BlaBlaCar e Axa: viaggi ancora più sicuri

BlaBlaCar, la più grande community internazionale per il car-sharing, ha annunciato di aver raggiunto un accordo con la compagnia d’assicurazione francese Axa per offrire agli utenti italiani una copertura assicurativa aggiuntiva e completamente gratuita a tutti coloro che decidono di condividere veicolo e percorso di viaggio.

La partnership BlaBlaCar – Axa sbarca in Italia

La RCA obbligatoria prevedeva già la copertura assicurativa per il conducente ed il passeggero per tutta la durata del viaggio. Ora questa partnership tra BlaBlaCar e Axa, che arriva anche in Italia dopo il lancio in Francia, Gran Bretagna e Spagna, mira a fornire una garanzia aggiuntiva e gratuita e ad aumentare il clima di serenità in tutti gli utenti del servizio di car-sharing.
Andrea Saviane, Country Manager Italia di BlaBlaCar commenta l’accordo con queste parole: «La partnership tra BlaBlaCar e Axa è ambiziosa per entrambe le parti per via della sua natura così innovativa». La community di BlaBlaCar, che al momento può contare su oltre 20 milioni di persone, «è basata sulla fiducia, e la possibilità di beneficiare di un’assicurazione aggiuntiva contribuisce a rendere i viaggi condivisi ancora più sereni sia per i conducenti che per i passeggeri. Per noi si tratta del primo grande passo verso una serie di servizi più ampia che vorremmo offrire presto ai nostri utenti, in Italia e in tutto il mondo».
Gianluca Zanini, Head of Partnership and Innovation leader di Axa aggiunge: «La partnership con BlaBlaCar ha un valore strategico per Axa in quanto conferma il nostro posizionamento come compagnia assicurativa innovativa, capace di rispondere ai bisogni che emergono con l’affermarsi della sharing economy».

Le garanzie accessorie

Per poter usufruire di questa innovativa assicurazione è necessario prenotare il viaggio sulla piattaforma online della community di car-sharing e pagare le spese con Paypal, carta di credito o carta prepagata. In questo modo si ha diritto, senza aumento sulle tariffe, a numerosi benefit, come ad esempio l’assistenza stradale, che garantisce il soccorso stradale qualora la vettura non sia in grado di circolare autonomamente.
Nel caso l’auto resti immobilizzata e il punto di assistenza sia chiuso o la manodopera non eseguibile entro le tre ore, l’assicurazione BlaBlaCar-Axa garantisce le spese di pernottamento per il conducente e i passeggeri in un hotel (per massimo 2 giorni, a non più di 70 euro a notte) o, in alternativa, il rientro al proprio domicilio in Italia o la prosecuzione del viaggio con soluzioni alternative.
La polizza oggetto dell’accordo copre, inoltre, l’invio a casa del passeggero dei beni personali dimenticati a bordo del mezzo del conducente. Prevede, infine, la tutela legale del conducente in caso di sinistri stradali: dà diritto ad assistenza legale telefonica ed alla copertura delle spese legali fino a un massimo di 10 mila euro (richiesta danni per il sinistro, ricorso contro la sanzione amministrativa di ritiro o sospensione della patente, etc).
L’assicurazione BlaBlaCar-Axa è per il momento attiva solo in alcune regioni (ad es. per i viaggi la cui partenza e l’arrivo siano in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia, Toscana e Sardegna) ma verrà estesa gradualmente, entro la fine del 2016, agli utenti di tutto il territorio nazionale.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY