Bittrex Exchange: cos’è, come funziona, se conviene

Cos’è Bittrex? Come funziona Bittrex? Conviene usare Bittrex? Bittrex è una truffa? Sempre più trader si stanno interessando alle criptovalute, alla luce di come il loro valore sta aumentando sempre più, trainate dalla locomotiva Bitcoin. Se prima erano considerate solo roba da Nerd, ora sono ritenute un asset consolidato e molto valido. Sebbene ancora molto volatile e da utilizzare con cautela.

Due sono i modi per investire in criptovalute: o tramite le piattaforme per il trading online (i cosiddetti Broker) o gli Exchange di criptovalute. In entrambi i casi, bisogna affidarsi a siti seri e professionali, onde evitare di ritrovarsi punto e in bianco senza soldi. Evitare come la peste quei portali che promettono facili guadagni miracolosi. Che promettono di farvi arricchire con fantomatici sistemi automatizzati, quando in realtà le criptovalute, seppur beni digitali, devono essere adoperate con cautela.

In questa sede ci occupiamo dell’Exchange Bittrex. Conviene? E’ una truffa? Vediamo di seguito cos’è e come funziona.

Sommario

Exchange Bittrex cos’è

Cos’è Exchange Bittrex? Partiamo con lo specificare che non si tratta di un wallet ma di un exchange. Qual è la differenza? Per quanto riguarda un wallet, esso è un portafoglio che contiene le nostre monete digitali. Il wallet può essere salvato sul computer, sul cloud, un hard disk esterno. Non solo, esistono anche wallet online offerti da società che si occupano di tale servizio e fungono anche da exchange. Anche il wallet deve essere scelto con parsimonia, in quanto può diventare vittima di attacchi Hacker, che potrebbero fregarvi tutti i soldi che avete. Gli Exchange sono invece siti dove è possibile comprare e vendere vari tipi di criptovalute (in genere sempre le principali Bitcoin, Ethereum e Ripple; le altre minori dipende dai casi). Ma anche scambiare le proprie criptovalute con le cosiddette valute tradizionali FIAT.

Exchange Bittrex è un exchange con a disposizione centinaia e centinaia di diverse criptovalute, ed è uno di quelli con più volume di scambio. Concede pertanto la possibilità di tenere comunque tante criptovalute, che è possibile poi vendere se lo si ritiene opportuno in tempo reale in Bitcoin. Ma non solo. Bittrex funge anche da Wallet di criptovalute.

Bittrex ha la propria sede negli Usa, nella sfavillante Las Vegas. Permette l’exchange di ben 190 criptovalute, ma non la possibilità di cambio in valute fiat. Nel momento in cui vi scriviamo, sulla piattaforma sono disponibili 906 coppie valutarie. La commissione per tutte le transazioni è dello 0,25% a prescindere dal volume. Per prelevare fino a 3 bitcoin al giorno, occorre verificare il proprio conto con le informazioni del proprio contatto personale. Cifra che può arrivare fino a 100 bitcoin al giorno presentando una copia di un documento d’identità. Tanto il deposito quanto il prelievo dei fondi vengono effettuati unicamente attraverso i wallet di criptovalute.

I conti degli utenti sono protetti da un processo di autenticazione a due fattori, la maggior parte di tutti gli asset digitali dell’exchange sono conservati offline e i wallet sono collegati alla rete solo quando sono effettuate delle transazioni. E ciò consente una protezione aggiuntiva contro gli attacchi informatici. Bittrex è una validissima alternativa per chi intende operare nell’anonimato: il limite di 3 BTC al giorno per gli utenti con verifica parziale dell’identità è molto valido se paragonato alla concorrenza.

Piattaforme per acquistare Criptovalute

Ecco le principali piattaforme che consentono di fare trading sulle criptovalute del momento:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial tradingTrading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

Exchange Bittrex come funziona

Come funziona Exchange Bittrex? Ecco tutti i passi da seguire:

  1. Registrarsi a Bittrex inserendo i propri dati come facciamo normalmente per ogni sito in cui ci iscriviamo. Quindi i soliti dati: nome, cognome, numero di telefono, email, paese, username e password. Accetta le condizioni (se vuoi, dopo averle lette) e dopo aver verificato la tua email, cliccando sul link che Bittrex ti invierà per mail, e facendo un log-in successivamente.
  2. Dato che occorre avere Bitcoin per poter acquistare altre crypto su Bittrex, dobbiamo quindi acquistare la prima più importante criptovaluta. Per farlo, ci si può affidare a siti come Xapo, Coinbase o Spectrocoin
  3. Una volta acquistati Bitcoin su uno di questi portali, occorrerà inviarli su Bittrex, ottenendo l’indirizzo Bitcoin su questo Exchange. Ecc come fare:
  • Sul menù in alto cliccare su Wallets:
  • Scrivere nella barra di ricerca: btc
  • Ora cliccare sul tasto +
  • ci apparirà una finestra e dovremo cliccare su New Address. Otterremo così il nostro indirizzo Bitcoin.
  • A questo punto potremo inoltrare i nostri Bitcoin a Bittrex sul nostro nuovo indirizzo ottenuto. Per vederli sull’Exchange dovremo attendere circa un’ora.

Una volta ottenuti su Exchange Bittrex i nostri bei Bitcoin, vediamo come usarli per acquistare un’altra criptovaluta. Facciamo l’esempio di Augur.

  1. Cliccare sul simbolo “REP”. Se non si apre subito una nuova pagina, cliccare un’altra volta sempre sul simbolo della moneta in questo caso REP
  2. Ora si apre una nuova finestra, scendere giù fino alla sezione “BUY AUGUR” che vedete, andare a inserire nella prima casella (REP) il numero di monete che si vogliono acquistare, per esempio 10, nella seconda casella (BTC) dovete indicare il prezzo di acquisto.
  3. Per poter inserire il prezzo di acquisto in BTC andare nella parte in basso a destra: ASKS e cliccare 2 volte sul valore in btc della colonna ASK (BTC)

Arrivati a ciò, nella prima casella avremo il numero 10 ovvero il numero di monete che abbiamo acquistato, sulla seconda casella BTC avremo 0.00468745 che è il valore in bitcoin di ogni singola moneta e che avemo selezionato prima dalla colonna ASK (BTC). Infine nella terza casella avete 0.04699169 che è il totale che andremo a spendere per le 10 monete compresa una piccola commissione.

Ora, se cliccheremo su Buy Augur acquisteremo le monete che in modo automatico finiranno nel nostro wallet Augur di Bittrex e che potremo cliccare sul menù Wallets in alto. Cosa significa invece la voce SIZE che nel nostro caso sarà 21.40448148? Che abbiamo a disposizione in pratica circa 21 monete e quindi se vogliamo comprarne 30 dobbiamo eseguire due ordini: prima le 20 a quel prezzo, poi successivamente le 10 nella riga ad un prezzo leggermente superiore. Quindi, noterete col tempo usando Bittrex che il primo prezzo che vi apparirà sarà sempre quello più basso.

Su Youtube è possibile trovare un video tutorial che spiega come funziona Bittrex:

Bittrex è sicuro?

Bittrex è un Exchange sicuro? Certo, ma dobbiamo stare anche noi molto attenti. Intanto dobbiamo evitare i tristemente noti attacchi di phishing, vale a dire quelle mail fasulle che ci invitano a cliccare su un link che però in realtà è un sito-frode.

Meglio inserire poi la 2FA, stante per Two Factor Authentication, una modalita di verifica che nel caso di Bittrex viene svolta tramite un’applicazione come Google Authenticator. Che risulta essere più sicura del normale SMS di verifica che arriva sul proprio telefono. Come funziona Google Authenticator? Ogni volta che faremo il nostro accesso su Bittrex, una volta settato Google Authenticator, dovremo entrare sull’applicazione e digitare i numeri che appariranno sullo schermo relativi a Bittrex. Inserire la 2FA è molto semplice Dalla home di Bittrex, dobbiamo andare su “Settings” nella barra in alto. Sulla sinistra, come da immagine sotto, premeremo il pulsante “Two-Factor Authentication”. Una volta scaricato Authenticator, il procedimento sarà spiegato passo per passo sul sito.

Terza ed ultima raccomandazione, la password va custodita gelosamente. Il rischio è che qualcuno se ne impossessi ed usi le vostre monete digitali al posto vostro.

Detto ciò, Bittrex mette a disposizione degli strumenti di sicurezza, come i diversi livelli di autenticazione dell’account. Non è obbligatorio tenere alcun livello di verifica, ma è altamente consigliato. Per accedere alle impostazioni di verifica, si schiaccia sempre su “Settings”, e sul menu in alto a sinistra ci sono le opzioni di verifica. I livelli di verifica account sono 3:

1. Verifica base, che include Nome, Data di Nascita, e Indirizzo. Dopodichè

2. Verifica di secondo livello, utilizzando, oltre i dati succitati, anche il proprio numero di telefono

3. Il terzo livello di verifica account fornito da Bittrex è l’enhanced verification, che viene fatta attraverso un sistema automatizzato. Dovremo prendere un documento tra carta d’identità, passaporto o la propria patente. E poi scattare un selfie con esso tra le mani. Ci vorranno una decina di minuti, e consente di prelevare ogni giorno fino a 100 BTC.

Bittrex alternative

Quali sono le alternative a Bittrex? Bittrex non vi ha convinto? Nessun problema. Di seguito forniamo dei validi Exchange alternativi:

Kraken

Kraken ha la propria sede sempre negli Usa, a San Francisco. Prevede la possibilità di operare con 16 criptovalute, ma anche valute FIAT come dollaro statunitense, dollaro canadese, euro, yen. Su questa piattaforma vengono scambiate 59 coppie valutarie. Le commissioni dipendono dalla specifica coppia di valute e dal volume della transazione, ma non superano in ogni caso lo 0,26%. È possibile depositare e prelevare fondi usando un wallet di criptovalute o attraverso bonifico bancario. Prima di iniziare qualsiasi operazione occorrerà eseguire una verifica dell’account. Se si vogliono utilizzare dei wallet, sarà sufficiente specificare i propri recapiti, ma occorrerà fornire una copia del proprio documento d’identità se vogliamo eseguire un bonifico bancario.

Il limite giornaliero di prelievo è di 25mila dollari in moneta fiat o 50mila dollari in moneta cripto. Kraken è eccellente dal punto di vista della sicurezza. La maggior parte dei fondi è gestita offline, il che offre ottime protezioni contro eventuali attacchi Hacker. Mentre tutti i dati personali sono criptati ed è possibile utilizzare un’autenticazione a due fattori per effettuare il Login. Questo exchange è preferibile per chi vuole contare sempre sull’opportunità di prelevare fondi in moneta fiat. Ancora, i limiti sui prelievi sono tra i più alti previsti dal mercato.

Poloniex

Questo Exchange, sempre americano, ha invece sede a Wilmington, nel Delaware. E’ possibile scambiare 365 coppie valutarie ma non valute fiat. Può essere tranquillamente considerato il più grande exchange di valute negli Stati Uniti e primo al mondo nello scambio di bitcoin. Le commissioni sono legate al volume delle transazioni in bitcoin ma in ogni caso non superano lo 0,25% per il compratore. Il deposito dei fondi avviene solo attraverso i wallet. Non occorre verificare il proprio account per effettuare un’operazione, ma in tal caso il limite giornaliero sui prelievi sarà di soli duemila dollari. Per gli account verificati il limite sale a 25mila dollari al giorno.

Prevede l’autenticazione a due fattori e la maggior parte dei fondi sono tenuti online. Non mancano però problemi di sicurezza all’interno dell’exchange segnalati dagli utenti iscritti. L’exchange è consigliabile a chi vuole tradare altcoin, e per quanti sono dediti all’acquisto o vendita di grandi quantità di criptovalute e non vogliono avere problemi di liquidità.

Bithumb

Questo Exchange è invece sudcoreano, prevede 6 criptovalute, il won sudcoreano e la possibilità di cambiare valute fiat. Risulta essere il primo al mondo per quanto concerne il volume di scambi. Il sito offre operazioni con 6 diverse criptovalute: Bitcoin, Ether, Ethereum Classic, Litecoin, Ripple e Dash. Tutte le coppie valutarie sono legate al won sudcoreano, quindi ad esempio per scambiare bitcoin in ether, occorrerà prima vendere i bitcoin per dei won e dopo usarli per comprare ether. Un fattore alquanto scomodo e che potrebbe sconfortare, ma viene controbilanciato dal fatto che la commissione per tutte le transazioni è molto bassa: dello 0,15%.

Per iniziare a operare è necessaria una copia di un documento d’identità. La commissione per i prelievi dipende dalla valuta: per la moneta fiat è di mille won, per il bitcoin è 0,0005 BTC. Il limite di prelievo giornaliero è 100 BTC o 50 milioni di won. Gli utenti possono servirsi di un wallet o di una carta di debito ed è possibile prelevare i fondi dall’exchange e spostarli su un conto bancario. Nel maggio 2017 Bithumbil ha subito un attacco hacker che ha coinvolto i dati di ben 32mila utenti. Altri fattori che potrebbero disincentivare i più è che il linguaggio principale dell’exchange è il coreano e che l’interfaccia non è ancora completamente tradotta in inglese. Ma per alcune sezioni si può fare copia/incolla su Google Traduttore. Offre poi un alto livello di liquidità. Questo exchange è adatto a qualsiasi volume di scambi.

Le autorità coreane hanno pure legalizzato i money transfer internazionali in BTC.

Bitfinex

Sempre dall’Asia arriva Bitfinex, ma da Hong Kong. Consente lo scambio con 15 criptovalute e con il dollaro statunitense. Mette a disposizione 35 coppie valutarie, ognuna delle quali include come detto il dollaro americano e le criptovalute con più liquidità. Le commissioni dipendono dal volume della transazione in bitcoin e non superano lo 0,2% per il compratore. Inoltre prevede una commissione sul prelievo di fondi, che dipende dalla valuta: 0,0004 BTC o 0,1% dell’ammontare quando il prelievo è in dollari (almeno 20 USD).

Altra buona notizia è che gli utenti che usano solo wallet di criptovalute non sono obbligati ad effettuare una verifica dell’account. La quale si rende obbligatoria per chi vuole servirsi di un bonifico bancario. Bitfinex vanta un terminale personalizzabile. Il sito offre l’autenticazione a due fattori e la gran parte dei fondi viene conservata offline. Nel 2016 è stato però anch’esso vittima di un massiccio attacco informatico che ha portato al furto di 72 milioni di dollari. Tuttavia, per rimediare a ciò, Bitfinex ha emesso dei token per compensare le perdite e ripagare i suoi utenti.

Questo Exchange di Hong Kong è consigliabile a quanti vogliono scambiare una gran varietà di criptovalute ed allo stesso tempo preservare l’anonimato. I trasferimenti in criptovalute non sono sottoposti ad alcun limite e la commissione stessa non è particolarmente alta.

Livecoin

Livecoin è un exchange di criptovalute nato nel 2013, dalla società DELTA E-COMMERCE LTD di Londra, nel Regno Unito; mentre i loro server hanno sede a Metairie, Louisiana. Quindi negli Stati Uniti. Livecoin è uno dei pochi che consente la compravendita di token coin OTN di IQ Option.

Coinbase

Coinbase può essere considerato uno tra gli exchange migliori in circolazione. Fondato nel giugno 2012, si presenta come un portafoglio di valute digitali con una piattaforma in cui i trader e i consumatori possono negoziare le principali criptovalute come Bitcoin, Ethereum e Litecoin. Ma non solo. La sede di Coinbase è a San Francisco, negli Stati Uniti. Questi in sintesi i suoi numeri lusinghieri:

12,6 milioni di utenti iscritti

40 miliardi di dollari in transazioni effettuate, di cui 20 miliardi di dollari di cryptomonete

39,700,000 portafogli attivi

47mila negozianti

11mila sviluppatori di applicazioni

Coinbase è attivo nell’offrire i propri servizi in oltre 30 Stati e in tantissime lingue. Prevede un portafoglio o wallet anche per app per il mobile; una archiviazione offline; una copertura assicurativa dei propri depositi nei suoi server. Consente altresì di negoziare il cambio tra crypto valute e le monete FIAT tradizionali. In primis il dollaro americano, quasi sempre presente nel Forex, ma anche il dollaro canadese, il dollaro australiano, il dollaro di Singapore, la Sterlina inglese e in Euro.

I depositi ed i prelievi di criptovalute sono tutti gratuiti e senza commissioni.

Changelly

Changelly permette di fare trading su Monero, Dash, Bytecoin e molte altre criptomonete. E’ possibile anche comprarle tramite dollari americani o Euro. In tal caso, si applicano commissioni di cambio fisse allo 0,5% per transazione. Vanta un utilizzo facile, la convenienza di cambiare con altcoin, non richiede informazioni personali. Tuttavia, ha lo svantaggio di richiedere commissioni più alte rispetto ad altri exchange.

Gemini

Gemini ha sede negli USA ed è operativo in ben 46 Paesi, anche asiatici. Applica le Commissioni per prelievo e deposito fisse dello 0,25% per ciascuna transazione. Ma prevede poche valute: il dollaro americano e solo le due principali criptovalute: Bitcoin ed Ethereum.

Cryptopia

Crytopia ha la propria sede in Nuova Zelanda. Prevede la possibilità di depositare, scambiare e ritirare tante criptovalute. Ma come l’Exchange coreano Bithumb ha l’enorme limite di non prevedere lo scambio tra euro o dollaro, ma solo con la moneta Neozelandese NZD. Quindi occorre prima convertire da dollari neozelandesi in cripto, deportare in NZD e scambiarli poi con le valute che si preferisce.

Il vantaggio principale è che è possibile acquistare e vendere tramite questa piattaforma qualunque cosa, a chiunque, in qualsiasi parte del mondo in cambio di criptovaluta. Tramite esso, è possibile effettuare vendite tramite asta o quotazioni pubbliche. Ha la verifica in 2 fattori. Prevede poi commissioni fisse dello 0,20%.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY