Bitcoin previsioni 2020

Cosa farà il Bitcoin nel 2020? Conviene investire sul Bitcoin nel 2020? Come investire nel Bitcoin nel 2020?

Quando arriva un nuovo anno, oltre a fare il bilancio di quello ormai trascorso, ci si pone degli interrogativi anche su come sarà il nuovo. In Tv, sul web e in radio impazzano gli Oroscopi, ma anche le previsioni dei cosiddetti veggenti. Andando a ripescare vecchie profezie rilette in chiave moderna. Molto in voga sono quelle dello speziale francese Nostradamus, con le sue quartine del 1500. O della veggente bulgara Baba Vanga, vissuta nel corso del secolo scorso.

Peraltro, Nostradamus ha previsto una violenza guerra mondiale, tanto che i morti non invidieranno i vivi. E qualcuno vede nella crisi tra America ed Iran di inizio 2020, un serio pericolo che questa veggenza si compia.

Non mancano ovviamente le previsioni sulle criptovalute. Asset che negli ultimi anni stanno interessando sempre più trader professionali. Ma anche neofiti che senza alcuna esperienza si imbattono nel trading online, ma così facendo rischiano di perdere somme di denaro.

Soprattutto se si affidano a piattaforme truffaldine che promettono facili, immediati e lauti guadagni senza alcuna conoscenza in materia.

Particolare attenzione viene riposta sul Bitcoin, ancora regina indiscussa delle criptovalute. Dato che viaggia su un valore di migliaia di euro, mentre le altre al massimo aspirano a qualche centinaia.

Il Bitcoin ha fatto molto parlare di sé nel 2017, quando, partendo da mille dollari a gennaio, ha visto crescere costantemente il proprio prezzo fino ad arrivare a metà dicembre su quasi 20mila dollari.

Nel 2018, però, il prezzo del Bitcoin ha vissuto una controtendenza, finendo l’anno intorno ai 3mila dollari. Nel 2019 c’è stata una timida ripresa, col prezzo che ha anche toccato brevemente i 12mila dollari. Però ha pure sfiorato soglia 6mila dollari.

Come andrà ora il 2020? Questi primi giorni vedono il Bitcoin aprire su quota 7mila dollari, laddove era finito l’anno precedente. Tuttavia, questo in corso è un anno molto importante, in quanto nel mese di giugno ci sarà il cosiddetto Halving del Bitcoin, ossia il dimezzamento dei bitcoin in circolazione. Il che per molti addetti ai lavori dovrebbe portare ad un impennata dei prezzi.

Sarà così? Vediamo cosa dicono gli esperti riguardo le previsioni del Bitcoin 2020.

Ad esempio le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo di Bitcoin. Ad esempio Investous (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori criptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Bitcoin previsioni 2020

Il 2020 è un anno importante per Bitcoin e molto è destinato a succedere. Uno degli eventi più importanti è il tanto atteso dimezzamento del blocco bitcoin che avrà luogo nel maggio 2020. Individuato col termine Halving. È quasi certo che il dimezzamento avrà un impatto sul prezzo del bitcoin.

E quando prendi in considerazione questo e altri eventi imminenti, potrebbe darsi che il 2020 diventi l’anno in cui tutti i record vengono infranti.

I bitcoin non verranno “creati” all’infinito. Verranno messi in circolazione 21 milioni di bitcoin. In realtà un po ‘meno, per essere precisi. Verranno estratti in totale 20.999.999.9769 bitcoin. Questi bitcoin vengono rilasciati a un ritmo prevedibile attraverso premi in blocchi per i minatori, che viene dimezzato ogni 210.000 blocchi.

Poiché un blocco viene trovato all’incirca ogni dieci minuti, è possibile calcolare che occorrono quattro anni per estrarre 210.000 blocchi. All’inizio, i minatori hanno ricevuto 50 bitcoin per blocco estratto, quattro anni dopo la ricompensa era di 25 bitcoin e attualmente un minatore riceve 12,5 bitcoin per blocco.

Dopo il dimezzamento del blocco di bitcoin a maggio 2020, la ricompensa consisterà in 6,25 bitcoin. In questo modo, sempre meno nuovi bitcoin arrivano sul mercato e c’è una deflazione controllata e prevedibile. Si prevede che la domanda di bitcoin continuerà a crescere, ma l’offerta non può crescere proporzionalmente. Quando il dimezzamento fa sì che la domanda superi l’offerta, il valore del bitcoin aumenta.

Ora, bisogna dire che il bitcoin è ancora relativamente giovane e che il mercato delle criptovalute non si comporta sempre in base a ciò a cui siamo abituati dai mercati finanziari tradizionali. Ma è anche interessante dare un’occhiata ai dimezzamenti dei blocchi precedenti. Alcuni trader ritengono che il dimezzamento dei blocchi di bitcoin abbia un effetto diretto sul prezzo.

Nel 2012, ad esempio, si è verificato il primo dimezzamento. Un anno dopo, il bitcoin ha raggiunto il massimo storico di tutti i tempi. Lo stesso è accaduto nel 2017, un anno dopo il dimezzamento del 2016. Come è possibile?

Attualmente vengono estratti 1.800 bitcoin ogni giorno. La stragrande maggioranza di quelle monete sono vendute direttamente dai minatori per coprire, ad esempio, i costi energetici. Quando la ricompensa viene dimezzata, la pressione delle vendite diminuisce. Ciò potrebbe avere conseguenze positive per il prezzo.

Dal 2016, la domanda da un milione di dollari è stata: i partiti istituzionali potranno offrire bitcoin? Il fatto che non sia già accaduto, non è colpa dei partiti istituzionali stessi. C’è un entusiasmo più che sufficiente da Wall Street e dai grandi mercati asiatici per iniziare a fare trading in criptovaluta e prodotti finanziari derivati da bitcoin.

Negli Stati Uniti, i principali ostacoli sono la regolamentazione, la rigidità della SEC e l’ottenimento di un BitLicense. Ogni azienda che vuole commerciare in criptovaluta a New York (dove si trova Wall Street) ha bisogno di un BitLicense, che è un permesso concesso dal Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York. E non è facile ottenerne uno.

Il ruolo della SEC è valutare le richieste dei partiti istituzionali, ad esempio degli ETF, e approvarle o respingerle. Questo processo è molto ritardato perché alla SEC è consentito posticipare la propria decisione più volte. Ciò è accaduto anche con richieste precedenti. Attualmente ci sono tre principali applicazioni in esame. La previsione è che la SEC deciderà su questi prima della fine del 2020.

Se tutti verranno approvati, molti soldi da grandi investitori andranno nel mercato crittografico e questo potrebbe far salire il prezzo. Tutto sommato, il 2020 sarà un anno importante per lo sviluppo dei prezzi del bitcoin. Il prezzo è tornato al rialzo nel 2019, dopo alcuni forti cali nel 2018. Il 2020 sarà un altro grande anno?

Quotazione Bitcoin in tempo reale

Bitcoin previsioni 2020, per Sonny Singh raggiungerà nuovi massimi storici

In questi giorni, il co-fondatore di Nexo Antoni Trenchev ha fatto una previsione sul prezzo di Bitcoin di $ 50.000 nel 2020. Ma anche Sonny Singh, Chief Commercial Officer di Bitpay, ha condiviso la sua convinzione che l’asset crittografico raggiungerà nuovi massimi storici.

Quest’anno, in particolare, Singh ha condiviso quella che si è rivelata una previsione corretta secondo cui Bitcoin si sarebbe avvicinato ai $ 15.000 nel 2019 poco più di un anno fa.

“Quest’anno, farò una previsione”, ha detto Singh Taylor Riggs di Bloomberg mercoledì. “Penso che Bitcoin superi il massimo storico e vada oltre $ 20.000 quest’anno”. Il prezzo del Bitcoin reagirà a un evento imprevisto.

Mentre la maggior parte degli altri esperti di Bitcoin ha indicato il dimezzamento imminente come principale catalizzatore per una pompa di prezzo Bitcoin nel 2020, Singh ha offerto una teoria alternativa. Si prevede che l’evento dimezzerà il numero di bitcoin in circolazione a maggio, e ridurrà della metà il numero di nuovi Bitcoin che vengono creati all’incirca ogni dieci minuti a metà. “Il trading tecnico e ad alta frequenza è ciò che guida questo mercato in Bitcoin”, ha dichiarato Singh.

“Ogni volta che hai una circostanza imprevista come l’incidente in Iran che è accaduto un paio di giorni fa, che aggiunge nuovi acquirenti al mercato, non se lo aspettavano. E fa salire il prezzo. Fino al 20% in due giorni.”

Dal punto di vista di Singh, il mercato Bitcoin è in gran parte guidato da operatori che seguono indicatori tecnici. Motivo per cui eventi imprevisti in cui nuovi acquirenti entrano nel mercato, hanno avuto un impatto così grande sui movimenti dei prezzi della criptovaluta passati.

Singh ha sottolineato l’annuncio a sorpresa di Facebook dell’anno scorso, sul loro progetto Libra come esempio di questo fenomeno. “Anche quest’anno, Paesi come la Cina, la Russia o l’India potrebbero legalizzare Bitcoin”, ha aggiunto Singh. “Potrebbero essere coinvolte alcune nuove aziende competitive a Facebook. Il governo americano potrebbe fare qualcosa. Qualcosa di imprevisto che potrebbe accadere lo sposterà davvero più velocemente.”

Singh ha anche sottolineato che i mattoni fondamentali per un ecosistema Bitcoin più forte sono già qui attraverso sviluppi come il lancio dei servizi di criptovaluta di Fidelity e gli ingegneri assunti da Square per concentrarsi sul Bitcoin.

Tuttavia, ha ribadito che saranno gli eventi imprevisti a innescare i grandi movimenti dei prezzi dei Bitcoin nel 2020. In termini di mercato delle criptovalute più in generale, non è chiaro se altre monete aumenterebbero rapidamente come Bitcoin in un mercato toro. Dato che il 2019 è stato un anno storicamente negativo per gli altcoin.

Lo sviluppo di livelli di protocollo secondari, come i sidechain, in cima alla blockchain Bitcoin di base, potrebbe significare il destino di molte delle risorse alternative nel mercato delle criptovalute. Anche un membro della House of Representatives degli Stati Uniti ha individuato Bitcoin come la vera innovazione nello spazio delle criptovalute.

Investire su Bitcoin con eToro nel 2020

Naturalmente, queste previsioni vanno sempre prese con le molle, giacché i mercati finanziari sono qualcosa di imprevedibile. E ciò vale ancora di più per un asset altamente volatile come le criptovalute.

Con la prudenza del caso, si può comunque prendere per buono il calcolo che il prezzo del bitcoin aumenti. E quindi ci si può approfittare di ciò. Quali Broker sicuri scegliere?

Il primo Broker che ci sentiamo di proporvi è eToro (clicca qui per aprire un conto demo). Broker con sede a Cipro, fondato nel 2009 e ad oggi con quasi 11 milioni di clienti.

eToro ha regolare licenza CySEC, il che vi mette a riparo da truffe. Inoltre, si fa apprezzare per tre servizi in particolare. Il Social trading, che consiste in un vero e proprio Social dove gli utenti possono confrontarsi. Il Copytrader, che consente di copiare gli utenti più esperti quando si è ancora neofiti.

Il Copyportfolios, che permette di investire su panieri di asset appartenenti alla stessa categoria. Gestiti da algoritmi da supervisionati da tecnici umani.

eToro non prevede commissioni sul trading, ma solo spread, che variano a seconda dell’asset. Spread comunque altamente competitivi rispetto al mercato.

Per aprire un conto demo con eToro clicca qui.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Investire su Bitcoin con Investous nel 2020

Il secondo Broker che vi suggeriamo è Investous (clicca qui per aprire un conto demo), gestito dalla società F1Markets Limited, con sede a Cipro. Anche questo Broker è autorizzato dalla CYSEC. Offre due piattaforme: Web-based e MetaTrader 4.

Prevede 4 tipi di account:

  • Basic
  • Silver
  • Gold
  • Platinum

Anche questa piattaforma di trading online è molto competitiva in termini di commissioni e spread. Soprattutto per chi sceglie i profili Platinum o Diamond.

Investire su Bitcoin con Plus500 nel 2020

Veniamo all’ultimo Broker: Plus500 (clicca qui per visitare il sito ufficiale). Che agli appassionati di calcio non suonerà nuovo, visto che è da diversi anni sponsor di una squadra di calcio molto blasonata: l’Atletico Madrid.

Plus500, oltre ad essere altamente competitivo in termini di spread e commissioni, e vantare licenza CySEC, è anche molto attento al fatto che chi si iscriva alla piattaforma sia consapevole di cosa siano trading e CFD.

Per aprire un conto demo con Plus500 clicca qui.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY