Cardano (ADA) : cos’è la criptovaluta, come investire, come funziona, progetto

Cos’è Cardano (ADA)? Come investire in Cardano (ADA)? Come funziona la blockchian Cardano (ADA)? In cosa consiste il progetto della blockchain Cardano (ADA)? Cos’è la criptovaluta ADA? Le criptovalute stanno interessando sempre più investitori. Intendendo per essi sia quanti, nelle vesti di trader, cercano di speculare sul loro andamento in Borsa e sia su quanti cercano di organizzare nuove criptovalute per lo stesso fine. O anche solo per rivoluzionare il mondo economico che così com’è non gli aggrada. Si pensi a quanto fatto dal giovane Vitalik Buterin, che ha impostato il suo Ethereum – blockchain per generare smart contracts e moneta digitale Ether, vera antagonista del Bitcoin – sullo stile open source e No profit di Mozilla.

In questa sede ci occupiamo della criptovaluta Cardano. Rispondendo alle domande di cui sopra.

Blockchain Cardano cos’è

Cos’è la criptovaluta Cardano? E’ una nuova blockchain lanciata dalla società Input Output HK (conosciuta con acronimo IOHK) guidata da Charles Hoskinson, ex CEO proprio della succitata Ethereum.

Nel 2015 un gruppo di imprenditori giapponesi, conosciuto oggi col nome di Emurgo, ha incaricato la IOHK di sviluppare una nuova blockchain. La raccolta fondi è durata circa un anno e mezzo, raccogliendo circa 62 milioni di dollari. Nel settembre 2017 è così nato Cardano, una nuova blockchain creata partendo praticamente da zero, mediante il linguaggio di programmazione Haskell (che viene considerato dagli esperti come il top per quanto riguarda la sicurezza), basata sull’algoritmo del Proof Of Stake (meglio conosciuto con l’acronimo PoS). Oltre alla sicurezza, un altro punto forte di questa blockchain è la flessibilità, poiché creata a strati (i cosiddetti layer) capaci di renderla appunto più malleabile ed idonea per essere utilizzata da diversi tipi di smart contract.

Cardano ospita la criptovaluta Ada, che può essere utilizzata per inviare e ricevere fondi digitali. Questo denaro digitale rappresenta il futuro del denaro, rendendo possibile trasferimenti veloci e diretti garantiti per essere sicuri attraverso l’uso della crittografia. E’ già stata ribattezzata “l’Ethereum del Sol Levante”.

Criptovaluta ADA cos’è

Cos’è la criptovaluta ADA? Si tratta della moneta digitale prodotta dalla blockchain Cardano e può essere acquistata già in diversi exchange come Binance. Al fine di conservare gli ADA, una volta acquistati sull’exchange, è meglio trasferirli nel wallet Daedalus che è scaricabile sia per Windows che per MacOs e che permette di avere la chiave privata. Il che rende la loro conservazione molto più sicura rispetto a trattenere ADA su l’exchange.

Cardano capitalizzazione

Qual è la capitalizzazione di Cardano? Se masticate di criptovalute, saprete che questi nuovi asset sono estremamente volatili. Quindi è fuorviante riportarne capitalizzazione, prezzo e valore. In quanto quelli che riporteremmo mentre scriviamo, saranno sicuramente diversi quando leggerete. Comunque, per dovere di cronaca, nel momento in cui scriviamo la Blockchain Cardano (ADA) viaggia su una capitalizzazione di 7,766,694,763.16 di euro. Con un valore di 0,29 euro, 0,34 dollari.

Cardano (ADA) si è subito imposta tra le prime 10 criptovalute nell’ultimo periodo. Nel novembre 2017, in effetti, la Top 10 è stata caratterizzata da 3 new entry. C’era anche il Bitcoin Gold, fork nata da Bitcoin verso fine Ottobre. Ad inizio novembre BTG ha iniziato ad essere scambiato ufficialmente sugli exchanges ed in un mese ha circa raddoppiato il proprio valore. Vale circa 300 dollari, salendo poi a 400. Mentre nel momento in cui vi scriviamo, si attesta sui 273 euro. E forse potrebbe fare come l’altro Ford di Bitcoin, Bitcoin Cash, che se la gioca, dopo un po’ della sua uscita il primo agosto 2017, tra il terzo e il quinto posto.

Altra gradita new entry è Miota, la criptovaluta per la piattaforma IOTA, che ad ottobre era valutata solo 36 centesimi di dollaro. La valutazione però è letteralmente esplosa sin dall’annuncio di alcune partnership molto importanti, tra cui con Microsoft e Fujitsu. Questo ha spinto il token ad apprezzarsi del 900% complessivamente in un mese ed a raggiungere una quotazione di 3.57 dollari. Più o meno quanto vale mentre vi scriviamo. IOTA è la criptomoneta studiata appositamente per l’Internet of Things (IoT), l’internet delle cose. Ossia il fatto che ben presto tutto sarà connesso al web, perfino piante ed animali. Grazie alla sua capacità di essere scalabile e modulare e all’assenza di costi di transazione si presta perfettamente a fare da base agli scambi tra apparecchiature elettroniche senza l’interazione dell’uomo. IOTA non è basata su una normale blockchain, ma su Tangle. È grazie a quest’ultima che l’ecosistema non ha costi di transazione, visto che chi autorizza le transazioni sono i soggetti che ne fanno partire una nuova, approvandone 2 precedenti. Se le catene dei blocchi tradizionalmente rappresentano le basi di molte altre criptovalute, le transazioni su Tangle sono processate in parallelo.

Cardano, il cui simbolo è ADA, a novembre 2017 è invece stata una novità assoluta per le prime 10 posizioni. Questa criptovaluta infatti è relativamente nuova ed è quotata solamente su Bittrex e Binance. ADA è una nuova cripto che ha come obiettivo primario quello di creare un token pronto per l’adozione di massa. In particolare, nei piani dei suoi creatori, c’è quello di implementare funzionalità di smart contracts che possano essere indipendenti dalla blockchain, e quindi associarsi ad una qualsiasi cripto come Bitcoin, Ethereum, etc.

Cardano (ADA) critiche

Quali sono le critiche al progetto Cardano (ADA)? C’è chi tende a sminuire questo progetto mettendo in risalto il fatto di come, al momento, dietro ci sia poco di concreto se non una roadmap di sviluppo. Quindi un progetto in divenire tutto da scrivere. Ma, in fondo, è qualcosa di naturale per una nuova criptovaluta immessa sul mercato, con un progetto del tutto nuovo. Lo scetticismo è naturale. Lo stesso Bitcoin, nato nel 2009, ha iniziato ad essere preso in considerazione solo 3 anni dopo. Mentre ha raggiunto valori incredibili solo 8 anni dopo.

E’ sempre stato così, nella storia delle novità. Anche in campi molto diversi. Si pensi, per esempio, ad un pittore come Van Gogh o ad un autore come Giacomo Leopardi. Emarginati e presi in giro da vivi, diventati perfino autori Pop ad un secolo della loro morte. Certo, con le tecnologie i tempi sono rapidissimi. E forse accade il contrario. Ovvero, dopo il successo, la gente si stanca subito di una novità, subito innamorandosi di un’altra. Facebook e iPhone a parte…

E’ anche vero, comunque, che un po’ di diffidenza è giusta, in quanto troppe nuove criptovalute, specie quelle lanciate tramite ICO, si sono rivelate poi un bluff. Alcune perfino una truffa. Non a caso vengono definite White Paper, per il loro essere una cambiale in bianco.

Come investire in Cardano e comprare ADA su Coinbase e Binance

Come investire in Cardano? Come comprare ADA? Un modo molto pratico e conveniente è utilizzare in maniera combinata l’Exchange Coinbase e il wallet Binance. In quanto col primo acquisterete Bitcoin e col secondo li convertirete in ADA. Infine utilizzare la piattaforma Daedalus.

I passi da compiere sono quindi questi:

  • Andare su Coinbase e convertire gli euro in Bitcoin
  • Andare su Binance.com e depositare i bitcoin acquistati su Coinbase
  • Sempre su Binance acquistare con i bitcoin disponibili gli ADA
  • Scaricare Daedalus
  • Trasferire gli ADA da Binance a Daedalus

Presentiamo brevemente queste tre piattaforme per comprare ADA di Cardano:

Coinbase

Coinbase è un Exchange americano tra i più popolari, che conta sui seguenti numeri nel momento in cui scriviamo:

• 12,6 milioni di utenti

• 40 miliardi di dollari in transazioni effettuate

• più di 20 miliardi di dollari di cryptomonete

• più di 39,700,000 portafogli attivi

• 47mila negozianti

• 11mila sviluppatori di applicazioni

Al momento Coinbase è l’unico sito, la cui reputazione è globalmente riconosciuta, che permette di registrarsi e completare il processo di verifica dei documenti in tempi molto brevi. Ci sarà richiesto di verificare l’indirizzo email, il numero di telefono e il documento di riconoscimento. Il tutto in maniera semplice, anche perché il sito fornisce delle istruzioni che spiegano come eseguire ogni passaggio. Il documento sarà invece convalidato in pochi minuti grazie alla webcam del computer o in alternativa con la fotocamera del proprio smartphone.

Binance

Binance è un Exchange di tipo decentralizzato partner dell’avveniristica criptovaluta NEO. L’Exchange Binance si sta già imponendo come la piattaforma nella quale vengono eseguite le maggiori transazioni di NEO. Acquistare o vendere i GAS diventa pertanto più facile, senza dover ricorrere a Google Translator per utilizzare gli exchange cinesi.

Per usare il wallet Binance eseguire i seguenti passaggi:

• Collegarsi al sito internet Binance

• Completare il processo di registrazione e verifica della email.

• Inviare i Bitcoin acquistati su Coinbase al portafoglio Binance

• Accedere al proprio account Binance

• Nella parte superiore della schermata si dovrà andare con il mouse su “Funds” e apparirà un menù a cascata dal quale occorre selezionare “Deposits Withdrawals”

Conviene investire in Cardano (ADA)?

Non è facile capire quale sia il futuro di Cardano (ADA) e quindi darvi un secco Sì o un No. In effetti, per il discorso che facevamo in precedenza, Cardano (ADA) è un progetto tutto da scrivere, che tanto può essere rivoluzionare quanto essere un flop. Certo, ci sono ottimi esempi di progetti futuristici andati a buon fine. Si pensi ad Ethereum e Ripple. Il primo, come già detto, ha sviluppato l’idea del Bitcoin non solo lanciando una criptomoneta, ma anche una blockchain capace di produrre smarts contract. Contratti digitali adattabili per vari settori commerciali e convenienti rispetto a quelli tradizionali in quanto nessuna delle 2 parti può barare. Mentre Ripple ha dalla sua il fatto di aver lanciato un sistema per poter scambiare monete diverse, senza dover passare per il dollaro. E le sue oscillazioni. Oltre a non dover pagare le commissioni pesanti previste dalle Banche. Ad oggi sono quasi una ventina le banche che hanno già sposato l’idea Ripple.

Tornando a Cardano, possiamo dire che è molto interessante e il prezzo abbordabile nel momento in cui vi scriviamo, la rende davvero appetibile. E se prende la piega di altre criptovalute nuove, può davvero dare soddisfazioni. Cardano agisce nell’ambito degli smart contract ed ha uno sviluppo simile ad Ethereum.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY