Broker ECN: come funzionano e gli svantaggi [Guida 2021]

Cosa sono i broker ECN? Conviene usare i broker ECN? Acronimo di Electronic Communication Network, si tratta di un sistema elettronico che permette di incrociare per via telematica gli ordini di acquisto e quelli di vendita al fine di poterli eseguire.

In parole povere, si tratta di piattaforme che permettono agli utenti iscritti di avere un accesso diretto sui mercati interbancari. Ma soprattutto, di operare a prezzi puri. Senza operare alcun intervento sui prezzi.

Si differenziano quindi da altri broker, che vedremo nel corso di questa guida completa sui broker ECN.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading online è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker OBRinvest. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie attività di trading on line ed essere più profittevoli.

Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Broker ECN: cosa sono

Abbiamo già detto nell’incipit, che l’acronimo ECN sta per Electronic Communication Network. Si tratta di operatori che permettono ai trader iscritti di poter godere di un accesso diretto sui mercati interbancari. Ma, soprattutto, gli consentono di operare a prezzi puri. Non operando alcun intervento sui prezzi.

Definibili quindi intermediari puri, hanno un accesso immediato a tutta una serie di informazioni.

❓ Cosa sonoBroker che permettono l’accesso diretto ai mercati senza alcuna intermediazione.
✅ Sono convenienti?Le commissioni sono più alte.
💰 Quanti soldi per iniziare ?Deposito minimo richiesto tra 20 e 250 Euro.
🥇Miglior broker regolamentatoeToro
🥇Miglior broker con formazioneOBRinvest

Migliori alternative ai broker ECN

Vi segnaliamo ora le migliori piattaforme di trading più utilizzate in Italia:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di broker legali e registrati regolarmente alla Consob.

Broker ECN no dealing desk

Cos’è un broker No Dealing Desk? Se ti stai ponendo questa domanda, è forse perché al broker ECN hai visto accostare i broker No Dealing Desk. Di cosa si tratta?

La differenza tra i due tipi di intermediari sta tutta qui: i primi intervengono sui prezzi, mentre i secondo no. I broker ECN rientrano nel secondo gruppo. Dunque, in sostanza, i broker ECN sono l’opposto dei broker Market Maker.

Trasparenza dei broker ECN

La trasparenza è uno dei punti di forza dei Broker ECN. Da sommare alle commissioni e allo spread bassi. Proprio perché incidono molto poco sull’attività del trader e quindi non gli fanno gravare particolari costi.

Del resto, non bisogna dimenticare che i broker classici rappresentano il banco. Dunque, alla fine, stiamo scommettendo e investendo contro di loro. Proprio come facciamo quando giochiamo a carte.

E così, possono incorrere problemi di trasparenza, in quanto chi gestisce sotto-mercato, prezzi e spread, risulta la stessa parte che dovrebbe poi offrirci condizioni neutre per investire. Una sorta di conflitto di interessi.

I broker ECN, invece, si limitano a passare l’ordine al mercato, senza alcun intervento. Non aprono posizioni contrarie a quelle del trader per coprire eventuali perdite. Non sono un banco, ma un intermediario disinteressato nel senso puro del termine.

Broker ECN o Market maker?

Diciamo pure che non possiamo fornirti una risposta univoca a questa legittima domanda. Dipende dalle proprie attitudini e dalle proprie risorse finanziarie.

Volendo assegnare una corrispondenza tra broker e tipologia di trader, possiamo dire che i broker ECN sono consigliabili a questa tipologia di utenti:

  • che vuole fare trading senza troppi fronzoli operativi, bada al sodo insomma
  • ha maggiori possibilità finanziarie
  • è già molto esperto in materia

I broker Market Maker, di contro, sono consigliabili per i trader:

  • che cercano molti servizi che li aiutino nella loro attività
  • che hanno poco denaro da poter investire
  • che sono alle prime armi

Tuttavia, è anche vero che i broker Market maker si prestano bene anche per i trader professionisti, poiché molti di essi hanno dei livelli molto alti di servizi offerti. E anche un trader molto esigente può trovarci aspetti molto positivi e all’altezza delle sue aspettative.

Broker ECN con CFD

Occorre comunque dire che i broker ECN possono operare anche tramite i Contract for difference. Meglio noti con l’acronimo CFD.

I contract for difference sono contratti derivati, che replicano il valore di un asset sottostante. Quindi, quando si opera col trading CFD, vado a comprare il contratto e non direttamente l’asset.

Dunque, è anche più facile disimpegnarsi dall’investimento, perché una volta finito il contratto, non sarai più legato ad esso. Cosa che invece capita se acquisti direttamente criptovalute o per gli azionisti.

I contract for difference portano con sé un altro vantaggio. Il fatto che puoi investire sia long che short su un asset, così da poter puntare sia al rialzo che al ribasso quando il prezzo varia tra una posizione all’altra.

I CFD permettono di investire con la leva finanziaria, che moltiplica i profitti in caso di previsione azzeccata. Tuttavia, ricorda sempre che la leva finanziaria moltiplica anche le perdite nel caso in cui la previsione sia sbagliata. Quindi, usa questo strumento con parsimonia.

Non a caso, la massima autorità dell’Unione europea sulla vigilanza dei mercati finanziari, l’ESMA, ha ridotto per i trader retails la leva finanziaria drasticamente.

Proprio perché, per le loto limitate conoscenze in materia nonché risorse finanziarie, cosa che li fa spingere a rischiare di più per guadagnare appunto di più, usano la leva finanziaria senza tener presente del loro effetto controproducente.

Non a caso, sempre per ovviare a ciò, i broker si coprono avvisando per tempo il trader e invitandoli a depositare altro denaro per coprire lo scoperto. Oppure, bloccando il trade in perdita.

Infine, il trading CFD consentito anche coi Broker ECN permette anche di poter beneficiare di commissioni contenute. Costi che alla distanza pesano sui profitti.

Ciò è un’ottima notizia soprattutto per chi apre molte posizioni al giorno, specie per chi opera col trading scalping.

Migliori alternative ai broker ECN

Se i broker ECN non ti stanno convincendo, mettiamo un attimo in pausa la guida completa sui broker ECN, e ti proponiamo alcune valide alternative ad essi.

eToro

Il broker eToro richiede 200 euro di iscrizione e richiede spread e commissioni bassi. Costi che incideranno poco sul tuo trading.

A fronte di ciò, eToro ti offre tanti servizi. Cosa che un intermediario puro come un broker ECN non fa. Come:

  • Copy trading per copiare trader migliori
  • Social trading per interagire con i trader iscritti al broker
  • Conto demo con 100mila euro virtuali
  • eToroX, exchange per comprare e vendere criptovalute o custodire tramite wallet criptovalute acquistate altrove
Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Puoi leggere qui la nostra recensione su eToro.

OBRinvest

Il broker OBRinvest prevede 4 account diversi, con un deposito minimo di 250 euro. Ogni account ti darà servizi sempre maggiori, ma ovviamente dovrai anche depositare di più.

OBRinvest prevede anche spread e commissioni contenuti.

Ecco i servizi previsti da OBRinvest:

  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • eBook da scaricare gratuitamente
  • Webinar da seguire gratis
  • Segnali di trading via sms
  • Intelligenza artificiale con Buzz
Iscriviti subito su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Puoi leggere qui la nostra recensione su OBRinvest.

Capital.com

Il broker Capital.com non è assolutamente avaro in termini di commissioni e spread. Tanto che su alcuni cambi forex gli spread arrivano a 0.0 pips.

La piattaforma di trading prevede 3 account diversi, con l’account basico che prevede addirittura solo 20 euro di deposito minimo.

Ecco alcuni dei principali servizi offerti da Capital.com:

  • Intelligenza artificiale integrata alla piattaforma
  • App dedicata alla formazione: Investmate
  • Grafici estremamente customizzabili con oltre 70 tra indicatori e oscillatori
Iscriviti subito su Capital.com cliccando qui.
67.7% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Puoi leggere qui la nostra recensione su Capital.com.

Plus500

Il broker Plus500 prevede invece un solo account come eToro, ma con deposito minimo di 100 euro. Bene anche sul fronte spread e commissioni.

Per quanto riguarda i servizi offerti da Plus500, abbiamo:

  • Assistenza clienti in Live chat
  • +2.500 asset disponibili
  • Alert sui cambi di prezzo degli asset seguiti via mail
Iscriviti subito su Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Puoi qui leggere la recensione su Plus500.

Broker ECN vantaggi e svantaggi

Vediamo ora quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei Broker ECN. Alcuni, in fondo, già visti tra le righe delle cose dette fino ad ora.

Broker ECN vantaggi

Spread bassi, in taluni casi che scendono fino a zero

  • Accesso diretto al mercato
  • Quotazioni istantanee dei prezzi degli asset
  • Possibilità ridotta al minimo che il broker possa comportarsi scorrettamente verso l’utente iscritto

Broker ECN svantaggi

  • Presenza di spread variabili, il che rischia comunque di comportare un costo maggiore per il trader
  • Leva più bassa
  • Deposito iniziale maggiore richiesto
  • Sono applicate ommissioni sul volume di trading

Spread variabili: cosa implicano?

Lo spread è la somma totale dei pips costanti o variabili che mostra la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita dell’attività finanziaria.

Più bassi sono gli spread, meno margine c’è per il broker ed è un vantaggio per il trader.

Lo spread va pagato alla fine dell’operazione. Ovviamente, più lo spread è ridotto e più dà al trader buoni margini in caso di previsione azzeccata.

Gli spread utilizzati da broker sono di due tipi:

  • variabili
  • fissi

Anche in questo caso, non possiamo dire che ci sia un tipo di spread migliore per tutti. Dipende da che tipo di trader sei. Come tutte le cose, entrambi i tipi sono portatori di vantaggi e svantaggi, intesi sempre genericamente e dipendono sempre da che tipo di trader si sia.

Uno dei principali vantaggi degli spread fissi è quello di poter conoscere il valore dello spread che si deve pagare quando si effettua un ordine.

Va da sé che, per la loro natura, gli spread fissi forniscono una buona stabilità e il trader può rendersi più facilmente conto di quali costi andrà in contro.

Tuttavia, il principale svantaggio è che, in caso di mercato negativo, lo spread fisso resterà tale. Quindi sarà comunque il solito costo senza alcuno sconto.

Gli spread variabili si chiamano così perché oscillano continuamente durante il giorno a seconda delle condizioni di mercato. Più instabilità c’è, più basso sarà il denaro e più alto sarà lo spread.

In condizioni di mercato favorevoli, gli spread variabili saranno per la maggior parte inferiori agli spread fissi.

Solitamente, gli spread variabili sono utilizzati da trader esperti che hanno una strategia di investimento a lungo termine. E quindi, sono maggiormente capaci di uscire dal mercato quando le cose si mettono male.

Alti margini richiesti

Tra gli svantaggi dei broker ETN, abbiamo annoverato gli alti margini richiesti. Ma cos’è un margine?

Il trading col margine, noto anche come trading a leva o leva, ti permette di conseguire una larga esposizione ad un mercato per un deposito relativamente piccolo.

Se il mercato ti è favorevole, i tuoi rendimenti netti dovrebbero essere molto maggiori che nel trading tradizionale ed il tuo profitto viene ampliato.

Abbiamo però anche parlato dei rischi connessi alla Leva finanziaria, tanto che viene chiamata “arma a doppio taglio”.

Il margine non è un costo, ma un ammontare di denaro che viene congelato mentre la tua posizione è aperta, e che ti viene restituito una volta che l’ordine è stato chiuso.

Il livello del margine è il deposito richiesto per mantenere ogni ordine aperto sul tuo conto.

Broker ECN: le domande frequenti

Cosa sono i broker ECN?

Si tratta di broker che si propongono solo come intermediari, quindi non rappresentano il banco contro cui vincere. Il che è un grande vantaggio in termini di trasparenza. Inoltre, proprio perché i servizi offerti sono al minimo, impongono anche poche commissioni.

Riguardo gli spread, invece, generalmente impongono quelli variabili. I quali non vanno bene in caso di mercato sfavorevole.

Conviene usare broker ECN?

Conviene ai trader esperti e che hanno somme di denaro elevate su cui investire.

Quali sono le migliori alternative ai broker ECN?

Possiamo citare i broker Maker maker, come eToro e OBRinvest per citare due marchi sicuri.

Broker ECN

Conclusioni

I Broker ECN, acronimo di Electronic Communication Network, sono piattaforme che permettono di incrociare per via telematica gli ordini di acquisto e quelli di vendita al fine di poterli eseguire.

Si tratta di piattaforme che permettono agli utenti iscritti di avere un accesso diretto sui mercati interbancari. Ma soprattutto, di operare a prezzi puri. Senza operare alcun intervento sui prezzi.

Per quanto riguarda le commissioni vincono il confronto broker Market Maker in quanto hanno spread più bassi e offrono conti demo gratuiti ed illimitato. Per iniziare potete aprire un account demo sui broker che vi elenchiamo:

Questo costituisce un grande vantaggio ma li rende soprattutto ideali per quanti sono dei trader già molto esperti, e che vogliono operare senza troppi fronzoli cercando un semplice intermediario.

Di contro, i broker ECN non si prestano bene per i trader alle prime armi o che hanno poche risorse finanziarie a disposizione.