Azioni FCA sostenute da ipotesi speculative di M&A

Ipotesi speculative su eventuali operazioni di M&A che vedono protagonista FCA, spingono in rialzo il titolo della casa automobilistica italo-americana che riguadagna l’importante soglia tecnica rappresentata da area 13 euro. Alla fine della prima sessione di contrattazioni di questa nuova ottava il titolo FCA, ha svettato tra i migliori titoli di piazza Affari, mettendo a segno un rialzo del 2,02%, fissando l’ultimo scambio giornaliero a 13,03 euro, toccando un massimo intraday poco sopra quota 13,23 euro.

Secondo la stampa finanziaria, John Elkann, starebbe cercando di diluire l’esposizione della famiglia Agnelli nel settore auto. In particolare, il Financial Time ha rivelato che il management di Fiat Chrysler abbia già avuto dei contatti con alcuni dei maggiori player mondiali del comparto automotive, tra cui Peugeot ed i marchi Hyundai e Geely. Il quotidiano londinese nel proprio articolo, al momento scrive soltanto che ci sono stati dei contatti esplorativi, ma niente altro di concreto.

Secondo il Wall Street Journal, invece, ci sarebbero stati dei contatti più profondi tra FCA ed i suoi pretendenti alle nozze, soprattutto con PSA. Secondo le fonti del giornale americano, però, FCA avrebbe respinto le avances dei francesi, che avrebbero offerto una contropartita troppo elevata in azioni. Le trattative al momento sarebbero congelate. Elkann, infatti, gradirebbe che l’eventuale fusione tra i due gruppi avvenisse con l’esborso cash, piuttosto che con una partecipazione in azioni PSA, poiché l’esposizione nel mercato delle auto europeo da parte famiglia sarebbe ancor più eccesiva.

Poco, invece, si è saputo dei contatti i coreani (Hyundai), mentre l’ipotesi cinese (Geely) sarebbe stata già scartata, in quanto poiché FCA è molto esposta negli USA, un ingresso cine nel capita non sarebbe gradito dal presidente statunitense, Donald Trump.

Migliori piattaforme per fare trading su FCA

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

Andamento azioni FCA sul breve-medio periodo

Dal grafico con time-frame giornaliero, in alto, si evince che le quotazioni del titolo FCA, da più di due settimane sono compresse all’interno di un range più o meno ampio, compreso tra i minimi di periodo in area 12,50 euro ed area 13,50-13,60 euro. L’uscita da una parte piuttosto che dall’altra determinerà l’andamento del titolo nel breve-medio periodo. Sul brevissimo, le quotazioni hanno trovato supporto sulla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che nel corso delle ultime sedute è stata violata nell’intraday, ma ha retto in chiusura dell’ottava precedente.

Al momento della scrittura, invece, è in atto il tentativo di violare al rialzo la media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che passa in area 13,07. Tuttavia, per un’eventuale inversione rialzista multiday sarà necessario un break-out daily, confermato in chiusura settimanale, della media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che transita poco sopra quota 13,30 euro. Oltre EMA 50 attese accelerazioni prima verso area 13,50-13,60 euro, ovvero verso la parte alta del trading range, e successivamente verso area 14-14,20 euro.

L’eventuale violazione al ribasso di area 12,50 euro, in chiusura giornaliera o peggio ancora settimanale, invece, potrebbe provocare violente discese un area 11,50-11 euro.

Pattern di trading titolo FCA valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading long si attiva in caso di allungo oltre 13,176€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 13,31 e 13,382 euro; stop loss in caso di discesa sotto 12,962€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 13,382€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 13,48€ e successivamente a 13,56€; stop loss in caso di ritorno sotto 13,176€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 13,56€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 13,648 e 13,78 euro, estesi a 13,86euro; stop loss in caso di ritorno sotto 13,382€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 12,22€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 12,30€ ed in seconda battuta a 12,426€, esteso a 12,55€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 12,03€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 12,962€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 12,88 e 12,752 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 13,176€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 12,752€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 12,63€ e successivamente a 12,55€; stop loss in caso di ritorno sopra 12,962€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 12,55€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 12,426 e 12,30 euro, estesa a 12,22 euro; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 12,752€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 13,86€, per sfruttare eventuali correzioni prima a 13,78€ e successivamente a 13,648€, estese a 13,56€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 14€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

 

 

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY