Bitsa: come funziona e opinioni sulla carta prepagata criptovalute

Cos’è Bitsa? Come funziona Bitsa? Quali sono le opinioni su Bitsa?

Le criptovalute sono un asset digitale in ascesa, avendo subito una accelerata nel 2017, trainate dal valore del Bitcoin che arrivò a sfiorare i 20mila dollari a fine anno.

E così, tutti hanno iniziato ad interessarsene. Da un lato, chi offre i servizi finanziari, dall’altro gli utenti finali. Nel mezzo, però, anche tante immancabili truffe, da parte di chi vuole approfittare del momento per fregare quanti si sono illusi che le criptovalute siano un gioco virtuale che gli permetterà di uscire dal pantano finanziario in cui versano.

Il nostro scopo, pertanto, è sempre quello di offrire delle recensioni obiettive sui servizi legati alle criptovalute. E di scovare le innumerevoli truffe che circolano in rete.

Anche per questo scopo, in questo articolo forniamo una recensione completa su Bitsa, una carta per criptovalute, che si propone di essere sicura, facile e veloce.

La carta Bitsa permette altresì di utilizzare le criptovalute anche nei tradizionali negozi fisici.

Vediamo dunque di seguito come funziona, se realmente conviene e come investire in criptovalute in modo alternativo.

La soluzione migliore per operare sulle criptovalute rimane quella dei CFD. Ricordiamo che le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo delle criptovalute. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Carta Btsa cos’è

BitsaCos’è Btsa? Questa carta cerca di ovviare al problema che funesta la diffusione delle criptovalute: la loro circolazione nell’economia reale.

Di fatti, ad oggi le criptovalute sono viste soprattutto come un asset per investire tramite Cfd. Malgrado gli sforzi di progetti come Ripple, che stanno stringendo vari accordi con piattaforme per il trasferimento di pagamenti virtuali.

O di Ethereum, che offre i cosiddetti smart contract, dei contratti intelligenti adoperabili in più settori.

La carta Bitsa consente di svolgere le seguenti operazioni:

  • prelievo
  • pagamento elettronico
  • poter disporre di criptovalute come fosse denaro contante grazie alla possibilità di convertirle in valute FIAT
  • consente di fare acquisti online come una normalissima prepagata
  • permette di fare acquisti in negozi fisici
  • prevede il sistema Contactless per pagamenti al di sotto di una certa soglia, nonché il Secure Payment Verified by Visa
  • consente di inviare e ricevere denaro agevolmente
  • permette di prelevare tramite ATM
  • consente di emettere ordinari bonifici Sepa
  • non è necessario possedere alcun conto corrente

Dunque, da questo elenco già si evince come questa carta permetta operazioni molto comuni a quelle di altre carte. Con la differenza, e il vantaggio, di poterle espletare tramite le moderne criptovalute.

Come richiedere carta Btsa

Come detto, non è necessario sottoscrivere alcun conto corrente. Come accade in genere per ottenere altre carte.

Occorre semplicemente scaricare l’app ufficiale, sia che abbiate un device iOS che Android. Dopodiché dovete avviare una richiesta.

Occorrerà ovviamente registrarsi e richiedere di ricevere la carta prepagata verrà comodamente al proprio domicilio.

E’ possibile utilizzare la carta Bitsa anche solo in forma virtuale, il che non comporterà alcun costo.

Ecco i passaggi da seguire:

  • scaricare Bitsa app da Google Play Store o Ios app store
  • una volta installata la app, aprirla e pigiare su “Registrami”
  • inserire le proprie credenziali
  • ripetere l’inserimento delle credenziali come richiesto
  • inserire email e password
  • pigiare su “Richiedi una carta” e scegliere tra fisica, virtuale o entrambe
  • inserire i dati richiesti in modo corretto
  • si riceverà una mail mediante la quale si dovrà confermare tramite link l’identità, inserendo un codice di verifica alfanumerico composto da 6 caratteri, divisi a metà da uno spazio (quindi, primi tre caratteri, spazio, altri tre caratteri)
  • accedere alle impostazioni, e pigiare su “verifica il tuo account”

Fatto questo, passeremo alla seconda fase. Dovremo caricare:

  • una foto di un documento d’identità
  • caricare un selfie con il documento per dimostrare che siamo noi

Una volta verificato il tutto, in pochi minuti, il sistema ci metterà subito a disposizione una carta virtuale. Mentre quella fisica, ci sarà inviata successivamente, ma l’attesa sarà comunque breve.

Saremo avvisati della avvenuta spedizione della carta.

Carta Bitsa costi

Quali sono i costi della carta Bitsa? Quali sono le commissioni della carta Bitsa? Vediamoli di seguito:

  • carta virtuale viene rilasciata gratuitamente
  • carta fisica dietro pagamento di 19,50 €

Le due carte sono comunque correlate, per cui, se ricarichiamo quella virtuale, i soldi saranno disponibili anche sulla fisica.

La Bitsa fisica può essere pagata mediante:

  • Carta di debito/credito
  • Criptovalute
  • Bonifico Bancario

La carta fisica arriverà entro 7 giorni lavorativi. Tuttavia, è possibile anche richiedere che arrivi in modo più veloce entro 1-2 giorni lavorativi. In questo caso, però, ci costerà 55 euro.

Questi i tagli di ricarica previsti al momento della scrittura:

  • 25 €
  • 50 €
  • 100 €
  • 250 €
  • 500 €

Per i prelievi tramite ATM associati non sono previste commissioni. Dovete solo vedere quali sono le commissioni previste dalla banca presso cui effettuate il prelievo.

Ma solo dei limiti di prelievo, corrispondenti a:

  • 500 € di prelievo giornaliero
  • 500 € in caso di prelievi al di fuori del circuito SEPA
  • 000 € mensili entro il circuito Sepa

Per gli acquisti effettuati con una valuta diversa dall’euro:

  • zona SEPA: tasso di cambio Visa maggiorato dell’1,15%
  • zona extra SEPA: maggiorazione 1,50%

Gratuiti invece i bonifici SEPA sono gratuiti ed i trasferimenti tra carte sempre Bitsa.

Come attivare carta fisica Bitsa

La carta fisica Bitsa necessita di attivazione. Occorre quindi registrarla tramite app o Pc, recandosi nella sezione “Associa una Carta”.

Questi i passaggi da seguire:

  • Andare su “Associare la carta BITSA”
  • Inserire identificativo della carta (ultime 4 cifre presenti su essa) e il nome che vogliamo attribuirgli
  • Accettare termini e condizioni
  • Pigiare su Continua

Come ricaricare carta Bitsa

E’ possibile farlo selezionando “Criptovaluta” che troverete nella sezione Ricarica.

Ci apparirà l’elenco delle criptovalute che vogliamo convertire in Euro.

Al momento della scrittura, le criptovalute previste dal circuito Bitsa sono le seguenti:

  • BTC
  • BCH
  • LTC
  • DASH
  • XLM
  • XRP
  • ZEC

Un attento conoscitore di criptovalute noterà che la lista non è molto lunga e che manca la regina delle Altcoin: Ethereum. Una scelta che in realtà sta riguardando anche altre piattaforme.

Vediamo ora quali strumenti utilizzare per effettuare la conversione Euro/criptovaluta:

  • a livello manuale, condividendo il codice QR
  • utilizzando l’indirizzo del wallet

L’operazione andrà poi confermata.

Le criptovalute saranno subito disponibili sulla carta prepagata. Naturalmente, affinché l’operazione vada a buon fine, occorre possedere l’importo che desideriamo possedere.

La carta Btsa può essere anche utilizzata con valute FIAT tradizionali, se non si possiedono criptovalute. Queste le opzioni disponibili:

  • trasferimento tra due carte prepagate legate sempre a Bitsa
  • trasferimento tra due carte anche se una non è Bitsa
  • ricaricare il denaro utilizzando l’ID della carta (che sia virtuale o fisica)
  • poter ricaricare da altre carte di debito o credito Visa o Mastercard, ma solo mediante 3D Secure

Carta Bitsa fisica come funziona

Come funziona la carta Bitsa fisica? Occorre prima ottenere un PIN. Questi i passaggi da seguire:

  • aprire la applicazione
  • selezionare carta fisica
  • visualizza dati
  • cliccare su “Ricorda PIN” mediante numero di telefono
  • pigiare “Continua”
  • si otterrà il Pin tramite sms

La carta può essere utilizzata nei negozi fisici che prevedono il circuito VISA. Abbiamo detto anche con sistema contactless.

Carta Bitsa virtuale come funziona

Come funziona la carta Bitsa virtuale?

Questa invece la procedura da seguire per la carta virtuale:

  • apri l’app
  • selezionare carta virtuale
  • clicca su “vedi i dati”
  • attendi la comunicazione che si riferisce alla procedura da usare
  • inserire i dati della carta Bitsa virtuale, ossia il numero e la scadenza
  • riceveremo un sms contenente il CVV

Carta Bitsa assistenza clienti

La carta Bitsa offre assistenza clienti mediante tre possibilità:

  • e-mail: soporte@bitsacard.com
  • numero telefonico a pagamento: +34.910.889.412
  • pagina Facebook Bitsa

Carta Bitsa opinioni

Quali sono le opinioni sulla carta Bitsa? La carta viene apprezzata per lo sforzo di introdurre le criptovalute nell’economia reale. Col grande vantaggio di non dover avere per forza un conto corrente.

E’ possibile ricaricarla in più modo e non prevede costi o commissioni particolari.

Un grosso limite, però, è che i negozi fisici che accettano carte Bitsa nel nostro paese sono pochi. Con qualche caso, come intuibile, soprattutto nelle grandi città.

Fare trading di criptovalute con eToro

Se la carta prepagata Bitsa non ci ha convinti per utilizzare le criptovalute per i nostri acquisti fisici o virtuali, possiamo anche optare di investire in criptovalute tramite un Broker affidabile come eToro (clicca qui per il sito ufficiale).

Il Broker ha licenza CySEC e FCA, è sprea-only, con commissioni vantaggiose e riguardo le criptovalute offre sia un eWallet interno alla propria piattaforma, sia servizi collegati al trading come Social trading, il Copy trading e il CopyFunds.

Le criptovalute disponibili su eToro sono:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Ripple
  • Bitcoin Cash
  • Dash
  • Litecoin
  • ADA
  • Miota
  • Stellar
  • EOS
  • NEO
  • Tron
  • ZCash
  • Binance Coin
  • Tezos
  • Gram

Per attivare un conto demo gratis su eToro clicca qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading di criptovalute con ForexTB

Il secondo Broker su cui investire è ForexTB (clicca qui per il sito ufficiale), anche esso con regolare licenza e spread-only.

ForexTB vanta il servizio dei segnali di trading elaborati da Trading central, tramite esperti del settore che effettuano attente analisi tecniche e fondamentali.

ForexTB offre fino a 4 account diversi tra i quali rispondere. Queste le criptovalute disponibili:

  • Bitcoin (BTC)
  • Litecoin (LTC)
  • Ethereum (ETH)
  • Ethereum Classic (ETC)
  • Dash (DASH)
  • Monero
  • Bitcoin Gold
  • Ripple

Per attivare un conto demo gratis su ForexTB clicca qui.

Fare trading di criptovalute su Trade.com

L’ultimo Broker su cui investire è Trade.com (clicca qui per saperne di più), che prevede fino a 5 account diversi tra cui scegliere e 5 portafogli tematici per diversificare il proprio portafoglio titoli.

Trade.com prevede ben 3 licenze per operare, nonché i segnali di trading elaborati da Trading central.

Queste le criptovalute sulle quali è possibile fare trading con questo Broker:

  • BitCoin
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Dash

Per attivare un conto demo gratis su Trade.com clicca qui.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.
REVIEW OVERVIEW
Bitsa carta