nel posto più sfavillante e pieno di perdizioni del mondo, si concentra sui nuovi notebook (ThinkPad E490 e ThinkPad E590) destinati alla fascia bassa del mercato consumer che si affiancheranno ai recenti Thinkpad L390 e L390 Yoga.

Infine, una nota. Al Ces di Las Vegas 2019 hanno fatto capolino, a proposito di case smart, Alexa di Amazon e Google Assistant. I due assistenti virtuali che ci consentono di comandare a voce un bel po’ di cose: dagli elettrodomestici ai televisori, dalle auto ai giocattoli.

I due dispositivi sono però oggetto di diversi video che lanciano il sospetto che sarebbero addirittura spie della CIA. Infatti, alla domanda “lavori per la CIA?” entrambi si spengono o dicono di non capire la domanda. Solo una coincidenza? Pura paranoia complottista? O qualcosa di reale c’è? Ma questo è il futuro. Touché.

CES Las Vegas 2019 cos’è

CES (in precedenza CES era l’acronimo di Consumer Electronics Show, ma ora è il nome ufficiale) è una fiera annuale organizzata dalla Consumer Technology Association (CTA). Si tiene a gennaio presso il Las Vegas Convention Center di Las Vegas, nel Nevada, Stati Uniti, l’evento ospita tipicamente presentazioni di nuovi prodotti e tecnologie nel settore dell’elettronica di consumo.

Il primo CES si è tenuto nel giugno 1967 a New York City. Era uno spin-off del Chicago Music Show, che fino a quel momento era stato l’evento principale per esibire l’elettronica di consumo. L’evento ha avuto 17.500 partecipanti e oltre 100 espositori; lo speaker di kickoff è stato il presidente di Motorola, Bob Galvin.

Dal 1978 al 1994, il CES si è svolto due volte all’anno: una volta a gennaio a Las Vegas, noto per il Winter Consumer Electronics Show (WCES) e una a giugno a Chicago, noto come Summer Consumer Electronics Show (SCES). a Las Vegas nel 1995 come previsto. Tuttavia, dal momento che l’estate gli spettacoli di Chicago stavano iniziando a perdere popolarità, gli organizzatori hanno deciso di sperimentare facendo viaggiare lo spettacolo in diverse città a partire dal 1995 con uno spettacolo programmato a Philadelphia presso il Pennsylvania Convention Center.

Tuttavia, l’inaugurale Lo show di giochi E3 era previsto per la West Coast a maggio e si è dimostrato una fonte di crescente competizione, causando la cancellazione del Philadelphia Summer CES show. Lo show invernale del 1996 si è tenuto nuovamente a Las Vegas a gennaio , seguito da uno spettacolo estivo questa volta ad Orlando, in Florida, ma solo una frazione degli espositori tradizionali ha partecipato.

Anche in questo caso, lo spettacolo invernale del 1997 a Las Vegas ha avuto molto successo. Il successivo show “Summer” era previsto in concomitanza con il COMDEX di primavera ad Atlanta, tuttavia, quando solo due dozzine di espositori si sono iscritti, la parte CES dello show è stata cancellata.

Nel 1998, lo show è cambiato, diventando un evento annuale con Las Vegas quale location fissa. Restando tale fino ad oggi.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY