Bitcoin, il baby crypto-milionario Finman lancia CoinBits

Le scommesse azzeccate su Bitcoin hanno reso Erik Finman un milionario quando era ancora adolescente. Ora, quello che è già stato ribattezzato un crypto-prodigio afferma che vuole aiutare a progettare una piattaforma per investire in criptovalute. Ma con la differenza che sia facile da usare per la gente comune. Neofita in questo campo.

“L’obiettivo dell’applicazione è rendere la criptovaluta non solo più accessibile, ma anche rendere tangibile le criptovalute e la tecnologia blockchain più tattile”. Queste le parole del ventenne a MarketWatch in un’intervista di martedì 12 giugno.

Finman, autentico tycoon dei Bitcoin, a tal fine, il mese scorso ha lanciato CoinBits, una piattaforma web-based. La quale include in maniera automatica gli acquisti di carte di credito / debito in dollari e investirà la differenza in bitcoin per conto dell’utente. Qualcosa di simile a ciò che già fanno piattaforme per il microinvestimento come Acorns Grow Inc. e Stash, per facilitare gli investimenti e il risparmio.

In effetti, Finman spera che CoinBits diventi come le ghiande per il Bitcoin (“the Acorns of bitcoin”) un giorno e mira a conquistare almeno un milione di utenti sulla sua piattaforma entro il prossimo anno.

“Penso davvero che un milione di utenti in un anno sia realistico”, ha affermato. Si aspetta che i social media, piuttosto che la pubblicità tradizionale, facciano coming out sulle criptovalute. Proprio perché solo e soprattutto dai media digitali può arrivare il principale sostegno ad un asset digitale.

L’investitore e imprenditore di bitcoin, nato in California e cresciuto a Coeur d’Alene, nell’Idaho, prima di trasferirsi a New York, afferma di aver speso circa $ 100.000 per costruire CoinBits finora.

Finman non è turbato dal fatto che tante piattaforme cripto-centrate dominino già la scena, tra cui Coinbase (clicca qui per la recensione). Che ricordiamo essere probabilmente la più popolare piattaforma di asset digitali. Nonché l’app di trading senza commissioni Robinhood. Giusto per citare due esempi.

“Penso che ormai tante persone abbiano tentato di rendere il bitcoin una cosa semplice e accessibile agli altri. Ma il mio progetto lo sento come se nessuno l’avesse ancora pienamente realizzato”, ha detto.

CoinBits offre agli utenti la possibilità di effettuare investimenti una tantum, impostare il proprio account per abbinare i loro profili di rischio e offre alcune commissioni a zero euro. Finman ha dichiarato per la protezione che circa il 98% dei bitcoin sia in “celle frigorifere” o non è tenuto online. Il che li rende meno vulnerabili alle violazioni dei dati, in teoria.

Cosa ci insegna la storia di Finman? Come investire in Bitcoin con piattaforme REGOLAMENTATE

La storia ci insegna che questo è il momento migliore per investire in Bitcoin. Finman sta lanciando un suo progetto, l’ennesima piattaforma exchange. Molti “cassettisti” sono convinti che acquistare e tenere “fermi” Bitcoin o altra criptovaluta sia la strategia migliore. Niente di più sbagliato.

Attualmente chi sta facendo profitti ha capito che è conveniente speculare sul prezzo ovvero guadagnare da ogni minimo movimento al rialzo o al ribasso del prezzo. Per applicare questa semplice strategia è sufficiente come prima cosa selezionare una piattaforma regolamentata, ad esempio 24option (clicca qui per il sito ufficiale).

Grazie a 24option è possibile utilizzare l’ottimo servizio di segnali di trading gratuiti. In questo modo avete a disposizione consigli da veri esperti che vi aiuteranno a capire dove e come investire per fare profitti. Gli utenti di 24option l’hanno capito e infatti stanno sfruttando il momento. Per saperne di più sul servizio di segnali di 24option potete consultare questa pagina.

CoinBits viene annunciata mentre Bitcoin è in netta ripresa

La piattaforma crittografica di Finman viene lanciata mentre il prezzo del bitcoin è in ripresa. Un singolo BTCUSD, + 0,17% è stato scambiato a $ 8,175, a partire dal trading di mercoledì a mezzogiorno (ora americana). Dopo aver messo il minimo di dicembre a $ 3,194,96, secondo i dati di CoinDesk su MarketWatch.

Inoltre, il trading di bitcoin sulla borsa dei future del Gruppo CME per la consegna a giugno di BTCM19, a -0,37% è stato di $ 8.230.

I future su Bitcoin sono saliti del 126% nell’anno fino a oggi, a fronte di un guadagno dell’11,4% per il DIA Jones Industrial Average DJIA, -0,17% a 14,7% per l’indice S & P 500 SPX, -0,20% e rendimento del 17,2% per il Nasdaq Indice composito COMP, -0,38% in base ai dati FactSet. Futures sull’oro GCQ19, + 0,30% – un asset che spesso viene confrontato con le valute digitali a causa della sua correlazione inversa rispetto ad altre attività, come le azioni – è salito del 4% fino al 2019.

L’interesse per le criptovalute ha vacillato negli ultimi 18 mesi insieme al suo prezzo volatile. Gli investitori tradizionali hanno faticato a determinare se l’attività dovrebbe essere considerata come una valuta, come il DXY, -0,07% di dollaro o di EURUSD, + 0,1063% o una materia prima come l’oro.

E sebbene ci sia stato un sacco di rumore intorno all’uso della blockchain – che ricordiamo essere la nascente tecnologia di matrice digitale che è alla base della maggior parte delle criptovalute – gli esempi di successo sono stati scarsi.

Detto questo, Wall Street ha preso maggiormente atto della resilienza del bitcoin. e altre società finanziarie affermano di sperare di utilizzare la blockchain per regolare le transazioni transfrontaliere. Sulla scia di quanto già fatto da JPMorgan Chase & Co. All’inizio di quest’anno ha annunciato un token, chiamato JPM Coin, anche per gestire fondi internazionali.

Finman dice di essere diventato un campione di criptovalute e crede che la sua capacità di aumentare il valore dipenderà, almeno in parte, dall’adozione da parte della gente comune.

“Un fattore enorme che impedisce al bitcoin di entrare in una corsa di tori è la sua difficoltà ad acquistare. Non è raro sentire qualcuno che si reca in uno Exchange e non completi mai la transazione dopo aver verificato solo alcuni dei passaggi obbligatori “, ha detto. Ciò in quanto la diffidenza sia ancora alta.

Da parte sua, Finman ha iniziato a investire in bitcoin quando aveva 12 anni e, stando a quanto riferito, è diventato milionario prima di compiere 18 anni.

Certo, non tutti saranno altrettanto fortunati. Inoltre, è impossibile sapere in che modo gli investimenti in bitcoin, blockchain o i cosiddetti Altcoin, in generale possano comportare rischi.

Finman spera proprio che CoinBits aiuti l’utente “medio” ad avere meno diffidenza sulle criptovalute. E ciò non può che aprire nuovi scenari rialzisti su questo asset digitale, dopo il crollo del 2018. Ci riuscirà?

Bitcoin potrebbe registrare nuovo massimo annuale se rompe $ 8200 secondo Trader esperto

Il 2019 è quasi a metà strada, ma bitcoin si sta già guardando indietro per un anno entusiasmante nella categoria dei prezzi. Si è risollevato dalla depressione, fino a rialzarsi e riprendere i livelli di prima.

A dare una visione sul futuro del Bitcoin è Brian Krogsgard, noto su Twitter anche come LedgerStatus. “Stiamo cercando di capire se continueremo a consolidarci a questo livello più alto e a spingerci verso un nuovo livello. O se è davvero un modello di punta” ha affermato Krogsgard in un’intervista l’11 giugno 2019. Durante la quale ha dato delle previsioni sulla Regina delle criptovalute.

“Un livello chiave sarebbe se violassimo il livello $ 8,200 su un livello giornaliero”, ha detto, menzionando questo livello che coincide anche con la linea centrale della Bollinger Band, un popolare indicatore di analisi tecnica usato a volte nell’analisi delle tendenze.

Se la fascia di prezzo di $ 8.200 si rompe al rialzo, Krogsgard ha detto di vederlo come indicazione di una potenziale ulteriore azione sui prezzi verso i massimi del 2019, che sono nel livello basso di $ 9.000.

In generale, tuttavia, Krogsgard ha detto che sta cercando il consolidamento in vista. “Per la maggior parte, sto solo cercando opportunità di consolidamento e acquisto”, ha detto. “Non direi che $ 8.000 bitcoin è un posto particolarmente attraente da acquistare”, ha aggiunto, notando la sua opinione personale basata sulla sua analisi.

“Penso che ci saranno probabilmente asset più economici da comprare, ma è certamente possibile che con il Bitcoin possiamo trarre un altro vantaggio, molto più grande” ha aggiunto il trader.

Conclusioni

Mentre scriviamo il prezzo del Bitcoin è già salito a 8400, un momento favorevolissimo. Finman allora intende aprire l’ennesima piattaforma di exchange. Se volete invece fare profitti è consigliabile investire voi in prima persona con strumenti come i CFD. In questo modo non siete vincolati ad acquistare la criptovaluta e potete sempre fare profitti al ribasso o al rialzo in ogni situazione. Basta usare gli strumenti giusti al momento giusto. Noi vi consigliamo attualmente le due migliori piattaforme di criptovalute del momento che sono 24option (clicca qui per visitare il sito) ed eToro (qui trovi il sito ufficiale), in assoluto le più complete per investire in criptovalute.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY