Black friday 2018 in arrivo: quando è, storia, significato

Quando ci sarà il Black friday? Qual è la storia del Black friday? Cosa significa Black friday? Quali sono i prodotti inclusi nel Black friday? Anche quest’anno torna l’appuntamento del Black friday. Il venerdì dedicato ai maxi sconti in tutti i settori. Una tradizione commerciale che abbiamo importato dall’estero, come tante altre: Halloween, l’albero di Pasqua, ecc. Ormai trapiantiamo abitudini e tradizioni che non ci appartengono, fomentate dal consumismo ormai colonna portante da decenni della nostra società.

Black Friday 2018: quando

Quando si terrà il Black friday? Quest’anno la data sarà venerdì 23 novembre 2018. Sebbene tante attività partano da lunedì 19 settembre. Così da sfruttare tutta l’onda. Anzi, c’è anche chi prosegue pure nei giorni successivi, sempre in nome del Black friday.

Black friday, quali prodotti

Quali sono i prodotti che beneficeranno del Black friday? Tanti e dei più disparati settori. Dagli Smartphone ai tablet passando per elettrodomestici fino all’abbigliamento.

Secondo le stime della Codacons, chi aderirà al Black friday in Italia saranno 15 milioni. In totale, si parla di almeno 1,6 miliardi di euro di spesa solo nei negozi virtuali, con un + 10% rispetto al 2017 (+7%, invece, è l’aumento dei clienti). La spesa media in Italia sarà di circa 124 euro pro capite, che sale a 230 euro calcolando anche il Black Monday. Che sarebbe il lunedì successivo al venerdì del Black friday. Vale a dire il lunedì 26. ma riguarderà solo i prodotti tecnologici.

Quest’ultima, manco a dirlo, è la protagonista anche quest’anno del Black Friday. Infatti, rientrano tra gli obiettivi dichiarati del 60% dei consumatori italiani.

Smartphone, tablet, casse e amplificatori wi-fi, elettrodomestici, rasoi elettrici, televisori anche di grandi marche, dvd e cd possono essere acquistati con sconti che arrivano fino al 40%-50%. E poi anche le consolle come Playstation 4 o X-Box o Nintendo. E giochi molto popolari come quelli del calcio: Fifa 2019 o Pes 2019.

Diverse le catene di abbigliamento che propongono sconti per il Black Friday, sia fisiche sia virtuali. Quindi magliette, pantaloni, jeans, vestiti, scarpe, cappotti e quant’altro – tra gli obiettivi dichiarati del 40% degli interessati – avranno prezzi più accessibili (sconti medi del 20%-30%, con picchi del 50%, anche sulle collezioni invernali).

Gli avvertimenti sono però sempre quelli quando si acquista sul web. In particolare, bisogna stare attenti alle taglie, ossia le equivalenze tra misure americane ed europee. In genere, vengono pubblicate anche delle misure, così da farsi bene un’idea.

Dopo tecnologia e abbigliamento, ci troviamo i viaggi. Che suscitano l’8% di interesse. Oltre a prenotare viaggi ex novo, c’è anche la possibilità per chi ha già prenotato un viaggio, di avere sconti su trolley e valigie di grandi marche.

Non mancano poi prodotti meno convenzionali, come gli alimentari, i prodotti per la casa e per l’igiene. E ancora mobili e arredamento, con sconti del 22%, il valore dell’Iva. Perfino le automobili, per chi vuole acquistare una auto nuova. Molte concessionarie pure praticano il Black friday. Così come per chi ha bisogno di ricambi ed accessori.

Dunque, tantissime occasioni. Ma attenzione alle truffe e ai finti sconti.

Black friday significato

Cosa significa Black friday? Per secoli, l’aggettivo “nero” è stato applicato ai giorni in cui si sono verificate calamità. Molti eventi sono stati descritti come “Black Friday”, anche se l’evento più significativo nella storia americana è stato il panico del 1869, che si è verificato quando i finanziatori Jay Gould e James Fisk hanno approfittato dei loro legami con l’amministrazione Grant nel tentativo di mercato dell’oro. Quando il presidente Grant apprese di questa manipolazione, ordinò al Tesoro di liberare una grande quantità d’oro, che fermò la corsa e fece abbassare i prezzi del diciotto percento.

Le fortune sono state fatte e perse in un solo giorno, e il cognato del presidente, Abel Corbin, è stato rovinato. Il primo uso conosciuto del “Black Friday” per riferirsi al giorno dopo il Ringraziamento si verifica nella rivista, in Factory Management e Manutenzione, per novembre 1951, e di nuovo nel 1952. Qui si riferiva alla pratica dei lavoratori che chiamavano malati il giorno dopo il Ringraziamento, per avere un fine settimana di quattro giorni.

Tuttavia, questo uso non sembra aver preso piede. Più o meno nello stesso periodo, i termini “Black Friday” e “Black Saturday” furono usati dalla polizia di Philadelphia e Rochester per descrivere la folla e la congestione del traffico che accompagnava l’inizio della stagione dello shopping natalizio. Nel 1961, la città e i mercanti di Filadelfia tentarono di migliorare le condizioni, e un esperto di pubbliche relazioni raccomandò di rimandare i giorni, “Grande venerdì” e “Grande sabato”; ma questi termini furono presto dimenticati.

L’uso della frase si diffuse lentamente, apparendo per la prima volta sul New York Times il 29 novembre 1975, in cui si riferisce ancora specificamente a “lo shopping più affollato” e il giorno del traffico dell’anno “a Philadelphia. Ben presto divenne più diffuso, The Philadelphia Inquirer riferì nel 1985 che i dettaglianti di Cincinnati e Los Angeles erano ancora all’oscuro del termine.

Mentre la frase guadagnava l’attenzione dei cittadini all’inizio degli anni ’80, i mercanti si opponevano all’uso di un termine derisorio fare riferimento a uno dei giorni di shopping più importanti dell’anno suggeriva una derivazione alternativa: i rivenditori tradizionalmente operavano in perdita finanziaria per la maggior parte dell’anno (da gennaio a novembre) e facevano i loro profitti durante le festività natalizie, a partire dal giorno successivo Ringraziamento.

Quando questo è stato registrato nei registri finanziari, le pratiche contabili una volta comuni usavano l’inchiostro rosso per mostrare quantità negative e inchiostro nero per mostrare importi positivi. Il Black Friday, in base a questa teoria, è l’inizio del periodo in cui i rivenditori non sarebbero più “in rosso”, prendendo invece in considerazione i profitti dell’anno.

Il primo riferimento noto a questa spiegazione si trova in The Philadelphia Inquirer per il 28 novembre 1981. Nel 2013, una voce di Internet sosteneva che la frase fosse originaria del sud americano prima della guerra civile, dalla pratica di vendere schiavi sul giorno dopo il Ringraziamento. Questo è stato sfatato da Snopes.com nel 2015.

Sebbene la moderna festa americana del Ringraziamento sia associata alla fondazione della colonia di Plymouth nel 1620, un simile giorno annuale di ringraziamento fu stipulato nella carta reale della colonia di Jamestown nel 1607.

Black friday storia

Il giorno dopo il Ringraziamento, l’inizio non ufficiale della stagione dello shopping natalizio potrebbe essere collegato con l’idea delle sfilate di Babbo Natale. Le parate che celebrano il Ringraziamento spesso includono un’apparizione di Babbo Natale alla fine della sfilata, con l’idea che “Babbo Natale è arrivato” o “Babbo Natale è proprio dietro l’angolo” perché il Natale è sempre la prossima grande festa dopo il Ringraziamento.

All’inizio del XX secolo, molte sfilate di Babbo Natale o del Giorno del Ringraziamento erano sponsorizzate dai grandi magazzini. Tra questi la Toronto Santa Claus Parade, in Canada, sponsorizzata da Eaton, e la parata del Macy’s Thanksgiving Day sponsorizzata da Macy’s. I grandi magazzini userebbero le parate per lanciare una grande spinta pubblicitaria. Alla fine, è appena diventata una regola non scritta che nessun negozio avrebbe provato a fare pubblicità natalizia prima della fine della sfilata. Pertanto, il giorno dopo il Ringraziamento è diventato il giorno in cui la stagione dello shopping è iniziata ufficialmente.

Il rapporto del Giorno del Ringraziamento con lo shopping natalizio ha portato a polemiche negli anni ’30. I negozi al dettaglio avrebbero voluto avere una stagione di shopping più lunga, ma nessun negozio voleva rompere con la tradizione ed essere l’unico ad iniziare la pubblicità prima del Ringraziamento. Per questo motivo, nel 1939, il presidente Franklin D. Roosevelt pubblicò un proclama presidenziale che proclamava il Ringraziamento come il quarto giovedì di novembre anziché l’ultimo giovedì, intendendo in alcuni anni una settimana prima, al fine di allungare la stagione dello shopping natalizio.

La maggior parte delle persone ha adottato il cambiamento del Presidente, che è stato successivamente rafforzato da un atto del Congresso, ma molti hanno continuato a celebrare il Giorno del Ringraziamento nella data tradizionale.

Alcuni hanno iniziato a riferirsi alla nuova data come Franksgiving.In 2015, Amazon.com ha tenuto un evento “Prime Day” a luglio e ha promesso accordi migliori rispetto al Black Friday, con ripetuti Prime Days che si sono svolti nel 2016 e 2017. Altre aziende hanno seguito. Le offerte del Black Friday di luglio erano migliori di quelle di novembre.

Black friday risse e morti

Purtroppo, il Black friday ha anche scatenato casi di risse e morti. Nonostante i frequenti tentativi di controllare le folle di acquirenti, le ferite minori sono comuni tra la folla, di solito come risultato di essere spinti o gettati a terra in piccoli fuggitivi. Sebbene la maggior parte delle ferite rimangano minori, gravi ferite e persino violenze deliberate si sono verificate in alcuni Black Friday.

Nel 2008, una folla di circa 2.000 acquirenti a Valley Stream, New York, ha atteso all’esterno per l’apertura alle 5:00 del Wal-Mart locale. Mentre il tempo di apertura si avvicinava, la folla diventava ansiosa e quando le porte furono aperte la folla si sporse in avanti, rompendo la porta, un impiegato di 34 anni fu calpestato a morte. Gli acquirenti non sembravano preoccupati del destino della vittima, esprimendo il rifiuto di fermare il loro fuggi fuggi quando altri dipendenti tentavano di intervenire e aiutare il dipendente ferito, lamentandosi del fatto che stavano aspettando al freddo e non erano disposti ad aspettare oltre. Gli acquirenti avevano iniziato a montare già le 21:00 della sera prima.

Anche quando arrivò la polizia e tentò di fornire aiuto all’uomo ferito, gli acquirenti continuarono a versare, spingendo e spingendo gli agenti mentre si dirigevano verso il negozio. Diverse altre persone hanno subito lievi ferite, tra cui una donna incinta che doveva essere portata in ospedale. L’incidente potrebbe essere il primo caso di morte verificatosi durante le vendite del Black Friday; secondo la National Retail Federation, “Non siamo a conoscenza di altre circostanze in cui un impiegato al dettaglio è morto lavorando il giorno dopo il Ringraziamento”.

Lo stesso giorno, due persone sono state uccise a colpi di arma da fuoco durante un litigio in un Toys ‘ R ‘Siamo a Palm Desert, in California. Durante il Black Friday 2010, una donna di Madison, Wisconsin, è stata arrestata fuori da un negozio Toys’ R ‘Us dopo aver tagliato la fila e minacciato di sparare ad altri acquirenti che hanno tentato di obiettare. Un volontario di Toys for Tots in Georgia è stato pugnalato da un taccheggiatore.

Una donna di Indianapolis è stata arrestata dopo aver causato un disturbo discutendo con gli altri acquirenti di Wal-Mart. Le era stato chiesto di lasciare il negozio, ma ha rifiutato. Un uomo è stato arrestato in un Wal-Mart della Florida con l’accusa di droga e di armi dopo che altri compratori che aspettavano in fila perché il negozio aprisse, notò che stava portando una pistola e riferì la questione alla polizia. Fu scoperto che portava anche due coltelli e una granata spray al peperoncino.

Un uomo a Buffalo, New York, è stato calpestato quando le porte si sono aperte in un negozio Target e gli acquirenti indisciplinati si sono precipitati dentro, in un episodio che ricorda la letale fuga di Wal-Mart del 2008.

In occasione del Black friday 2011, una donna al Porter Ranch , California Walmart ha usato spray al peperoncino su altri acquirenti, causando lievi ferite a 20 persone segnalate che avevano atteso ore per l’apertura del negozio. L’incidente è iniziato mentre la gente aspettava in fila per la Xbox 360 recentemente scontata. Un testimone ha detto che una donna con due bambini al seguito si è arrabbiata con il modo in cui le persone stavano spingendo in fila. Il testimone ha detto che ha tirato fuori spray al peperoncino e ha spruzzato le altre persone in fila.

Un altro account ha dichiarato: “Il negozio aveva creato una cassa di Xbox 360 scontate, e una folla si era formata per aspettare il riavvolgimento, quando la donna ha iniziato a spruzzare le persone” per ottenere un vantaggio “, secondo la polizia. In un incidente al di fuori di un negozio Walmart a San Leandro, in California, un uomo è rimasto ferito dopo essere stato colpito a seguito di acquisti del Black Friday alle 1:45 del mattino.

Nel Black Friday 2012, due persone sono state uccise da un Wal-Mart in Tallahassee, in Florida, durante una disputa su un parcheggio. Nel Black Friday del 2013, una persona a Las Vegas che trasportava una TV sul grande schermo da un negozio Target del Ringraziamento è stata colpita a una gamba mentre cercava di Recupera l’oggetto da un ladro che lo aveva appena rubato da lui sotto la minaccia di un’arma.

A Romeoville IL, un agente di polizia ha sparato a un sospetto taccheggiatore alla guida di un’auto che stava trascinando un collega ufficiale in un grande magazzino di Kohl. gli agenti trascinati sono stati trattati per ferite alla spalla e tre persone sono state arrestate. Al Franklin Mills Mall di Filadelfia fu catturato uno scontro con una telecamera in cui una donna fu portata a terra. Il video catturò anche una lotta separata, probabilmente correlata simultaneamente.

Fuori da un negozio di Macy nel New Jersey, il ventunenne Demond Cottman fu ucciso a colpi d’arma da fuoco intorno all’una del mattino di venerdì 25 novembre 2016. Il tiratore sparato più colpi, lasciando un SUV coperto di fori di proiettile, ma i motivi rimangono poco chiari. Anche il fratello di Cottman, 26 anni, è stato ferito. Un apparente argomento su un parcheggio di un Reno Wal-Mart ha portato uno dei guidatori a tirare fuori un’arma che ha sparato e ucciso un uomo di 33 anni. L’episodio è avvenuto tecnicamente prima del Black Friday la sera del Ringraziamento.

Uno shooting al Wolfchase Galleria Mall di Memphis, nel Tennessee, ha lasciato un uomo ferito. Derrick Blackburn, 19 anni, fu in seguito arrestato per possesso illegale di un’arma. Un farmacista di 61 anni, Walter Vance crollò e fu lasciato morire dagli acquirenti mentre veniva calpestato e superato da un fuggi fuggi, ad eccezione di un off-off. paramedico di turno e infermiera (che concede CPR a Vance) in un negozio Target a South Charleston, West Virginia durante il Black Friday 2011, ma morì poco dopo.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY