Borsa di Shanghai: ecco i migliori Broker per investire

Come investire con la Borsa di Shanghai? Quali sono i migliori Broker per investire sulla Borsa di Shanghai?

La Cina è ormai cambiata da anni. Da Paese isolato dal resto del Mondo com’era fino alla prima metà del ‘900, via via ha iniziato a competere con le altre superpotenze mondiali. Ossia Usa e Russia.

Sebbene la reale svolta sia arrivata dopo la morte di Mao, quando lo stato ha deciso di abbracciare il capitalismo seppur mantenendo la bandiera rossa comunista.

Dal 1978, la Cina ha conosciuto una industrializzazione sfrenata ed eticamente non esente da critiche. Sia per quanto riguarda i diritti dei lavoratori, sia per quanto concerne l’impatto ambientale. Ma tant’è. E’ arrivata perfino a superare gli americani da qualche anno ed ora è pronta ad una nuova fase di crescita. Più attenta alla tematica green.

La Borsa di Shanghai è uno dei simboli del capitalismo cinese. Dato che costituisce una delle due più grandi Borse valori del paese. E ha sede nella omonima città. Fu istituita il 26 novembre 1990 e aperta il 16 dicembre dello stesso anno.

Sottoposta al controllo della China Securities Regulatory Commission (CSRC, praticamente il corrispettivo della nostra Consob), funge da mercato per lo scambio di titoli, ne produce le regole, accetta o boccia le richieste di ammissione alla quotazione da parte delle società e pianifica il loro approdo in Borsa.

Ancora, supervisiona ed organizza lo scambio di titoli, esercita un controllo sulle società quotate e i loro proprietari, gestisce e pubblicizza le notizie afferenti al mercato stesso.

La Borsa di Shanghai vanta una capitalizzazione di mercato che ha sforato i 5 trilioni di dollari. Del resto, stiamo parlando della Borsa dove sono attive le grandi società statali responsabili della crescita economica del Paese. Gli investitori che vi fanno parte sono formati da fondi pensione e banche.

A parte questi che sono i compiti propri di una Borsa, quella di Shanghai in quanto tale può anche essere una grande opportunità di investimento anche per i trader stranieri.

Per farlo, occorre ovviamente seguire molto bene cosa accade su questa Borsa ed affidarsi ai canali giusti. Ossia, Broker economicamente convenienti e affidabili.

Una delle migliori soluzione migliore per fare trading sugli Indici di Borsa è quello di sfruttare i broker certificati. Ad esempio una ottima è quella del broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del copy trading che permettono di copiare dai trader di successo in pochi passaggi Per saperne di più sul conto gratuito di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Di seguito vediamo quindi come investire sulla Borsa di Shanghai e se conviene.

Borsa di Shanghai cos’è

Cos’è la Borsa di Shanghai? Come detto, si tratta di una delle due più grandi Borse valori cinesi. Istituita ed operativa da fine 1990.

Ha sede giustappunto a Shanghai, nel moderno distretto di Pudong. Per poter essere operativa, ha dovuto attendere l’approvazione del Governatore generale della Banca Popolare Cinese. La Banca popolare del paese asiatico, che fa da filtro a tutte le operazioni che ivi avvengono. Corrisponde alla Banca centrale europea per intenderci.

E’ sottoposta al controllo della China Securities Regulatory Commission (CSRC). Anche in questo caso, per trovare una analogia, sarebbe la nostra Consob.

Ufficialmente, non persegue il profitto (del resto in Cina questa resta ancora una brutta parola, ma di fatto è l’olio che muove i cingolati di questo colosso economico ormai da oltre un quarantennio). Ma è un ente giuridico.

I suoi compiti sono quelli tipici di una Borsa valori, ossia:

  • fornisce un luogo dove si scambiano titoli
  • regola gli affari di Borsa
  • riceve le richieste delle società di poter essere quotate
  • pianifica il loro approdo in Borsa
  • organizza e supervisiona lo scambio dei titoli
  • controlla che le società quotate si attengano alle regole
  • gestisce e e pubblica le notizie inerenti alla Borsa stessa

Fa parte della International Organization of Securities Commissions – IOSCO, della Asian and Oceanian Stock Exchanges Federation – AOSEF e della World Federation of Exchanges – WFE.

Borsa di Shanghai: come funziona

Come funziona la Borsa di Shanghai? E’ aperta dal lunedì al venerdì.

Riguardo gli orari delle operazioni, dalle 9.15 alle 9.25 avviene l’asta di apertura. Dalle 9.30 alle 11.30 si tiene la negoziazione vera e propria. La quale poi riprende il pomeriggio dalle 13:00 alle 15:00.

La Borsa rimane invece chiusa il sabato e la domenica, oltre ai giorni considerati “rossi” dal calendario cinese.

Conviene investire sulla Borsa di Shanghai?

Stiamo parlando di un Paese che sta conoscendo margini incredibili di crescita costanti ormai da decenni.

Un periodo particolarmente impressionante è stato il biennio 2016-18. Basta dire che l’ETF Lyxor Hang Seng China Enterprise (CINA.MI) è passato dai minimi di febbraio 2016 intorno a 93,6 euro a 146 euro. Quindi, un rialzo del 56% in due anni.

Tuttavia, è anche bene sapere che allo stato attuale si è appena sopra i livelli di fine 2015. E molto lontani dal picco di marzo dello stesso anno, quando l’ETF cinese arrivò a sfiorare i 180 euro.

Occorre poi dire che la Cina negli ultimi anni ha performato peggio dell’indice MSCI World. Cosa al quanto strana visto che i mercati emergenti tendono sempre a sovraperformare.

La Cina dunque resta un Paese in grande ascesa, ma che non manca di frenate e rallentamenti che vanno presi ovviamente in considerazione. Ha retto comunque molto meglio di altri la crisi del 2008 e la sua lunga onda d’urto.

Anzi, probabilmente da essa ha tratto grande vantaggio per superare definitivamente le altre concorrenti mai realmente riprese (gli Usa stanno conoscendo solo di recente una grande ripresa grazie alle politiche economiche “choc” di Trump). E prendersi un buon vantaggio su di esse.

Borsa di Shanghai: come investire

Come investire sulla Borsa di Shanghai? Il modo migliore per investire sulla Borsa di Shanghai è farlo tramite Broker che abbiano regolare licenza per poter operare (CySEC o Consob per esempio). Nonché commissioni e spread convenienti.

Nei prossimi paragrafi vediamo quali sono.

Migliori Broker per investire sulla Borsa di Shanghai

Vediamo dunque quali sono i migliori Broker per investire nella Borsa di Shanghai.

Ricordiamo che i seguenti Broker sono stati scelti da noi per il loro essere spread-only, ossia non prevedere commissioni sul trading.

Inoltre, vantano tutti la licenza da parte della CySEC. Organismo di controllo sui mercati finanziari considerato il più importante a livello europeo.

eToro

Etoro (clicca qui per il sito ufficiale) è un Broker partito nel 2009 e ad oggi con quasi 11 milioni di trader iscritti.

Offre il Social trading, che consente agli utenti di scambiarsi opinioni e suggerimenti. Il CopyTrader, meglio conosciuto come Copy trading, il quale permette ai trader neofiti di copiare i trader migliori (Popular trader). I CopyPortfolios, suddivisi per categoria, gestiti da algoritmi, ma supervisionati da tecnici in carne ed ossa.

Potete aprire una demo gratuita su eToro cliccando qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Vi consigliamo anche di leggere la nostra recensione sul broker eToro.

Plus500

Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale) è un Broker nato nel 2007, che si fa apprezzare per il suo essere user friendly. E’ sponsor dell’Atletico Madrid dal 2005, il che ne attesta ulteriormente la sua credibilità.

Potete aprire una demo gratuita su Plus500 cliccando qui.

Vi consigliamo anche di leggere la nostra recensione sul broker Plus500.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.