Cambio bitcoin-dollaro ingabbiato sotto area 8.000 punti nonostante boom volume scambi

Il rapporto di cambio tra il Bitcoin ed il biglietto verde si sgonfia nuovamente ed al momento della scrittura scambia in area 7.200, dopo una momentanea impennata su un top settimanale a quota 7.700. La forte resistenza di breve periodo in area 7.800-8.000 continua pertanto a fare il proprio mestiere da ormai tre settimane.

Ciò che invece sta sorprendendo è la crescita dei volumi di scambio registrata nell’ultimo periodo, complice la volatilità. Nella seduta dello scorso 4 Dicembre è infatti emerso che sulla blockchain del Bitcoin sono stati trasferiti ben 8,9 miliardi di dollari in BTC in una sola ora. Si è trattato del record storico del volume orario in dollari.

Rimanendo sul tema volumi è inoltre emerso che su Binance, il secondo exchange di criptovalute in termini di volume di trading giornaliero, grazie al contributo della sulla sua nuova app iOS, ha superato i 370 mila BTC di scambi, pari a 2,7 miliardi di dollari

Tornando alla cronistoria dell’ottava che sta per volgere al termine, senza ombra di dubbio, la spinta rialzista che ha portato la coppia sui massimi a 7 sedute segnalati in precedenza è stata alimentata dall’approvazione da parte della SEC (Securities and Exchange Commission) statunitense dell’offerta verso investitori istituzionali di azioni del Bitcoin Strategy Fund del gruppo NYDIG. Il Fondo del New York Investment Group che investe in BTC potrà pertanto offrire le proprie quote.

Bitcoin che grazie a BAKKT, che fa parte del gruppo Intercontinental Exchange (ICE), approda anche nel mondo delle opzioni. La piattaforma consentirà di fare trading in opzioni con sottostante Bitcoin fisici, dopo essere stata tra le prime ad offrire i future BTC regolati in contanti.

Continua a consolidare sui massimi di periodo, invece, l’Hashrate BTC, ovvero la misura che si riferisce alla potenza di calcolo complessiva coinvolta nella convalida delle transazioni sulla blokchain di Bitcoin. Da uno studio è emerso che i miners cinesi controllano il 66% dell’hashrate globale.

Ad esempio le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo di Bitcoin. Ad esempio Investous (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori criptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Andamento cross bitcoin-dollaro sul breve-medio periodo

Mentre scriviamo il rapporto di BTC-USD scambia a 7.230, in modesto rialzo dello 0,15%.

Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, le quotazioni nel corso della settimana sono state respinte dalla resistenza che si colloca sulla media mobile a 25 periodi (la linea mediana sul grafico). Al momento, la coppia è scesa anche sotto la media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che passa in area 7.370 e che da ex sostegno si è trasformata in resistenza.

Il mancato superamento dell’ostacolo appena segnalato potrebbe causare ulteriori ribassi con primo target in area 7.000-6.800, facendo aumentare il pericolo di successivi affondi in area 6.600-6.500.

Lo scenario ribassista appena indicato potrebbe invece essere scongiurato con un primo allungo oltre EMA 10 ed una successiva spinta oltre EMA 25, che al momento transita sopra area 7.600.

Tuttavia, soltanto l’eventuale break-out della media mobile a 50 periodi (la linea di colore verde sul grafico), che transita a ridosso di area 8.000, potrebbe favorire un’inversione rialzista di breve-medio periodo con primo target in area 8.600-8.800 ed obiettivo più ambizioso verso area 9.500-9.600

Modello di trading sul cambio btc-usd valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 7.375 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 7.494 e 7.615; stop loss in caso di ritorno sotto quota 7.170 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 7.615 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 7.378 e successivamente a quota 7.864; stop loss in caso di close orario minore di quota 7.375

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 7.864 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 7.990 e 8.200, estesa a quota 8.415; stop loss in caso di ritorno sotto quota 7.615 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 6.330, per approfittare di eventuali rimbalzi a quota 6.501 e 6.608, con possibili estensioni verso quota 6.717; stop loss con discesa sotto area 6.165 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con discesa sotto quota 7.170 in chiusura oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 7.053 e 6.940; stop loss in caso di recupero oltre quota 7.375 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 6.940, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 6.827 ed in seconda battuta a quota 6.717; stop loss in caso di ritorno sopra quota 7.170 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 6.717 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 6.608 e successivamente a quota 6.501, estesa a quota 6.330; stop loss in caso di recupero sopra quota 6.940 in close daily.

Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 8.415, per sfruttare eventuali storni a quota 8.200 e 7.990, con possibili estensioni a quota 7.864; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 8.635 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY