Broker materie prime: classifica dei migliori [2021]

I broker di materie prime sono le piattaforme che ti consentono di comprare e vendere materie prime senza possederle direttamente.

Dette anche commodities, le materie prime sono un asset tradizionale, che non sfugge all’attenzione dei traders. Parliamo per esempio di petrolio, gas, oro, prodotti agricoli o da allevamento, ecc.

Vediamo quali sono i migliori broker per il trading materie prime e se esso conviene.

Se ti interessa fare trading in modo sicuro puoi utilizzare le piattaforme regolamentate come ad esempio quella del broker eToro.

  1. Registrati su eToro
  2. Fai pratica con il conto demo
  3. Deposita denaro sul tuo account
  4. Prova il copy trading

Broker materie prime: cosa sono

Cosa sono i broker di materie prime? Si tratta delle piattaforme di trading online che consentono la compravendita di materie prime.

Queste ultime vanno distinte tra commodities hard e commodities soft. Con il primo termine ci si riferisce alle materie prime che necessitano di essere reperite nel sottosuolo. Col secondo, alle materie che si reperiscono in superficie.

Rientrano tra le commodities hard:

  1. metalli preziosi (oro, argento, rame, palladio, platino, ecc.)
  2. idrocarburi (petrolio e gas naturale)

Rientrano tra le commodities soft:

  1. prodotti da coltivazione (frutta, verdura, cereali, cotone, ecc.)
  2. prodotti da allevamento come la carne

Il trading CFD consente di speculare sulle oscillazioni dei prezzi di questi beni, senza possederli direttamente. Si comprano e vendono dei contratti, chiamati Contract for difference, di tipo derivato perché replicano il valore di un asset sottostante. Nella fattispecie, appunto, le materie prime.

❓Cosa sonoSi tratta delle piattaforme di trading online che consentono la compravendita di materie prime.
⚙️ RegolamentazioniCysec / FCA / Registrazione in Consob
💰 Con quanto iniziare?Da 20$ fino ai 250$
🥇Miglior broker regolamentatoeToro
🥇Miglior broker per commoditiesCapital.com

Trading sulle commodities: come funziona

Come funziona il trading sulle commodities? In pratica, devi prima scegliere un broker affidabile, con commissioni basse e tanti servizi a disposizione per poter fare i tuoi investimenti sulle materie prime.

Una volta registratoti, puoi sia prima testare la piattaforma e il trading in generale con un conto demo (costituito da denaro virtuale, quindi per questo privo di rischi) e poi, quando ti sentirai pronto, puoi iniziare col trading online vero e proprio.

Prima di procedere con l’apertura di una posizione, long o short che sia, devi però fare le tue analisi di mercato per capire il prezzo quale andamento proseguirà. E quindi posizionarti nel migliore dei modi.

Se dalle tue analisi ritieni che il prezzo della materia prima salga, allora puoi decidere di posizionarti long. Se invece dalle tue analisi di mercato ritieni che il prezzo di quella commodities scenda, allora puoi posizionarti short.

Nel primo caso, è come se la acquistassi virtualmente, nel secondo caso è come se la vendessi sempre virtualmente.

Come stabilire se il prezzo sale o scende? Naturalmente parliamo di previsioni, quindi niente è certo.

Puoi prevedere cosa farà il prezzo della materia prima combinando due tipi di analisi:

  1. Analisi tecnica: analizza il grafico dei prezzi, per cercare di capire, dal suo storico, dove potrebbe andare in futuro
  2. Analisi fondamentale: analizza quei fattori esterni al mercato, che possono influenzarne il prezzo. Ogni materia prima ha i propri.

Migliori broker materie prime: la classifica aggiornata

eToro

Il broker eToro mette a disposizione al momento della scrittura 31 tipi diversi di materie prime. Di ciascuna ne riporta prezzo attuale e andamento grafico. Oltre al relativo sentiment di mercato.

Etoro ti mette a disposizione 100mila euro virtuali di conto demo per fare pratica, mentre il deposito minimo è di 50 euro.

Investi ora sulle materie prime con eToro
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com è un altro broker affidabile e con commissioni meno esose.

Anche qui la scelta delle commodities è ampia, con 22 tipi differenti di materie prime disponibili al momento della scrittura. E anche qui troverai i prezzi correnti, il grafico sul loro andamento, lo spread previsto, ecc.

Su Capital.com puoi esercitarti con un conto demo, una app dedicata (Investmate) e un deposito minimo di 20 euro.

Investi ora sulle materie prime con Capital.com
67.7% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Conviene fare trading sulle materie prime con i CFD

Il trading sulle commodities con i CFD non è semplice, perché, come tutti gli investimenti, necessita di attenzione.

Riguardo l’analisi tecnica prima citata, dobbiamo stare attenti al prezzo delle materie prime e alle sue variazioni nel tempo. L’idea di base è che determinati movimenti si ripetano ma ciò non basta. Spesso si vengono a creare dei falsi segnali, quindi un trend che sembra in partenza in realtà si spegne poco dopo.

Ci vengono in aiuto gli indicatori e gli oscillatori di trading, che sono formule che ci fanno capire i movimenti eseguiti dal prezzo di un asset in modo “scientifico”. Tuttavia, vanno usati in combinazione per evitare che diano appunto dei falsi segnali e per avere un quadro più esaustivo.

Oltre a ciò, occorre abbinarci l’analisi fondamentale. Vale a dire prendere in considerare quei fattori esterni che possono influenzare il prezzo della materia prima in esame.

Per esempio, per i prodotti agricoli occorre stare attenti al clima. Per gli idrocarburi al sistema politico vigente nei paesi che ne sono più ricchi e nei loro rapporti con altri paesi, ma anche alle nuove tecnologie energetiche.

Per i prodotti da allevamento occorre prestare attenzione alle nuove leggi riguardo la tutela degli animali e alle abitudini dei consumi delle persone. Per i metalli preziosi, al luxury dei consumatori ma anche alla produzione industriale perché alcuni sono molto adoperati in più abiti.

Principali materie prime su cui investire

Come funzionano i CFD? Come detto, il CFD replica l’andamento di un asset finanziario, come ad esempio appunto una materia prima. Basta aprire una posizione rialzista o ribassista a seconda della propria previsione di mercato.

Ad esempio, se riteniamo che il prezzo del petrolio salga, traggono profitto coloro che hanno negoziato al rialzo. Se di contro scende, traggono profitto coloro che hanno negoziato al ribasso.

Quando si apre una posizione rialzista, il trader acquista contratti di tipo Long, i quali gli consentono di ottenere delle plusvalenze in proporzione ai rialzi.

Di contro, se viene aperta una posizione ribassista, allora il trader acquista contratti di tipo Short. I quali gli consentono di ottenere delle plusvalenze proporzionali ai ribassi.

Ecco alcune delle migliori su cui investire:

Broker commodities: le commissioni

Sia eToro che Capital.com sono broker spread-only, quindi non pagherai alcuna commissione sul trading ma solo lo spread.

Ricordiamo che lo spread è la differenza tra i due prezzi di un bene nel settore finanziario. Da un lato, il valore del suo acquisto (ask) e dall’altro quello della sua vendita (bid). È una misura statistica che ci aiuta a conoscere il grado di liquidità dello spazio finanziario su cui è calcolato.

Se il range dei prezzi bid e ask è molto ristretto, si parla di mercato stretto e c’è un consenso tra acquirenti e venditori sul valore del sottostante. Se il range è più ampio, la differenza di opinione è evidentemente più significativa.

Riguardo le commissioni, invece, esse sono imposte sui servizi. Tuttavia, quelle previste da questi due broker sono inferiori alla media del mercato.

Queste voci sono importanti perché finiranno per incidere negativamente sul tuo profitto, essendo dei costi. Valutale sempre con attenzione e ricorda che i broker devono riportarle in modo evidente e trasparente tramite apposite tabelle facilmente raggiungibili.

Se un broker nasconde i suoi costi, è già da scartare perché potresti avere delle pesanti ripercussioni sui ricavi finali. Così come se sono alti.

Broker materie prime: opinioni

Le opinioni e le recensioni sui broker con materie prime dipendono ovviamente da cosa offrono e da come trattano i loro trader.

Per quanto riguarda opinioni, dando un rapido sguardo a piattaforme dove si lasciano recensioni o si scarica la relativa app, siamo mediamente abbondantemente sopra i 4,0 di media voto.

Lo stesso si può dire per Capital.com che gode di recensioni intorno ad una media tra le 4 e le 5 stelle. Quindi diremo una valutazione discreta.

Miglior broker NO ESMA per le commodities: FP Markets

FP Markets è un broker australiano dotato della licenza locale rilasciata da ASIC.

Non è proprio corretto comunque ritenere FP Markets un broker No ESMA, dato che in realtà ha ottenuto licenze per operare in Germania, Spagna, Cipro e Gran Bretagna. Mentre in Italia esercita col beneplacito della Consob.

FP Markets è un broker CFD e DMA, nel senso che offre sia contratti per differenza sui principali mercati come azionario, commodities e indici, sia accesso diretto ai titoli, principalmente su azioni USA e Australiane.

FP Markets è un broker che offre due diverse piattaforme per investire – MetaTrader 4/5 e IRESS Platform.

Ecco alcuni vantaggi di fare trading su FP Markets:

  • Nessuna riquotazione
  • Nessuna manipolazione dei prezzi
  • Spread competitivi
  • Software di trading personalizzato
  • Accesso a diverse asset class sulla stessa piattaforma (o scelta delle piattaforme)
  • Possibilità di partecipare alle aste di apertura e chiusura del mercato
  • Strumenti di gestione del rischio evoluti

Ed ancora, elevate velocità di esecuzione, un basso slippage, una profonda liquidità e spread ridotti.

FP Markets ha una scelta di commodities circoscritta alle seguenti al momento della scrittura:

  • WTI: West Texas Intermediate Crude Oil
  • ORO
  • Argento
Investi ora sulle materie prime con FP Markets
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Broker materie prime: le domande frequenti

Cosa sono i broker delle materie prime?

Si tratta delle piattaforme di trading CFD che consentono di investire sulle materie prime. Quindi petrolio, oro, argento, gas, prodotti agricoli, da allevamento, ecc.

Conviene fare trading sulle materie prime?

In genere, i trader detengono sempre materie prime nel proprio portafoglio, per mettere in pratica la diversificazione. Occorre comunque tenere presente anche l’analisi fondamentale oltre a quella tecnica.

Quali sono i migliori broker per le materie prime?

Puoi provare eToro ed FP Markets.

Broker materie prime - Riepilogo

Conclusioni

I broker di materie prime sono le piattaforme che ti consentono di comprare e vendere materie prime senza possederle direttamente.

Dette anche commodities, le materie prime sono un asset tradizionale, che non sfugge all’attenzione dei traders. Parliamo per esempio di petrolio, gas, oro, prodotti agricoli o da allevamento, ecc.

Le materie prime vanno distinte tra commodities hard e commodities soft. Con il primo termine ci si riferisce alle materie prime che necessitano di essere reperite nel sottosuolo. Col secondo, alle materie che si reperiscono in superficie.

Riguardo i broker commodities, occorre sempre scegliere broker con regolari licenze e commissioni basse.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.