Azioni Semiconduttori: migliori titoli su cui investire 2022

In questa guida parleremo di un argomento di attualità ovvero delle azioni semiconduttori, scopriamo come comprare queste azioni e cosa sapere prima di investirci.

I semiconduttori sono stati spesso citati durante il Covid-19, poiché ce n’è stata particolare penuria, il che ha avuto pesanti ripercussioni sul già dissestato mercato dell’auto ma anche, ovviamente, nel settore informatico. Ma cosa significa investire sulle azioni semiconduttori?

Investire sulle azioni semiconduttori, che vedremo meglio nel corso di questa guida completa, significa puntare su grandi colossi informatici che producono microchip, necessari per la costruzione di questi prodotti.

Necessari nel mondo dell’auto – soprattutto per la produzione di self drive car, nonché per la connessione internet più potente del 5G e i grandi data center.

Vedremo come investire sulle azioni semiconduttori, se conviene, alcune delle società più importanti del settore su cui puntare.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale .

Azioni Semiconduttori: cosa sono

Cosa sono le azioni semiconduttori? Abbiamo già detto qualcosa poco fa.. Significa investire su una società quotata in borsa che si occupa appunto di semiconduttori. Il quale si può definire come uno dei mercato più in crescita del settore tecnologico.

Azioni Semiconduttori

Questo prodotto è diventato sempre più fondamentale per il nostro quotidiano. Pur se quasi impercettibili e microscopici, consentono il funzionamento delle auto di ultima generazione, della connessione ad internet, dei grandi data center. Ed ancora gli smartphone, i Pc, i tablet, gli smartwatch, la domotica, le console di gaming, gli smart speaker e tanto altro. Il tutto basato sui microchip.

Le prospettive sono molto positive, visto che il futuro riserverà a questa tecnologia ancora diversi anni di vita da protagonista. Tuttavia, occorre comunque sempre sapere che si va ad investire su società che se ne occupano e che sono in forte concorrenza tra esse.

Inoltre, influenzano fortemente fattori come l’aumento delle materie prime o le crisi geopolitiche. Che rischiano di far venir meno la loro produzione. Oppure eventi sanitari di portata mondiale come la Pandemia. Che di fatto ha provocato una grossa penuria tra il 2020 e il 2021.

❓Cosa sonoAzioni di società quotate in Borsa che investono su semiconduttori e microchip.
📱 SettoreTecnologia
📊 QuotazioneIndice Nasdaq sulla Borsa di New York
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per azioniCapital.com

Migliori Broker per investire in azioni semiconduttori

Se siete interessati agli investimenti in azioni potete utilizzare i seguenti broker per investire in azioni:

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
Valutazione
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Copy Portfolio

68% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

Valutazione
CFD su azioni
Conto demo gratis
Servizi di intelligenza artificiale
Valutazione
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
DeGiro
Valutazione
Migliore per ETFCommissioni Zero
Demo gratuitaCommissioni basse su Azioni
Valutazione
Deposito minimoConti Zero spread!
Valutazione
Servizio CFD su azioni e indici
Strumenti avanzati
Conto demo illimitato
Valutazione
Forex, azioni, criptovaluteSocial trading
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

si tratta di piattaforme registrate in Consob e dunque sono tra le più sicure da utilizzare.

Come investire in azioni semiconduttori

Anche per investire in azioni semiconduttori può venire incontro il trading CFD, poiché si investe in società tecnologiche, il cui titolo è notoriamente volatile.

Pertanto, si possono cogliere al volo le occasioni offerte dal mercato sia in rialzo che in ribasso, posizionandosi long o short in base alle nostre previsioni.

Con il trading CFD si può puntare sia sulle azioni della singola società quotata in borsa, sia sugli ETF che ne replicano il valore. E’ possibile anche investire direttamente sugli ETF (Exchange traded-fund), sebbene ciò implica capitali più importanti e una maggiore esperienza del settore finanziario.

Dove investire in azioni semiconduttori

Vediamo quali sono i migliori broker per investire in azioni semiconduttori.

eToro

Il broker eToro viene scelto da milioni di trader per le sue caratteristiche. Che riportiamo in sintesi di seguito:

  • Deposito minimo: 50 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Commissioni e spread: commissioni ridotte e spread-only
  • Servizi: copy trading, social trading, eToroX, smart portfolios
  • Licenze: CySEC, ASIC, FCA
Per aprire un conto demo su eToro vai qui.

Capital.com

Il broker Capital.com è anche esso tra i protagonisti del panorama del trading online. Ecco cosa offre a quanti decidono di iscriversi:

  • Deposito minimo tra i più bassi
  • Conto demo: 10mila euro virtuali
  • Commissioni e spread: commissioni ridotte e spread-only
  • Servizi: intelligenza artificiale, grafici con oltre 70 indicatori ed oscillatori di trading, app Investmate, segnali di trading offerti da Refinitiv
  • Licenze: CySEC, ASIC, FCA
Per investire in azioni con Capital.com vai qui.
83.45% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Degiro

Concludiamo questo breve excursus con il broker olandese Degiro, che nella madre patria ha anche la licenza per agire come banca:

  • Deposito minimo: a discrezione del trader
  • Conto demo: No
  • Commissioni e spread: commissioni ridotte e spread-only
  • Servizi: rating ESG, 10 lezioni gratuite, servizio d’assistenza di prim’ordine, autorizzazioni certificate a livello europeo, assistenza fiscale
Per aprire un conto su Degiro vai qui.

Migliori titoli nel settore semiconduttori

Vediamo quali sono i migliori titoli azionari del settore semiconduttori.

Intel

Intel Corporation è un’azienda multinazionale statunitense fondata nel 18 luglio 1968 con sede a Santa Clara. E’ tra le più longeve del settore informatico americano.

📊 TitoloIntel Corporation
📊 QuotazioneBorsa di New York 🇺🇸
💻 SettoreTechnology
👍 TickerINTC
🥇Dove comprareeToro / Capital

Intel è nota soprattutto per lo sviluppo dei microprocessori presenti nella maggior parte dei personal computer del mondo. La multinazionale tecnologica è anche il più grande produttore mondiale per fatturato di chip semiconduttori, un prodotto utilizzato nella maggior parte dei dispositivi elettronici del mondo.

Intel si distingue anche come luogo lavorativo. Infatti, ha un programma multiculturale e di diversità che promuove la cooperazione e l’accettazione delle differenze, quindi un maggiore lavoro di squadra. Gli stipendi per la maggior parte dei lavori sono equi e dignitosi.

AMD

Acronimo di Advanced Micro Devices, è una multinazionale statunitense produttrice di semiconduttori con sede a Sunnyvale, California. È uno dei leader mondiali nella produzione di CPU per il mercato consumer, workstation e server; di chip grafici integrati e discreti dopo la fusione con ATI oltre che di chipset.

📊 TitoloAMD
📊 QuotazioneBorsa di New York 🇺🇸
💻 SettoreTechnology
👍 TickerAMD
🥇Dove comprareeToro / Capital

Siemens ha acquistato il 20% delle azioni di AMD, dando alla società un’importante induzione di denaro per aumentare le sue linee di prodotti.

L’attuale Ceo della società è una donna, dal 2014: Lisa Su, ingegnere elettrico di origine taiwanese-americano. Prima di approdare presso AMD, Su aveva già avuto esperienze presso altri colossi come Texas Instruments, IBM e Freescale Semiconductor in posizioni di ingegneria e gestione.

Qualcomm

Qualcomm è una società statunitense di ricerca e sviluppo nel campo delle telecomunicazioni wireless con sede a San Diego, in California. Fu fondata nel 1985 da Irwin Jacobs e Andrew Viterbi che precedentemente fondarono Linkabit.

📊 TitoloQualcomm
📊 QuotazioneBorsa di New York 🇺🇸
💻 SettoreTechnology
👍 TickerQCOM
🥇Dove comprareeToro / Capital

Possiede brevetti fondamentali per gli standard di comunicazione mobile 5G, 4G, CDMA2000, TD-SCDMA e WCDMA.

Dal 2021, Ceo della società è Cristiano R. Amon, ingegnere elettronico. Di origini brasiliane, ha studiato ingegneria elettrica presso l’Universidade Estadual de Campinas a San Paolo.

Qualcomm è nota soprattutto per il processore Snapdragon, utilizzato da molti marchi importanti. Al 2021, contava 33,57 miliardi USD di fatturato e un numero di dipendenti pari a 45mila unità in tutto il Mondo.

Per un approfondimento potete consultare la nostra guida su come comprare azioni Qualcomm.

Nvidia

NVIDIA Corporation è un’azienda tecnologica statunitense con sede a Santa Clara. Sviluppa processori grafici per il mercato videoludico e professionale, oltre a moduli System-on-a-chip per il Mobile computing e per l’industria automobilistica.

📊 TitoloNvidia Corporation
📊 QuotazioneBorsa di New York 🇺🇸
💻 SettoreTechnology
👍 TickerNVDA
🥇Dove comprareeToro / Capital

L’azienda è stata fondata nel 1993 da Jensen Huang, Curtis Priem e Chris Malachowsky. Produce una gamma di prodotti grafici e GPU per uso generale (GPGPU) per il super computing e l’accelerazione AI, nonché unità di accelerazione. Produce alcune delle schede grafiche consumer più riconosciute con il marchio GeForce.

NVIDIA ha recentemente seguito solo Intel nelle spedizioni complessive di soluzioni grafiche, ma solo grazie alla GPU integrata su molte CPU Intel. NVIDIA è il più grande produttore di schede grafiche discrete.

Per maggiori informazioni potete consultare l’approfondimento su come comprare azioni Nvidia.

Mediatek

MediaTek è un’azienda taiwanese fondata nel 1997 produttrice di semiconduttori fabless, che progetta e vende componenti per smartphone, tablet, per le comunicazioni wireless, per le archiviazioni di memoria, GPS, tv ad alta definizione, e fornisce soluzioni system-on-chip.

📊 TitoloMediatek
📊 QuotazioneBorsa di Taiwan
💻 SettoreTechnology
👍 Ticker2454
🥇Dove comprareeToro / Capital

I suoi prodotti alimentano oltre 2 miliardi di dispositivi all’anno. E’ leader nel mercato delle vendite di chipset per smartphone, Smart TV, dispositivi di assistente vocale (VAD), tablet Android, feature phone e prodotti per dischi ottici.

MediaTek eccelle anche nello spazio IoT personale con una serie di chipset indossabili, tra cui l’ultimo modulo Biosensore e tecnologie come Narrow Band Internet of Things (NB-IoT).

NXP Semiconductors

NXP Semiconductors è un’azienda di semiconduttori prima appartenente alla Philips sotto il nome di Philips Semiconductors, poi ceduta nel 2006, acquisendo il nome odierno.

📊 TitoloNXP Semiconductors
📊 QuotazioneBorsa di New York 🇺🇸
💻 SettoreTechnology
👍 TickerNXPI
🥇Dove comprareeToro / Capital

A sede a Eindhoven, Paesi Bassi. L’azienda impiega circa 29.000 persone in più di 30 paesi. NXP ha registrato un fatturato di $ 11,06 miliardi nel 2021.

NXP possiede e gestisce quattro impianti di fabbricazione di wafer negli Stati Uniti, due dei quali si trovano ad Austin, in Texas, e altri due a Chandler, in Arizona. I prodotti rappresentativi di queste fabbriche includono microcontrollori (MCU) e microprocessori (MPU), dispositivi di gestione dell’alimentazione, ricetrasmettitori RF, amplificatori e sensori.

Investire in ETF semiconduttori: ecco i migliori

Prima abbiamo accennato agli ETF come canale per investire nei semiconduttori. Vediamo alcune delle scelte più interessanti.

VanEck Semiconductor UCITS (SMH)

Il VanEck Semiconductor UCITS ETF (SMH) è un fondo negoziato in borsa conforme a UCITS che investe in un portafoglio di titoli azionari con l’obiettivo di fornire rendimenti che replicano fedelmente la performance dell’indice MVIS® US Listed Semiconductor 10% Capped Index (MVSMCTR).

ETFVanEck Semiconductor UCITS ETF
📊 QuotazioneBorse mondiali
📈 Indice di Riferimento
👍 TickerIE00BMC38736
🥇Piattaforme per investire in ETFeToro / Capital

Quest’ultimo replica la performance complessiva delle società che operano nel settore della produzione di semiconduttori e nelle apparecchiature in questo ambito.

Il fondo è gestito da VanEck Asset Management B.V., registrato presso la Central Bank of Ireland e replica un indice azionario.

iShares Semiconductor (SOXX)

L’ETF iShares Semiconductor mira a replicare i risultati di investimento di un indice composto da azioni quotate negli Stati Uniti nel settore dei semiconduttori.

ETFiShares Semiconductor
📊 QuotazioneBorse mondiali
📈 Indice di RiferimentoNASDAQ
👍 TickerSOXX
🥇Piattaforme per investire in ETFeToro / Capital

Il fondo ha un beta di 1,13 e una deviazione standard del 34,91% negli ultimi 3 anni, il che rende SOXX una scelta ad alto rischio in questo particolare spazio. Con circa 35 partecipazioni, ha un’esposizione più concentrata rispetto ad altri ETF simili.

iShares è uno dei fornitori di ETF più grandi e conosciuti al mondo, che offre più di 800 prodotti in tutto il mondo, fondata nell’anno 2000. BlackRock ha acquisito il marchio e l’attività da Barclays nel 2009.

HSBC Nasdaq Global Semiconductor (HNSC)

L’ETF HSBC NASDAQ Global Semiconductor UCITS ETF mira a tracciare il più fedelmente possibile i rendimenti dell’indice Nasdaq Global Semiconductor misurando la performance delle 80 maggiori società mondiali di semiconduttori.

ETFHSBC NASDAQ Global Semiconductor UCITS ETF
📊 QuotazioneBorse mondiali
📈 Indice di RiferimentoNASDAQ
👍 TickerIE000YDZG487
🥇Piattaforme per investire in ETFeToro / Capital

Questo ETF fornisce esposizione fisica, possedendo le sue azioni guadagni il rendimento dei titoli che compongono l’indice (poiché l’ETF li detiene direttamente). La politica dei dividendi è la capitalizzazione.

Conviene investire in semiconduttori?

E’ bene sapere che i semiconduttori sono molto complicati da produrre. La loro produzione, infatti, avviene in più fasi svolte in installazioni molto specifiche dedicate a questo scopo. Ciò richiede risorse tecniche, umane e materiali molto sofisticate.

Ci possono essere fino a 1400 fasi di processo (a seconda della complessità del processo utilizzato) nella produzione di un wafer e ciascuna fase di processo prevede in genere l’uso di una varietà di strumenti e macchinari altamente sofisticati.

Inoltre, è necessario un grande sforzo di ricerca e sviluppo per progettare e fornire un servizio post-vendita pertinente ed efficiente per questi chip elettronici. Senza contare che l’idea di riassegnare una linea di produzione è quasi impossibile.

Infatti, immaginare che una linea di produzione per un semiconduttore dedicata a telefoni cellulari o computer (ad esempio) possa essere immediatamente riassegnata a un’auto elettrica non solo è falso, ma costerebbe una cifra non indifferente.

Perché è così? Perché la riallocazione da una linea di produzione convenzionale (non di semiconduttori) a una linea di produzione di semiconduttori è molto complessa, costosa e può richiedere diversi anni.

Ci vogliono in media 6 mesi per produrre semiconduttori su linee di produzione complesse e costose. Il numero esiguo di operatori in grado di produrre semiconduttori rende questa crisi ancora più difficile da superare.

I players del settore sono peraltro principalmente asiatici che possono decidere di privilegiare il/i settore/i di loro scelta in base al guadagno economico che ne deriva (il 75% della produzione proviene dall’Asia orientale).

Oltre ai settori come la telefonia, i videogiochi o l’industria automobilistica, si è aggiunto un altro settore: quello delle criptovalute, che divorano i semiconduttori a causa del mining, che richiede schede grafiche ad alte prestazioni.

La Pandemia ha portato seri problemi, con un rallentamento della produzione e quindi delle consegne che ha pesato molto soprattutto sul settore automobilistico. Stellantis, Renault, General Motors e Ford hanno dovuto rallentare o addirittura fermare le linee di produzione dei loro veicoli. Quanto a Mercedes-Benz, è stata costretta a interrompere la produzione di molti dei suoi modelli top di gamma (Classe S, Classe E, ecc.).

Parliamo di 11 milioni di unità nel 2021 che non è stato possibile produrre a causa della carenza di semiconduttori, dei ritardi nel confezionamento e nel collaudo dei chip. Questa perdita rappresenterebbe oltre 500 miliardi di dollari nel mondo, penalizzando ulteriormente un settore già indebolito dal COVID-19.

I professionisti del settore più ottimisti stimano un ritorno alla normalità per il terzo trimestre del 2022, ma la maggior parte scommette di più sul 2023 o addirittura sul 2025.

Dunque, se è vero che stiamo parlando di un settore indispensabile, occorre tener conto di tutti i retroscena e le implicazioni a cui va soggetto.

Azioni Semiconduttori: le domande frequenti

Cosa sono le azioni semiconduttori?

Si tratta delle azioni delle società quotate in borsa che producono semiconduttori. Una tecnologia indispensabile in molti settori: dalle auto alla telefonia, passando per la domotica fino alle criptovalute.

Conviene investire in azioni semiconduttori?

La produzione di semiconduttori è concentrata per il 75% nell’Asia orientale. La Pandemia ha portato seri problemi, soprattutto al settore automobilistico, con un ritorno alla normalità addirittura previsto per il 2025.
Dunque, occorre prendere in considerazione diversi fattori, anche geopolitici per investire.

Dove è possibile investire sulle azioni semiconduttori?

E’ consigliabile farlo su broker con regolare licenza come eToro, Capital.com e Degiro.

Azioni Semiconduttori: riepilogo

Conclusioni

La tecnologia fa ormai parte delle nostre vite in ogni istante. Ma per funzionare ha bisogno dei semiconduttori.

E’ possibile fare trading CFD anche sulle azioni di chi li produce, ma occorre prendere in considerazione vari fattori, sia riguardo le materie prime per produrli, sia fattori geopolitici. Anche perché il 75% della produzione è concentrata in Asia.

La Pandemia ha influito pesantemente sulla produzione, con pesanti ritardi nella produzione e quindi nella consegna. Il che ha mandato in tilt il settore automobilistico.

Per investire sulle azioni semiconduttori è consigliabile farlo su broker con regolare licenza.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.