Azioni General Electric: gli analisti consigliano “Buy”

Due giornalisti del Wall Street Journal, Ted Mann e Thomas Gryta, hanno descritto in un’intervista rilasciata a Hill.TV tutti i passi falsi della General Electric negli anni successivi alla partenza dell’ex presidente Jack Welch.

Si tratterebbe, di fatto, di una serie di scelte errate che hanno portato General Electric ad un effettivo crollo. I due giornalisti hanno scritto a 4 mani un autentico report: “Lights Out: Pride, Delusion, and the Fall of General Electric “. il peccato originale sarebbe l’incapacità di adattarsi a un settore in evoluzione nel nuovo secolo.

Gryta ha affermato che sotto la guida di Welch – presidente di GE dal 1981 al 2001 – era redditizio concentrarsi sui servizi finanziari. Tuttavia, con il suo successore, Jeff Immelt, il successore di Welch, ciò è diventato insostenibile. Proprio perché si sono verificate due crisi finanziarie pesanti: quella post 11 settembre e, soprattutto, quella successiva al 2008.

Immelt ha tentato di combattere la dura battaglia di sostenere le alte aspettative che il pubblico aveva sotto Welch mentre guidava l’azienda verso una posizione più sicura. Tuttavia, l’acquisto di un concorrente industriale in fallimento, Alstom, e la spesa di oltre 70 milioni di dollari in riacquisto di azioni, hanno spinto il conglomerato fuori dal limite.

Mann, a sua volta, ha affermato che sotto la guida di Immelt, GE ha sofferto dell ‘”incapacità culturale di affrontare le cattive notizie”. “Il risultato è stato rovinoso per migliaia di dipendenti e azionisti e per l’azienda stessa”.

Quindi, conclude Mann, su tutti la colpa principale di General Electric è stata l’aver rilevato Alstom. Come vedremo, però, la situazione attuale di GE è comunque sostanzialmente positiva. Tra gli analisti che consigliano in maggioranza “Buy” sulle azioni, Moody’s che ne parla positivamente e la conclusione di un importante contratto di fornitura in Russia.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Conviene investire in General Electric in questo momento?

Al momento della scrittura, la General Electric Company (NYSE: GE) è aumentata dell’1,58% dal suo ultimo prezzo di chiusura rispetto al recente massimo di un anno di $ 13,26.

Il prezzo delle azioni della società ha raccolto -2,87% di perdita nelle ultime cinque sessioni di negoziazione.

General Electric Company (NYSE: GE) ha ottenuto un rapporto prezzo / utili superiore al suo rapporto medio, registrando 16,85 x dal suo attuale rapporto guadagni. Inoltre, il valore beta di 36 mesi per GE è a 0,95.

Le opinioni sul titolo sono interessanti in quanto: 11 analisti su 19 che hanno fornito valutazioni per la General Electric Company, hanno dichiarato che il titolo era in “buy”. Mentre 1 ha valutato il titolo come “overweight”, 7 lo ha valutato come “hold” e 0 come ” sell.”

Il prezzo medio degli analisti è di $ 8,18, ovvero $ 1,33 al di sopra del prezzo corrente. GE attualmente fluttuante di 8,73B e gli short detengono un rapporto dello 0,93% di quel flottante. Al momento della scrittura, il volume medio degli scambi di GE è stato di 85,57 milioni di azioni.

Le azioni GE sono scese del -2,87% durante la settimana, con un balzo mensile dell’1,42% e una performance trimestrale del -24,11%, mentre il suo tasso di rendimento annuale ha toccato il -26,29%.

Il rapporto di volatilità della settimana si attesta al 5,23%, mentre i livelli di volatilità degli ultimi 30 giorni sono fissati al 3,89% per General Electric Company. La media mobile semplice per il periodo degli ultimi 20 giorni è -1,03% per le azioni GE con una media mobile semplice del -25,28% per gli ultimi 200 giorni.

Molte società di intermediazione hanno già presentato i loro rapporti per le azioni GE, con Argus che ha ripetuto il rating per GE elencandolo come “Buy”. Il prezzo previsto per GE nel prossimo periodo, secondo Argus, è di $ 10 sulla base del rapporto di ricerca pubblicato il 30 aprile dell’anno in corso 2020.

Citigroup, d’altra parte, ha dichiarato nella sua nota di ricerca che si aspetta di vedere GE raggiungere un obiettivo di prezzo di $ 9, prevedendo in precedenza il valore di $ 11. Il rating che hanno fornito per le azioni GE è “Buy” secondo il rapporto pubblicato il 23 aprile 2020.

JP Morgan ha assegnato a GE un rating di “Neutral”, fissando il target price a $ 8 nel rapporto pubblicato il 2 marzo dell’anno in corso.

Migliori piattaforme per investire in General Electric

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social trading
Social trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500
Servizio CFDDemoISCRIVITI
fxtb
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Trade.com
Forex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

General Electric chiude importante contratto in Russia

Nel mese di agosto, GE ha annunciato di essersi assicurata un importante ordine per la fornitura di apparecchiature per la centrale elettrica del distretto statale di Zainskaya (SDPP), di JSC Tatenergo situata a Zainsk, Repubblica del Tatarstan, Russia.

Il nuovo impianto a ciclo combinato sarà progettato e costruito dalla società turca di ingegneria, approvvigionamento e costruzione (EPC) ENKA, nell’ambito del progetto di ammodernamento di una delle più grandi centrali elettriche del Tatarstan.

GE fornirà le apparecchiature per il progetto, tra cui la turbina a gas 9HA.02 più efficiente. Nonché una turbina a vapore STF-D650, una tripla pressione con generatore di vapore a recupero di calore RH e generatori H78 e A78.

Zainskaya SDPP è stata costruita negli anni ’60 ed è oggi una delle più grandi centrali elettriche ed elettriche combinate in Russia, con una capacità di 2,2 GW. L’impianto collega il sistema energetico europeo della Russia con i sistemi energetici nelle regioni degli Urali e della Siberia e genera circa il 25% dell’energia consumata in Tatarstan, inclusa la capitale della Repubblica Kazan.

La sostituzione di alcune delle unità a vapore obsolete dell’impianto con la più recente tecnologia delle turbine a gas 9HA aumenterà significativamente l’efficienza della centrale elettrica. Nonché idurrà il consumo e le emissioni di gas naturale, riducendo al contempo il costo dell’elettricità.

La nuova centrale CCGT da 858 MW beneficerà della tecnologia in grado di raggiungere un’efficienza netta del ciclo combinato superiore al 64%. GE è stata premiata con due record mondiali per le centrali elettriche a ciclo combinato più efficienti. Quando la costruzione della nuova centrale sarà completata, si prevede che Zainskaya SDPP diventerà una delle centrali elettriche più efficienti in Russia.

Questo accordo per la fornitura di attrezzature per l’aggiornamento di Zainskaya SDPP è l’ultima pietra miliare nel rapporto di successo ea lungo termine tra GE e Tatenergo. Per diversi anni le turbine a gas 6F.03 di GE e i servizi avanzati hanno fornito il funzionamento ad alta efficienza delle centrali elettriche CHP-1 e CHP-2 di Kazan, che sono tra le centrali elettriche più avanzate in Russia.

GE ha anche una vasta esperienza di collaborazione con ENKA nella costruzione chiavi in mano di unità di potenza per turbine a gas in Europa e Medio Oriente. Fornendo implementazioni a ciclo completo che includono ingegneria, fornitura di attrezzature, controllo di qualità e sicurezza.

Anche rating Moody’s positivo su General Electric

Moody’s Investors Service (“Moody’s”) ha completato una revisione periodica dei rating di General Electric Company e di altri rating associati alla stessa unità analitica.

La revisione è stata condotta attraverso una revisione del portafoglio in cui Moody’s ha rivalutato l’adeguatezza dei rating nel contesto delle principali metodologie rilevanti, i recenti sviluppi e un confronto del profilo finanziario e operativo con pari con rating simili. La revisione non ha coinvolto un comitato di valutazione.

Dal 1 ° gennaio 2019, la prassi di Moody’s è stata quella di emettere un comunicato stampa dopo ogni revisione periodica per annunciarne il completamento.

Questa pubblicazione non annuncia un’azione di rating del credito e non è un’indicazione della probabilità o meno di un’azione di rating del credito a breve futuro. I rating del credito e le prospettive / stato di revisione non possono essere modificati in una revisione del portafoglio e quindi non sono influenzati da questo annuncio.

La società (GE), compreso il rating Baa1 senior non garantito e il rating a breve termine P-2, bilanciano le continue sfide poste dalle attività di GE Power, Renewable Energy e Aviation e le prospettive di miglioramento degli utili e dei flussi di cassa nel tempo man mano che la società si rende conto i vantaggi della sua vasta base installata e del portafoglio ordini.

GE mantiene una presenza competitiva nei settori critici derivata dalla leadership tecnologica. I rating considerano anche i progressi compiuti finora da GE nella gestione delle proprie operazioni, nel miglioramento della liquidità, nel rimborso del saldo del debito e nell’affrontare le passività potenziali.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.