Cardano (ADA) arriva su eToro, vantaggi e come fare trading

Una delle piattaforme di trading più amate – soprattutto per il comodissimo sistema di copytrader, che consente di copiare i trader più bravi guadagnando così anche senza esperienza – mette un altro colpo a segno. Parliamo di eToro, che ha deciso di includere nella sua famiglia di criptovalute, un’altra moneta digitale: Cardano (ADA).

Un mix di criptovalute che va da quelle più consolidate e note a quelle più moderne e promettenti: Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Ripple, Dash, Litecoin, Ethereum Classic, Stellar Lumens, EOS e NEO.

La scelta di includere Cardano (ADA) da parte di eToro, non è casuale: oggi è la settima criptovaluta per capitalizzazione di mercato con i suoi 4,1 miliardi di dollari. Essa può essere definita a tutti gli effetti un’altcoin. Il codice di identificazione è ADA.

Occorre però anche sapere che su eToro si potrà investire su Cardano (ADA) con un limite determinato sulla cifra investita quotidianamente. Una volta raggiunto il limite giornaliero, sarà chiuso per nuovi investitori e riaperto il giorno successivo.

Aiutandoci con Coinmarketcap.com, possiamo osservare che prima dell’exploit di dicembre il valore della moneta digitale si aggirava intorno ai 0,03$. Il primo rialzo ha portato Cardano il 29 novembre ad essere valutata 0,14$, crescendo quindi del 366%. Dopo una decina di giorni di stazionamento intorno a questo prezzo la criptovaluta ha ottenuto il suo secondo rialzo, culminato il 19 dicembre a quota 0,58$. Rispetto al 29 novembre l’incremento è stato del 314%, ma in confronto a metà novembre l’aumento di valore è stato del 1.833%. La criptovaluta ha così seguito la cavalcata generale di tutte le altre criptovalute, trainate da Bitcoin che a metà dicembre ha sfiorato quota 20mila dollari.

L’inizio del 2018 pure è stato promettente dato che, dopo un breve ritracciamento, il prezzo di Cardano è continuato a salire e raggiungere il suo massimo storico il 4 gennaio 2018 a quota 1,22$ con una capitalizzazione di mercato pari a 31,6 miliardi di dollari.

Poi è iniziata la flessione, che ha investito tutte le altre criptovalute, Bitcoin compresa. Arrivata fino a 6mila dollari, raggiungendo di tanto in tanto gli 8mila.

Nel momento in cui scriviamo, il token ADA vale 0,15$ e ha una capitalizzazione di mercato pari a 4,1 miliardi di dollari. Cifre lontane da quelle di inizio 2018, certo, ma il fatto che ora anche eToro ne consente il trading, può sicuramente portare ad una nuova crescita.

Cardano (ADA) cos’è

Cardano è una piattaforma decentralizzata, basata sulla tecnologia blockchain. La valuta intra-piattaforma è il gettone ADA, che ha rapidamente guadagnato popolarità e domanda tra i trader e gli investitori dopo il lancio. Il prezzo della nuova criptovaluta aumenta di giorno in giorno, il che ha permesso al suo progetto di entrare nella top 10 dei concetti più capitalizzati su blockchain.

Il creatore della criptovaluta è una personalità ben nota nel settore delle criptovalute, l’ex principale specialista di Ethereum, Charles Hoskinson. L’incentivo per la creazione di Cardano è stata la necessità di sviluppare mercati in un’economia decentrata e la democratizzazione della finanza. E’ nata a settembre 2017 ed ha una propria blockchain decentralizzata.

La criptovaluta è stata progettata dalla società blockchain Input Output Hong Kong (IOHK). A guidare il suo sviluppo è stato il CEO Charles Hoskinson, noto per essere stato il cofondatore di Ethereum insieme a Vitalik Buterin.

Il funzionamento dell’idea stessa si realizza combinando le attività di tre agenzie di regolamentazione con le corrispondenti missioni, vale a dire: una società Emurgo, che costruisce una struttura di venture all’interno dell’ecosistema Cardano e promuove l’applicazione blockchain Cardano, una società di ingegneria IOHK.

Il progetto si occupa della costruzione della blockchain Cardano, la Fondazione Cardano che si occupa della standardizzazione, protezione e promozione della tecnologia Cardano.

È possibile acquistare monete digitali ADA solo su alcuni Exchange di criptovaluta come Binance o Bittrex. I token Cardano saranno presto disponibili presso gli ATM di criptovaluta in Giappone. I possessori di valuta della piattaforma sono in grado di ricevere una carta di debito Cardano, che fornirà l’opportunità di utilizzare ADA proprio come Bitcoin o Ethereum. È possibile tenere traccia del flusso di fondi utilizzando l’applicazione del progetto.

È possibile ottenere token ADA tramite mining. Per fare ciò, non è necessario Classic PoW (estrazione di nuovi blocchi). Il fatto che la blockchain Cardano abbia il proprio PoS consente agli sviluppatori di eliminare l’ADA senza supercomputer. L’estrazione della valuta Cardano presenta i seguenti vantaggi: fornisce un modo semplice per guadagnare denaro, non richiede l’uso di hardware costoso, non consuma molta elettricità; è stabile nel processo di generazione dei blocchi.

È impossibile effettuare transazioni con criptovalute e memorizzarle senza un portafoglio criptovaluta. Gli sviluppatori di Cardano hanno creato il proprio portafoglio digitale, che è disponibile per il download sul sito Web ufficiale della piattaforma. Si chiama The Daedalus Wallet. Al momento, solo gli utenti di Windows e MacOS possono utilizzare il wallet “nativo” ADA.

Cardano è stato lanciato il 1 ° ottobre 2017. Il prezzo di partenza per un token è stato di $ 0,02. Nella storia di ADA, il massimo salto di prezzo si è verificato il 4 gennaio 2018 quando il tasso è stato fissato a $ 1,28 per una moneta digitale. Gli esperti danno previsioni positive per il futuro di Cardano.

Cardano ha tutte le possibilità di spostare le principali criptovalute e assumere la posizione di leader, come per i potenziali clienti. Alcuni analisti prevedono un aumento del costo del token ADA della metà entro la fine del 2018. Tuttavia, per il momento non vale la pena parlare dell’aumento di prezzo della moneta oltre $ 5. Si sono previsti salti di prezzo nel 2019, poiché gli sviluppatori rilasceranno tutti i prodotti e gli aggiornamenti pianificati.

eToro cos’è

Passiamo ad una presentazione di eToro. Per aprire un conto live, avrai bisogno di un deposito minimo di almeno € 200. In alternativa, eToro offre un account demo che è possibile utilizzare per esercitarsi e familiarizzare con la propria piattaforma.

Regolamentato dalla Financial Conduct Authority, Regno Unito (FRN: 583263) e CySEC (Licenza: 109/10). eToro mette tutti i fondi dei clienti in un conto bancario separato e utilizza banche Tier 1 per questo. eToro è stato istituito nel 2006 e ha sede a Cipro, nel Regno Unito.

Come la maggior parte dei broker, eToro prende una commissione dallo spread, che è la differenza tra il prezzo di acquisto e di vendita di uno strumento. Gli spread visualizzati di seguito si basano sugli spread fissi minimi elencati sul sito Web di eToro.

Gli speads sono dinamici e sono solo a scopo informativo. Ultimo aggiornamento: 6 giugno 2018. Come potete vedere, lo spread minimo di eToro per il trading EUR / USD è di 3,0 pip, che è relativamente alto rispetto allo spread medio EUR / USD di 0,82 pip. Di seguito è riportato un dettaglio di quanto sarebbe costato scambiare un sacco di EUR / USD con eToro rispetto a broker simili.

eToro offre una piattaforma di trading personalizzata di facile utilizzo, disponibile sia come programma scaricabile che come WebTrader basato su broswer.

eToro offre anche app mobili per Android e iOS, rendendo più facile tenere d’occhio ed eseguire i tuoi scambi mentre sei in movimento.

eToro ti consente di eseguire un minimo di trade di $ 25. Questo può variare a seconda dell’account che apri. eToro ti consente di eseguire un trade massimo del 20% del capitale netto. Poiché eToro offre l’esecuzione STP, puoi aspettarti spread più ristretti con maggiore trasparenza sul prezzo che stai pagando per eseguire le tue negoziazioni. Come con la maggior parte dei broker, i requisiti di margine variano a seconda del trader, dei conti e degli strumenti. Puoi vedere gli ultimi requisiti di margine sul loro sito Web.

eToro supporta un’ampia gamma di lingue tra cui inglese, tedesco, spagnolo, francese e italiano e hanno una valutazione di supporto AAA tripla dal sito BrokerNotes, in quanto offrono un’ampia gamma di lingue, chat live, supporto telefonico ed email.

Poiché eToro è regolamentato dalla Financial Conduct Authority, CySEC, ogni nuovo cliente deve superare alcuni controlli di conformità di base per assicurarsi di comprendere i rischi del trading e di poter operare. Quando apri un account, probabilmente ti verrà chiesto quanto segue, quindi è bene averlo a portata di mano: una copia scannerizzata a colori del tuo passaporto, della patente di guida o della bolletta IDA o dell’estratto conto nazionale degli ultimi tre mesi che mostra il tuo indirizzo Dovrai anche rispondere ad alcune domande di conformità di base per confermare la quantità di esperienza di trading che hai, quindi è meglio mettere da parte almeno 10 minuti circa per completare la procedura di apertura dell’account.

Mentre potresti esplorare la piattaforma di eToro immediatamente, è importante notare che non sarai in grado di effettuare alcuna negoziazione fino a quando non avrai rispettato la conformità, il che può richiedere diversi giorni, a seconda della tua situazione.

Il WebTrader di eToro è un’applicazione di social trading e una piattaforma di trading web combinate. Sviluppato per la prima volta nel 2011, il social trading su eToro è stato inizialmente eseguito utilizzando il software OpenBook e CopyTrader. OpenBook è stato utilizzato per cercare i trader da seguire, mentre CopyTrader è stato utilizzato per copiare automaticamente le loro operazioni nei conti dei follower. Sia OpenBook che CopyTrader sono prodotti software proprietari di eToro. Nel 2015, eToro ha fatto il processo di ricerca dei migliori trader da seguire e di copiare le loro operazioni molto più facilmente.

OpenBook e CopyTrader sono stati integrati in un’unica piattaforma, eToro WebTrader, che è l’attuale piattaforma offerta da eToro oggi. La piattaforma di trading basata sul web è basata sulla tecnologia JAVA ed è accessibile da qualsiasi computer con una connessione Internet. È un’applicazione web-based e non è richiesto alcun download. La piattaforma consente al trader di accedere alla piattaforma da uno dei browser Web più diffusi come Chrome, Mozilla, Firefox e Internet Explorer.

Il WebTrader contiene una suite completa di indicatori tecnici e grafici interattivi e può anche essere utilizzato per negoziare indici azionari selezionati, petrolio greggio, criptovalute e oro. Il WebTrader di eToro è sincronizzato con la piattaforma di social trading di OpenBook di eToro, consentendo ai trader di copiare le negoziazioni dai trader di successo elencati nella classifica. Trading su eToro WebTrader è esclusivamente sotto condizioni market maker e le operazioni vengono eseguite da un dealing desk.

eToro, progetti futuri oltre Cardano

“Cardano è l’ultima criptovaluta da aggiungere alle selezioni di eToro”, ha detto la società in un annuncio sul suo blog. “I clienti di eToro possono ora negoziare e investire in ADA e aggiungere la [criptovaluta] ai loro portafogli.”

Supporta inoltre coppie di Bitcoin ed Ethereum che consentono agli utenti di operare direttamente in Euro. Dopo aver completato con successo un round di investimento da $ 100 milioni, eToro ha annunciato l’intenzione di espandere le proprie operazioni negli Stati Uniti e aprire un nuovo banco di scambio di criptovalute entro la fine dell’anno. Ha anche rivelato che sta lavorando al proprio portafoglio mobile di criptovaluta in cui gli utenti possono archiviare le proprie risorse digitali.

In un’intervista alla TNW Conference 2018 di maggio, il CEO di eToro Yoni Assia ha detto a Hard Fork che la società aggiungerà altre criptovalute nei prossimi mesi come parte della sua espansione americana. Cardano è il primo token a raggiungere la piattaforma da allora.

Analogamente a Ethereum, Cardano afferma che sta creando una soluzione blockchain che supporterà contratti intelligenti e app decentrate. Attualmente è l’ottava criptovaluta più grande con una quota di mercato come detto di oltre $ 4 miliardi, secondo CoinMarketCap. Prima di quest’anno, Cardano ha annunciato di aver firmato un accordo con il Ministero della Scienza e della Tecnologia etiopico che prometteva di aiutare gli sviluppatori locali a mettere l’agricoltura sul blockchain.

“Quest’anno offriremo il nostro primo corso in Africa, probabilmente in Etiopia”, ha detto il fondatore di Cardano Charles Hoskinson. “Ci aspettiamo che la prima coorte di sviluppatori etiopi contribuisca al codice Cardano entro la fine dell’anno.”

Cardano progetti futuri

Sul sito di Cardano, c’è la roadmap della criptovaluta. L’intero team di Cardano è composto da esperti in tutto il mondo e il team tecnologico principale è costituito da Well Typed, Tweag I / O, Runtime Verification, Predictable Network Solutions e ATIX con IOHK come leader del team. Revisori esterni come Grimm, RPI Cryptography Group e FP Complete assicurano la qualità del prodotto tenendo conto IOHK.

Tre principi che guidano lo sviluppo della roadmap sono: in primo luogo, la crescita della comunità e dei suoi bisogni; in secondo luogo, una rete distribuita e resiliente fedele alla visione originale di Satoshi, e in terzo luogo, bilanciare il ritmo di ricerca e sviluppo in modo che il vantaggio commerciale non vada oltre l’applicazione del rigore scientifico.

Così scrive lo staff di Cardano: “Siamo attualmente a Byron, la fase di bootstrap, dove stiamo facendo miglioramenti. Questi includono il codice, ad esempio nel backend wallet e il debug. Miglioreremo la progettazione di Daedalus e semplificheremo l’integrazione tramite API a terze parti. Ci sposteremo quindi da Byron a Shelley, dove la rete diventa decentralizzata. Nei prossimi 18 mesi sarà svolto un lavoro che contribuisce alla stabilità, all’interoperabilità e alla governance. Attraverso l’arco dello sviluppo, i protocolli di Cardano aumenteranno di complessità, interdipendenza e usano più primitive crittografiche esotiche. Una criptovaluta è valida solo come la comunità dietro di essa. Siamo stati umiliati da quanto incredibile, paziente e utile sia stata la nostra comunità. La nostra speranza è che la roadmap sia qualcosa che possiamo costruire insieme nel tempo e diventa uno dei nostri pilastri più forti”.

Poi prosegue: “I modelli di contratto intelligenti esistenti mancano di basi rigorose e lo scopo di sviluppo di IOHK è quello di correggerlo. Per fare ciò, IOHK ha schierato le principali menti dal campo della teoria del linguaggio di programmazione alla progettazione di contratti intelligenti. Abbiamo aumentato la nostra allocazione di risorse in due piste parallele di ricerca. Uno è focalizzato sulla risoluzione dei problemi riscontrati con i contratti intelligenti di Ethereum e sarà un’area di sviluppo per il Professor Grigore Rosu, dell’Università dell’Illinois e Runtime Verification. L’altro è incentrato sulla progettazione generale fondativa, o ontologia, di contratti intelligenti, così come altri modelli computazionali che raggiungono fini simili senza necessariamente coinvolgere la complessità o il costo di Ethereum. La fase successiva dello sviluppo di Cardano sarà Shelley, un percorso per il pieno decentramento di Cardano”.

Alla fine del post c’è anche il countdown della successiva release.

Cardano e Google verso una possibile partnership

Non c’è sosta e relax per Charles Hoskinson, il creatore Cardano (ADA). Dopo aver invitato direttamente Justin Sun – creatore di TRON TRX – a collaborare e aiutare il suo team a creare la migliore tecnologia blockchain che desidera, Mr. Hoskinson è andato incontro a Google per una possibile collaborazione.

Charles Hoskinson ha ricevuto e accettato un invito di Google a mettere in campo vari progressi tecnologici che aiuterebbero entrambe le imprese. I dettagli dell’incontro saranno presto resi pubblici per la cripto-comunità, secondo il signor Hoskinson. Il CEO di IOHK ha presentato un’introduzione e una funzionalità di base di questa valuta virtuale. Ha anche menzionato l’algoritmo seguito da Cardano [ADA] noto come Ouroboros.

Ha anche aggiunto che stanno esaminando tutti i difetti che la loro attuale rete di test per gli esperimenti sta per essere lanciata e che saranno giustamente indirizzati. La conferenza invia esplicitamente il messaggio al mondo sulla futura collaborazione tra Google e Cardano [ADA]. Nell’ufficio di Google di Google molti cripto&tech gli appassionati di tecnologia ascoltarono Charles Hoskinson che stava parlando del futuro di Crypto e Cardano. Molte domande sono state fatte cadere su questo incontro esplicativo. Un interrogatore, ha chiesto di sapere come Cardano intende superare Ethereum, passando per il vantaggio radicato di quest’ultimo nel mondo blockchain. L’amministratore delegato ha risposto:

“Quindi quanti sviluppatori Java, C o Go stanno scrivendo codice su Ethereum? Non è possibile, Ethereum non supporta nessuna di queste lingue. Non possono nemmeno eseguire una singola app virale sulla piattaforma. Se si guardano le prime 10 lingue, nessuna di esse funziona sul sistema, quindi, per definizione, tutti quegli sviluppatori non si stanno sviluppando per il sistema, devono andare e imparare nuovi strumenti e nuove cose. Con Cardano, prima di tutto, siamo compatibili con le versioni precedenti, al 100%, stiamo eseguendo un EVM.”

Cardano [ADA], oltre ad eToro importante partnership con Nexo

Teodora Atanassova di Nexo ha annunciato in un Tweet che i prestiti crittografati di Nexo funzioneranno per accettare Cardano [ADA]. Nexo è un gruppo Fintech alimentato da Credissimo che fornisce prestiti istantanei ai suoi clienti accettando criptocollaterali. Nel suo tweet, Teodora ha scritto:

“Essendo il più grande emittente di token di sicurezza per capitalizzazione di mercato, @NexoFinance si trova in una posizione unica per realizzare ciò che @cardanocom cerca anche. @IOHK_Charles iniziamo a lavorare accettando @ADAcoin_ come garanzia per prestiti istantanei su https://nexo.io “

Circa 2 settimane fa, Nexo ha annunciato che la moneta Binance [BNB] sarà accettata come garanzia per i prestiti. Nexo, al momento, si è impegnato ad ampliare la sua ammissibilità di base per le garanzie e ha mantenuto la parola introducendo un’altra criptovaluta nel blocco. Bardano è una blockchain pubblica decentralizzata e completamente open source. Funziona su una struttura di prova del palo sicura e si sostiene che sia stata portata fuori da una filosofia scientifica.

Il cofondatore IOHK Charles Hoskinson ha creato Cardano per costruire una criptovaluta decentralizzata che supporti l’elevazione del mondo in via di sviluppo. In passato, Hoskinson ha parlato anche dei progetti e degli obiettivi di sviluppo di IOHK decentralizzando l’economia attraverso la tecnologia di Cardano. I recenti sviluppi all’interno della comunità Cardano includono il lancio della loro applicazione di portafoglio nativo chiamata Daedalus Wallet; che è facilmente disponibile sul loro sito web, sotto il menu dell’applicazione.

Zoe Hess, un utente di Twitter, e il fan di Cardano hanno commentato:

“Davvero molto buono. lavorare con la più criptata piattaforma / azienda sembra essere la strada giusta “. Un altro cripto-entusiasta ha scritto: “Caso d’uso fantastico. Ben fatto.”

Ricordiamo che Nexo è una blockchain che consente agli utenti di effettuare prestiti crittografici istantanei. Al momento, non c’è altro modo in cui i proprietari di cripto possono utilizzare i loro beni diversi dalla vendita e dall’acquisto. Nexo si presenta con un modello aziendale molto redditizio in cui consente ai proprietari di cripto di utilizzare le loro proprietà come garanzia, quindi prelevare denaro. Gli utenti mantengono un accesso al 100% alla loro criptovaluta mentre hanno accesso immediato al contante. Allo stesso tempo, possono accedere al valore delle loro risorse crittografiche.

Nexo è stato creato da Credissimo, un gruppo leader di FinTech che ha servito milioni di utenti da tutta Europa per più di un decennio. La società ha dato prestiti per un valore di $ 120 milioni dalla sua fondazione mentre accumula $ 155 milioni in contanti. La società è considerata un leader del mercato del credito al consumo online in numerosi paesi europei. Finora, hanno elaborato 1 milione di richieste di prestito e concesso 79.000 prestiti nel 2017. Il 78% del suo traffico è generato dai suoi clienti ricorrenti.

Nexo riunisce prestiti istantanei con tecnologia blockchain, dando vita al primo sistema di criptazione istantanea al mondo. L’innovativo modello di business di Nexo è stato creato per fornire ai clienti criptografi istantanei, essendo un “mezzo automatico, flessibile ed economico per ottenere liquidità garantita dal valore delle risorse digitali del cliente.” L’intero processo di ottenimento dei prestiti è semplice e può essere fatto in un paio di minuti.

I principali vantaggi dell’utilizzo di Nexo includono: nessuna commissione nascosta, nessuna imposta sulle plusvalenze e nessun controllo del credito. Un livello elevato di trasparenza è garantito, poiché la piattaforma utilizza tecnologia blockchain, contratti intelligenti e procedure algoritmiche, tutte eseguite nel suo modulo Nexo Oracle nativo.

Come eToro presenta Cardano

Sul proprio Blog, eToro presenta la criptovaluta Cardano (ADA).

Mentre le industrie blockchain e cripto continuano a crescere, sempre più aziende cercano di attrarre sia i cripto che gli appassionati di blockchain. Una di queste società è Input Output Hong Kong (IOHK), che ha creato una piattaforma di sviluppo blockchain chiamata Cardano, unendosi a persone come Ethereum, NEO ed EOS. Lanciata poco prima dell’ultimo trimestre del 2017, Cardano era appena in tempo per prendere parte al grande cripta del tardo 2017 e all’inizio del 2018.

La criptovaluta Cardano, chiamata anche ADA, ha sparato sui cripto e divenne una top 10 criptovaluta in un breve periodo di tempo. Ora, Cardano e il suo token ADA si stanno unendo alla crescente offerta di criptovalute di eToro.

Dopo il successo di Bitcoin, sono state create migliaia di altre crypto. Alcune di loro, come Ethereum, Litecoin e Ripple Labs, raggiunsero incredibili capitalizzazioni di mercato e divennero nomi noti. Una cosa che quasi tutti i criptos hanno in comune è la loro dipendenza da una piattaforma blockchain per trasferire fondi ed effettuare transazioni.

Mentre Bitcoin è stato il primo caso d’uso di successo su larga scala per la tecnologia, sin dal suo inizio, sono state create diverse altre iniziative blockchain, alcune delle quali mirano a fornire agli sviluppatori l’accesso alla tecnologia. Un esempio di questo è Cardano. La piattaforma blockchain consente agli sviluppatori di eseguire un’ampia varietà di app blockchain, come contratti intelligenti e DApp.

Non sorprende che la persona che ha diretto lo sviluppo di Cardano sia stato Charles Hoskinson, che in precedenza ha co-fondato Ethereum. Accanto all’aspetto di sviluppo blockchain, Cardano offre anche la sua crittografia, ADA, che si è fatta strada nella top 10 dei cryptos list.

Cardano ed Ethereum, somiglianze e differenze

Mentre è simile ad Ethereum in molti modi, ci sono alcune differenze principali tra le due piattaforme blockchain:

a) Blockchain: Ethereum e Cardano consentono agli sviluppatori di eseguire applicazioni basate su blockchain, come i contratti intelligenti e le app decentralizzate (DApps ). Offerte di gettoni iniziali: un’altra somiglianza, entrambe le piattaforme consentono agli utenti di creare le proprie criptovalute e raccogliere fondi utilizzando una Initial Coin Offering (ICO). Tuttavia, al momento, ci sono molte più criptovalute create sull’infrastruttura di Ethereum rispetto a quelle di Cardano.

b) Architettura: questa è forse la più grande differenza tra i due. Cardano ha una struttura distinta a due strati. Un livello, Cardano Settlement Layer (CSL) è per lo svolgimento di transazioni, e potrebbe essere indicato come il “livello criptovaluta”. L’altro livello è il Cardano Computation Layer (CCL), che esegue app blockchain, e potrebbe essere descritto come il ” strato di sviluppo. “Al contrario, in Ethereum, entrambi gli strati sono intrecciati. Ciò significa che quando si tratta di implementare modifiche o “fork”, l’architettura blockchain di Cardano è superiore.

Cardano è l’ultima criptovaluta da aggiungere alle selezioni di eToro. I clienti eToro possono ora negoziare e investire in ADA e aggiungere la crittografia ai loro portafogli. Mentre la rivoluzione blockchain continua, si può presumere che le aziende che presentano un valore aggiunto, come la piattaforma di sviluppo blockchain di Cardano, avranno un punto d’appoggio più forte nel mercato.

Mentre alcune altre criptovalute potrebbero cadere al flusso e riflusso della domanda e dell’offerta, la piattaforma blockchain forte e molto apprezzata di Cardano potrebbe essere una forza trainante nel mantenere la sua posizione come una delle principali criptovalute del mondo.

Etoro, dall’alto della sua serietà, alla fine del post ricorda quanto le criptovalute possono fluttuare ampiamente nei prezzi e, pertanto, non sono appropriate per tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è controllato da nessun quadro normativo dell’UE. Il tuo capitale è a rischio.

Cardano (ADA) trading su eToro conviene?

eTORO, fondata nel 2007, si descrive come una “rete di social trading leader, con milioni di utenti registrati e una serie di strumenti di trading e di investimento innovativi”. La quotazione di ADA su eToro arriva in un momento in cui il mercato crittografico sta subendo un altro dei suoi minimi storici di quest’anno, con Bitcoin che è sceso da circa $ 20.000 a meno di $ 6.400, portando tutti gli altri altcoin a crollare con esso, incluso ADA.

La moneta fondata da Charles Hoskinson è il token nativo sulla blockchain Cardano, ed è popolare per fondazioni peer-reviewed. Avendo iniziato il suo viaggio di mercato intorno a $ 0,03 a settembre 2017, ADA ha presto trovato supporto e ha raggiunto il massimo storico di $ 1,32 all’inizio di quest’anno.Tuttavia, il più ampio crypto market a partire da gennaio ha portato la moneta a scendere a un livello basso di $ 0,13 a marzo, e attualmente scambia a circa $ 0,16.

Tra l’attuale tendenza al ribasso, che può essere attribuita a una serie di fattori – tra cui il recente Bithumb hack – la quotazione eToro ha avuto un impatto minimo o nullo sul prezzo ADA. Tuttavia, l’elenco di sicuro fa ben sperare per il futuro di ADA, con più persone che hanno avuto accesso alla moneta. Nel frattempo, secondo la tabella di marcia di Cardano, la prossima versione è prevista in 14 giorni.

Insomma, alla domanda iniziale conviene fare trading su eToro su Cardano (ADA)? Possiamo rispondere con un sì se guardiamo alle condizioni oggettive. Parliamo infatti da un lato di un Broker che esiste da 11 anni, che vanta milioni di iscritti in tutto il Mondo e sempre più servizi. Dall’altro, di una criptovaluta con grandi potenzialità di sviluppo e altamente futuristica. Che dovrebbe far parlare molto di sé in futuro.

Riguardo però le condizioni soggettive, è chiaro che tutto dipende dal singolo trader. Ossia, se è una persona preparata, ossia formata dal punto di vista teorico e pratico. Se è una persona che ha una tempra tale da non farsi prendere dal panico se le cose vanno male e da non entusiasmarsi troppo quando le cose vanno bene.

Che abbia insomma le giuste caratteristiche per essere un trader di successo. O, quanto meno, che non subisce eccessive perdite e sa quando è il momento di fermarsi. Specie se decide di fare trading su un asset altamente volatile come le criptovalute.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY