Carte prepagate: qual è la miglior carta prepagata con IBAN?

Qual è la miglior carta prepagata con IBAN? Cosa sono le carte prepagate? Come funzionano le carte prepagate? Cos’è un IBAN?

Nell’ultimo ventennio, anche il mondo del risparmio ha visto una proliferazione crescente di soluzioni alternative tra loro. Sempre più convenienti, flessibili e che cercano di accontentare una vasta platea. Ciò in quanto, vasta è diventata proprio la platea dei consumatori, visto che è cambiato il mondo del lavoro. Per cui, se prima c’erano occupati e disoccupati, oggi ci sono tante categorie di precari che incarnano una domanda varia e complessa di servizi.

Inoltre, i servizi finanziari puntano sempre più ad una platea giovanissima. Visto che ormai, giunti alla maggiore età, ci si sposta molto di più che in passato. Per cercare lavoro o, soprattutto, per diletto. Quindi, anche questa fascia d’età molto giovane ha le sue esigenze monetarie.

Le carte prepagate sono un’ottima risposta a tante esigenze. E stanno sorgendo sempre più tipi aventi anche l’Iban. Così da poter anche emettere e ricevere bonifici. Cosa che fino a qualche anno fa il più delle prepagate non vantava.

Vediamo dunque qual è la miglior carta prepagata con IBAN. Rinfrescando prima la memoria su cosa sia una carta prepagata e un codice IBAN.
⇒RICHIEDI ORA LA MIGLIORE CARTA PREPAGATA CON IBAN

Carta prepagata cos’è

Cos’è la carta prepagata? Le carte prepagate sono semplicemente un’alternativa in plastica al trasporto di denaro contante. E sono spesso chiamate carte giornaliere.

Le si caricano con denaro contante quando le attivi per la prima volta e le ricarichi quando si esauriscono proprio come la Sim di un cellulare.

Non sono una carta di credito, quindi non puoi accumulare debiti su di loro.

Sono una ottima alternativa per gli adolescenti, le persone che hanno paura che le loro spese sfuggano di mano e per coloro che non hanno un conto in banca. Le carte prepagate possono essere utilizzate anche per acquisti online.

Dato che non esiste una linea di credito di regola, se il tuo numero di carta viene scalfito da truffatori che ti truffano su un sito poco raccomandabile, il danno è limitato a quanti soldi hai sulla carta. O fino a quando non ti rendi conto di ciò che è successo e chiedi alla società prepagata di bloccare la tua carta.

Dal momento che non puoi generalmente utilizzarli per prendere in prestito, sono buoni per il budget e non ti verrà accreditato il credito quando ne fai richiesta. Per questo motivo, puoi avere quante ne vuoi nel tuo portafoglio.

Carta prepagata come funziona

Come funziona una carta prepagata? Quando acquisti la carta per la prima volta decidi quanti soldi vuoi mettere. Di solito c’è un limite massimo su quanto puoi mettere su di essa. Dato che è per la spesa giornaliera, probabilmente non ne vuoi troppi caricati sopra. Pensa ad avere denaro nel tuo portafoglio o nella tua borsa.

⇒RICHIEDI ORA LA MIGLIORE CARTA PREPAGATA CON IBAN

Quando inizia a esaurirsi, puoi caricarla in vari modi. Puoi farlo di persona recandoti in un negozio che li accetta o presso l’ufficio postale o un punto di pagamento. Puoi anche ricaricarla per telefono o online, ma se lo fai avrai bisogno di un conto in banca per i soldi da cui prelevare. Potresti essere in grado di aggiungere denaro tramite SMS e pagare le tue retribuzioni direttamente sulla carta.

Di nuovo per quelli con un conto bancario, è possibile impostare un addebito diretto o ordine permanente per caricare la tua carta prepagata regolarmente. Non tutti questi metodi sono accettati da tutte le carte, quindi controlla quali modi puoi utilizzare.

Tutte le carte prepagate sono legata a una banca o a una società finanziaria. Hanno il logo MasterCard o Visa su di essi in modo da poter spendere denaro tramite loro ovunque si accetti questei circuiti come con una carta di debito o di credito.

Dovrai inserire un PIN per prelevare contanti o pagare gli articoli con la carta, anche se alcuni rivenditori ti chiederanno di firmare invece se i loro terminali di pagamento non sono in grado di leggere i dettagli della carta prepagata.

Sono più sicuri del contante in quanto, a parte le transazioni protette dal PIN, la società di carte prepagate avrà una registrazione della tua carta e sarà in grado di sostituirlo in caso di smarrimento o furto. Una volta che hai contattato l’azienda, può bloccare la tua carta originale in modo che nessun altro possa usarla.

IBAN cos’è

Visto cos’è e come funziona una carta prepagata, vediamo cos’è un IBAN. IBAN è l’acronimo di International Bank Account Number ed è un numero allegato a tutti i conti nei paesi dell’UE più Norvegia, Svizzera, Liechtenstein e Ungheria. L’IBAN è costituito da un codice che identifica il paese a cui appartiene l’account, la banca del titolare del conto e il numero dell’account stesso. L’IBAN facilita e velocizza l’elaborazione dei pagamenti transfrontalieri.

IBAN come è formato il codice

Come è formato il codice IBAN? E’ un codice alfanumerico, che consta di 34 caratteri, strutturati come segue:

  • Due lettere che rappresentano il paese della banca che detiene il conto (codice ISO 3166 per paese con due lettere, ad es. IE per l’Irlanda)
  • Due numeri che sono un tasto di controllo
  • Massimo di 30 caratteri alfanumerici che identificano la banca e il numero di conto ordinario

La banca assegna un IBAN a ciascuno dei suoi clienti. Non è possibile calcolare automaticamente un IBAN, poiché ciascuna banca potrebbe avere metodi diversi per registrare i propri numeri di conto nell’IBAN. L’IBAN appare negli estratti conto e nei sistemi online della banca.

IBAN a cosa serve

A cosa serve IBAN? Per effettuare e ricevere un bonifico. Ricorda quindi di richiedere l’IBAN della persona o dell’ente a cui invierai il bonifico. E naturalmente, se devi riceverlo, segnala il tuo IBAN alla persona che ti invierà il pagamento

IBAN dove si trova

Dove si reperisce IBAN? L’IBAN è stampato sulla copertina del tuo blocchetto di assegni ed è sempre indicato nell’estratto conto. Se devi ricevere un bonifico e non lo hai a portata di mano, puoi richiederlo alla tua Filiale in qualsiasi momento.

Tramite Home banking è ancora più facile, in quanto basta andare sul proprio profilo bancario e cercare tra le coordinate del proprio conto bancario.

Carta prepagata con IBAN cos’è

Cos’è una carta prepagata con IBAN? Detto cosa sia una carta prepagata e cosa sia l’Iban, vediamo la combinazione di questi due elementi. Una carta prepagata con IBAN, infatti, abbina la comodità di avere una carta flessibile e a basso costo come appunto una prepagata, con l’aggiunta di un codice IBAN per effettuare o ricevere bonifici.

Si possono usare per effettuare pagamenti online e in negozio e possono diventare una sorta di conto corrente visto che su di esse è possibile far accreditare ad esempio lo stipendio o pagare le bollette. Per questi motivi non esistono carte prepagate con IBAN anonime o non nominative visto che le funzioni utilizzabili devono essere necessariamente riconducibili all’intestatario.

Così come le carte prepagate vanno dichiarate in sede di dichiarazione ISEE, così come tutte le carte in proprio possesso o conti online (pure Paypal).

Sono molto adatte, come detto in precedenza, ad una platea molto giovane, a chi effettua molti acquisti online, a chi ha entrate sporadiche, a chi viaggia spesso. Non sono adatte invece a chi ha un vero e proprio stipendio fisso o a chi deve pagare un mutuo. In tal caso occorre un vero e proprio conto corrente.
⇒RICHIEDI ORA LA MIGLIORE CARTA PREPAGATA CON IBAN

Carta prepagata con IBAN costi

Come detto nell’incipit, le carte prepagate con IBAN sono tante, in quanto il mercato si è molto allargato. E così, i costi possono molto variare. Si dividono comunque in due categorie: fissi e variabili. I primi sono quelli che vengono addebitati a prescindere dalla movimentazione dei soldi e all’attivazione. I secondi, invece, variano appunto in base all’utilizzo. Ad esempio commissioni di prelievo, emissioni di bonifici, ecc.

Spesso, comunque, le carte prepagate con IBAN hanno solo costi variabili. E non mancano carte che non hanno alcun costo. Al massimo servizi a discrezione del cliente, come per esempio gli alert SMS.

Carta prepagata con IBAN migliore

Qual è la migliore carta prepagata con IBAN? A detta di molti esperti, la migliore carta sembra essere la Hype. Si auto-definisce un “nuovo modo di pensare la banca”. Si tratta di una carta prepagata ricaricabile evoluta, dotata di IBAN, senza un conto corrente associato e ricca di funzionalità.

E’ possibile usarla per gli acquisti, online e in negozio. Nonché per prelevare gratuitamente dagli sportelli ATM. La carta HYPE è disponibile in versione Start e Plus e presenta dei costi di gestione bassissimi o del tutto assenti.

E’ collegata al circuito MasterCard, insieme a Visa il più diffuso al Mondo.

Vanta il grossissimo vantaggio che può contenere al suo interno fino a 5 altre carte. Che si possono così usare senza portarsele fisicamente dietro.

E’ possibile pure scambiare denaro in tempo reale con i propri amici: basta una email o un numero di telefono.

È attivabile già a partire dai 12 anni in su (quindi anche per i minorenni), è contactless e compatibile con Apple Pay.

Può anche essere messa in qualsiasi momento in stato di inattività per poi essere ripristinata all’istante. Basta una semplice operazione chiamata TAP da eseguire tramite app della carta.

La carta Hype è anche molto sicura, in quanto aderisce al programma Mastercard “protetti sempre e ovunque” per garantire il rimborso di acquisti non autorizzati.

I movimenti possono essere suddivisi per categorie, mediante hastag # e attraverso questo selezionare, isolare e controllare le varie categorie dei movimenti. È consentito anche completare questo registro inserendo note e fotografie. Quindi è accattivante anche per i giovani, in quanto sembra quasi di utilizzare il Social da loro attualmente più amato: Instagram.

Aggiungendo l’estensione Hype Wallet è possibile pagare i mezzi pubblici, le bollette e fare donazioni. Inoltre, con la versione Plus, puoi domiciliare le utenze (dalla bolletta della luce a quella del gas) e accreditare pure lo stipendio. Trasformando questa carta in un vero e proprio conto corrente bancario.

Esiste una funzione “risparmia in automatico” con la quale è possibile stabilire un obiettivo di spesa (un viaggio, un acquisto, un bene, altro), con la banca che ogni giorno mette da parte una piccola cifra in relazione alla disponibilità presente sul conto. Fino al raggiungimento della cifra obiettivo prefissata.

Per registrarsi e richiedere la carta serve un documento di identità, uno smartphone o un qualsiasi tablet o PC dotato di telecamera. Ovviamente saranno richiesti i soliti dati personali.

Al termine della rapida procedura ti sarà già fornito il numero della carta. E potremo optare se averla solo in versione virtuale (utilizzabile così esclusivamente tramite smartphone o tablet). Oppure se vogliamo anche la tradizionale carta fisica gratuita.

Ci verrà poi richiesto di confermare la propria identità attraverso lo scatto di un selfie (come fosse una foto tessera) con in mano il documento di identità (o patente, ovviamente in corso di validità).

La carta Hype può essere ricaricata in più modi:

  • ricevendo un bonifico ordinario indicando l’IBAN associato
  • da un’altra carta di pagamento
  • tramite bonifico per contanti
  • ricevendo denaro da un altro conto HYPE
  • per contanti dagli sportelli delle banche del Gruppo Banca Sella
⇒RICHIEDI ORA LA MIGLIORE CARTA PREPAGATA CON IBAN

LEAVE A REPLY