Azioni UBI, come investire: broker migliori, se conviene

Come investire in azioni UBI? Quali sono i broker migliori per investire in azioni UBI? Conviene investire in azioni UBI? Cos’è UBI? Le azioni UBI sono una truffa? Qual è la quotazione in tempo reale di UBI Banca?

Investire nelle Banche è sempre una buona idea, specie per diversificare il proprio portafoglio. Certo, non mancano scandali legati anche agli istituti bancari. Quindi occorre sempre informarsi bene sulla storia di una banca, il suo management, i bilanci che presenta, gli utili e così via.

In questo articolo passiamo al setaccio la banca UBI e vediamo come investire.

Sommario

UBI significato

Cosa significa UBI? Si tratta di un acronimo stante per Unione di Banche Italiane SpA, comunemente nota per la sua denominazione commerciale UBI Banca.

UBI Banca cos’è

Cos’è UBI Banca? Si tratta di un gruppo bancario italiano, il quinto in Italia per numero di filiali. È stato costituito il 1 ° aprile 2007 dalla fusione delle Banche Popolari Unite ( trading come BPU Banca) e gruppi bancari Banca Lombarda e Piemontese. Le azioni della Banca sono quotate alla Borsa Italiana e sono incluse nell’indice FTSE MIB (l’indice blue chip).

UBI Banca storia

Banche Popolari Unite, con il ruolo di BPU Banca, è stata costituita dalla fusione della Banca Popolare di Bergamo – Gruppo Credito Varesino con il Gruppo Banca Popolare Commercio e Industria, entrambi Banca Popolare (Banca Popolare Italiana), una sorta di banca cooperativa urbana in Italia, nel 2003.

Le loro controllate erano allora Banca Popolare di Ancona, Cassa di Risparmio di Fano (Carifano), Banca Popolare di Luino e di Varese e Banca Carime. Sebbene i due gruppi si siano fusi, Banca Popolare di Bergamo e Banca Popolare Commercio e Industria sono state riconfermate come controllate sotto forma di società per azioni. Nel 2005 è stata rivenduta agli azionisti di minoranza della Banca Popolare di Ancona.

Nel 2006 il consiglio di amministrazione di Banche Popolari Unite ha concordato un’altra fusione con un altro gruppo bancario italiano Banca Lombarda.

Il Gruppo UBI Banca è stato costituito il 1 ° aprile 2007 dalla fusione del Gruppo BPU Banca e del Gruppo Banca Lombarda. Il Gruppo opera principalmente nel mercato retail [citazione necessaria] ed è presente nella maggior parte delle regioni italiane, sebbene il suo focus sia principalmente sull’Italia settentrionale. La capogruppo ha sede a Bergamo.

Il 20 gennaio 2015 il Consiglio dei ministri ha emanato un decreto legge che impone alle banche popolari (italiane: Banca Popolari) un patrimonio di oltre 8 miliardi di euro da demutualizzare in una società per azioni. Nello stesso anno UBI Banca è stata demutualizzata. [

Il 27 giugno 2016 è stato annunciato il business plan per il 2019-20. Le controllate Banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia, Banca Popolare Commercio e Industria, Banca Regionale Europea, Banca Popolare di Ancona, Banca Carime e Banca di Valle Camonica sarebbero assorbite dalla controllante UBI Banca nel 2016-17.

Il 12 gennaio 2017 UBI Banca ha presentato un’offerta vincolante di 1 euro per acquistare Nuova Banca delle Marche, Nuova Banca dell’Etruria e del Lazio e Nuova Cassa di Risparmio di Chieti (le tre banche che sono state salvate il 22 novembre 2015 dal Fondo nazionale di risoluzione nazionale , un fondo che era obbligatorio fornito dal settore bancario ed era gestito dalla Banca d’Italia), con le condizioni che le tre banche sarebbero state ricapitalizzate per un valore stimato di 450 milioni di euro dal fondo, oltre a vendere alcune delle banche target “crediti in sofferenza” (NPL) al fine di ridurre la dimensione delle loro attività ponderate per il rischio a meno di 10,6 miliardi di EUR, aumentare il grado di copertura per gli NPL (ossia più svalutazioni e accantonamenti) e un coefficiente minimo di CET1 del 9,1% .

UBI Banca avrebbe anche ricapitalizzato per un massimo di 400 milioni di euro al fine di controbilanciare l’effetto della cattiva volontà (avviamento negativo).

Il 18 gennaio l’offerta fu accettata e firmò il contratto. Il 10 maggio la transazione è stata completata. Lo stesso giorno è stato anche annunciato un piano per unire le 3 banche in UBI Banca. A giugno 2017, circa 167 milioni di nuove azioni sono state offerte agli azionisti esistenti per 2,39 euro ciascuna (uno sconto rispetto al valore di mercato), al fine di aumentare i citati 400 milioni di euro per il completamento dell’acquisizione delle 3 banche.

Gruppo UBI Banca com’è composto

Il gruppo è composto dalle seguenti società:

  • una banca internet specializzata nella gestione di investimenti individuali e familiari, IWBank Private Investments
  • aziende che operano nel modo seguente:
  • Prestiti personali garantiti da cessione del quinto Prestitalia
  • gestione patrimoniale: UBI Pramerica
  • factoring: UBI Factor
  • leasing: UBI Leasing
  • una società di servizi: UBI Sistemi e Servizi (UBISS)
  • interessi di minoranza / joint venture
  • Lombarda Vita, una compagnia di assicurazioni
  • Aviva Vita, una compagnia di assicurazioni

UBI Banca sedi

Nonostante fosse una delle 5 maggiori banche italiane per totale attivo, a partire dal 2015 la rete bancaria di UBI Banca si è concentrata solo nelle regioni da cui provenivano le banche aderenti. Ad esempio, una quota di mercato superiore al 15% in Calabria (Banca Carime), tra il 5 e il 15% in Puglia, Basilicata, Campania (Banca Carime e Banca Popolare di Ancona), Marche (Banca Popolare di Ancona), Lombardia (al secondo posto : Banco di Brescia, Banca Popolare di Bergamo, Banca Popolare Commercio e Industria e Banca di Valle Camonica), Piemonte e Liguria (Banca Regionale Europea). La quota di mercato in altre regioni era inferiore al 5% o addirittura inferiore al 2%.

UBI Banca management

UBI Banca ha adottato un sistema di governance a due livelli con due consigli di amministrazione, un consiglio di sorveglianza e un consiglio di amministrazione (ai sensi degli articoli 2409 octies e seguenti del codice civile italiano).

UBI Banca società

L’articolo 120 della legge finanziaria consolidata stabilisce che le persone che detengono più del 3% del capitale sociale in un emittente di azioni che ha l’Italia come stato membro di origine devono notificarlo alla società e alla Consob.

Sulla base delle comunicazioni della Consob, il 7 febbraio 2017 i seguenti investitori possedevano partecipazioni superiori al 2%:

  • Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (5,910%)
  • Fondazione Banca del Monte di Lombardia (5,208%)
  • Silchester International Investors (5,123%)

Le due fondazioni bancarie hanno guadagnato parte delle loro azioni a causa del 2017 assorbimento di Banca Popolare Commercio e Industria e Banca Regionale Europea in UBI Banca.

Alcuni azionisti hanno sottoscritto anche patti parasociali, rappresentando il 17.04% dei diritti di voto nel 2016. Al 14 marzo 2017, “Patto dei Mille” rappresentava il 3.001% delle azioni, mentre il sindacato rivale “Sindacato Azionisti UBI Banca SpA “ha rappresentato il 13,64% delle quote; Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e Cattolica Assicurazioni fanno parte di” Sindacato Azionisti UBI Banca SpA “.

Il sindacato era il principale azionista, seguito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e da Silchester International Investors.

UBI Banca sponsor

UBI Banca, tramite il Banco di Brescia, era lo sponsor principale della squadra di calcio del Brescia Calcio. Dopo che tutte le filiali / marchi bancari hanno chiuso, UBI Banca è stato lo sponsor principale del team di riserva dell’Atalanta B.C. di Bergamo, nonché la “banca ufficiale” dell’intero club. È stato inoltre esteso il contratto con il Brescia, di cui UBI Banca stessa è diventata lo sponsor principale.

UBI Banca quotazione in tempo reale

Qual è la quotazione in tempo reale di UBI Banca? Al momento della scrittura, la quotazione di UBI Banca è di 2,58 EUR, con −0,053 (2,01%).

Nel 2018, il picco è stato toccato il 15 maggio con 4,40 euro, poi è crollato lentamente fino a 3,11 euro l’8 giugno 2018, per poi risalire leggermente. A settembre poi una nuova crescita, poi un nuovo crollo nel mese di ottobre. Giungendo poi a 2,60 euro il 26 ottobre 2018, da cui poi ha dato vita a leggere oscillazioni ma mantenendosi su questa quotazione.

Negli ultimi 5 anni, il periodo migliore è di 7,26 euro il 24 luglio 2015. per poi scendere a fine anno con un crollo fino a 3,13 euro. Per poi riprendersi tra alti e bassi, superando sporadicamente i 4 euro. Da ottobre 2018 non ha mai toccato i 3 euro.

Azioni UBI Banca investire conviene?

Conviene investire in azioni UBI Banca? Vediamo in sintesi i vantaggi che ha questo gruppo:

1. Azioni UBI Banca vantaggi:

  • Il gruppo bancario UBI Banca gode di un interessante posizionamento a livello nazionale nel suo settore di attività.
  • UBI Banca è una banca che si rivolge più in particolare ai privati e che, per sviluppare al massimo le proprie attività, può contare su una assai vasta rete di succursali un po’ dappertutto in Italia. In totale si contano 1.900 agenzie e una presenza basata in tutte le regioni.
  • Sono le attività di retail bank quelle che generano attualmente il grosso del volume d’affari di questo gruppo con in totale oltre i tre quarti degli introiti globali.
  • Gode di una numerosissima clientela, di oltre 4 milioni di clienti al suo attivo.
  • Conta oltre 9.000 dipendenti di cui oltre 1.000 consulenti finanziari altamente qualificati.

2. Azioni UBI Banca svantaggi:

  • UBI Banca incontra qualche difficoltà nel penetrare il mercato europeo e quello internazionale. Si tratta quindi essenzialmente di un gruppo bancario regionale.
  • Negli ultimi anni i conti mostrano un forte aumento delle spese di gestione. E ciò può essere un forte handicap nei confronti della concorrenza del settore.
  • Le banche italiane, come quelle europee, risentono della forte crisi che sta colpendo il settore bancario. Di qui accorpamenti, licenziamenti del personale, tassi di interesse offerti ai clienti ridotti al lumicino.
  • Gli scandali vari ed eventuali che in questi anni hanno colpito il settore bancario italiano. Coinvolgendo anche banche storiche come Monte dei Paschi di Siena. Il che fa perdere la fiducia in molti trader su questo genere di investimento.

Dunque, conviene investire in azioni UBI Banca? Le prospettive future pare dicano di sì, sebbene noi consigliamo sempre prudenza. E di utilizzare questi titoli per diversificare il portafoglio.

UBI Banca dovrebbe raggiungere entro l’anno 2020 proventi operativi compresi tra 3,4 miliardi e 3,8 miliardi di euro. Inoltre, il gruppo prevede una notevole riduzione del costo del credito, grazie alla diminuzione dei flussi dei crediti deteriorati e una semplificazione e ottimizzazione delle risorse.

In programma ha inoltre una nuova strategia per i diversi segmenti di clientela. Sebbene per via prudenziale, alla luce dell’esigua crescita complessiva del PIL del nostro Paese.

Ancora, UBI Banca prevede forti investimenti nelle nuove tecnologie e nella formazione. Il gruppo, di concerto con un accordo con Confindustria, si impegna di fatto a istituire un plafond ricerca sviluppo e innovazione di 1 miliardo di euro. Da concedere alle imprese che vogliono investire nella digitalizzazione.

Come investire in azioni UBI Banca

Come investire in azioni UBI Banca? Il modo migliore è di farlo mediante i CFD. Acronimo di Contract for difference, strumenti finanziari che permettono di investire su un asset senza possederlo direttamente. E sia se il trend è in rialzo che in ribasso. Ovviamente azzeccando la previsione.

I cfd consentono di usufruire anche di una Leva finanziaria massima di 1:30, come da ultime disposizioni dell’ESMA. Entrate in vigore il primo agosto 2018. La leva finanziaria consente di moltiplicare il proprio profitto, al di là del proprio conto finanziario. Ma è una arma a doppio taglio, in quanto come moltiplica le vincite così moltiplica le perdite. Da qui anche le ragioni di una stretta da parte dell’ESMA.

Dove investire in azioni UBI Banca

Dove investire in azioni UBI Banca? Il modo migliore è di farlo tramite le piattaforme per il trading online, chiamate in gergo finanziario Broker. Piattaforme online che hanno fatto superare di fatto la figura di un operatore in carne ed ossa.

Il Broker offre vari servizi appannaggio dei clienti. Ecco i più importanti:

  • Conto demo
  • Assistenza clienti
  • App per il trading mobile
  • Grafici
  • Segnali di trading
  • Pluralità di asset sui quali investire
  • Formazione attraverso vari strumenti

Azioni UBI Banca migliori Broker

Quali sono i migliori Broker per investire in azioni UBI Banca? A nostro avviso i seguenti:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

 

 

 

 

 

 

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY