Candele giapponesi (Candlestick): come funzionano nell’analisi tecnica

Cosa sono le candele giapponesi (Candlestick)? Come funzionano le candele giapponesi (Candlestick)? A cosa servono le candele giapponesi (Candlestick)? Le candele giapponesi, dette anche in inglese Candlestick, sono molto importanti nell’analisi tecnica. In quanto offrono al trader la possibilità di visionare l’andamento in una determinata linea temporale prescelta, di un asset.

Le candele giapponesi sono, come è facile intuire, nate in Giappone nel periodo del Feudalesimo. Esattamente tra il diciassettesimo e il diciottesimo secolo e rappresentano forse la più antica metodologia di analisi dei mercati finanziari.

Facili da usare e comprendere anche per i trader neofiti, le candlestick evidenziano immediatamente a livello visivo lo sbilanciamento di forze tra i compratori e i venditori in ogni singola sessione di scambi.

Inoltre, le candele giapponesi si costruiscono facilmente, non richiedendo alcuna informazione aggiuntiva rispetto a quello a barre. Bastano infatti i 4 prezzi riassuntivi delle contrattazioni: apertura, massimo, minimo e chiusura.

La costruzione del grafico mediante candele giapponesi offre, tuttavia, rispetto a quello a barre, una informazione aggiuntiva basata dalla relazione tra il primo e l’ultimo prezzo scambiati. Vale a dire il dato di apertura e quello di chiusura.

Fatta questa breve introduzione, vediamo di seguito cosa sono le candele giapponesi, come funzionano le Candlestick ed altre informazioni a riguardo.

Candele giapponesi o Candlestick cosa sono

Cosa sono le candele giapponesi o Candlestick? Candlestick è un grafico che mostra i prezzi alti, bassi, di apertura e di chiusura di un titolo per un periodo specifico. La parte più ampia del candelabro è chiamata “corpo reale” e indica agli investitori se il prezzo di chiusura era superiore o inferiore al prezzo di apertura.

Le candele giapponesi utilizzano anche dei colori, in genere così espressi:

  • Nero / rosso indica che il titolo ha chiuso in basso
  • bianco / verde indica che il titolo ha chiuso più in alto

Le candele giapponesi come funzionano

Come funzionano le candele giapponesi? Si dicono ombre le parti che mostrano il massimo e il minimo del giorno e il modo in cui si confrontano con l’apertura e la chiusura. La forma di una candlestick varia in base alla relazione tra i prezzi alti, bassi, di apertura e di chiusura del giorno. I fumetti riflettono l’impatto del sentimento degli investitori sui prezzi della sicurezza e sono utilizzati dagli analisti tecnici per determinare quando entrare e uscire dalle negoziazioni.

La grafica basata sulle Candlestick è basata su una tecnica sviluppata in Giappone nel 1700 per tracciare il prezzo del riso. Ecco perché si chiamano anche candele giapponesi e sono una tecnica adatta per la negoziazione di qualsiasi attività finanziaria liquida come azioni, valute estere e futures.

Lunghe candele bianche / verdi indicano che esiste una forte pressione d’acquisto; questo in genere indica che il prezzo è rialzista, tuttavia, dovrebbero essere considerati nel contesto della struttura del mercato piuttosto che individualmente. Ad esempio, è probabile che una lunga candela bianca abbia più significato se si forma a un livello di supporto dei prezzi maggiore. Le lunghe candele nere / rosse indicano che c’è una pressione di vendita significativa. Questo suggerisce che il prezzo è ribassista.

Un modello di inversione a candela tipico rialzista, indicato come un martello, si forma quando il prezzo si sposta sostanzialmente in basso dopo l’apertura, quindi si raduna per chiudere vicino all’altezza. Una candlestick ribassista equivalente è conosciuta come un “impiccato”. Le candele giapponesi hanno un aspetto simile a un lecca-lecca quadrato e sono spesso usati dai trader che tentano di scegliere una cima o un fondo in un mercato.

Schemi di trading a candela di due giorni

Ci sono molte strategie di trading a breve termine basate su schemi di candele. Il modello engulfing suggerisce una potenziale inversione di tendenza; la prima candlestick ha un piccolo corpo completamente sommerso dalla seconda candlestick.

Viene indicato come uno schema di engulfing rialzista quando appare alla fine di una tendenza al ribasso, e un modello ad avvolgimento ribassista alla conclusione di una tendenza al rialzo.

L’harami è uno schema di inversione in cui la seconda candlestick è interamente contenuta nella prima ed è di colore opposto. Un modello correlato, la croce harami, ha una seconda candlestick che è un doji; ciò avviene quando l’apertura e la chiusura sono effettivamente uguali.

Schemi di trading a candela a tre giorni

Quella che viene chiamata in gergo stella serale è un modello di inversione ribassista in cui la prima candela continua il trend rialzista. La seconda candlestick si apre e ha un corpo stretto. La terza si chiude sotto il punto centrale della prima.

La stella del mattino”, invece, è uno schema di inversione rialzista in cui la prima candlestick è lunga e nero / rosso, seguita da una breve candela che si è abbassata; è completata da una candlestick bianco / verde dal lungo corpo che si chiude sopra il punto centrale della prima.

Grafici a candela origine

Qual è l’origine dei grafici a candela? Le tecniche di candlestick che usiamo oggi hanno avuto origine nello stile del diagramma tecnico utilizzato dai giapponesi per oltre 100 anni prima che l’Occidente sviluppasse i sistemi di analisi a barre e a punti.

Nel 1700, un uomo giapponese di nome Homma, un commerciante nel mercato dei futures, scoprì che, sebbene esistesse un legame tra prezzo e offerta e domanda di riso, i mercati erano fortemente influenzati dalle emozioni dei commercianti. Comprese che quando le emozioni giocavano nell’equazione, si verificava una grande differenza tra il valore e il prezzo del riso. Questa differenza tra il valore e il prezzo è applicabile alle scorte oggi come lo era per il riso in Giappone secoli fa.

I principi stabiliti da Homma sono la base per l’analisi del grafico a candele, che viene utilizzato per misurare le emozioni del mercato che circonda uno stock.

Questa tecnica di creazione di grafici è diventata molto popolare tra i trader. Una ragione va ricercata nel fatto che i grafici riflettono solo le prospettive a breve termine, a volte durano meno di otto sessioni di trading. La creazione di grafici a candele è un sistema molto complesso e talvolta difficile da comprendere.

Le candele giapponesi riprendono degli importanti postulati formulati da Charles Down:

  • Il “cosa” (azione dei prezzi) è più importante del “perché” (notizie, guadagni e così via)
  • Tutte le informazioni note si riflettono nel prezzo
  • Acquirenti e venditori muovono i mercati in base alle aspettative e alle emozioni (paura e avidità)
  • I mercati fluttuano
  • Il prezzo effettivo potrebbe non riflettere il valore sottostante.

Secondo Steve Nison, la mappatura delle candele è apparsa per la prima volta dopo il 1850. Gran parte del merito per lo sviluppo e la creazione delle candlestick va a un leggendario commerciante di riso di nome Homma, della città di Sakata. È probabile che le sue idee originali siano state modificate e perfezionate nel corso di molti anni di trading, portando infine al sistema di grafici a candele che usiamo oggi.

Candele giapponesi come sono formate

Per creare un grafico a candela, è necessario disporre di un set di dati che contenga valori aperti, alti, bassi e di chiusura per ciascun periodo di tempo che si desidera visualizzare. La parte vuota o piena della candlestick è chiamata “il corpo” (detto anche “il vero corpo”). Le lunghe linee sottili sopra e sotto il corpo rappresentano la gamma alta / bassa e sono chiamate “ombre” (dette anche “stoppini” e “croce”). L’alto è contrassegnato dalla parte superiore dell’ombra superiore e il livello inferiore dalla parte inferiore dell’ombra inferiore.

Se il titolo si chiude più in alto del suo prezzo di apertura, viene disegnata una candela vuota con il fondo del corpo che rappresenta il prezzo di apertura e la parte superiore del corpo che rappresenta il prezzo di chiusura. Se il titolo si chiude al di sotto del prezzo di apertura, viene disegnata una candela piena con la parte superiore del corpo che rappresenta il prezzo di apertura e il fondo del corpo che rappresenta il prezzo di chiusura.

Come interpretare i grafici a candela

Quando si esamina per la prima volta un grafico a candele, lo studente dei grafici a barre più comuni può essere confuso; tuttavia, proprio come un grafico a barre, la linea di candele giornaliere contiene il mercato aperto, alto, basso e vicino di un giorno specifico.

Ora è qui che il sistema assume un aspetto completamente nuovo: la candlestick ha una parte ampia, che viene chiamata il “corpo reale”. Questo corpo reale rappresenta l’intervallo tra l’apertura e la chiusura del trading di quel giorno. Quando il corpo reale è riempito o nero, significa che la chiusura era inferiore a quella aperta. Se il corpo reale è vuoto, significa il contrario: la chiusura era superiore a quella aperta.

I chartisti hanno sempre pensato a questi come agli stoppini della candela, e sono le ombre a mostrare i prezzi alti e bassi del trading di quel giorno. Se l’ombra superiore sul corpo riempito è breve, indica che l’apertura di quel giorno era più vicina al massimo del giorno. Un’ombra superiore corta su un corpo bianco o vuoto indica che la chiusura era vicino all’altezza. La relazione tra il giorno aperto, alto, basso e vicino determina l’aspetto della candlestick quotidiana. I corpi reali possono essere lunghi o corti e neri o bianchi. Le ombre possono anche essere lunghe o corte.

Rispetto ai tradizionali grafici a barre, molti trader considerano i grafici a candele più visivamente accattivanti e più facili da interpretare. Ogni candlestick fornisce un’immagine facile da decifrare dell’azione dei prezzi. Immediatamente un trader può confrontare la relazione tra aperto e chiuso e alto e basso. La relazione tra l’aperto e il vicino è considerata un’informazione vitale e costituisce l’essenza delle candlestick. Candlestick cavi, dove la chiusura è maggiore di quella aperta, indicano la pressione di acquisto. Candlestick pieni, dove la chiusura è inferiore all’apertura, indicano la pressione di vendita.

Candlestick lunghe e candlestick corte

In generale, più il corpo è lungo, più intensa è la pressione di acquisto o vendita. Viceversa, le brevi candlestick indicano uno scarso movimento dei prezzi e rappresentano il consolidamento.

I lunghi candlestick bianchi mostrano una forte pressione d’acquisto. Più lungo è la candlestick bianca, più la chiusura è sopra l’apertura. Ciò indica che i prezzi sono aumentati in modo significativo dall’apertura alla chiusura e gli acquirenti erano aggressivi. Mentre le lunghe candlestick bianche sono generalmente rialziste, molto dipende dalla loro posizione all’interno del quadro tecnico più ampio. Dopo prolungate flessioni, le lunghe candlestick bianche possono segnare un potenziale punto di svolta o livello di supporto. Se l’acquisto diventa troppo aggressivo dopo un lungo anticipo, può portare a un eccessivo rialzo.

Candlestick Marubozu cosa sono

Cosa sono le candlestick Marubozu? Le candlestick ancora più potenti sono quelle Marubozu, bianca e nera. Marubozu non ha ombre superiori o inferiori e le alte e basse sono rappresentate dall’apertura o chiusura. Una Marubozu bianca si forma quando l’apertura è uguale al basso e la chiusura è uguale all’alto. Ciò indica che gli acquirenti hanno controllato l’azione dei prezzi dal primo scambio fino all’ultimo scambio.

La Marubozu nera quando l’apertura è uguale all’alto e la chiusura è uguale alla bassa. Ciò indica che i venditori controllavano l’azione dei prezzi dal primo all’ultimo scambio.

Candlestick, ombre cosa sono

Le ombre superiori e inferiori sulle candlestick possono fornire preziose informazioni sulla sessione di trading. Le ombre superiori rappresentano la sessione alta e le ombre più basse la sessione bassa. Le candlestick con ombre corte indicano che la maggior parte dell’azione commerciale era limitata vicino all’apertura e alla chiusura. Le candlestick con lunghe ombre mostrano che i prezzi si estendevano ben oltre l’apertura e la chiusura.

Le candlestick con un’ombra superiore lunga e un’ombra inferiore bassa indicano che gli acquirenti hanno dominato durante la sessione e hanno offerto prezzi più alti. Tuttavia, i venditori hanno in seguito costretto i prezzi a scendere dai loro massimi e la chiusura debole ha creato un’ombra superiore lunga. Viceversa, le candlestick con lunghe ombre basse e ombre superiori corte indicano che i venditori hanno dominato durante la sessione e hanno fatto scendere i prezzi. Tuttavia, in seguito, gli acquirenti sono riemersi per offrire prezzi più alti entro la fine della sessione e la chiusura forte ha creato un’ombra lunga e più bassa.

Le candlestick con un’ombra superiore lunga, un’ombra lunga più bassa e un piccolo corpo reale sono chiamati trottole. Una lunga ombra rappresenta un’inversione di sorta; le trottole rappresentano l’indecisione. Il piccolo corpo reale (sia vuoto che pieno) mostra poco movimento da aperto a chiuso, e le ombre indicano che sia i tori che gli orsi erano attivi durante la sessione. Anche se la sessione si è aperta e chiusa con pochi cambiamenti, nel frattempo i prezzi si sono mossi significativamente più alti e più bassi.

Né i compratori né i venditori potevano prendere il sopravvento e il risultato fu una situazione di stallo. Dopo una lunga avanzata o un lungo candelabro bianco, una trottola indica debolezza tra i tori e un potenziale cambiamento o interruzione di tendenza. Dopo un lungo declino o una lunga candela nera, una trottola indica debolezza tra gli orsi e un potenziale cambiamento o interruzione della tendenza.

Candlestick e grafico a barre differenze

Una grande differenza tra i grafici a barre comuni in Nord America e la linea delle candlestick giapponesi è la relazione tra prezzi di apertura e di chiusura. Diamo più importanza alla progressione del prezzo di chiusura di oggi dalla chiusura di ieri. In Giappone, i chartist sono più interessati al rapporto tra il prezzo di chiusura e il prezzo di apertura dello stesso giorno di negoziazione.

Grafici a candela perché importanti

Il modello dei grafici a candele è quello che ogni trader esperto deve conoscere. Come i commercianti di riso giapponesi hanno scoperto secoli fa, le emozioni degli investitori che circondano il trading di un bene hanno un impatto importante sul movimento di quel bene. Le candlestick aiutano i trader a valutare le emozioni che circondano un titolo, e quindi a fare le previsioni migliori su dove potrebbe essere diretto quel titolo.

Candele doji cosa sono

Cosa sono le candlestick Doji? Esse hanno la forma di una croce, una croce rovesciata o un segno più. Da soli, i doji sono schemi neutri che sono anche presenti in una serie di modelli importanti. Una candela di doji si forma quando l’apertura e la chiusura di una sicurezza sono praticamente uguali per il periodo di tempo specificato e generalmente segnala uno schema di inversione per gli analisti tecnici.

Le Doji sono importanti candlestick che forniscono informazioni per conto proprio e come componenti di una serie di modelli importanti. Le Doji si formano quando l’apertura e la chiusura di una sicurezza sono praticamente uguali. La lunghezza delle ombre superiore e inferiore può variare e la candela risultante sembra una croce, una croce invertita o un segno più. Da soli, le doji sono schemi neutri. Qualsiasi pregiudizio rialzista o ribassista si basa sulla precedente azione sui prezzi e sulla futura conferma. La parola “Doji” si riferisce sia al singolare che al plurale.

Idealmente, ma non necessariamente, l’apertura e la chiusura dovrebbero essere uguali. Mentre una doji con un uguale apertura e chiusura sarebbe considerata più robusta, è più importante catturare l’essenza della candlestick. Doji trasmette un senso di indecisione o di tiro alla fune tra compratori e venditori. I prezzi si muovono sopra e sotto il livello di apertura durante la sessione, ma si chiudono al livello di apertura o vicino.

Il risultato è una situazione di stallo. Né i tori né gli orsi sono stati in grado di ottenere il controllo per poter sviluppare una svolta in favore dei primi o dei secondi.

Titoli diversi hanno criteri diversi per determinare la robustezza di una doji. Un titolo di $ 20 potrebbe formare una doji con una differenza di 1/8 punti tra aperto e chiuso, mentre un titolo di $ 200 potrebbe formare uno con una differenza di 1 1/4 di punto. Determinare la robustezza del doji dipenderà dal prezzo, dalla recente volatilità e dalle precedenti candlestick.

Rispetto alle precedenti candlestick, la doji dovrebbe avere un corpo molto piccolo che appare come una linea sottile. Steven Nison nota che un Doji che si forma tra altre candlestick con piccoli corpi reali non sarebbe considerato importante. Tuttavia, una doji che si forma tra candlestick con lunghi corpi reali sarebbe ritenuta significativa.

La rilevanza di una doji dipende dalla tendenza precedente o dalle precedenti candlestick. Dopo un anticipo, o una lunga candela bianca, una doji segnala che la pressione di acquisto sta iniziando a indebolirsi. Dopo un declino, o una lunga candela nera, una doji segnala che la pressione di vendita sta iniziando a diminuire.

Come interpretare le Doji

Doji indica che le forze della domanda e dell’offerta stanno diventando più equilibrate e potrebbe esserci un cambiamento nella tendenza. Doji da solo non è sufficiente per contrassegnare un’inversione e un’ulteriore conferma può essere giustificata.

Dopo un anticipo o un lungo candelabro bianco, una doji segnala che la pressione d’acquisto potrebbe diminuire e il trend rialzista potrebbe avvicinarsi alla fine. Mentre una sicurezza può diminuire semplicemente dalla mancanza di acquirenti, è necessaria una continua pressione di acquisto per sostenere un trend rialzista. Pertanto, una doji potrebbe essere più significativa dopo un trend rialzista o un candelabro bianco lungo.

Anche dopo che si è formata una doji, è necessario un ulteriore lato negativo per la conferma ribassista. Questo può venire come una breccia in giù, lungo candelabro nero, o scendere sotto il lungo candelabro bianco aperto. Dopo una lunga candlestick biance e doji, i commercianti dovrebbero essere all’erta per una potenziale stella doji serale.

Dopo un declino o una lunga candela nera, una doji indica che la pressione di vendita potrebbe diminuire e la tendenza al ribasso potrebbe avvicinarsi alla fine. Anche se gli orsi stanno iniziando a perdere il controllo del declino, è necessario un ulteriore rafforzamento per confermare eventuali inversioni. La conferma rialzista potrebbe provenire da una lacuna, lungo candelabro bianco o avanzare sopra il lungo candelabro nero aperto. Dopo un lungo candelabro nero e doji, i commercianti dovrebbero essere in allerta per una potenziale stella doji mattutina.

Le doji a gambe lunghe hanno ombre lunghe superiori e inferiori che sono quasi uguali in lunghezza. Queste doji riflettono una grande quantità di indecisione nel mercato. Doji con le gambe lunghe indicano che i prezzi si sono scambiati ben al di sopra e al di sotto del livello di apertura della sessione, ma si sono chiusi virtualmente anche con gli open. Dopo un sacco di urla e urla, il risultato finale ha mostrato pochi cambiamenti dall’apertura iniziale.

Una doji a forma di libellula si ha quando l’apertura, l’altezza e la chiusura sono uguali e il basso crea un’ombra lunga e più bassa. La candlestick risultante appare come una “T” con un’ombra lunga più bassa e senza un’ombra superiore. Il doji della libellula indica che i venditori hanno dominato il trading e hanno fatto scendere i prezzi durante la sessione. Alla fine della sessione, gli acquirenti sono riemersi e hanno spinto i prezzi al livello iniziale e alla sessione alta.

Le implicazioni di inversione di una doji a forma di libellula dipendono dalla precedente azione sui prezzi e dalla futura conferma. La lunga ombra in basso fornisce la prova della pressione di acquisto, ma il basso indica che molti venditori ancora incombono. Dopo un lungo trend ribassista, una lunga candela nera, o al supporto, una libellula doji potrebbe segnalare un potenziale inversione rialzista o fondo. Dopo una lunga tendenza al rialzo, lungo candelabro bianco o resistenza, l’ombra lungapotrebbe prefigurare una potenziale inversione al ribasso o una cima. Per entrambe le situazioni è richiesta una conferma ribassista o rialzista.

La “pietra tombale” Doji si forma quando l’apertura, il basso e il vicino sono uguali e l’altezza crea un’ombra superiore lunga. La candlestick risultante appare come una “T” rovesciata con un’ombra superiore lunga e nessuna ombra inferiore. La doji pietra tombale indica che gli acquirenti hanno dominato il trading e aumentato i prezzi durante la sessione. Tuttavia, alla fine della sessione, i venditori sono riemersi e hanno spinto i prezzi al livello iniziale e alla sessione bassa.

Come con la libellula doji e altre candlestick, le implicazioni di inversione del doji della pietra tombale dipendono dalla precedente azione sui prezzi e dalla futura conferma. Anche se l’ombra superiore lunga indica un rally fallito, l’high intraday fornisce evidenza di una certa pressione d’acquisto.

Dopo un lungo trend ribassista, lungo candelabro nero o supporto, l’attenzione si concentra sulle prove della pressione d’acquisto e di un potenziale inversione rialzista. Dopo un lungo trend rialzista, una lunga candlestick bianca o una resistenza, il focus si sposta sul rally fallito e su una potenziale inversione ad orso. Per entrambe le situazioni è richiesta una conferma ribassista o rialzista.

Esistono due forme principali di analisi: fondamentale e tecnica.

Gli analisti fondamentali si concentrano su misure che hanno a che fare con le prestazioni aziendali come le vendite e il reddito netto. Gli analisti tecnici, d’altro canto, si concentrano sui modelli del prezzo delle azioni. Se il prezzo delle azioni sta salendo, potrebbe essere un segnale che i prezzi continueranno a salire e viceversa. Gli analisti tecnici ritengono che tutte le informazioni conosciute sullo stock si riflettano nel prezzo, il che significa che il prezzo è efficiente.

Tuttavia, la performance dei prezzi del passato non ha nulla a che fare con le prestazioni dei prezzi futuri, e il prezzo reale di uno stock potrebbe non avere nulla a che fare con il suo valore reale o intrinseco. Pertanto, gli analisti tecnici utilizzano strumenti per aiutare a setacciare il rumore per trovare le operazioni con la probabilità più alta. Uno strumento che, come detto, è stato sviluppato da un commerciante di riso giapponese di nome Homma dalla città di Sakatar nel 17 ° secolo, ed è stato reso popolare da Charles Dow nel 1900: la tabella candlestick.

Candele doji come funzionano

Come funzionano candele doji? Ogni schema a candela ha quattro serie di dati che aiutano a definire la sua forma. Sulla base di questa forma, gli analisti sono in grado di formulare ipotesi sul comportamento dei prezzi.

Ogni candela è basata su un aperto, alto, basso e vicino. Il periodo di tempo o l’intervallo di tick utilizzato non ha importanza. La barra piena o vuota creata dal motivo a candela è chiamata corpo. Le linee che si estendono dal corpo sono chiamate ombre. Un titolo che si chiude più in alto della sua apertura avrà una candela vuota. Se il titolo si chiude più in basso, il corpo avrà una candela piena. Una delle più importanti formazioni di candlestick è chiamata doji.

Un doji, che si riferisce sia al singolare che al plurale, viene creato quando l’apertura e la chiusura di un titolo sono praticamente le stesse. Doji tende ad apparire come una croce o segno più e ha corpi piccoli o inesistenti. Dal punto di vista teorico, doji rappresenta l’indecisione di acquirenti e venditori. Tutti sono ugualmente abbinati, quindi il prezzo non va da nessuna parte; compratori e venditori sono in una situazione di stallo.

Alcuni analisti interpretano questo come un segno di inversione. Tuttavia, potrebbe anche essere un momento in cui gli acquirenti o i venditori stanno guadagnando slancio per un trend continuativo. Le Doji sono comunemente viste nei periodi di consolidamento e possono aiutare gli analisti a identificare potenziali breakout dei prezzi.

Cosa sono i breakout? Con essi si intende un movimento di prezzo di una sicurezza attraverso un livello identificato di resistenza, che di solito è seguito da un volume elevato e da un aumento della volatilità. I trader acquistano l’attività sottostante quando il prezzo si rompe sopra un livello di resistenza o quando si rompe al di sotto di un livello di supporto.

Candlestick limiti

Come ogni strumento da adoperare per il trading, anche le candlestick hanno i loro limiti. Le candlestick non riflettono la sequenza di eventi tra l’apertura e la chiusura, solo la relazione tra queste ultime. L’alto e il basso sono ovvi e indiscutibili, ma le candlestick (e i grafici a barre) non possono dirci quale sia il primo.

Con una lunga candlestick bianca, il presupposto è che i prezzi abbiano avanzato la maggior parte della sessione. Tuttavia, in base alla sequenza alta / bassa, la sessione avrebbe potuto essere più volatile.

In generale, le Candlestick offrono ancora informazioni preziose sulle posizioni relative di open, high, low e close. Tuttavia, l’attività di negoziazione che forma una particolare candela può variare.

 

LEAVE A REPLY