Bonus mobili per detrazioni al 50%: le novità

Il bonus mobili per le giovani coppie, recentemente prorogato per tutto il 2016, permette ai contribuenti che rispettano i requisiti previsti di ottenere una detrazione del 50 % per mobilio ed arredo acquistato nel 2016 (bonus mobili 2016).

Bonus mobili senza ristrutturazione

In merito ai requisiti da possedere ricordiamo che il bonus mobili viene concesso nel caso in cui si rispetti il requisito soggettivo, quando almeno uno dei due coniugi non ha superato i 35 anni di età e quando l’unità immobiliare acquistata è adibita ad abitazione principale da parte della giovane coppia.

In relazione al bonus mobili la Circolare n. 7/E dell’Agenzia delle Entrate, emanata in data 31 marzo 2016, ha effettuato alcune precisazioni. In particolare il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate ha stabilito che i requisiti devono essere soddisfatti nel corso del 2016, e pertanto la sussistenza potrà anche essere anteriore o posteriore all’effettiva data di acquisto dei mobili. Pertanto anche i soggetti single, in possesso dei requisiti, potranno beneficiare della detrazione irpef del 50 %, qualora entro il 31 dicembre si sposino ed acquistino una unità immobiliare entro il 30 settembre 2017.

bonus giovani coppie
detrazioni fiscali

bonus mobili: bonifico o carta di credito

Per quanto riguarda le modalità di pagamento la circolare n. 7 conferma che sia il bonus mobili per le giovani coppie che il bonus mobili per tutti i contribuenti (valido per mobili e grandi elettrodomestici) possono essere pagati tramite:

  • Bonifico;
  • Carta di credito o di debito;

Per quanto riguarda il bonifico, al fine di beneficiare della detrazione, non è necessario che lo stesso sia il cosiddetto bonifico “parlante” (ossia quello predisposto da istituti di credito e Poste per effettuare i pagamenti della ristrutturazione edilizia).  Di conseguenza non sono ammessi i pagamenti mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

La Circolare precisa inoltre che nell’ambito del beneficio sono considerate “giovani coppie” le coppie che alternativamente:

  • Sono coppie “conviventi more uxorio” e pertanto hanno un “nucleo costituito da almeno 3 anni”. L’agenzia delle Entrate ha chiarito che la convivenza almeno triennale deve già risultare nel 2016 e deve essere attestata dall’iscrizione dei 2 componenti nello stesso Stato di Famiglia o attraverso una autocertificazione resa in base al Dpr n. 445/2000;
  • La coppia è un “nucleo familiare composto da coniugi” che stanno insieme anche da meno di tre anni. Vi è pertanto la possibilità che gli stessi siano sposati prima del 2016, ma ai fini della detrazione gli stessi devono risultare coniugati in tale data, indipendentemente dal fatto che gli stessi abbiano proceduto all’acquisto dei mobili. In base alla circolare potranno beneficiare della detrazione i soggetti che acquistano l’arredo e che entro il 31 dicembre 2016 si sposino (almeno uno dei due componenti non deve aver superato i 35 anni di età).

Per l’Agenzia delle Entrate l’acquisto dell’immobile da adibire ad abitazione principale può essere effettuato anche dopo l’acquisto del mobilio purchè entro avvenga entro il 31 dicembre 2016. Al fine di beneficiare del bonus mobili, l’immobile dovrà essere destinato ad abitazione principale di entrambi i  componenti entro fine 2016 qualora l’acquisto sia stato effettuato nel 2015, ovvero entro il 2 Ottobre 2017 qualora l’acquisto sia effettuato nel 2016.