Il cambio BTC-USD balla all’interno di un ampio trading range di 1000 dollari (7.000-8.000)

Il cambio Bitcoin-Dollaro si appresta a chiudere la seconda settimana consecutiva al di sotto dell’importante soglia tecnica rappresentata da area 8.000. Le quotazioni continuano inoltre ad essere preda dell’elevata volatilità. Ne è esempio quanto è successo nella seduta dello scorso 4 Dicembre, in cui il rapporto di cambio tra la criptovaluta ed il biglietto verde si è impennato improvvisamente di oltre il 7%, raggiungendo un picco massimo intraday a quota 7.887, per poi sgonfiarsi in una manciata di ore, e toccare un minimo a quota 7.131, ovvero un’escursione min-max di poco più di 750 dollari. Da una successiva analisi dei volumi sono emersi spostamenti da un portafoglio all’altro di Bitcoin per un controvalore di 400 milioni di dollari.

Il sentiment potrebbe essere stato inoltre guastato dai rumors rimbalzati dalla Russia, dove il governo di Mosca potrebbe presto vietare il pagamento di beni e servizi con criptovlute.

WisdomTree, società che offre servizi di trading su ETF ed ETP per un ammontare gestito di 60,9 miliardi di dollari ha lanciato il suo primo prodotto con sottostante BTC, un Exchange Traded Product a replica fisica, quotato sullo Swiss Stocks Exchange.

Chi continua a scommettere sul futuro delle criptovalute è Jack Dorsey, CEO di Twitter e da sempre sostenitore del Bitcoin. Dorseyha in un tweet ha annunciato che nel 2020 passerà sei mesi in Africa, poiché ritiene che quell’area geografica presenti un enorme potenziale ancora inespresso per lo sviluppo di criptovalute e pagamenti digitali.

Curiosa una ricerca condotta da BitUniverse sugli Exchange che detengono la maggior quantità di Bitcoin. Al primo posto della speciale classifica si è piazzata Coinbase, che può vantare circa 1 milione di BTC, per un controvalore di circa 7,20 miliardi di dollari.

La piattaforma Bitmex, invece, si è piazzata al secondo posto con poco meno di 2 miliardi dollari di fondi detenuti in BTC, mentre invece può vantare il primato di volumi giornalieri scambiati, con 2,5 miliardi di dollari. Bitstamp, Bitfinex, Kraken sono altri Exchange che possono vantare fondi per più di 1 miliardo di dollari.

Ad esempio le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo di Bitcoin. Ad esempio Investous (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori criptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Andamento cross bitcoin-dollaro sul breve-medio periodo


Mentre scriviamo il rapporto di cambio tra il BTC ed il biglietto verde evidenzia un incremento di poco superiore al punto percentuale, con la coppia che viene scambiata in area 7.450. Come evidente sul grafico con time-frame giornaliero in alto, le quotazioni stanno cercando di forzare la prima resistenza di brevissimo rappresentata dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico),che passa proprio sugli attuali livelli.

E’inoltre facile notare, come il cross BTC-USD, nel corso dell’ottava che ci apprestiamo ad archiviare, sia stato respinto violentemente verso il basso dopo il mancato superamento del forte ostacolo tecnico che si colloca sulla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che passa in area 7.750. Pertanto, soltanto l’eventuale break-out di EMA 25 potrebbe riportare il quadro tecnico in zona neutrale ed al tempo stesso favorire un allungo verso la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico, che transita in area 8.140).

Allarme rosso, invece, in caso di violazione di area 7.100-7.200, in quanto le quotazioni potrebbero precipitare in area 6.600-6.400.

Modello di trading sul cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 7.502 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 7.623 e 7.747; stop loss in caso di ritorno sotto quota 7.383 in close orario o giornaliero.Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 7.747 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 7.872 e successivamente a quota 7.999; stop loss in caso di close orario minore di quota 7502.

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 7.999 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 8.129 e 8.342, estesa a quota 8.560; stop loss in caso di ritorno sotto quota 7.747 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 6.453, per approfittare di eventuali rimbalzi a quota 6.626 e 6.804, con possibili estensioni verso quota 6.917; stop loss con discesa sotto area 6.285 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con discesa sotto quota 7.383 in chiusura oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 7.263 e 7.146; stop loss in caso di recupero oltre quota 7.502 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 7.146, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 7.030 ed in seconda battuta a quota 6.917; stop loss in caso di ritorno sopra quota 7.383 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 6.917 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 6.804 e successivamente a quota 6.626, estesa a quota 6.453; stop loss in caso di recupero sopra quota 7146 in close daily.

Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 8.560, per sfruttare eventuali storni a quota 8.342 e 8.129, con possibili estensioni a quota 7.872; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 8.800 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY