Carl Icahn: storia di uno degli investitori più ricchi del Mondo

Chi è Carl Icahn? Cosa fa Carl Icahn? Come si è arricchito Carl Icahn? Quali sono le origini di Carl Icahn? Partiamo col dire che Carl Icahn è sicuramente uno degli uomini più ricchi del mondo. Carl Icahn, infatti, è uno degli investitori di maggior successo di Wall Street e sta scuotendo l’America corporativa da decenni. E’ anche vero, però, che come riporta Forbes, Carl Icahn sta cercando di uscire da uno dei peggiori crolli della sua carriera dopo che il suo fondo di investimento ha subito tre anni di perdite.

Per lui anche una esperienza politica: fece parte nei primi mesi dell’amministrazione Trump, consigliando il neoeletto presidente americano di effettuare una radicale revisione normativa. Ma lasciò il suo incarico tra le polemiche. Come del resto tanti membri iniziali dello staff di Donald Trump.

Al 4 aprile 2018, Carl Icahn vanta un patrimonio di 17,3 miliardi di dollari. Ma come ci è riuscito? Vediamo di seguito chi è Carl Icahn e come è diventato così ricco.

Sommario

Carl Icahn chi è

Chi è Carl Icahn? Carl Celian Icahn è nato il 16 febbraio 1936 ed è un uomo d’affari americano, investitore e filantropo. È il fondatore e azionista di controllo di Icahn Enterprises, una holding conglomerata diversificata con sede a New York, precedentemente nota come American Real Estate Partners. È anche presidente di Federal-Mogul, uno sviluppatore, produttore e fornitore americano di componenti per gruppi motopropulsori e prodotti per la sicurezza dei veicoli.

Negli anni ’80 Icahn si è guadagnato la reputazione di “razziatore aziendale” dopo aver approfittato dell’occupazione ostile e della sottrazione di fondi della compagnia aerea americana TWA. Secondo la rivista Forbes, Icahn aveva un patrimonio netto di $ 16,6 miliardi nel 2017, rendendolo la ventiseiesima persona più ricca di Forbes 400 e il quinto più ricco gestore di hedge fund. Allo stato attuale, il suo patrimonio è cresciuto di un miliardo di dollari.

Icahn è stato come detto prima, consigliere economico speciale sulla regolamentazione finanziaria per il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel 2017. Lasciando il suo incarico in polemica per il suo potenziale conflitto di interessi.

Carl Icahn origini

Icahn è cresciuto in una famiglia ebrea nel quartiere Far Rockaway, sezione Queens di New York, dove ha frequentato la Far Rockaway High School. Suo padre, ateo, era un cantore e in seguito un maestro sostituto. Sua madre ha anche lavorato come insegnante. Icahn si laureò alla Princeton University con un Bachelor of Arts in filosofia nel 1957 e poi entrò alla School of Medicine della New York University, ma abbandonò dopo due anni per unirsi alle riserve dell’esercito.

Carl Icahn carriera

Le prime esperienze di Icahn

Icahn ha iniziato la sua carriera a Wall Street come agente di cambio nel 1961; nel 1968, ha formato Icahn&Co., una società di intermediazione mobiliare che si è concentrata sull’arbitraggio del rischio e sul trading di opzioni. Nel 1978, ha iniziato a prendere posizioni di controllo in singole società. Icahn ha sviluppato la reputazione di “banditore di corporazioni” dopo la sua ostile acquisizione di Trans World Airlines nel 1985.

Icahn e il caso TWA

Icahn ha sistematicamente venduto le attività di TWA per rimborsare il denaro che aveva preso in prestito per l’acquisto della società, che è stato descritto come “asset stripping”. Nel 1988, Icahn ha preso il TWA privato, ottenendo un profitto personale di $ 469 milioni e lasciando TWA con un debito di $ 540 milioni. Nel 1991, ha venduto le rotte di TWA a Londra ad American Airlines per $ 445 milioni.

Ha formato lowestfares.com per vendere biglietti TWA e ha acquisito parti del viaggio di svago globale da Ramy El-Batrawi per fondersi in esso. Icahn ha lanciato un’acquisizione ostile da 7 miliardi di dollari per l’89% di US Steel alla fine del 1986. Nel luglio 2001 Icahn’s Riverdale, LLC prestò a Genesisintermedia $ 100 milioni in cambio di un’opzione per l’acquisto di 2 milioni di azioni della società.

Nel 2004, dopo che Mylan Laboratories aveva annunciato un accordo per l’acquisizione di King Pharmaceuticals, Icahn acquistò una grande blocco di azioni e ha minacciato una battaglia per l’acquisizione. In seguito, Mylan abbandonò gli sforzi per acquisire King Pharmaceuticals.

Icahn e XO Holding

Nel 2005, XO Holding ha annunciato l’intenzione di vendere la parte cablata della sua attività per $ 700 milioni al suo azionista di maggioranza e al presidente Icahn; il denaro sarebbe stato utilizzato per ripagare i propri debiti e riacquistare le azioni privilegiate per circa $ 600 milioni da Icahn.

Icahn avrebbe quindi posseduto il business cablato a titolo definitivo, e sarebbe ancora proprietario della sua partecipazione del 60% in XO. Nonostante la maggioranza di proprietà di Icahn e il consiglio di amministrazione che dichiarava l’accordo nel migliore interesse degli azionisti, R2 e altri azionisti di minoranza hanno sconfitto il tentativo attraverso la Delaware Court nel 2008, che ha inflitto sanzioni per i danni causati dall’Icahn stesso. -controllo e / o conflitto di interessi.

Nel febbraio 2006 un gruppo guidato da Icahn (con il 3,3% del capitale) e il CEO di Lazard Frères Bruce Wasserstein hanno proposto la rottura di Time Warner in quattro società e riacquisti di azioni per un totale di circa $ 20 miliardi; hanno concordato di non contestare la rielezione della lista di membri del consiglio di Time Warner alla riunione degli azionisti del 2006 se Time Warner avrebbe riacquistato $ 20 miliardi di azioni, nominato più membri indipendenti nel consiglio di amministrazione, tagliato $ 1 miliardo di costi entro il 2007, e continua le discussioni con il gruppo sul futuro di Time Warner Cable.

Nell’agosto 2006, ha acquistato azioni nell’editore Take-Two del videogioco, e successivamente ha aumentato le sue partecipazioni all’11,3% nel 2009, diventando il secondo -il’più grande azionista. Nel gennaio 2007, ha acquistato una partecipazione del 9,2% in Telik, una società di biotecnologie impegnata nella ricerca sul cancro. Ha anche effettuato un investimento di 6,1 milioni di azioni di comunità WCI (acquisite da Lennar Corporation). Ha anche posseduto circa 33,5 milioni di azioni di Motorola, ma a maggio è stato rifiutato un seggio nel suo consiglio di amministrazione. Il 9 febbraio 2007, il consiglio di amministrazione della Lear Corporation ha accettato un’offerta di acquisizione da 2,3 miliardi di dollari da Icahn.

In quel mese ha anche investito 50 milioni di dollari in Motricity, un fornitore di tecnologia di consegna di contenuto mobile con sede nel North Carolina. Nel 2007, Icahn e le sue affiliate hanno anche occupato posizioni di maggioranza in ACF Industries, American Railcar Industries, Philip Services e Icahn Enterprises quotate al NYSE. A settembre è stato anche proprietario dell’8,5% della società di software aziendale BEA Systems. Ha aumentato le sue partecipazioni al 13% in ottobre, due mesi prima che Oracle Corporation annunciò l’acquisto di sistemi BEA.

A partire dal 2007, Icahn incrementò gradualmente la sua partecipazione nella società biotecnologica Biogen. Icahn vendette i suoi interessi nel Nevada nel febbraio 2008, tra cui Stratosphere, Arizona Charlie’s Boulder, Arizona Charlie’s Decatur e Aquarius Casino Resort che erano gestiti attraverso American Entertainment Properties, una filiale di Icahn Enterprises. Il prezzo di vendita di $ 1,3 miliardi è stato di circa $ 1 miliardo in più di quello pagato per le proprietà. Nel marzo 2008, Icahn ha citato Motorola come parte del suo impegno per ottenere quattro posti nel consiglio di amministrazione di Motorola e imporre una vendita delle sue attività mobili. Quel mese, una storia su Icahn andò in onda sul programma di notizie americano, 60 Minutes, con il reporter Lesley Stahl e anche lui apparve su Nightly Business Report e discusse le sue opinioni sui combattimenti per procura.

Icahn e Yahoo!

Nel maggio 2008, Icahn ha acquistato un grande blocco di azioni in Yahoo, e poco dopo ha minacciato di avviare una battaglia per delega per rimuovere il consiglio di amministrazione di Yahoo in risposta al rifiuto dell’offerta pubblica di acquisizione di Microsoft. Invece, ha forzato un accordo per espandere il consiglio di Yahoo a undici membri, tra cui Icahn e altri due a sua scelta. Nel giugno 2008, Icahn ha lanciato The Icahn Report, che ospita gli azionisti statunitensi d’America, dove i singoli investitori possono iscriversi e fare una campagna per i diritti degli azionisti.

A settembre / ottobre 2008 Icahn è stata coinvolto nel tentativo di acquisto di Imclone da parte di Bristol-Myers Squibb e nell’eventuale vendita di Imclone a Eli Lilly and Company in un accordo interamente in contanti del valore di $ 6,5 miliardi. Nel dicembre dello stesso anno ha fatto causa a Realogy per una proposta di scambio di debiti. Nell’aprile 2009 Icahn si è impegnato in una battaglia per procura per Amylin. A settembre, si è offerto di acquistare le azioni di XO che non possedeva già per 55 centesimi ciascuna. In seguito ha alzato la sua offerta a 80 centesimi, che alla fine è scaduto. In ottobre, ha rassegnato le dimissioni dal consiglio di amministrazione di Yahoo !, e dal febbraio seguente ha ridotto la sua partecipazione azionaria da un massimo di 75 milioni di azioni una tantum a 12 milioni di azioni.

Icahn era un direttore di Blockbuster fino a gennaio 2010 e presidente di Imclone, Icahn Enterprises, XO Communications, WestPoint Home, Cadus e American Railcar Industries. È un utile proprietario di Adventrx Pharmaceuticals e di Vector Group. Icahn ha anche cercato di prendere in consegna la Marvel Comics. Icahn, attraverso una filiale della sua Icahn Enterprises LP, ha acquisito la proprietà Fontainebleau a Las Vegas per circa $ 150 milioni nel febbraio 2010. A marzo è stato uno di un gruppo di istituti di credito che ha acquistato Tropicana Casino & Resort Atlantic City, portando la società fuori dal fallimento per $ 200 milioni.

Sempre a marzo ha condotto un’offerta di acquisto fallita per Lionsgate Films. A maggio ha annunciato la proprietà di circa il 12% di Hain Celestial Group, Inc., e l’acquisto di una quota dell’8,54% in Lawson Software.

Icahn e la Mentor Graphics

Nel maggio 2010 Icahn deteneva una partecipazione del 6,9% in Mentor Graphics, aumentando al 14% a luglio. La rappresaglia di Mento cnon è riuscita a dissuadere Icahn che, nel febbraio del prossimo anno, ha fatto un’offerta per acquistare l’azienda per circa $ 1,86 miliardi in contanti. Nel gennaio 2011, Icahn ha fatto ancora un’offerta per acquistare le azioni rimanenti delle azioni ordinarie di XO Holder. A febbraio aveva accumulato una partecipazione del 9,08% in The Clorox Company (CLX).

Il 15 marzo 2011, il consiglio di amministrazione della Mentor ha emesso un forte avvertimento ai suoi azionisti contro un’azione legale di Icahn. Nell’ottobre 2012, Icahn ha acquistato una partecipazione del 10% in Netflix.

A novembre 2013 è stato coinvolto in una battaglia per delega al controllo del consiglio di amministrazione di Oshkosh Corp. Nel febbraio 2013, Forbes ha elencato Icahn come uno dei 40 gestori di hedge fund con i più alti guadagni. Entro aprile aveva accumulato una quota del 9,2% in Nuance Communications, Inc. l 2 agosto 2013, Icahn ha citato in giudizio il colosso dei computer Dell e il suo consiglio di amministrazione nel tentativo di far deragliare un’offerta di 24,4 miliardi di dollari da parte del CEO, Michael Dell, a favore della sua offerta di prossima uscita. Nell’ottobre 2013, Icahn deteneva 4,7 milioni di azioni di Apple, essendo stato un sostenitore schietto.

Lo stesso mese, Icahn ha acquisito circa 61 milioni di azioni in Talisman Energy spingendo le azioni del produttore petrolifero canadese in difficoltà a salire. Sempre in quel mese ha venduto circa il 50% delle sue azioni in Netflix per un profitto superiore a $ 800 milioni in meno di un anno. A novembre, ha acquisito una partecipazione del 12,5% in Hologic, un produttore di dispositivi medici e diagnostica. Nel gennaio 2014, Icahn ha pagato un altro mezzo miliardo di dollari per azioni di Apple Inc. che considerava “molto economiche”. Sempre a gennaio, Icahn propose a eBay a distribuzione di PayPal, un’azienda di e-commerce. Ciò ha dato inizio a una battaglia per delega che è stata risolta entro aprile.

A giugno 2014, Icahn aveva acquisito una quota del 9,4% in Family Dollar e, come principale azionista, è stato coinvolto in un accordo in base al quale Family Dollar è stata acquisita da Dollar Tree per $ 8,5 miliardi. Ha poi ceduto circa un terzo del suo palo.

Nell’ottobre 2014, Icahn ha acquisito una quota nella società energetica canadese Talisman Energy. Il prezzo delle azioni della compagnia è diminuito del 71% e ha venduto le sue azioni due mesi dopo.

Le operazioni di Carl Icahn dal 2015

Il 15 maggio 2015, Icahn ha investito $ 100 milioni nel servizio di car sharing Lyft. Nel novembre 2015, Icahn ha assunto CBRE Group Inc. per commercializzare la località incompiuta Fontainebleau di Las Vegas ai potenziali acquirenti. In quel mese ha scambiato la sua partecipazione in eBay con lo stesso numero di azioni di PayPal Holdings.

A quel tempo Icahn deteneva una partecipazione del 7,13% in Xerox, rendendolo il secondo più grande investitore dopo The Vanguard Group. Nel dicembre 2015 Icahn ha fatto un’offerta qualificativa per acquistare la catena di ricambi auto e manutenzione Pep Boys per $ 15,50 per azione. Ha anche alzato la quota di partecipazione nella società energetica Cheniere Energy con sede a Houston al 13,8, rendendolo il suo maggiore azionista.

Icahn ha venduto l’incompiuto casinò di Las Vegas, Fountainebleau, per $ 600 milioni ad agosto 2017. Nel gennaio 2016, Icahn deteneva una partecipazione del 4,66% in Gannett Co. Inc., e deteneva anche azioni in Cheniere Energy e Freeport- McMoRan, entrambi declinati in valore. Icahn ha venduto le sue quote Apple nell’aprile 2016, citando le preoccupazioni circa il rapporto di Apple con la Cina. Nell’agosto di quell’anno acquistò il 10 percento di proprietà di Herbalife; le sue partecipazioni nella società erano circa 19 milioni di azioni entro ottobre .

Sempre ad ottobre, Icahn ha chiuso il casinò Trump Taj Mahal ad Atlantic City, citando una perdita di $ 350 milioni per diversi anni e il mancato raggiungimento di un accordo con i sindacalisti scioperanti. Quasi 3.000 lavoratori hanno perso il lavoro. Quell’anno aumentò anche le sue partecipazioni nella società di noleggio auto The Hertz Corporation, dopo che il prezzo delle azioni della compagnia era diminuito significativamente.

Carl Icahn e la politica

Carl Icahn ha sostenuto Donald Trump per le elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2016. Ha anche annunciato la formazione di un super PAC impegnando 150 milioni di dollari per spingere per la riforma delle imposte societarie, in particolare delle inversioni, che si verificano quando le corporation lasciano gli Stati Uniti per approfittare di aliquote fiscali più basse altrove. Diventando il possibile candidato presidenziale repubblicano Trump annunciò che avrebbe nominato Icahn come segretario del tesoro. Tuttavia, questa posizione è andata a Steve Mnuchin, mentre Bernie Sanders ha criticato le operazioni di investimento di Icahn ad Atlantic City, in particolare le riduzioni delle prestazioni dei dipendenti dei casinò, incluse pensioni e assistenza sanitaria. Icahn ha contestato i commenti di Sanders mentre riconosce che la questione della disuguaglianza dei redditi generali “è un problema grave”.

Il 21 dicembre 2016 è stato annunciato che Icahn avrebbe ricoperto il ruolo di Consigliere speciale del Presidente in materia di Riforma della regolamentazione sotto il presidente Donald Trump. CNBC ha riferito che Icahn avrebbe aiutato Trump in una “capacità individuale” piuttosto che come dipendente federale, e che non avrebbe avuto “doveri specifici” e quindi non avrebbe dovuto rinunciare ai suoi interessi commerciali mentre prestava servizio come consigliere di Trump.

Icahn si è dimesso da questo ruolo il 18 agosto 2017, citando il desiderio di non interferire con il lavoro di Neomi Rao come amministratore dell’Ufficio per gli affari informativi e regolatori. Nel febbraio 2018, Icahn evitò una perdita di 31,3 milioni di dollari vendendo le sue partecipazioni in azioni sensibili al prezzo dell’acciaio pochi giorni prima che l’amministrazione Trump annunciò una nuova tariffa del 25% da imporre sulle importazioni di acciaio.

Quando il presidente ebbe un’intervista a Icahn Scott Pruitt durante l’esame della sua nomina a amministratore dell’Agenzia per la protezione ambientale, Carl Icahn ha chiesto espressamente a Pruitt la sua posizione sullo standard di combustibile rinnovabile EPA. Icahn ha anche parlato direttamente al presidente Trump e a Gary Cohn riguardo le sue proposte di modifica della regola dell’etanolo. CVR Energy, in cui Icahn detiene l’82% della proprietà, farebbe risparmiare 205,9 milioni di dollari all’anno se la proposta di Icahn fosse adottata.

La Sugar Land, la raffineria di petrolio del Texas, ha beneficiato quando il Presidente Trump ha fatto un’eccezione al suo congelamento dei regolamenti per espandere il vantaggio fiscale delle master limited partnership. Le azioni di CVR Energy sono raddoppiate dopo le elezioni del presidente Trump, aumentando di $ 455 milioni in valore.

Carl Icahn vita privata

Nel 1979, Carl Icahn sposò Liba Trejbal, una ballerina dell’ex Cecoslovacchia. Si separarono nel 1993 e divorziarono nel 1999 dopo anni di contenzioso durante i quali la Liba cercò di invalidare un accordo prematrimoniale che aveva firmato prima del loro matrimonio, reclamando la coorte in quel momento in cui era incinta.

La Liba in origine combatté l’offerta di Icahn di circa $ 1,5 milioni all’anno perché all’epoca valeva miliardi e alla fine si stabilì per un importo non divulgabile. Hanno due figli, uno dei quali è Brett Icahn. Suo nipote è Rick Schnall. Nel 1999, Icahn ha sposato il suo assistente di lunga data e l’ex broker, Gail Golden. Ha avuto due figli da un precedente matrimonio.

Carl Icahn patrimonio

Qual è il patrimonio di Carl Icahn? Secondo la rivista Forbes, Icahn ha attualmente un patrimonio netto di $ 17,3 miliardi, rendendolo la 26ma persona più ricca di Forbes 400, e il quinto più ricco gestore di fondi hedge.

Carl Icahn filantropia

Icahn ha fondato la Icahn Scholar Program presso la Choate Rosemary Hall, una scuola di preparazione in Connecticut. Questa organizzazione paga per lezioni, vitto e alloggio, libri e forniture per 10 studenti ogni anno per quattro anni (matricola-senior), una dotazione del valore di circa $ 400.000 all’anno.

Icahn ha dato un contributo sostanziale alla sua università, Princeton University, per finanziare un laboratorio di genomica che porta il suo nome, il laboratorio Carl C. Icahn presso l’Istituto universitario di genomica integrata. Ha anche dato un grande contributo al Mount Sinai Hospital di New York, di cui è un fiduciario, che in cambio non solo ha nominato un edificio dell’Istituto medico Icahn progettato da Davis Brody Bond, ma anche, nel 2013, ribattezzato Mount Sinai School of Medicine come Icahn School of Medicine sul Monte Sinai. Anche l’istituto di genomica guidato da Eric Schadt è stato rinominato ed è ora l’Istituto Icahn per la genomica e la biologia multiscala.

La sua fondazione, il Children’s Rescue Fund, ha costruito Icahn House nel Bronx, un complesso di 65 unità per famiglie senzatetto composte da donne incinte single e donne single con bambini, e gestisce Icahn House East e Icahn House West, entrambi rifugi per senzatetto situati a New York City. Nel 2010, Icahn ha aderito alla lista Giving Pledge, impegnandosi a regalare più della metà della sua fortuna, tuttavia, non ha ancora deciso i beneficiari specifici.

Il 30 gennaio 2016, Icahn ha donato $ 1 milione per i gruppi di veterani statunitensi a Des Moines, Iowa, raccolta fondi detenuta da Donald Trump.

Carl Icahn riconoscimenti

Icahn ha ricevuto numerosi premi, tra cui il Founders Award della Starlight Foundation e il premio Man of the Year del 1990. Inoltre è stato nominato Uomo dell’Anno dal Guardian nel 2001. Nel 2004, è stato premiato dal Centro per l’innovazione educativa – Associazione di educazione pubblica per il suo lavoro con scuole charter. Nel 2006, è stato premiato con il “Effecting Change Award 100 Women in Hedge Fund” per il suo eccezionale contributo al miglioramento dell’istruzione.

Carl Icahn e la sua passione per i cavalli

Nel 1985 Icahn fondò la Foxfield Thoroughbreds, un allevamento di cavalli. Alla vendita del Newstead Farm Trust di quell’anno gestita da Fasig-Tipton, ha pagato $ 4 milioni per Larida, una cavalla di 6 anni e un record di $ 7 milioni per la cavalla di baia di 4 anni, Miss Oceana, accoppiata al campione Northern Dancer. Icahn’s Meadow Star vinse la Juvenile Fillies del 1990 Breeders ‘Cup ed è stato votato dalla Eclipse Award come miglior puledra di due anni.

Nel 1992, Foxfield concluse la sua attività di guida e divenne un allevatore commerciale. Dopo aver allevato più di 140 cavalli di posta, nel 2004 Icahn chiuse Foxfield, vendendo tutte le sue fattrici e svezzamenti senza riserva all’Asta di vendita di Keeneland.

Carl Icahn e lo scandalo Panama Papers

Il nome di Carl Icahn spuntò nello scandalo Panama Papers, dell’aprile 2016. Panama Papers è il nome di un fascicolo riservato digitalizzato composto da 11,5 milioni di documenti confidenziali creato dalla Mossack Fonseca, uno studio legale panamense, che fornisce informazioni dettagliate su oltre 214.000 società offshore, includendo le identità degli azionisti e dei manager. I documenti mostrano come individui ricchi, compresi funzionari pubblici, nascondano i loro soldi dal controllo statale.

L’elenco include leader politici di Arabia Saudita, Argentina, Emirati Arabi Uniti, Islanda e Ucraina, ma anche funzionari di governo, parenti e collaboratori stretti di vari capi di governo di più di 40 altri paesi. Non manca anche qualche nome italiano.

LEAVE A REPLY