BitQT Truffa o metodo per fare soldi?

Cos’è BitQT? Come funziona BitQT? BitQT è una truffa?

Spesso ci siamo occupati di piattaforme che promettono guadagni facili ed automatici sul Bitcoin o sulle criptovalute in generale, poi rivelatesi una truffa.

Come ribadiamo sempre, il trading sulle criptovalute è una cosa seria, che merita approfondimenti teorici e pratici. Non facendosi ingannare dal fatto che si tratta di un asset digitale e quindi, per questo, dai facili guadagni virtuale.

Il Bitcoin ha dato sicuramente delle soddisfazioni, soprattutto quando il prezzo è impennato nel 2017. E ciò ha spinto molti a credere alla fiaba del guadagno facile. Facendo sì che molti ne approfittassero per creare siti truffa, per attirare quanti vivevano di questa pia illusione.

Purtroppo ormai le truffe non si contano ed è difficile rientrare dei capitali investiti, dato che vengono trasferiti nei Paradisi fiscali.

Di seguito vediamo se con BitQT siamo dinanzi alla solita truffa. E quali sono le migliori alternative sulle quali puntare.

Ad esempio le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo di Bitcoin. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori criptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

BitQT cos’è

Cos’è BitQT? Questa piattaforma promette guadagni facili ed automatici tramite il Bitcoin. Mediante un sistema di algoritmi automatici capace di prevedere il mercato e quindi fare la scelta giusta.

BitQT manca di regolare licenza, il che già dovrebbe tenervi ben lontani da essa. Manca una sede, è praticamente gestito da una società fantasma pronta a trasferire i suoi soldi in qualche Paradiso fiscale.

Inoltre, non sono riportate particolari informazioni sul suo team di sviluppo alle spalle. Insomma, siamo alla solita storia.

Il sistema afferma di aver reso milionari tante persone, col trading automatico. Quindi fa come al solito leva sulla speranza delle persone di arricchirsi senza sforzi particolari.

Sul sito, tra l’altro, si può utilizzare un “calcolatore” di profitti. L’utente dovrà solo scegliere il deposito minimo che intende rilasciare sulla piattaforma e i giorni d’investimento. Dopodiché il calcolatore dirà quanto può guadagnare.

Il tetto massimo è di 13mila euro al giorno. Quindi, con un uso quotidiano costante, nel giro di un anno solare guadagneremo 4.745.000 euro.

Tutto molto bello, peccato che le cifre sono fasulle e ingannatrici.

BitQT come funziona

Come funziona BitQT? Come accade sempre in questi casi, il sistema miracoloso di trading automatico non viene spiegato. Tutto è un mistero che non può essere rivelato. Forse perché alla fine è una scatola vuota.

Sarebbe bello che esistessero sistemi capaci di prevedere l’andamento dei mercati finanziari. Ma non è così. Le piattaforme di trading automatico vere ed oneste, non funzionano certo tipo slot machine. Dove metti una moneta e premi un bottone.

Anzi, almeno le macchinette dei bar e delle sale scommesse spesso ti fanno perdere.

Il trading bot si basa sempre su una conoscenza di base del trader, che dovrà inserire i parametri entro i quali poi il sistema dovrà muoversi. Cercando le soluzioni di guadagno migliori. Pertanto, si tratta di un aiuto tecnologico, che però non è certo infallibile. E’ solo un di più offerto dalla Intelligenza artificiale, che però si muoverà sempre in base a quanto prestabiliamo noi.

Dunque, non è certo un sistema basato su algoritmi automatici miracolosi e impeccabili.

Per rendere tutto più veritiero, BitQT mostra anche degli screenshot sulle vincite dei suoi utenti. Ma sono palesemente fasulli.

BitQT truffa?

Il broker BitQT è una truffa? Questa piattaforma non è stata ancora oggetto di una sentenza passata in giudicato, né citata da una delibera della Consob. L’organismo di vigilanza istituito nel 1974 per togliere questi compiti alla politica, lavorando di concerto con Bankitalia.

Sebbene spesso siano stati entrambi criticati per il loro operato, di scarsa solerzia preventiva rispetto a varie truffe verificatesi nel sistema creditizio italiano.

Tuttavia, le caratteristiche per far pensare alla truffa ci sono tutte. Mancanza di licenza, promesse esorbitanti, alcuna informazione sulla società che la gestisce. Fattori troppo spesso riscontrati in altre truffe.

La mancanza di una licenza Consob per operare in Italia, dovrebbe tenervi già lontani da certe piattaforme. In quanto una licenza è uno scudo contro le truffe.

Infatti, la Consob si allinea alle direttive europee promulgate dall’istituto creato ad hoc per questo scopo: la ESMA. Che emette la cosiddetta MiFID, giunta nel gennaio 2018 alla sua seconda edizione. A ben 15 anni di distanza dalla precedente.

MiFID II che è stata tra l’altro anche alquanto restrittiva, proprio per aiutare i trader contro le truffe.

Per esempio, ha bandito alcune pratiche di trading. Ha ridotto la Leva finanziaria ad un massimo di 1:30 per i trader retails (1:2 sulle criptovalute). Ha inoltre vietato il marketing aggressivo e i bonus per acquisire nuovi iscritti.

Bitqt Opinioni

Quali sono le opinioni e le recensioni su BitQT? Come sempre in questi casi, occorre dividerle in vere e fasulle.

Quelle vere, parlano di truffe, soldi promessi mai visti, anzi, di soldi persi in un sistema fasullo.

Purtroppo, molti parlano anche di denuncia inutile. Dato che queste società sono off shore, quindi è praticamente impossibile risalire ai loro fondi.

Poi ci sono le recensioni e le opinioni fasulle, quelle che parlano di un sistema che li ha fatti arricchire nel giro di pochi giorni. Caricando poco sul conto. Si tratta di utenti che vorrebbero che vi registrasse alla piattaforma, magari tramite il loro link di affiliazione. Nella più classica delle truffe basate sullo Schemi Ponzi.

Con questo termine, ci si riferisce ad una truffa basata sul fatto che il vero guadagno non scaturisce dalla vendita di beni o servizi. Bensì, dall’ingresso nel sistema di nuovi soci, che versano una quota.

Si tratta di uno schema piramidale, dove al vertice c’è l’ideatore della truffa e poi via via ci sono gli altri che a loro volta fanno entrare altre persone nel sistema. Alla fine il sistema è destinato a crollare, con pochi, i vertici, che si arricchiscono veramente.

Lo Schema Ponzi si chiama così dal cognome dell’italiano dalle origini lucane che lo attuò per primo in America circa un secolo fa. Viene anche definito Schema Piramidale, proprio per la forma a piramide che si viene a creare.

Comunque, questa forma di affari è severamente vietata in Italia da una legge del 2003.

Cosa fare se truffati da BitQT

L’arma che possiamo utilizzare se siamo stati truffati da BitQT è quella del chargeback, ossia dello storno dei soldi inviati alla piattaforma.

Si tratta di una procedura che richiede i suoi tempi e anche delle prove da inviare alla Banca o alla piattaforma che emette la carta usata. Però è l’unica che abbiamo.

Ricordiamo però che il chargeback si può attuare solo se i soldi sono stati inviati tramite carte e non con bonifico.

Investire in criptovalute con ForexTB

Assodato che è meglio lasciar perdere BitQT, vediamo quali sono le migliori alternative per fare trading sul Bitcoin e le altre criptovalute. La prima è il Broker ForexTB (clicca qui per saperne di più).

Questo Broker, rispetto BitQT, ha regolare licenza CySEC. Il che già fa mettere l’anima in pace.

Prevede fino a 4 account tra i quali scegliere e un numero di criptovalute non altissimo ma quanto meno certo e non fasullo.

E’ possibile investire con ForexTB tramite CFD, ed esercitarsi tramite un Conto demo e una guida formato eBook.

ForexTB offre i segnali di trading del colosso del settore Trading Central, che hanno una accuratezza previsionale di circa l’80 percento.

Certo, non siamo di fronte al 100% offerto da BitQT, ma quanto meno è veritiero e non sparato a caso.

I segnali di trading sono suggerimenti su quando e come posizionarsi sui mercati finanziari. Che vanno messi in pratica nel breve periodo così da beneficiare il più possibile su quanto dicono.

Per aprire il tuo conto gratuito con ForexTB clicca qui.

Investire in criptovalute con eToro

Il Broker eToro offre un sistema di trading automatico molto vantaggioso: il copy trading. Che sulla piattaforma assume il nome di CopyTrader.

In pratica, è possibile copiare quanto fanno i trader più rinomati, chiamati Popular Trader. Con la possibilità di personalizzare il trading con stop loss, take profit o chiudendolo quando lo riteniamo opportuno.

In questo modo, possiamo imparare col trading online ma al contempo guadagnando.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui.

Fare trading du criptovalute con Plus500

Il Broker Plus500 si caratterizza invece per i tantissimi asset che mette a disposizione. Oltre 2000. Nonché una piattaforma CFD davvero semplice da usare, diverse licenze anche internazionali, un ottimo Conto demo e una assistenza clienti in Live chat.

Plus500 è altresì sponsor dell’Atletico Madrid dal 2015. il che è un ulteriore attestato di stima per questa piattaforma di trading online.

Per aprire un conto demo illimitato su Plus500 clicca qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.
Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.
REVIEW OVERVIEW
BitQ recensione