Azioni Facebook Volano con Trimestrale Oltre le Attese

Le azioni del più famoso ed utilizzato social network al mondo spiccano il volo a Wall Street collezionando un rialzo di oltre il 6%, chiudendo la sessione poco sopra 194 dollari. Il rally sul titolo Facebook è stato alimentato dall’attese di una ottima trimestrale. Le aspettative, dopo la comunicazione dei conti relativi ai primi tre mesi del 2020,comunicati a mercati chiusi, non hanno deluso le aspettative.

Il gruppo guidato dal CEO e co-fondatore Mark Zuckerberg nel periodo Gennaio-Marzo ha fatto meglio del consensus, facendo proseguire il rally del titolo anche nel mercato after-hours, in cui il titolo ha corso fino a+8%.

Nei dettagli, i conti trimestrali hanno evidenziato ricavi in crescita del 18%, mentre il fatturato operativo è aumentato del 78%. In sensibile miglioramento i margini che hanno consentito il raddoppio dell’utile netto.

Le entrate totali, nei tre mesi in esame, si sono assestate a 17,737 miliardi di dollari dai 15,077 (+18%) miliardi di dollari dell’analogo periodo del 2019. Il margine di operatività è balzato del 33% assestandosi a 22. Il risultato netto è pertanto volato a 4,902 miliardi di dollari, in crescita del 102% rispetto ai 2,429 del Q1 dell’anno precedente. L’EPS, ovvero l’utile per azione, di conseguenza, è volato a 1,75 dollari da 0,85 dollari del 2019, in ascesa del 101%.

Al 31 Marzo 2020, liquidità e disponibilità liquide e titoli negoziabili ammontavano a 60,29 miliardi di dollari. L’outlook per l’intero 2020 è rialzista e punta a ridurre le spese in conto capitale in un range compreso tra 14-16 miliardi di dollari, contro i 17-19 miliardi di dollari del precedente range.

Nel primo trimestre, anche grazie al lockdown delle attività lavorative, che ha costretto milioni di persone nel mondo a rimanere a casa, il numero di utenti attivi giornalieri di Facebook si è assestato mediamente a 1,73 miliardi, in crescita dell’11% su base annua. Il totale degli utenti attivi mensili, invece, è aumentato del 10% su base annua, assestandosi a 2,60 milioni.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Andamento Azioni Facebook sul Breve-Medio Periodo

Come in evidenza sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, il titolo Facebook ha annullato tutto il calo delle quotazioni causato dall’emergenza da Covid-19, riportandosi sui livelli di fine Febbraio – inizio Marzo.

Dai minimi della metà dello scorso mese in area 137 dollari ad area 200 dollari delle quotazioni in After Hours, in circa 6 settimane si è verificato un rally del 45%.

Le tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni, sono saldamente puntate verso l’alto. Il movimento rialzista di brevissimo è ben sostenuto dalla media mobile a 10 periodi (la linea di colore azzurro sul grafico), che al momento passa in area 183,50 dollari. Il tentativo di discesa di un paio di sedute fa è stato proprio negato dalla tenuta di EMA 10.

Tuttavia, l’impostazione tecnica di breve-medio periodo rimarrà rialzista finché le quotazioni si manterranno al di sopra delle medie mobili a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea rossa e la linea verde sul grafico), che transitano in area 177-179 dollari. L’eventuale break-out daily o peggio ancora settimanale della fascia di supporto appena indicata potrebbe favorire un’ulteriore caduta dei orezzi verso area 165 dollari.

Oltre area 200 dollari in chiusura giornaliera possibili ulteriori estensioni al rialzo verso area 208 dollari in prima battuta e successivamente verso area 215 dollari.

Pattern di Trading sul Titolo Facebook (FB) Valido da 1 a 5 Giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di recupero oltre 196,35$in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 197,85 e 201,30 dollari; stop loss in caso di discesa sotto 191,40$ in close oraria.

Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 201,30$ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 203$ e successivamente 205,05$€; stop loss in caso di ritorno sotto 194,20$ in close oraria o giornaliera.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close oraria o daily maggiore di 205,05$, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 207,05 e 209,10 dollari, estesi a 212,50$; stop loss in caso di ritorno sotto 201,30$ in close oraria o giornaliera.

Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 172,45$, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 175,40$ ed in seconda battuta a 180,85$, esteso a 184,05$; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 169$ in chiusura daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 191,40$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 190 e 188,85 dollari; stop loss in caso di ritorno oltre 196,35$ in chiusura oraria.

Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 188,85$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 187,65$ e successivamente a 184,05$; stop loss in caso di ritorno sopra 191,40$ in close oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 184,05$ in close oraria o giornaliera, con l’intento di ricoprirsi in area 180,85 e 175,40 dollari, estesa a 172,45 dollari; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 188,85$ in close oraria o daily.

Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 212,50$, per sfruttare eventuali correzioni prima a 207,05$ e successivamente a 205,05$, estese a 201,30$; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 216$ in chiusura giornaliera.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.