Bitcoin, i fattori che lasciano presagire un trend rialzista

Dopo un brutto periodo, Bitcoin sta tornando sui livelli entusiastici che l’hanno caratterizzata nel corso del 2017. La criptovaluta è cresciuta vicino all’1,54% negli ultimi sette giorni, stabilizzandosi attorno ai $ 9000. È quasi il 50% in più rispetto ai minimi recenti, un segnale incoraggiante per “i tori” dei Bitcoin.

Ora viene da chiedersi: la valuta digitale raggiungerà mai e supererà il vecchio massimo? Alcuni esperti la pensano così, a condizione che tre cose si realizzino per il Bitcoin.

Tre condizioni per cui Bitcoin può tornare a salire

Vediamo secondo gli esperti, quali sono i tre fattori che potrebbero riportare il Bitcoin ai valori del 2017 ed oltre:

Bitcoin diventi più sicuro

I tassi di adozione del Bitcoin sono più elevati come valore di riserva e come mezzo di scambio, due funzioni comuni alle valute convenzionali. Ciò, a sua volta, consoliderà una migliore infrastruttura di sicurezza. “Supponendo che Bitcoin sarà utilizzato come riserva di valore in futuro (ad es. Oro digitale), sarà necessaria una migliore infrastruttura di sicurezza che ricopra l’intero ecosistema crittografico affinché le persone ripongano fiducia in questo nuovo strumento finanziario e inizino ad usarlo”, afferma Christian Ferri, Presidente e CEO di BlockStar. “Una volta che questo accadrà, saliranno altre persone, quindi un’infrastruttura scalabile sarà cruciale. “

Mentre una migliore infrastruttura di sicurezza aiuterà Bitcoin a migliorare la sua funzione di riserva di valore, non migliorerà la sua funzione come mezzo di scambio. Ossia, ci saranno miglioramenti del protocollo che stabilizzeranno il valore quotidiano di Bitcoin. “Se si apportano nuovi miglioramenti al protocollo per consentire a Bitcoin (o a un suo fork) di diventare un mezzo per le transazioni di tutti i giorni (ad esempio acquistare il proprio Latte con Bitcoin), avremo bisogno di un meccanismo di stabilità, oltre a sicurezza e scalabilità menzionato sopra. In questo modo il latte non costerà 2 euro oggi e 20 domani “, aggiunge Ferri.

Maggiori investimenti da parte delle istituzioni

La seconda cosa che potrebbe aiutare Bitcoin a raggiungere nuovi massimi è l’afflusso di denaro istituzionale in fondi criptici. “L’afflusso di denaro da parte delle istituzioni che investono denaro in fondi cifrati dell’indice causerà una cascata, facendo sì che la mandria si affretti”, afferma Paul A. Taylor, presidente esecutivo della Fabric Foundation.

Darren Marble di CrowdfundX concorda: “In questa fase, gli investitori istituzionali sono la chiave per la crescita di Bitcoin”, osserva Marble. “Le preoccupazioni relative alla liquidità, sicurezza, rischio di controparte e custodia dei beni hanno finora impedito agli investitori istituzionali di acquistare Bitcoin su centrali decentralizzate.

“Affinché questa situazione cambierà, una serie di scambi regolamentati deve andare online”. Solo quando gli scambi regolamentati – come tZERO, Coinlist o persino NASDAQ – entrano in diretta con le loro piattaforme di criptazione secondaria, i soldi intelligenti inizieranno ad investire direttamente in Bitcoin, “aggiunge Marble.”

Una volta che questo si è verificato, le porte si apriranno e vedremo emergere un nuovo paradigma: la capitalizzazione di mercato criptata supererà 1 miliardo di dollari e sarà guidata dai nuovi massimi storici di Bitcoin”.

Maggiori fondi ETF su Bitcoin

La terza cosa che potrebbe andare in favore del Bitcoin è la proliferazione di fondi negoziati in borsa (ETF) crittografati. “I fondi quotati in borsa legati alla crittografia potrebbero consentire un trading più semplice attraverso i conti di intermediazione, il che contribuirebbe anche ad aumentare i prezzi per Bitcoin e altre criptovalute”, afferma Chris Kline, co-fondatore e COO di BitcoinIRA.com.

“Con così tanto slancio attorno a Bitcoin e altre valute digitali, a mio parere, è solo una questione di tempo prima che i prezzi riprendano di nuovo” conclude Kline.

Migliori broker per fare trading di Bitcoin e criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial tradingTrading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

Goldman Sachs apre al trading Bitcoin

La maggior parte delle grandi banche ha cercato di stare lontana dalla valuta virtuale bitcoin. Ma Goldman Sachs, forse il nome più famoso della finanza, sta corrompendo i rischi e sta andando avanti con i piani per impostare quello che sembra essere il primo trading di Bitcoin per una banca quotata su Wall Street.

In un passo che potrebbe legittimare valute virtuali e creare nuove preoccupazioni per Goldman, la banca sta per iniziare a utilizzare i propri soldi per commerciare con i clienti in una varietà di contratti legati al prezzo di Bitcoin. Mentre Goldman Sachs inizialmente non comprerà e venderà Bitcoin reali, un team della banca sta guardando in quella direzione se può ottenere l’approvazione normativa e capire come affrontare i rischi aggiuntivi associati alla detenzione della valuta virtuale.

Rana Yared, uno dei dirigenti di Goldman che supervisiona la creazione dell’operazione commerciale, ha detto che la banca era interessata per ciò che si stava facendo. Yared ammette: “Non descriverei me stesso come un vero credente che si sveglia pensando che Bitcoin conquisterà il mondo”, ha detto la signora Yared. “In quasi tutte le persone coinvolte, c’è stato uno scetticismo personale”.

Tuttavia, il fatto che Goldman Sachs, tra le banche più famose di Wall Street e frequente bersaglio di critiche, prenderebbe in considerazione anche il trading di Bitcoin, sarebbe stato visto come assurdo pochi anni fa. Quando Bitcoin era principalmente noto come un modo per acquistare farmaci online.

Bitcoin è stato creato nel 2009 da una figura anonima che si chiama Satoshi Nakamoto, che ha parlato della sostituzione delle banche di Wall Street, non dando loro un nuovo ruolo in questo moderno sistema. Negli ultimi due anni, tuttavia, un numero crescente di hedge fund e altri grandi investitori in tutto il mondo hanno espresso interesse per le valute virtuali.

Le aziende tecnologiche come Square hanno iniziato a offrire servizi Bitcoin ai loro clienti, e le borse di Chicago hanno iniziato a consentire ai clienti di negoziare contratti futures su Bitcoin a dicembre. Ma fino ad ora, le istituzioni finanziarie regolate si sono allontanate dal Bitcoin, con alcune che arrivavano a chiudere i conti dei clienti che scambiavano Bitcoin. Jamie Dimon, l’amministratore delegato di JPMorgan Chase, lo ha definito una frode, e molti altri dirigenti della banca hanno affermato che Bitcoin non è altro che una bolla speculativa.

Yared ha detto che Goldman ha concluso che Bitcoin non è una frode e non ha le caratteristiche di una valuta. Ma alcuni clienti vorrebbero considerarlo un bene prezioso, simile all’oro, data la quantità limitata di Bitcoin che può essere “estratto” in un sistema virtuale complesso.

Yared conclude: “Ci spiazza sentire un cliente dire: ‘Voglio tenere i futures Bitcoin perché penso che sia un negozio alternativo di valore”.

La signora Yared ha detto che la banca ha ricevuto richieste da fondi speculativi, oltre a donazioni e fondazioni che hanno ricevuto donazioni in valuta virtuale da milionari Bitcoin di nuova emissione e non sanno come gestirle.

La decisione finale di iniziare a negoziare contratti Bitcoin è passata attraverso il consiglio di amministrazione di Goldman Sachs. Il passo arriva con un sacco di incertezze. I prezzi del bitcoin sono principalmente fissati su scambi non regolamentati in altri paesi dove ci sono poche misure in atto per impedire la manipolazione del mercato. Dall’inizio dell’anno, il prezzo del bitcoin è precipitato – e recuperato in modo significativo – mentre gli operatori hanno incertezza sul modo in cui i regolatori trattano con valute virtuali.

“Non è un nuovo rischio che non capiamo”, ammette la Yared. “È solo un rischio maggiore di cui dobbiamo essere maggiormente consapevoli.” Goldman ha già fatto più della maggior parte delle banche nell’area, compensando i traffici per i clienti che vogliono acquistare e vendere i futures Bitcoin sul Chicago Mercantile Exchange and the Chicago Board Options Exchange. Nelle prossime settimane – non è stata fissata la data esatta di inizio – Goldman Sachs inizierà a utilizzare i propri soldi per negoziare contratti futures su Bitcoin per conto dei clienti.

Creerà anche la propria versione, più flessibile, di un futuro, noto come “non-deliverable forward”, che offrirà ai clienti.

Il primo trader di “beni digitali” della banca, Justin Schmidt, si è unito a Goldman Sachs due settimane fa per gestire le operazioni quotidiane, un’assunzione che è stata segnalata per la prima volta da Tearsheet.

Nel suo ultimo lavoro, Schmidt, 38 anni, era un trader elettronico presso l’hedge fund Seven Eight Capital. Nel 2017, ha lasciato il lavoro per scambiare le valute virtuali da solo. Inizialmente sarà posto sul banco delle valute estere di Goldman perché il trading di Bitcoin ha la maggiore somiglianza con i movimenti delle valute dei mercati emergenti, ha detto la Yared.

Schmidt sta valutando il trading di Bitcoin – o Bitcoin fisico, come viene in qualche modo ironicamente chiamato – se la banca è in grado di ottenere l’approvazione normativa dalla Federal Reserve e dalle autorità di New York. L’azienda deve anche trovare un modo sicuro per trattenere Bitcoin per i clienti senza è stato rubato dagli hacker, come è successo a molti scambi di Bitcoin.

Mr. Schmidt e Ms. Yared hanno detto che le attuali opzioni per mantenere Bitcoin per i clienti non hanno ancora raggiunto gli standard di Wall Street. Goldman è noto per aver spinto la clientela nel commercio di prodotti complicati. L’azienda ha dovuto affrontare critiche significative dopo la crisi finanziaria per il suo proficuo commercio di derivati sintetici cosiddetti legati ai mercati dei mutui subprime.

Dalla crisi, Goldman ha fatto una grande spinta per posizionarsi come l’azienda tecnologicamente più sofisticata di Wall Street. Tra le altre cose, ha avviato un servizio di prestito online, noto come Marcus, che ha messo in contatto l’azienda con i clienti al dettaglio per la prima volta.

Il trading di valuta virtuale, tuttavia, sarà disponibile solo per i grandi investitori istituzionali. Mr. Schmidt ha detto che la raffinatezza di Goldman è stato il principale motivo per cui ha accettato la proposta di lavoro, nonostante molte altre opportunità nel mondo della valuta virtuale.

“Un player istituzionale di fiducia era qualcosa che stavo cercando nel mio Crypto Trading, ma non esisteva “, ha concluso Schmidt.

Reddit cambia idea su Bitcoin, mentre co-fondatore punta però su Ethereum

Mentre Bitcoin potrebbe essere il figlio prediletto delle criptovalute, il co-fondatore di Reddit Alexis Ohanian pensa che la seconda criptovaluta più importante per capitalizzazione di mercato, Ethereum, sarà la vera vincitrice.

“Sono molto ottimista su Ethereum semplicemente perché le persone stanno effettivamente costruendo su di esso” Ohanian ha dichiarato martedì al Term Sheet di Fortune. Ohanian si è ritirato dalle operazioni quotidiane di Reddit e ora investe in aziende come Coinbase tramite la sua società di venture capital, Initialized Capital.

Perché gli sviluppatori hanno trovato difficile creare applicazioni basate sulla blockchain Bitcoin, trovando Ethereum più flessibile, Ohanian vede il prezzo di Ethereum salire più velocemente del prezzo del Bitcoin quest’anno. La sua previsione: mentre il prezzo del Bitcoin sarà più che raddoppiato entro la fine dell’anno, riconquistando il suo massimo storico di $ 20.000, Ethereum raggiungerà 21 volte il suo valore corrente, toccando $ 15.000 entro la fine del 2018.

Bitcoin ora si attesta a circa $ 9,100, mentre Ethereum è valutato a circa $ 690.

Gli sviluppatori hanno utilizzato Ethereum per creare applicazioni come CryptoKitties, un gioco basato su blockchain in cui gli utenti generano gatti virtuali. Anche le grandi aziende, tra cui il gigante bancario JP Morgan, hanno testato la tecnologia basata su Ethereum.

Tuttavia, l’Eternum ha i suoi concorrenti quando si tratta di sviluppatori alla ricerca di blockchain su cui costruire le proprie applicazioni. Prendiamo ad esempio Hyperledger, la cui blockchain open source Il tessuto è alla base di progetti come TrustChain, un progetto di blockchain che tiene traccia dei diamanti. Allo stesso tempo, aziende come Walmart hanno anche utilizzato Hyperledger Fabric per testare la tecnologia blockchain nel tracciare il loro approvvigionamento di cibo.

Intanto, Reddit sta pianificando di ripristinare il Bitcoin come opzione di pagamento per i suoi iscritti. In un’intervista rilasciata a Cheddar giovedì, il responsabile tecnologico del sito, Chris Slowe, ha detto che, mentre le commissioni di transazione di bitcoin e un problema di integrazione con il suo processore di pagamenti di criptovaluta Coinbase, avevano portato a Reddit la cessione di bitcoin come metodo di pagamento a marzo, è probabile che l’opzione ritorni una volta che la piattaforma ha completato una riprogettazione.

Inoltre, il CTO ha dichiarato che il sito sta cercando di aggiungere altre opzioni crittografiche rispetto al solo bitcoin questa volta. Slowe ha detto: “Abbiamo esaminato altre criptovalute. In realtà, questo era parte del problema con le tasse elevate sulla rete bitcoin, ethereum e litecoin che sono entrambi forniti da Coinbase.”

Come riportato da CoinDesk, Reddit ha spiegato a marzo che la decisione di Coinbase di disattivare il suo strumento Merchant e sostituirlo con un nuovo Coinbase Il prodotto del commercio era stato in parte la causa del sito che bloccava la sua opzione di pagamento bitcoin. Anche un bug di pagamento che riguardava alcuni utenti era un problema, secondo un amministratore. Coinbase Commerce consente ai commercianti di accettare più criptovalute e ha altre nuove funzionalità rispetto al prodotto precedente.

Square, non convincono le operazioni sul bitcoin

Square Inc. ha ancora una volta registrato un trimestre solido, ma le iniziative di spesa e il business bitcoin della compagnia hanno dato qualche pausa agli investitori. Shares of Square SQ, -4,40% è sceso di quasi il 6% nel commercio prematrimoniale giovedì dopo che la società di elaborazione dei pagamenti ha affermato di aver subito un aggiustamento entrate per il primo trimestre del 51%, il quarto trimestre rettilineo di accelerazione sulla metrica.

I ricavi rettificati sono al netto dei costi basati sulle transazioni e dei costi relativi ai bitcoin, che secondo la società ammontavano a $ 33,9 milioni nel trimestre. Il fatturato complessivo di bitcoin è stato di $ 34,1 milioni per il trimestre. Questo sottile margine di $ 200.000 è forse uno dei motivi per cui le azioni di Square sono state svendute dopo aver riportato i guadagni.

L’amministratore delegato di Square Inc., Sarah Friar, ha detto ai giornalisti in merito a una chiamata dei media dopo che i risultati hanno rivelato che i $ 200.000 spendono i flussi delle entrate rettificate della società. “È effettivamente un margine che stiamo mettendo in atto per darci un po ‘di attenzioni per quando un cliente fa acquisti e dobbiamo andare nel mercato per comprare il bitcoin”, ha detto.

Ci possono essere delle “fluttuazioni” nel mercato “dinamico” per bitcoin BTCUSD, 0,35%, ha aggiunto.

Friar ha esortato i giornalisti a pensare al bitcoin nel senso più ampio di “come monetizziamo l’app Cash”, riferendosi alla app di trasferimento di denaro peer-to-peer di Square dove si svolge il bitcoin trading. Gli investitori sapevano dal commento di Square qualche mese che fa gli acquisti relativi a bitcoin rappresentano solo una piccola percentuale delle entrate totali, che ammontavano a 669 milioni di dollari nell’ultimo trimestre.

Ma gli investitori si aspettavano forse che il business dei bitcoin fosse un po’ più redditizio. “Dato che le performance azionarie di Square negli ultimi mesi sono state sostenute dall’entusiasmo che circonda lo sforzo bitcoin, l’effettivo impatto finanziario della criptovaluta sui risultati dell’azienda ha fornito una finestra su come poche transazioni di questo tipo possono spostare l’ago per la società “, ha scritto Mark Palmer, analista di BTIG.

Palmer ha un rating di vendita sulle azioni di Square e un obiettivo di $ 30. “Pur riconoscendo che SQ aveva solo due mesi di contribuzione da parte di bitcoin dopo il pieno avvio dello sforzo, riteniamo anche che le cifre iniziali dimostrassero quanto sarebbe stata necessaria un’enorme quantità di bitcoin prima che l’iniziativa potesse contribuire in modo significativo a Le spese di vendita e di marketing della società sono cresciute del 55% su base GAAP nel primo trimestre, che secondo Friar rifletteva l’interesse della società a “reinvestire nel business”.

Le priorità chiave dell’azienda sono gli sforzi omnicanali , i servizi finanziari e l’espansione internazionale, ha affermato. Sul versante omnicanale, Square ha annunciato di voler acquisire Weebly, piattaforma di creazione di siti Web, che spera possa migliorare le sue offerte di e-commerce. I servizi finanziari comprendono prodotti come i depositi istantanei, che sono contenuti nell’elemento pubblicitario e di servizi della società.

I ricavi sono cresciuti del 98%, a $ 97 milioni, nel primo trimestre. Sul fronte internazionale, Square ha obiettivi leggermente diversi per ciascuno dei quattro mercati in cui la società opera al di fuori degli Stati Uniti. In Australia, ad esempio, l’azienda ha visto il successo “Costruire il marchio Square attraverso una presenza importante nei grandi eventi”, ha detto Friar. Nel Regno Unito, nel frattempo, Square ha recentemente introdotto l’app Cash peer-to-peer e depositi istantanei.

“In termini di consapevolezza del marchio, abbiamo ancora molto lavoro da fare da una prospettiva del Regno Unito”, ha detto Frate, che ha indicato che il Regno Unito era un’area in cui Square avrebbe aumentato gli investimenti nel 2018. Friar ha aggiunto che l’acquisizione di Weebly aiuta la società con le sue ambizioni internazionali a 625.000 dei clienti paganti della piattaforma al di fuori degli Stati Uniti “Sarà un ottimo acceleratore internazionale” ha detto Frate, che vede opportunità di cross-sell e up-selling.

Le azioni ordinarie sono aumentate del 157% negli ultimi 12 mesi a partire dalla chiusura di mercoledì, mentre la S&P 500 SPX, -0,72% ha guadagnato il 10%.

In Cina non si molla la presa sul Bitcoin

China National Radio (CNR), un portavoce governativo di alto livello, ha espresso dubbi sulla legalità dei servizi offerti da OKEx, lo scambio di criptovaluta di Hong Kong lanciato da OKCoin, in precedenza una delle piattaforme di trading “Big Three” in Cina.

Attraverso il suo canale podcast “Voice of China” di giovedì e in seguito un articolo intitolato “Exchange che continuano a funzionare dopo il divieto”, il CNR ha affermato che OKEx ha violato le regole offrendo contratti bitcoin agli investitori cinesi della Cina continentale dopo aver affermato di aver trasferito la propria attività all’estero.

L’emittente ha citato due fonti con i cognomi Yang e Zhang, presumibilmente investitori che avevano utilizzato i servizi di OKex, sostenendo che il trading di contratti bitcoin della società essenzialmente scommetteva su futures bitcoin non regolamentati con l’opzione di aggiungere leva per aumentare i rendimenti e il rischio. OKEx ha aggirato le normative cinesi vigenti registrandosi in Belize, pur avendo il quartier generale a Hong Kong, un ufficio amministrativo speciale oltre la giurisdizione della Cina continentale.

Inoltre, citando le proprie indagini, la stazione ha affermato che lo sviluppo tecnologico di OKEx è ancora gestito dal team OKCoin con sede a Pechino. Nel frattempo, il CNR ha detto che lo scambio ha continuato a offrire trading OTC (over-the-counter) che rende disponibili per gli investitori criptovaluta acquisto e vendita dalla Cina continentale.

Malgrado ciò, l’articolo fa parte di una serie di indagini sulla criptovaluta attualmente trasmessa, il CNR ha mandato in onda e pubblicato un articolo scritto dalla stessa squadra, prendendo di mira le ICO che stanno ancora offrendo gettoni agli investitori cinesi anche dopo il notevole divieto di vendite di token di raccolta fondi da parte della People’s Bank of China l’anno scorso.

Citando un ex dipendente di un progetto di criptovaluta denominato PROChain, la stazione ha addotto l’azienda, la cui squadra è per lo più basata sulla Cina, ha violato le regole vendendo gettoni agli investitori domestici senza fornire un sostanziale sviluppo tecnologico blockchain.

Né PROChain né OKex hanno ancora risposto alle richieste di commento di CoinDesk.

Criptovalute, un asset particolare

La cripto-febbre si è calmata, ma il trading sulle montagne russe ha sollevato la posta in gioco per gli investitori. Sono beni finanziari, valute, materie prime o qualcosa di completamente nuovo? Bitcoin e altre criptovalute hanno sfidato la categorizzazione facile da quando hanno fatto irruzione nell’opinione pubblica lo scorso anno, alimentando un intenso dibattito su come dovrebbero inserirsi nel portafoglio dell’investitore medio e se appartengono a tutti.

Tuttavia, definendoli, le criptovalute sono diventate difficili da ignorare dal momento che l’aumento meteorico di Bitcoin a $ 20.000 lo scorso dicembre (ora si attesta come detto intorno ai 9mila dollari, dopo un lungo periodo ribassista).

Sebbene le prestazioni passate non siano ovviamente garanzia di risultati futuri, abbiamo analizzato gli ultimi 16 mesi di azione in token digitali per far luce su cosa aspettarsi.

Ciò non sorprenderà nessuno a seguito delle forti oscillazioni di Bitcoin, ma la volatilità e le valute virtuali vanno di pari passo. Questa può essere una buona cosa quando i valori aumentano ($ 10.000 o addirittura $ 20.000). Ma è spaventoso quando i mercati stanno calando, uno dei motivi per cui gli investitori tendono a richiedere rendimenti più elevati da classi di attività più volatili.

Negli ultimi 16 mesi, le criptovalute hanno registrato oscillazioni maggiori di azioni, obbligazioni, materie prime e valute tradizionali. I pochi investimenti non criptati che sono rocciosi come la maggior parte dei token includono azioni di Steinhoff International Holdings NV, la società sudafricana coinvolta in uno scandalo contabile e obbligazioni emesse da Bank Otkritie FC, il destinatario del più grande salvataggio finanziario della Russia.

La volatilità estrema è forse il più grande argomento contro il trattamento delle criptovalute come fareste con il dollaro o l’euro. Una delle regole cardine per una buona valuta è che dovrebbe fornire agli utenti una riserva stabile di valore. Oggi non vorresti spendere Bitcoin per la spesa se pensassi che il valore della criptovaluta potesse aumentare domani o prendere il tuo stipendio in Bitcoin se pensi che potesse crollare.

Rispetto a titoli o obbligazioni, attività di trading e mercato, la capitalizzazione tra le criptovalute è molto concentrata in un piccolo gruppo di giocatori. Mentre Bitcoin è diventato meno di un outlier negli ultimi mesi in mezzo all’aumento delle cosiddette alt-coins come EOS e Litecoin, l’originale continua a superare i suoi pari. Tra le azioni più scambiate, i valori di mercato sono distribuiti in modo relativamente uniforme.

Al contrario, Bitcoin domina il mercato criptato, sia in termini di volume degli scambi che di valore di mercato. La liquidità si riduce drasticamente per monete più piccole.

Per gli investitori vendere criptovalute meno note può essere più difficile di quanto sembri. L’acquisto di questi token più piccoli dovrebbe essere considerato come un investimento di capitale di rischio nella fase iniziale, che spesso implica il mantenimento di un investimento per lungo tempo, secondo David Drake, fondatore dell’ufficio plurifamiliare LDJ Capital, che investe in criptovalute.

I gestori di denaro possono anticipare come le mosse in un mercato influenzeranno i prezzi in un altro perché la maggior parte delle azioni, obbligazioni, materie prime e valute hanno stabilito relazioni tra loro. Investire in un portafoglio di attività che si comportano in modi diversi può aiutare a ridurre il rischio che gli investitori affrontano.

Alcuni investimenti (ad esempio titoli statunitensi e europei) condividono caratteristiche che indicano che tendono a salire e scendere insieme (relazione positiva o diretta), mentre le attività rischiose (obbligazioni dei mercati emergenti) e i paradisi sicuri (oro, yen) di solito si muovono in direzioni opposte (relazione negativa o indiretta). Alcune risorse semplicemente non hanno correlazione tra loro.

Le criptovalute hanno relazioni deboli con le classi di attivi stabilite, che possono essere buone o cattive a seconda del ruolo che si desidera che giochino nel proprio portafoglio. Questo potrebbe cambiare se più investitori istituzionali come banche e hedge fund inizino a comprare gettoni digitali, ma per ora le criptovalute si spostano quasi sempre in linea.

Ciò detto, c’è molta più attività in questo spazio rispetto a un anno fa, anche se alcuni nuovi investitori sono fuggiti. “Un asset da 400 miliardi di dollari non verrà ignorato a lungo”, ha detto a Bloomberg TV la scorsa settimana Dan Morehead, amministratore delegato di $ 1 miliardo di hedge fund di criptovaluta: la Pantera Capital Management.

Si tratta di una strategia del mercato azionario consolidata nel tempo: fare scattare le azioni di una società nella sua offerta pubblica iniziale nella speranza di guadagnare in maniera veloce una volta che le azioni iniziano a fare trading. In una prima offerta di monete, in cui vengono offerti token digitali piuttosto che condivisioni, si sviluppa una dinamica simile. CoinDesk stima che le ICO abbiano raccolto circa $ 13 miliardi per startup legate alla blockchain.

Mentre la qualità delle ICO varia enormemente e la gamma dei rendimenti è stata molto più ampia di quella delle IPO tecnologiche, la maggior parte delle monete più grandi ha generato interessanti guadagni a breve termine. Quanto a lungo durerà è l’ipotesi di qualcuno, visto che i governi di tutto il mondo intensificano l’esame delle offerte. È importante ricordare che, come in qualsiasi mercato, la performance storica delle criptovalute è nella migliore delle ipotesi una guida approssimativa a ciò che riserva il futuro.

Dato che i regolatori iniziano a prestare maggiore attenzione e il clamore che circonda Bitcoin inizia a svanire, potrebbe benissimo essere che il recente selloff anticipi tempi più difficili a venire (la bolla esploderà presto?). O forse è solo una pausa prima di un nuovo grande trend. In entrambi i casi, gli investitori dovrebbero procedere con cautela.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY