Caso Volkswagen: trovato l’accordo con le autorità USA

Stando a quanto riportato da Reuters, parte dell’accordo per gli 80mila diesel 3.0 che producevano emissioni 9 volte oltre i limiti legali negli USA, prevede il pagamento di 200 milioni di dollari da versare in un fondo per la riduzione dei gas inquinanti, l’annuncio potrebbe arrivare già nella giornata di lunedì.

I 200 milioni si andrebbero ad aggiungere ai 2,7 miliardi di dollari, già messi in conto alla Volkswagen per il pagamento dei 475mila diesel 2.0.

Risoluzione finale della vicenda

Il giudice distrettuale, Charles Breyer, nel corso dell’udienza tenutasi venerdì scorso ha dichiarato che la risoluzione finale della vicenda è ormai prossima, anche se il punto critico resta il risarcimento per i proprietari dei veicoli inquinanti, oltre all’offerta di riacquisto di 20mila veicoli, tra Suv, Audi e la correzione dei software di altre 60mila auto.

Volkswagen lo scorso ottobre ha concluso il patteggiamento con 15 miliardi di dollari di risarcimento, per i diesel 2.0 e lo stanziamento di 17,9 miliardi di dollari per i costi derivanti dallo scandalo dieselgate.