Avvio positivo a Milano grazie alla spinta propulsiva da MPS

avvio positivo a milano

La giornata comincia bene per l’Italia grazie all’avvio positivo a Milano. Più in generale tutte le borse europee partono col segno più. Nel frattempo escono dati negativi per il Giappone: -6,9% il valore delle esportazioni per il mese di settembre e una flessione del 16,3% per le importazioni. Il cambio dollaro-yuan, per la Cina, è stato ufficialmente fissato a livelli minimi che non si vedevano da settembre 2010. Tutto ciò in vista dell’imminente mossa dell’aumento dei tassi da parte della Fed. Gli occhi rimangono però puntati anche sull’Italia, visto che dopo la chiusura dei mercati di venerdì è uscita la notizia del rating da parte di Fitch che ha assegna un “BBB+” al debito del nostro Paese.

Avvio positivo a Milano grazie a MPS

Oggi avvio positivo della borsa a Milano grazie a MPS che con tutti i segni positivi della scorsa settimana, le azioni hanno segnato un +60% totale. Sempre oggi in particolare gli occhi sono puntati sulla banca senese per la riunione del consiglio di amministrazione dove si deciderà quale sarà il piano per rilanciare la banca. Le prime indiscrezioni e i primi rumours, parlano di possibili investitori del Qatar pronti ad immettere 2 miliardi per risollevare lo stato patrimoniale della banca.avvio positivo a milano Un altro miliardo potrebbe provenire da John Paulson, ritenuto uno dei guru della finanza, esperto in fusioni e acquisizioni, diventato famoso per aver previsto la crisi del 2006 sui mutui subprime. Miliardo stanziato non solo da Paulson ma anche da George Soros, economista ungherese.

Uno sguardo all’euro e al petrolio dopo l’avvio positivo a Milano

Nonostante questo inizio con un segno più, l’euro rimane debole nei confronti del dollaro sotto il livello di 1,09. Rimane stabile anche il petrolio, attorno ai 50$ a barile, nonostante il rifiuto da parte dell’Iraq di dare un taglio alla produzione.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY