Bitcoin, esperto non crede che prenderà il posto dell’Oro

Il prezzo del bitcoin ha recentemente trovato il fondo del suo ciclo al ribasso. Ormai duraturo da troppo tempo. E da allora ha mostrato una forte inversione di tendenza in un mercato toro che ha sorpreso molti per il rialzo registratosi. Per quello che finirà nei libri di storia come il più lungo mercato degli orsi registrato.

Un motivo di un tale rapido e potente rimbalzo nell’azione dei prezzi rialzista, secondo la tabella dei prezzi del Bitcoin mensile, è perché l’intero mercato degli orsi non era nulla più di un “pullback in un trend al rialzo” e un consolidamento molto necessario prima che l’asset digitale possa riprendere la sua ascesa parabolica.

Il mercato degli orsi non si è mai realmente verificato. Ma si è trattato di un pullback puro di tipo rialzista. Un pullback è una pausa o un calo moderato che si verifica in un grafico dei prezzi delle azioni o delle materie prime, da picchi recenti che si verificano in un continuo trend al rialzo. Il termine pullback viene di solito applicato a riduzioni dei prezzi di durata relativamente breve, ad esempio alcune sessioni consecutive, prima che riprenda il trend rialzista.

La traiettoria dei prezzi di Bitscoin è spesso descritta come parabolica. Durante l’apice della corsa al rialzo del 2017, il prezzo della principale criptovaluta per capitalizzazione di mercato è andato alla rottura parabolica alimentata dai media. La quale ha portato il prezzo del bene al suo massimo storico di $ 20.000. Dopo l’ascesa parabolica, è seguito un 85% di calo del prezzo, ma non appena l’obiettivo è stato colpito, Bitcoin è tornato a correre, pronto a ricominciare una nuova “corsa di tori”.

Nel momento in cui la pressione di vendita al ribasso è diminuita, il bitcoin è tornato parabolico, portando il prezzo della criptovaluta da $ 4.200 a un massimo recente di quasi $ 8.400.

Il prezzo suggerisce che sono in atto ulteriori movimenti al rialzo, ma quanto velocemente il patrimonio delle criptovalute sia aumentato dalle profondità del mercato degli orsi ha lasciato la maggior parte degli investitori in stato di shock e incredulità. Ma la rapida ripresa del momentum rialzista potrebbe suggerire che c’è ancora qualcosa in gioco.

L’anticipazione del prossimo dimezzamento è una teoria, come pure un aumento dei timori per la rinfocolata guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Che ormai sta coinvolgendo anche il settore della telefonia. Con Google che ha deciso di sospendere l’approvvigionamento del sistema operativo Android agli smartphone cinesi. Ma non solo. Altre componenti del telefono rischiano di venire meno, come il processore della Intel.

Tuttavia, potrebbe essere spiegato guardando i grafici dei prezzi Bitcoin mensili, che secondo uno dei trader di criptovalute più noto, Desperately Seeking Dusan, mostra che Bitcoin non ha mai lasciato un trend rialzista. Invece sta semplicemente vivendo il consolidamento prima di un altro movimento verso l’alto.

Il trader aggiunge che “nulla può andare in movimento parabolico senza fermarsi”. Cosa che il Bitcoin ha già fatto all’inizio del 2018. Ora che l’asset ha sperimentato un consolidamento sano, la traiettoria verso l’alto dovrebbe riprendere, prendendo il prezzo del valore digitale per un nuovo massimo storico nei prossimi mesi.

Questa non è la prima volta che un analista di criptovalute ha definito il mercato degli orsi del 2018 nient’altro che una “correzione” in un trend rialzista. Dave the Wave, il grafico a lungo termine, afferma che il MACD non è mai sceso sotto la linea dello zero, suggerendo che non è mai stato realizzato un tuffo nel territorio degli orsi. Come suggerisce Dusan, è tutta una questione di prospettiva. Quando si guarda Bitcoin, è saggio guardare al potenziale a lungo termine del bene, che potrebbe eventualmente raggiungere un valore di $ 100.000 in un prossimo futuro.

Broker certificati per fare trading su Bitcoin

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

Mike Novogratz mette in guardia su Bitcoin SV (BSV)

Mike Novogratz, fondatore e CEO della società di gestione patrimoniale digitale Galaxy Digital Group, non crede nel recente hype che circonda Bitcoin SV (BSV). Su Twitter ha semplicemente affermato di non comprarlo. Presumibilmente né in senso figurato né in senso letterale.

Come riportato in precedenza da IIB, Bitcoin SV è salito oltre il 100% in seguito alla notizia che il famoso whitepaper Bitcoin e gran parte del codice originale di Bitcoin era legalmente attribuito a Craig Wright dall’ufficio del copyright degli Stati Uniti.

Bene, chi sostiene febbrilmente di essere Satoshi Nakamoto (il creatore di Bitcoin), a novembre ha alimentato una accesa voce fuori dal coro che ha portato alla creazione di Bitcoin SV. Il suo progetto ha ricevuto molto odio e non è ampiamente supportato dagli entusiasti delle criptovalute.

Tuttavia, BSV ha fatto molto bene da quando Wright ha ricevuto registrazioni che legalmente lo legano come autore del white paper Bitcoin. Attualmente, BSV è scambiato sopra i $ 100 , che è ancora lontano dal suo massimo storico di $ 221. Ma già significativamente in crescita rispetto a qualche giorno fa, quando era scambiato intorno ai $ 60.

Peter Schiff non crede che Bitcoin diventi nuovo Oro

Questa è stata una delle conclusioni di un ampio dibattito che Schiff ha avuto con l’autrice di “The Bitcoin Standard” Saifedean Ammous sul canale YouTube del trader Tone Vays il 20 maggio scorso. Confronto molto atteso dalla comunità di criptovalute.

Ammous ha speso 90 minuti cercando di discutere contro la posizione di Schiff, secondo cui l’oro è – e sarà sempre – superiore a “oro digitale”.

“Non puoi costruire un sistema di trasferimento di denaro globale basato sull’oro perché i governi hanno confiscato l’oro negli anni ’30, i governi controllano ancora la maggior parte dell’oro, i governi sono in grado di influenzare il mercato dell’oro attraverso le loro vendite e prestiti. E i governi possiedono una grossa fetta dell’oro”, ha detto Ammous.

Schiff è diventato sempre più sostenitore del fatto che Bitcoin cada come nel suo ruolo di riserva globale di valore. L’ingombrante maneggevolezza del metallo – e, di contro, la mancanza di sicurezza e utilità del Bitcoin – secondo Schiff lo rende incapace agli occhi dei consumatori come strumento per negoziare in sicurezza e risparmiare con fiducia.

E ancora, anche il costo dell’elettricità della rete Bitcoin lo rende inferiore all’oro, specialmente perché non ha alcun valore sui cui poggia.

Questo “valore” mancava anche in oggetti come i file informatici, che Schiff avrebbe comunque pagato per preservare nel caso in cui un hacker avesse preso il controllo del suo computer fisico.

Barry Silbert, fondatore e CEO di Digital Currency Group, lo ha applaudito per la sua dedizione pubblica a preservare l’integrità dell’oro, anche se questo era apparentemente fuori luogo. “Mi sorprende che una classe di asset da $ 8 trilioni abbia così pochi sostenitori pubblici. La panchina dei sostenitori informati di bitcoin è super profonda e in crescita”, ha twittato seguendo l’intervista.

Altri erano meno indulgenti. Un grafico del rapporto tra oro e Bitcoin, che smentisce la visione di Schiff sulla impopolarità e del valore in decrescita della regina delle criptovalute, sta circolando sui Social. O

Anche per Ammous, tuttavia, la fine del metallo giallo per mano di Bitcoin non è ancora una certezza. Nonostante la sua blockchain sia naturalmente più resistente al controllo del governo – e anche se le autorità in tutto il mondo lo ritengono illegale – il Bitcoin potrebbe ancora diventare più centralizzato di quanto si desideri. E quindi, diventare un asset legittimato.

“Il mio punto di vista è che anche nel peggiore dei casi il bitcoin può supportare migliaia di scambi liquidi finali, migliaia di volte in più rispetto al singolo nodo USD o ai sistemi d’oro del secolo scorso”, ha detto su Twitter parafrasando la sua risposta all’intervista. “Ha quindi maggiori possibilità di resistere alla centralizzazione”.

Perchè l’opinione di Peter Schiff sta facendo così scalpore? Peter David Schiff (23 marzo 1963) è un liberista americano, agente di borsa, commentatore finanziario e una nota personalità radiofonica.

È CEO e chief global strategist di Euro Pacific Capital Inc., un broker-dealer con sede a Westport, nel Connecticut. È il fondatore di Euro Pacific Canada Inc., ora conosciuta come Echelon Wealth Partners Inc., con sede a Toronto, con uffici a Burlington, Ontario; Montreal; Vancouver; e Tokyo.

È anche fondatore e presidente di Euro Pacific Bank, banca offshore fondata a St. Vincent e Grenadine, trasferita a San Juan, Porto Rico nel 2017; fondatore, CEO e presidente di Euro Pacific Asset Management, LLC., una società di gestione patrimoniale fondata a Newport Beach, attualmente trasferita a Dorado, Puerto Rico, dal 2013; e fondatore e presidente di SchiffGold, un trader di metalli preziosi con sede a Manhattan.

Schiff è l’ospite principale del podcast The Peter Schiff Show, che era precedentemente trasmesso su radio terrestre e via Internet, e in precedenza era host di un podcast su Internet chiamato Wall Street Unspun, [6] ora archiviato come podcast.

È apparso come ospite in numerosi telefilm commerciali e finanziari ed è stato quotato nelle principali pubblicazioni cartacee come analista finanziario. La scuderia ha tenuto ripetutamente opinioni rialziste sugli investimenti a lungo termine in titoli e valute estere in paesi con solide politiche fiscali e monetarie ,così come le materie prime globali inclusi i metalli preziosi fisici e ha espresso opinioni ribassiste sull’economia statunitense e sul dollaro USA.

Schiff esprime un forte sostegno alla Scuola austriaca del pensiero economico, che gli è stata presentata da suo padre, Irwin Schiff. Nel 2010, Schiff corse nelle primarie repubblicane per il seggio al Senato degli Stati Uniti nel Connecticut, ma perse contro Linda McMahon e arrivò terzo.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY