Broker STP: cosa sono e come funzionano

Cosa sono i Broker STP? Come funzionano i Broker STP? Conviene investire sui Broker STP? I Quali sono le differenze tra i Broker STP e quelli ECN e Market Maker?

La scelta di un Broker è oggi come oggi molto importante. In questo articolo ci occuperemo di questa tipologia di piattaforma per il trading online, rispondendo alle domande di cui sopra ed altre.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading online è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker Investous. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie attività di trading on line ed essere più profittevoli. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Broker STP cosa significa

Cosa significa Broker STP? Come diceva Nanni Moretti: le parole sono importanti. E dunque, è proprio da esse che partiamo.

Il Broker è quel termine con il quale si identifica la piattaforma di trading online che consente, da remoto, di poter accedere agevolmente sui mercati finanziari. E quindi di investire su una pluralità di asset.

La scelta di un Broker è molto importante, perché come detto, funge da ponte tra noi e il mondo degli investimenti. Quindi gestisce i nostri soldi ed è il canale per il nostro successo.

Guai a credere a quei siti che promettono guadagni facili mediante pubblicità ingannevoli, in quanto finiremo solo per perdere i nostri capitali. Così come è sempre meglio scegliere Broker convenienti per commissioni e spread.

Il termine STP è un acronimo, stante per Straight Through Processing. Esso indica un processo di esecuzione degli ordini immediato. Cosa significa ciò? Una volta ricevuto l’ordine di acquisto/vendita dal Trader, il Broker lo inoltre direttamente al Liquidity Provider. Il sito assume quindi le vesti di mero esecutore.

I Broker STP si collocano a metà tra i Market Maker e gli ECN. Essi decidono ogni volta se elaborare l’ordine nel Dealing Desk o se trasmetterlo a mercato.

Broker STP cos’è

Cos’è un Broker STP? Broker STP o broker Straight Through Processing, è il nome dato ai broker che, quando ricevono un ordine da parte di un cliente, lo trasmettono in via diretta al loro fornitore di liquidità.

Questi ultimi possono essere una banca, un hedge fund, una società di investimento o un altro broker. In virtù di ciò, non vienecoinvolto alcun intermediario nell’ordine. Insomma, il broker STP non filtrerà gli ordini attraverso un Dealing Desk.

L’assenza di un intervento di Dealing Desk è ciò che rende la piattaforma di trading elettronica del broker STP. Con l’assenza di tale processo intermedio (trading desk) il broker STP sarà in grado di elaborare gli ordini dei suoi clienti senza alcun ritardo. Ed inoltre il broker STP non invia ri-quotazioni ai propri clienti.

E ciò è qualcosa che la maggior parte degli investitori considera un enorme vantaggio, in quanto il broker STP in effetti consentirà ai suoi clienti di negoziare durante i tempi di rilascio di notizie finanziarie senza alcuna limitazione. Poiché un aumento del numero di fornitori nel sistema significa che migliori sono i riempimenti per il cliente.

Un gran numero di broker STP utilizzerà le banche, che commerciano sul mercato interbancario (il mercato dei cambi di alto livello in cui le banche scambiano valute diverse) come fornitori di liquidità.

Migliori broker per iniziare a fare trading

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500Servizio CFDDemoISCRIVITI
InvestousCFD su Forex, Azioni, CriptovaluteSegnali gratuitiISCRIVITI
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI

Broker STP come funziona

Come funziona un Broker STP? Oltre al fatto che la maggior parte dei trader preferisce un broker STP, per il fatto che le perdite di un cliente non sono un profitto per i broker – ed in virtù di ciò è nell’interesse dei broker effettuare per il cliente transazioni redditizie rispetto a quelle in perdita – un broker con un processo STP implica molto spesso che il broker non abbia No Dealing Desk (NDD). E successivamente abbia meno spese attraverso i suoi stipendi del personale.

Un broker STP Forex viene invece compensato attraverso un markup sullo spread che ottiene dal suo fornitore di liquidità e / o commissioni imposte per ogni operazione.

Poiché la maggior parte dei fornitori di liquidità dei broker STP sono banche sul mercato interbancario, la maggior parte delle quali offre spread fissi e sono market maker, ciò consente al broker STP di fornire spread sia fissi che / o variabili ai propri clienti. una piattaforma STP, il broker STP realizzerà sempre un profitto.

Poiché i broker STP non negoziano con gli ordini dei clienti, aggiungono un piccolo markup allo spread che ricevono dal loro fornitore quando quotano una tariffa bid / ask. Il broker STP applicherà questo markup di un certo numero di pip frazionari all’offerta e chiederà il prezzo che riceve dal suo miglior fornitore di liquidità bid / ask prima di passare le tariffe al cliente tramite la sua piattaforma elettronica.

Come il cliente effettua l’ordine attraverso la Piattaforma del broker STP, gli ordini vengono inviati direttamente al tasso inferiore / superiore (a seconda che si tratti di un’offerta bid / ask) al fornitore di liquidità. E come tale il broker STP esegue gli stessi ordini del cliente a un prezzo leggermente migliore successivo a il markup.

I clienti spesso scelgono di eseguire le loro negoziazioni con un broker STP poiché spesso implica No Dealing Desk, il che a sua volta significa che il broker è più trasparente con i clienti. Ciò anche perché il cliente sta effettivamente inserendo le negoziazioni in un vero mercato, anziché in un mercato artificiale che può essere creato da un market maker.

Le negoziazioni dei clienti ottengono guadagni migliori e più veloci attraverso un broker STP. Ciò in quanto solitamente ci sono molte offerte di mercato competitive e offerte provenienti dal fornitore di liquidità del broker STP, che forniscono più liquidità nel mercato. E a sua volta ciò implica prezzi di esecuzione ottenibili sempre più bassi per il cliente.

Le transazioni con un broker STP garantiscono anonimato per il cliente in quanto non esiste un Dealing Desk che monitora le transazioni di ordini in arrivo da ciascun cliente. Gli ordini vengono invece eseguiti automaticamente tramite la rete di mercato in modo anonimo.

Broker STP vantaggi

Quali sono i vantaggi di un Broker STP? Li abbiamo un po’ già detti fino ad ora. Tra i vantaggi di operare con questa tipologia di Broker troviamo la velocità di esecuzione degli ordini. Inoltre, alla luce dell’alta quantità di volumi generati, gli spread tendono ad essere abbastanza bassi.

Broker STP vantaggi

Quali sono gli svantaggi di un Broker STP? Come tutte le cose, anche qui ci sono degli svantaggi. In primis, il rischio di trovarsi di fronte un Broker Market Maker che finge di eseguire gli ordini su un Liquidity Provider.

Ancora, possiamo ritrovarci di fronte al rischio di “requotes” quando l’ordine non trova controparte nei Liquidity Provider. Se è vero che da un lato ci sono Broker STP che godono di numerosi e qualificati Provider, riuscendo quindi a minimizzare questo rischio, dall’altro altri Broker possono trasmettere l’ordine su un unico esecutore.

Ciò finisce per ampliare in maniera notevole il rischio di Requotes, soprattutto quando ci sono mercati altamente volatili.

Broker STP, ECN e Market Maker differenze

Quali sono le differenze tra Broker STP, ECN e Market Maker?

Come compreso fino ad oggi, i Broker STP sono un mix tra gli altri 2 Broker, sebbene si avvicinino di più ai Broker ECN.

La differenza principale riguarda il rischio di controparte. I broker ECN (e in realtà molti STP) comportano il rischio enorme di non essere sufficientemente coperti al momento di trasmettere l’ordine al Liquidity Provider.

Pertanto, alla luce di ciò, il Trader si trova con una posizione aperta ma non ancora eseguita. Ne consegue che sistemi di protezione come Stop Loss o chiusura immediata dell’operazione non sono ancora eseguibili.

Quindi, si corre il forte rischio di perdere tutto il capitale che si ha sul conto. Senza lo Stop Loss attivato, il mercato può prendere la direzione opposta e comportare delle perdite ingenti.

Questo pericolo non è presente nei Broker Market Maker, dato che l’operazione viene sempre ricevuta ed elaborata poi dal Dealing Desk, ma il trader riceve in maniera istantanea la conferma di avvenuta esecuzione.

Ancora, i Broker Market Maker non applicano commissioni. Quindi, ne consegue che, di fronte a parità di operazioni, a fine mese il guadagno sarà più consistente rispetto al trading tramite un Broker di tipo ECN.

Meglio un Broker Stp o Market Maker?

La scelta per un trader dovrebbe ricadere forse più su un Broker Market Maker. Non presenta commissioni fisse, ed inoltre garantisce sempre la presenza di una controparte che riceva i nostri ordini.

Di seguito vediamo alcuni esempi di Broker Market Maker molto interessanti.

Investire con Investous

Il Broker Investous (qui trovi il sito ufficiale) è gestito dalla società F1Markets Limited, con sede a Cipro. Ed in virtù di ciò autorizzata ad operare dalla CYSEC. Organismo di vigilanza sui mercati finanziari, considerato il più importante in seno all’Unione europea.

Investous offre 4 tipologie di account, ciascuna con proprie condizioni e servizi.

Investous non prevede commissioni sul trading ma solo su alcuni servizi (come per esempio i prelievi), oltre ovviamente lo spread sulle transazioni.

Per aprire un conto gratis su Investous clicca qui.

Investire con eToro

eToro (qui trovi il sito ufficiale) è un altro Broker regolamentato dalla CySEC e come il precedente prevede solo alcuni tipi di commissioni e lo spread.

Etoro offre servizi unici come il Social trading, un vero e proprio Social per confrontarsi con altri trader, seguendo i loro post.

Il copy trading, per copiare cosa fanno i trader più esperti. Il Copyportfolios, panieri di asset gestiti da algoritmi automatici ma supervisionati da tecnici umani.

Per aprire un conto demo su eToro visita questa pagina.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Investire con Plus500

Ultimo Broker conveniente per commissioni, spread e licenza Cysec è Plus500 (clicca qui per visitare il sito ufficiale). Tra l’altro sponsor dell’Atletico Madrid, il che è un tassello in più appannaggio della sua sicurezza.

Plus500, inoltre, prevede dei test dove si accerta che gli utenti che si iscrivono siano a conoscenza di trading e CFD. Plus500 è quotato nel mercato della borsa di Londra e buona parte delle quote sono gestite da grosse banche di investimento, tra queste anche Morgan Stanley.

Per aprire un conto demo gratuito su Plus500 clicca qui.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY